HORNETS – Il preparatore dei portieri VERGINELLI con fierezza: “Con il lavoro e il tempo risaliremo da una classifica attualmente non veritiera “

La vittoria di sabato contro la Roma Futsal e la buona prestazione in Coppa nella trasferta di andata a Valmontone contro il Palestrina, permettono alla squadra di Carello di mettersi alle spalle un brutto periodo di risultati negativi e guardare con fiducia già a Sabato quando la squadra affronterà l’Albano. I gialloneri cercano continuità tra le mura amiche cercando di sfruttare la possibilità di scavalcare i castellani. Ne abbiamo parlato col Preparatore dei Portieri Fabio Verginelli.

Buongiorno Fabio…per te la prima stagione allo Sporting Hornets. Arrivi da esperienze importanti…qual’è stato l’approccio con la società e come ti trovi a distanza di due mesi dall’inizio del tuo lavoro qua?

VERGINELLI: “Per quanto mi riguarda sono bastati tre minuti nel primo incontro col Presidente per capire che eravamo fatti l’uno per l’altro. Stessa visione di come si affronta una stagione. E’ una persona molto ambiziosa come lo sono io d’altronde. Ho trovato uno staff di grande professionalità….persone competenti che mi hanno messo subito a mio agio..come spero di aver fatto con loro. Lavoriamo tutti verso la stessa direzione, coordinati nel giusto modo e tutti rispettosi del proprio ruolo. Speriamo anche di essere efficaci ma credo che quando si lavora bene è solo una questione di tempo e i risultati arrivano”

Alleni tre portieri di valore, in poche hanno una rosa di portieri di questo livello…..Tripelli, Caiazzi e Piermarini….esperienza, qualità e grandi margini di crescita…puoi darci il tuo parere su loro?

VERGINELLI: “Il gruppo di portieri che mi è stato messo ha disposizione dal punto di vista delle caratteristiche è molto completo, abbiamo Alessandro Piermarini che è un ragazzo giovane molto promettente che ha delle esperienze in società importanti come under, sto cercando in questo momento di indirizzarlo verso la strada giusta soprattutto dal punto di vista mentale…per fargli capire che aver approcciato categorie più alte non significa essere portieri pronti e finiti. Il portiere è un ruolo difficile che si acquisisce nel tempo, ne so qualcosa a spese mie che da giovane ho fatto categorie importanti commettendo qualche errore di gioventù e cerco di tramandargli questa mia esperienza “negativa”. Ivano Caiazzi è un portiere al punto massimo della crescita, per l’età che ha. Ragazzo molto forte, con grande disponibilità a lavorare. Tripelli lo conosciamo tutti per la sua grande esperienza ma dire solo questo di lui sarebbe riduttivo. Se devo trovare un aggettivo per lui dico “esempio”….non solo per i ragazzi ma anche per noi che lavoriamo con lui.”

La squadra sembrerebbe aver superato il momento difficile grazie alla vittoria con la Roma Futsal e una buona prestazione a Valmontone. Credi che la squadra possa risalire in classifica e non vivere questa stagione con la necessità di dover lottare per la salvezza?

VERGINELLI: “Quando si forma un gruppo nuovo che per lo più arriva da due tronconi principali non è mai facile da far coesistere subito. La squadra è molto giovane con quattro senior. Ragazzi che vengono da modi di giocare diversi e da questo punto di vista il mister sta facendo un grandissimo lavoro. I risultati non ci stanno dando il merito giusto. E’ mancata un pizzico di fortuna, ma non è poi questo che ti porta i risultati. Bisogna metterci voglia, preparazione, concentrazione e i ragazzi ce la stanno mettendo tutta e col tempo arriveranno anche i risultati ne sono sicuro. Stanno acquisendo fiducia e anche col Palestrina lo abbiamo dimostrato nel finale di gara abbiamo messo sotto gli avversari recuperando il Gap e lasciando aperta la possibilità di qualificarci. Un mese fa sul tre a uno avremmo “sbragato”, l’altro giorno no!! Poi dobbiamo guardare partita per partita….non si fanno programmi, intanto dobbiamo levarci da la sotto e poi vedremo col tempo.”

Credi che la politica della società di avere un roster molto giovane sia una scelta giusta e che possa ripagare col tempo?

VERGINELLI: “Per tre quarti la squadra è formata da under che hanno tanta voglia di fare ma anche un pizzico giusto di presunzione, ma sta a loro capire che la presunzione non è un viatico buono per arrivare in alto. Il consiglio è di lavorare, lavorare e lavorare affidandosi a chi li guida, allo staff molto competente. Abbiamo dei senior che possono aiutarci alla grande a tirarci fuori dai problemi di questo inizio stagione. Hanno la giusta esperienza e la giusta forza e capacità per risalire questa classifica che a parer mia non rispecchia la verità in termini di qualità.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *