ITALIA – Pari amaro al debutto con la Finlandia. Musti: “Troppe occasioni perse nel primo tempo, con la Bielorussia avremmo comunque giocato per vincere!!”

Gli Azzurri pareggiano 2-2 nella prima partita dell’Elite Round della FIFA Futsal World Cup, che vale l’accesso al Mondiale lituano (12 settembre-4 ottobre 2020). 

Musti, che deve rinunciare a Musumeci squalificato, parte con Mammarella fra i pali, Romano, Murilo, Merlim e Marcelinho. L’approccio sembra promettere bene, con il portiere finlandese Savolainen impegnato in più di una circostanza. Tuttavia, alla prima sortita offensiva, la Finlandia passa a sorpresa in vantaggio, con Hosio che beffa tutti: perfetto tempo d’inserimento a centro area e 1-0. L’Italia, però, non si scompone e continua a costruire gioco. Al decimo, Marcelinho si procura un tiro libero e lo spara a lato, ma due minuti più tardi Merlim brucia sullo scatto Autio e mette in mezzo un pallone beffardo che Hosio si infila in porta da solo. E’ il momento migliore dell’Italia, ma ancora una volta la Finlandia sorprende gli Azzurri: botta dalla distanza di Junno, deviazione sfortunata di Romano e palla alle spalle di Mammarella per il nuovo vantaggio finnico. Ercolessi e compagni provano a risalire la china: Merlim si fa parare un rigore al diciottesimo, ma Marcelinho prima trova il pari al secondo tiro libero calciato e poi allo scadere, prende il palo a Savolainen battuto. Dopo il 2-2 del primo tempo, la gara per gli Azzurri si incarta. La Finlandia, sulla scia di un bel primo tempo, pressa gli Azzurri, che col passare dei minuti perdono di qualità in fase di possesso. Così è Mammarella a essere costretto a un paio di interventi importanti, mentre dall’altra parte del campo Savolainen chiude bene due volte su Romano. Negli ultimi secondi di partita, Merlim prova a fare Merlim: volata in fascia e destro terrificante, che va a stamparsi ancora una volta sul palo. Finisce così come il primo tempo: un 2-2 che di certo non soddisfa pienamente gli Azzurri, ma che lascia ancora del tutto aperto il cammino verso la qualificazione al Mondiale. Domani alle 18:30 la seconda gara con la Bielorussia: sarà out Marcelinho squalificato, ma tornerà Musumeci.

ITALIA-FINLANDIA 2-2 (2-2 p.t.)
ITALIA: Mammarella, Romano, Murilo, Marcelinho, Merlim, Ercolessi, Victor Mello, Azzoni, De Luca, De Oliveira, Canal, Cesaroni, Molitierno. CT: Alessio Musti

FINLANDIA: Savolainen, Autio, Hurme, J. Kytölä, Hosio, Vanha,Jyrkiäinen, Junno, Korsunov, Lintula, Korpela, Teittinen, Lukkari, Koivumäki. CT: Mico Martic

MARCATORI: 7’15” p.t. Hosio (F), 13’12” Merlim (I), 17’27” Junno (F), 19’14” t.l. Marcelinho (I)

AMMONITI: Teittinen (F), Marcelinho (I), J. Kytölä (F)

NOTE: al 9’38” p.t. Marcelinho (I) fallisce un tiro libero. Al 18’54” Merlim (I) fallisce un calcio di rigore, parato da Koivumäki (F)

ARBITRI: Alejandro Martinez Flores (ESP), David Urdanoz Apezteguia (ESP), Javier Moreno Reina (ESP)

Queste le dichiarazioni post gara di Mr.Musti all’ufficio stampa della Divisione

“Il grande problema è stato non finalizzare le tante occasioni costruite nel primo tempo. Quando regali, anche l’avversario può farti male. Nella ripresa siamo entrati un po’ frenetici, continuando a comandare la gara, ma con meno lucidità. La Finlandia ha fatto soffrire tante nazionali, anche la stessa Spagna. Bisogna mettersi in testa che le partite di questo livello si sbloccano per dettagli e non si può pensare di vincere lasciando per strada tutto quello che abbiamo lasciato nel primo tempo. Il pari in termini di classifica cambia relativamente poco, domani avremmo comunque giocato per vincere”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *