HORNETS – Parlano i 6 gioielli arrivati alla corte del Presidente De Santis. Coro unanime “UNA GRANDE OCCASIONE….POSSIAMO FARE MOLTO BENE”

La tombola proclamata in questi ultimi giorni dal Presidente De Santis si presenta. Tutti gioiellini del vivaio biancoceleste della Lazio di Chilelli. Tutti pronti a confermare quanto fatto di buono in questi ultimi anni. C’è chi ha debuttato in serie A……chi ha vestito la maglia azzurra….chi è stato già in questa categoria ed è pronto a diventarne il protagonista, chi ci arriva per trovarne la propria dimensione proprio con gli HORNETS. Mr.Giacomo Carello vede accrescere la propria rosa ricca di talenti, e prepara una stagione importante. Noi li presentiamo con le loro prime parole da giocatori gialloneri.

ALESSANDRO PIERMARINI, portiere classe 1999“E’ una grande occasione per me, da sfruttare come sempre al meglio. Affronterò questa nuova avventura dando il 120%, dedicando tutto me stesso e mettendomi a completa disposizione. La presenza di un portiere come Caiazzi mi da enorme stimoli per lavorare sempre meglio…..instaurerò con lui e con tutto il reparto portieri un rapporto unico come una famiglia. Il mio obiettivo personale è di continuare a crescere e migliorare…..quello di essere di aiuto alla squadra a raggiungere gli obiettivi che saranno quelli di migliorare la scorsa stagione anche se con questa rosa possiamo provare a vincere!! Avere una rosa composta per lo più di giovani tutti bravi mi ha colpito. La presenza di Verginelli come preparatore, con la quale ho già lavorato al Savio mi aiuterà. Il primo impatto col mister è ottimo….non vedo l’ora di conoscerlo meglio.”

ALESSANDRO SOLDANO, universale, piede destro, classe 1999“Sono arrivato qua perché è arrivato il momento di mettermi di più in luce. Gli obiettivi sono fare molti goal e mettermi in mostra, essere un pilastro di questa squadra e raggiungere subito il nazionale. Mi ha colpito subito lo spirito di questa società e il fatto che siano stati i primi e quelli che più di tutti mi hanno voluto. Ho avuto la possibilità di conoscere Mister Carello durante il torneo che stiamo facendo e penso sia preparatissimo”

EMANUELE STOCCADA, pivot – universale, piede destro, classe 1997 “Affronto questa nuova avventura con lo spirito giusto, la voglia di dare il massimo e quella di portare la squadra dove merita…..quando prendo a cuore un progetto do tutto me stesso e sono felicissimo per la scelta fatta. Conosco molti giocatori della rosa e sono forti…gli obiettivi non possono che essere alti. Ci serve solo amalgamarci e credo che poi ce la giocheremo con tutti. Non conosco personalmente l’allenatore ma è un ottimo allenatore e so che lavora molto bene coi giovani. Mi piace questo progetto e non vedo l’ora di iniziare.”

ALESSIO DI LILLO, universale, piede sinistro, classe 2000 “Sono venuto agli Hornets con la stessa mentalità di quando giocavo con la Lazio, per vedere dopo un anno di serie A il mio livello e l’approccio in una prima squadra. Gli obiettivi come per tutti sono quello di fare bene……arrivare ai play off e magari salire di categoria. Ho notato da subito una grande intesa e collaborazione tra la società, lo staff e i giocatori. Si sta già creando uno spirito di famiglia.”

JACOPO OTTAVIANI, laterale, piede destro, classe 1999 “Per me è una buona occasione, affronto questa nuova esperienza con molta fiducia nei confronti della mia nuova squadra. Darò il massimo per dare una mano ai miei compagni. Prima di parlare di obiettivi della squadra è giusto conoscerci meglio tutti….il mio personale è quello di fare bene per fare il bene della squadra e fare una grande stagione. Col mister ci siamo conosciuti pochi giorni fa e mi ha fatto una buonissima impressione e abbiamo visto alcuni concetti di gioco già dal primo allenamento. Non è da tutti puntare in modo cosi convincente sui giovani e questo è importante per giocatori come me della mia età…..questo è l’aspetto che mi ha convinto ad accettare questa sfida.”

LORENZO DI GREGORIO, pivot, piede destro, classe 1999 – “Gli anni con la Lazio inutile dirvi che sono stati fondamentali per la mia crescita personale… avere determinati mister è una vera e propria fortuna. Con tutto quello che ho imparato, con tutto quello che ho seminato, ora piano piano mi sto riprendendo tutto..affronto questa stagione con il giusto spirito di carica, di voglia. Bisogna fare più del necessario per fare bene, sarà dura, con momenti alti e bassi, è questo il bello dello sport. Non ho mai avuto obiettivi personali…..penso solo al bene della squadra. A mettere i miei compagni nelle migliori condizioni per giocare. Ho scelto di rimanere perchè mi sono trovato bene in questa società, mi hanno messo nelle condizioni di stare bene soprattutto mentalmente. Sono consapevole che puntano su di me, ma anche io su di loro. Sono sicuro che faremo molto bene…..”

Emanuele Stoccada
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *