Intervista al portiere EMANUELE SEBASTIANI

Focus sui portieri con la collaborazione di uno dei protagonisti del  campionato di C2 del Lazio.

EMANUELE SEBASTIANI , portiere del FIUMICINO 1926 che milita nel gironeB  di C2.

Buongiorno Seba e grazie per la tua disponibilità.

 Parliamo della stagione attuale

Come reputi il tuo  campionato e il campionato della tua squadra?

SEBASTIANI: “Quest’ anno mi sono calato in una categoria che già avevo conosciuto quando sono passato dall’ Acquedotto all’ Anni Nuovi Ciampino! E’ ancora presto per fare bilanci e sarà il campo a dire cosa meriteremo! Di certo la squadra allestita da mister Sannino è al di sopra del posto in classifica che ricopre attualmente, speriamo di recuperare punti col girone di ritorno! Spero di ripetere la cavalcata storica che facemmo a Ciampino ovvero salire in c1 per poi ritrovarci a vincere i play off andando in serie B! ”

Facendo un passo indietro,  in passato sei stato allenato  da allenatori che erano stati portieri come Marcucci  e Di Vittorio. Sono stati allenatori che si sono soffermati anche nelle specifiche del ruolo dandoti insegnamenti importanti durante la stagione agonistica?

SEBASTIANI: “Per quanto mi riguarda la mia stagione con Marcucci ricoprivo un ruolo da aggregato in prima squadra venendo dall’ under 18!
Mentre lo scorso anno con Lele Di Vittorio  mi sono trovato molto bene è un grande conoscitore di questo sport anche nelle vesti di preparatore dei portieri! E avere un allenatore che ha fatto il portiere ha i suoi pro e i suoi contro e’ chiaro… ”

Ai fini di scegliere una società piuttosto che un’altra  quanto è importante sapere di avere un preparatore dei portieri con una certa carriera alle spalle o con un curriculum importante ?

SEBASTIANI: “Penso che fin dai primi calci bisogna avere nell’ organico dello staff tecnico un preparatore dei portieri preparato che possa inculcare già da piccoli i segreti del nostro mestiere! A maggior ragione in una prima squadra! Ho sempre trovato fin qui preparatori forti prima a livello umano e poi anche di campo! In campo per  me diventano come dei mentori che devo sentire vicino anche durante la gara! ”

Parliamo del ruolo un pò più nello specifico: qual è secondo te la caratteristica più importante che un portiere deve avere per poter giocare ad alti livelli?

SEBASTIANI: “Secondo me la differenza che porta un portiere forte a giocare ad alti livelli da un portiere bravo e’ la testa! Il nostro e’ un ruolo troppo determinate e decisivo se nn si e’ pronti di testa non si arriva!! ”

Mi dai una tua idea sul parare con i guanti o meno? Cosa preferisci e perché secondo te  è meglio senza guanti piuttosto che con i guanti?

SEBASTIANI: “E’ molto personale il discorso sui guanti o non guanti anche se ormai e’ diventata una moda! Io personalmente non utilizzo più o guanti da almeno 6/7 anni! Presi questa decisione perché m trovo meglio ad impattare la palla! A rilanciare! Ho maggiore sensibilità della sfera! Con il guanto ormai non sono più abituato ! ”

Molto spesso si parla del portiere come un elemento un po’ relegato ad allenamenti lontani dal resto del gruppo proprio per la specificità del ruolo, e spesso ad allenamenti solo con il preparatore e poco con il proprio allenatore. Cosa ne pensi di questa cosa? E quanto è importante conoscere le caratteristiche dei propri compagni?

SEBASTIANI:  Io avrei preferito lavorare un po’ più sul discorso piedi cosa che ormai al giorno d oggi e’ richiesto parecchio a i portieri!”

Parlando di futuro e considerando il tuo passato nei campionati nazionali, quest’anno nel regionale è solo un anno di passaggio verso livelli più alti?

SEBASTIANI: “Beh me lo auguro qui a Fiumicino mi trovo molto bene sia con compagni che con l’allenatore quindi perché no? Cominciare un bel percorso insieme come dicevo in precedenza verso il nazionale ! Anche perché oramai con le regole degli under 21 nel regionale c’è sempre più rischio di non giocare per noi “senior” e qui si potrebbe iniziare una polemica che non finirebbe più, ma lasciamo stare che è meglio… ”

Chiudiamo con una  piccola curiosità:

Il portiere più forte con il quale hai giocato?

SEBASTIANI: “Ho avuto la fortuna di avere davanti diversi portieri che m hanno trasmesso tanto e ho rubato tanto anche con gli occhi!
Mi tengo molto stretto Leofreddi, Molitierno e Carpinelli! ”

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *