Intervista a Mr.FRANCESCO NANNI, allenatore della squadra rossonera del REAL ARCOBALENO: “Abbiamo giocato a viso aperto con tutti….pagata un po d’inesperienza!”

Quasi alla fine della stagione regolare ci siamo fatti una chiacchierata con Mr. Nanni Francesco, allenatore del Real Arcobaleno, sul presente ed il futuro.

Buongiorno Mister avete mostrato bel gioco, avete fatto divertire i vostri spettatori ma la stagione è finita un po’ troppo in anticipo, come mai?

NANNI: “Ciò che abbiamo fatto è stato sotto gli occhi di tutti, ce la siamo giocata a viso aperto con tutti anche nel momento in cui siamo stati nei primi posti della classifica, abbiamo ricevuto i complimenti per le prestazioni su quasi ogni campo dove siamo stati. Tolta la brutta parentesi di Paliano abbiamo sempre giocato un buon livello di Futsal. Nell’ intervista di fine girone d’ andata l’ avevo annunciato che ripetere quanto fatto nella prima parte di stagione sarebbe stato difficilissimo; siamo una buona squadra, abbiamo fatto bene, ma per vincere ci vuole qualcosa in più da parte di tutti, dalla società, allo staff per finire ai giocatori. Negli scontri con le squadre di vertice per esempio abbiamo pagato qualcosa a livello di esperienza, cattiveria agonistica e concentrazione ed è ovvio che se non si riesce a restare attaccati alle prime è normale che in un girone difficile come il nostro a Febbraio il campionato sia praticamente finito.”

Non abbiamo mai visto un calo fisico, forse si è pagato qualcosa a livello mentale?

NANNI: “Infatti non c’è mai stato un calo fisico in quanto col preparatore Claudio Tartaglia ci siamo confrontati tutto l’ anno, abbiamo lavorato molto sulle idee ed abbiamo strutturato degli allenamenti specifici per andare ad allenare un po’ tutte le situazioni e problematiche che di volta in volta ci si sono presentate.  All’ inizio la rosa era stata allestita per giocare il venerdì poi siamo dovuti correre ai ripari ed abbiamo avuto non poche difficoltà; abbiamo aspettato e recuperato i vari infortunati Fioretti, Bernardi, Sergola e Cioccari; abbiamo lavoravo su Sciotti che oggi a mio parere è tornato ad essere il portiere affidabile che tutti conoscevamo;  è normale che alcuni si sono dovuti sobbarcare il peso degli impegni, pertanto nei singoli abbiamo pagato qualcosa, ma non di squadra. Bisogna essere semplicemente obiettivi, quando abbiamo affrontato le compagini organizzate pur disputando delle belle performance non siamo riusciti a raccogliere punti.

Mister parliamo di futuro, verrai riconfermato nella prossima stagione alla guida del Real Arcobaleno?

NANNI: “Premesso che ho fatto quanto mi è stato chiesto dalla dirigenza e che con i ragazzi ho un rapporto stupendo però poi è con la Società che devo parlare; per decidere il futuro bisogna essere in due e ci deve essere unità d’ intenti tra le parti.Mancano ancora tre partite e a fine contratto quando mi chiameranno ci metteremo seduti, analizzeremo la stagione e si valuteranno tutti gli aspetti, bisognerà capire quali saranno i presupposti per il futuro, se coincideranno, sarà un piacere continuare insieme, altrimenti, come è giusto che sia, ognuno farà le sue scelte.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *