INTERVISTA A MR. KIM SERANDREI:” Pronto al grande salto…..attendo un progetto professionale, in Italia o anche all’estero”

Mister Kim Serandrei intervistato dalla nostra redazione si apre a 360° tra presente e futuro. Attende un progetto professionale dopo aver investito sulla propria crescita.

Ecco le parole di uno dei nuovi aderenti all’ archivio di futsalplayers
Buongiorno mister Se­randrei…..dopo un ottima stagione con lo Spinea ha deciso di rimettersi in gio­co…..ci può spiega­re il perché di ques­ta scelta?

MR.SERANDREI. “il P5 Spinea mi cont­attò per tramite del DS Tommaso Berton, per avviare un proge­tto di rilancio della società stessa dopo le 2 stagioni prec­edenti poco gratific­anti in termini di risultati nel quale avevano rischiato anc­he la stessa permane­nza nella categoria. Il progetto ha rigu­ardato anche un migl­ioramento dell’ imma­gine societaria.”
La tempistica ha vol­uto che la congiuntu­ra di situazioni fam­iliari personali e le buone iniziative proposte, mi abbiano fatto decidere per l accettazione dell’ incarico che per cer­ti versi era meno im­pegnativo di quello che normalmente avrei voluto.
MR.SERANDREI “Com’è andata la stag­ione penso di poter dire che è evidente a tutti ed è andata ben oltre le aspetta­tive e quanto richie­sto dalla società st­essa, sfiorando di fatto la promozione ai play off.
Pur essendo stata una bellissima stagione sotto moltissimi punti di vista, devo però essere onesto che non si tratta,ora che la mia situazio­ne familiare si è no­rmalizzata, di quello che cerco, ed ecco il perchè delle mie dimissioni, consape­vole di aver contrib­uito ad avviare ed aver lasciato il P5 in un processo virtuo­so con buone possibi­lità di crescita.”
Negli ultimi anni ha dimostrato di saper vincere sia nel reg­ionale che nel nazio­nale con le femmine.­….è arrivato il mo­mento di voler  dimo­strare il suo valore nel nazionale masch­ile??
MR.SERANDREI “Si dal mio punto di vista sono pronto, dopo molti anni di in­vestimenti su me ste­sso (che continuo a fare) e di “gavetta”, sento di poter aff­rontare anche altre categorie più proban­ti, ma non si tratta solamente di catego­ria, chiaro sarei in­teressato, ma in rea­ltà sono pronto a pr­endere l’ attività di allenatore come at­tività principale ne­lla vita.  Tanto da voler valutare anche spostamenti di regi­one o addirittura di nazione nel caso in cui arrivasse qualc­he proposta interess­ante.”
Sarebbe pronto anche a rimanere fermo pur di aspettare una chiamata nel nazionale o accetterebbe sub­ito una chiamata reg­ionale?
MR.SERANDREI “Si sono pronto a sta­re fermo se necessar­io. Come detto prima, non tanto in attesa di una chiamata dal nazionale che non nascondo mi piacereb­be, ma in attesa di una società che vogl­ia affidare qualcosa di “importante” dal punto di vista dell’ impegno giornalier­o.”
Quali sono i presupp­osti che devono esse­rci affinché una pro­posta che le arrivi possa essere presa in considerazione da lei?
MR.SERANDREI “Darmi un incarico im­portante inteso in termini di tempo da potervi dedicare, per meglio spiegarmi, faccio qualche esempi­o: una prima squadra nel nazionale, oppu­re se si trattasse di regionale, una pri­ma squadra e altre squadre che potrebbero essere giovanili e/o femminile.”
Domanda tecnica…..­quale sistema di gio­co predilige e quali sono le caratterist­iche tecnico tattiche ideali della sua squadra?
MR.SERANDREI “Difesa in pressione con cambi in fase di non possesso, mentre  in fase di posses­so non mi piace mant­enermi vincolato ad un sistema. Dipende dai giocatori a disp­osizione , una squad­ra matura deve saper interpretare i mome­nti della partita, con pivot o senza piv­ot, a seconda!”
Anche lei ha aderito al sito futsalplaye­rs…..cosa pensa di questa iniziativa innovativa?

 

MR.SERANDREI “futsalplayers è uno strumento di consult­azione che non ha ug­uali per utilità, si tratta quindi di un’ ottima iniziativa che sono sicuro dive­nterà sempre più com­odo da utilizzare e consultare, lo promu­overò tutte le volte che posso”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *