L’HORNETS vince in rimonta a Cagliari e si regala un Natale da CAPOLISTA. Il T.M. Bonanni: “Vittoria che ci rende più forti caratterialmente….siamo primi ma dobbiamo giocare senza la pressione della classifica”

MEDITERRANEA CAGLIARI: Ferraro, Tronci, Casu, Sanna, Pireddu, Aramu, Arrais, Rufine, Rafinha, Fois, Lai, Fringau. Mr. Rufine

SPORTING HORNETS: Apollonio, Troiano, Pochesci, Filipponi, Ottaviani, Di Gregorio, Stoccada, De Vincenzo, Ramazio, Armellini. Mr. Medici

Marcatori: 2 Fois, Arrais, Rafinha(MED) / 2 De Vincenzo, Armellini, Filipponi, Ramazio

Trasferta vincente per i gialloneri di Alessio Medici che dimostrano di saper soffrire e superano il Mediterranea dopo essersi trovati sotto per 3 – 1.

Tutto poteva far pensare ad una gara agevole per i romani contro il fanalino di coda del girone E di serie B. E nei primi minuti i gialloneri provano a dettare legge cercando subito la via del goal. Ma i cagliaritani sono ben disposti in campo e con una pressione alta provano a dar fastidio agli ospiti. La rete del vantaggio dell’Hornets arriva da un ottimo assist di Troiano che imbecca Filipponi pronto a realizzare. La squadra di casa si ricarica e trascinati da Rafinha e Rufine cercano di rientrare in partita visto anche l’importanza di conquistare punti per centrare la salvezza. Prima del pareggio è ancora Filipponi a tu per tu col portiere ad avere la palla per il doppio vantaggio ma la sciupa. Su una ripartenza ben lavorata arriva il pareggio di Fois. Sull’ 1-1 gli ospiti hanno da recriminare sulle scelte arbitrali che negano un doppio giallo e annullano un gol regolare a favore dell’Hornets. Da quel momento i gialloneri non riescono più ad organizzarsi e si innervosiscono. Deve pensarci Apollonio a rimediare con due interventi decisivi. Il primo tempo finisce con un paio di occasioni dalla distanza di Stoccada sempre neutralizzato dal portiere Ferraro. La ripresa inizia con i cagliaritani pronti a giocarsi il tutto per tutto per provare a vincere e ne approfittano di qualche errore di troppo dei gialloneri, privi del Capitano Mirko Medici rimasto a Roma per un infortunio. Su un capovolgimento di fronte Casu imbecca Fois che trova il vantaggio superando Apollonio. Sale in cattedra il portiere Ferraro che con diversi interventi nega la rete del pareggio prima a Filipponi poi a Ramazio e De Vincenzo. La svolta sta nel doppio giallo a Di Gregorio punito troppo severamente dall’arbitro che costringe i gialloneri a giocare in inferiorità numerica. Mediterranea che sfrutta bene questa possibilità e trova la rete del 3-1 con Arrais. I romani sembrano in difficoltà per qualche minuto e fanno fatica a ritrovare il filo del gioco. Mr.Medici, che segue la squadra dalla tribuna per squalifica, decide di inserire il portiere di movimento. La squadra ha già dimostrato durante la stagione di saper sfruttare questa opportunità. L’Hornets inizia a costruire occasioni su occasioni ma De Vincenzo, Ramazio e Armellini sono costretti ad impattare su un super Ferraro. Non mollano i gialloneri che trovano con Ramazio la rete del 3-2 a otto minuti dal termine. I padroni di casa iniziano a soffrire troppo la superiorità dei gialloneri. E’ il solito Armellini, capocannoniere giallonero, a sfruttare un errore difensivo dei rossoblu e trovare il 3-3. Da quel momento c’è solo una squadra in campo, lo Sporting Hornets. I ragazzi sono ormai convinti di poter vincere la gara e si insiste con il portiere di movimento. Sale in cattedra Enzo De Vincenzo, prima trasforma il calcio di rigore pesantissimo che porta in vantaggio i gialloneri. Poi poco dopo trova la rete del 5-3 che sembra definitivamente mettere fine alla gara, la Mediterranea trova il 5- 4 a poco più di un minuto dalla fine ma i gialloneri ben organizzati non soffrono più e con una grande rimonta e portano a casa tre punti fondamentali che legati agli altri risultati della giornata regalano la momentanea vetta della classifica alla formazione di Medici.

Nelle parole del Team Manager Alessio Bonanni le sensazioni del dopo gara

“E’ stata una partita difficile, forse più del previsto, ma la squadra ha dimostrato di poter superare anche situazioni difficili, questo non può che rafforzarci soprattutto in una settimana complicata come quella che abbiamo vissuto. Eravamo privi anche del nostro Capitano e non è mai facile affrontare avversari che devono necessariamente fare punti. Usciamo più forti dal punto di vista caratteriale. La società è contenta e al di la della posizione di classifica festeggeremo un buon natale, augurandoci che la situazione possa migliorare per tutti. Ai ragazzi posso solo consigliare di sfruttare il fatto che la società non ha l’obbligo di dover vincere il campionato e in tal senso personalmente credo che ci siano almeno un paio di squadre più pronte ma proprio per questo possiamo scendere ogni sabato in campo senza alcuna pressione e fare il nostro gioco provando a fare nostre le partite. Personalmente mi rende felice il fatto di essere ancora imbattuti dopo otto gare giocate. Alla fine tireremo le somme. Il gruppo squadra è trascinata da un leader come Mister Medici, e fa bene a lavorare per volerle vincere tutte.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *