UMBRIA – Il Responsabile della delegazione Calcio A5 Simone Ortenzi in videoconferenza manifesta grande vicinanza alle società. “Difficile giocare per concludere i campionati…..insieme ripartiremo più forti di prima”

All’indomani della videoconferenza alla quale hanno partecipato tutte le società di calcio a 5 abbiamo fatto qualche domanda al Responsabile della delegazione calcio a 5 del Comitato regionale Umbro SIMONE ORTENZI che ha sottolineato nelle sue parole la grande coesione tra le società e il comitato e evidenziata la oggettiva difficoltà di poter concludere regolarmente sul campo la stagione si dice convinto che rimanendo uniti la ripartenza sia ancora più grande di dove si è stati costretti a interrompere. Ecco l’intervista che futsalplayers ha fatto.

  • Simone Ortenzi, buongiorno…..Quali sono le sue sensazioni in questa situazione di emergenza e come ripartirà il futsal?

ORTENZI: “Un evento così drammatico era sicuramente impensabile ed ha colto tutti impreparati, tanto che ci ha posto evidenti limitazioni, come quella di rinunciare al nostro amato futsal. La continua evoluzione quotidiana, pone evidenti incertezze su quale possa essere la potenziale data di ultimazione dell’emergenza sanitaria. Tuttavia ritengo che, indipendentemente da quando si ripartirà, dovremo vedere lo sport sotto una prospettiva che evidenzi soprattutto il valore sociale, la coesione e l’aggregazione. Quei valori che già nella stagione in corso erano stati attuati nel calcio a 5 regionale, grazie alla notevole espansione del movimento nell’attività giovanile, nell’attività di base e con l’organizzazione di progetti e visite di Settore Giovanile Scolastico, specifiche di calcio a 5; programma e progetto ai quali le società umbre hanno risposto in modo esemplare.”

  • Secondo lei ci sono i tempi per riprendere i campionati?

ORTENZI: “Certamente ad oggi, considerando le garanzie governative e sanitarie che dovranno essere attuate, non è possibile ipotizzare i tempi di ripresa. Ritengo che bisogna sempre agire tutelando in primo luogo la salute dei nostri tesserati ed appare scontato che l’attività potrà ricominciare solamente quando il rischio sarà pari a zero. Tuttavia, se pensiamo che la stagione sportiva si conclude il 30 giugno, possiamo ancora auspicare che l’attività ufficiale possa essere portata a conclusione, perché è ovvio che i risultati del campo sono quelli che ci appartengono. Personalmente ritengo che, vagliate tutte le condizioni e le criticità connesse, sia estremamente difficile che la stagione possa essere portata a compimento.”

  • Quali rapporti sono stati mantenuti con le società in questo momento di particolare difficoltà?

ORTENZI: “La riunione in videoconferenza, attuata con il Presidente Luigi Repace, alla quale erano presenti tutte le società di calcio a 5, ha dimostrato la sensibilità dei dirigenti stessi, ma anche lo spirito di vicinanza e di collaborazione reciproca, che non è mai venuto meno.Le società hanno apprezzato l’organizzazione della call-conference, considerando che è stato anche un primo supporto relativo alle disposizioni attuate dal decreto in merito ad agevolazioni riservate alle associazioni sportive. Permettetemi di rivolgere un affettuoso pensiero ed un caloroso abbraccio virtuale ai presidenti e dirigenti sportivi delle società umbre, che sono i veri protagonisti del mondo dilettantistico: insieme, con unità d’intenti, sono convinto, ripartiremo più forti di prima, valorizzando l’attività agonistica e sociale sotto un’adeguata ed idonea ottica. “

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *