LAMEDICA, CUOMO E BIASINI: le tre facce del goal

 

ITALSERVICE PESAROFANO-CAPITOLINA MARCONI 7-4 

ITALSERVICE PESAROFANO: Gennari, Tonidandel, Burato, Stringari, Lamedica
, Vagnini, Bonci, Egea, Cuomo, Tres, Mercolini, Montefalcone. All. CafùCAPITOLINA MARCONI: Mongelli, Pio, Cerchiari, Ciaralli, Ugherani, Russo, Biasini, Andreucci, Di Pascasio, Petrucci, Becchi, Valentini. All. BudoniMARCATORI: 1’40’’ p.t. Lamedica (PF), 6’43’’ Cuomo (PF), 1’28’’ s.t. e 2’08’’ Lamedica (PF), 4’02’’ Stringari (PF), 9’40’’ Burato (PF), 12’39’’ Tres (PF), 13’55’’ e 18’29’’ Ciaralli (CM), 19’05’’ e 19’59’’ Biasini (CM)
Ci sono goal e goal, quelli decisivi, quelli che illudono, e soprattutto quelli che non si dimenticano mai. Tutto in una gara da testa coda, come quella giocata tra PesaroFano e Capitolina. La prima, quella di Cafu, è una squadra nata per vincere, per provare a salire nella massima serie e per il momento la situazione sembra rispecchiare le aspettative. La seconda invece, allenata dalla coppia Beccaccioli Budoni, creata per salvarsi attraverso la crescita di giovani interessanti e la consacrazione di qualche ragazzo ancora giovane con un po più di esperienza ( a cui andrà aggiunta da questa settimana quella della LEGGENDA DEL CALCIO A 5  ANDREA RUBEI ).
Cosi è stato…..i goal quelli decisivi, soprattutto della vittoria sono stati realizzati tra il primo tempo e l inizio della ripresa da due giocatori Italiani del PesaroFano. Il primo, autore di una tripletta è alla sua 11 rete in questa stagione. GIACOMO LAMEDICA, per tutti Jack, è senza dubbio uno dei giocatori italiani che sta facendosi valere in questa categoria dimostrando di avere una grande affinità con il goal. La seconda rete della giornata porta invece il nome di MICHELE CUOMO, giovane pivot under 21, alla prima rete in A2. Il ragazzo già nella passata stagione ha dimostrato di valere la prima squadra e di riuscire ad andare in rete con estrema facilità. Ecco le sue parole al termine della gara:
“Sono contentissimo per il primo goal che finalmente è arrivato ma devo sicuramente ringraziare mr. Cafú che me ne ha dato la possibilità.
Questo goal vorrei dedicarlo alla mia famiglia e la mia ragazza in primis che mi sono sempre vicini, e poi al PesaroFano che mi ha dato la possibilità di giocare in  questa categoria , ti premetto che questo deve essere un punto di partenza, umiltà e lavorare a testa bassa. Sono molto contento di essere rimasta e di confrontarmi con giocatori che hanno fatto la storia , come Burato, Hector etc. Sto crescendo tantissimo e ne sono davvero contento che i miei compagni di squadra mi aiutano sempre. Infine voglio spendere due parole su Lamedica, il mio pensiero è che è uno degli italiani più forti e che potrebbe confrontarsi con una serie A secondo me. Sono contento per lui, con continuità e impegno si sta togliendo molte soddisfazioni.”
In casa Capitolina arriva la prima volta in goal TIZIANO BIASINI, addirittura con una doppietta, in meno di un minuto. Il ragazzo classe 96, anche lui Under 21, si allena con continuità con la prima squadra, e quella di sabato è l ottava volta che viene chiamato tra i dodici. Anche a lui abbiamo chiesto di dirci le emozioni dei goal e le impressioni su questa prima parte della stagione:
A Genzano, la scorsa stagione, purtroppo non ho avuto la possibilità di dimostrare quello che valgo. Speravo in questa nuova avventura con la Capitolina di poter essere inserito nella prima squadra ma dovevo naturalmente dimostrare al mister che potevo meritare qualche minuto di gioco e piano piano spero di aver conquistato la sua fiducia. Negli allenamenti cerco di dare il massimo e lui mi ripaga dandomi spazio e di questo non posso che ringraziarlo. La mia prima doppietta in serie A2 la dedico in primis a me stesso ma anche a lui che mi ha fatto rientrare in campo negli ultimi minuti e ovviamente a tutte le persone che amo di più e che mi sono state vicino e mi hanno sempre supportato. È stata una gioia immensa anche se non è servita a portare a casa i 3 punti. La nostra squadra e’ molto giovane, ma nonostante tutto abbiamo dimostrato in ogni partita di potercela giocare con tutti e i punti che abbiamo in classifica non dimostrano la voglia e la grinta che mettiamo in campo. Io sono convinto che ci salveremo perché diamo tutto per questa maglia e noi giovani ci affidiamo a quelli più esperti di noi che si fanno in 4 per aiutarci. Sarà fantastico e un onore giocare con Andrea Rubei, è il sogno di tutti. Sono certo che ci darà una grande mano a centrare la salvezza.”
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *