HORNETS – Filipponi dopo il Memorial Sandri: “Onorato il nome di Gabbo….la squadra ha giocato molto bene…ci sarà da lottare ma ci divertiremo”

Il 6° Memorial Gabriele Sandri in onore del tifoso Laziale è giunto al termine. Tra le società partecipanti anche lo Sporting Hornets. La squadra del Presidente De Santis (tifosissimo laziale) è alla sua prima partecipazione a quello che ormai è un evento tra i più importanti che vengono organizzati in regione.

La squadra giallonera allenata da Carello ha incontrato prima l’Albano pareggiando 1 – 1 con goal di Di Lillo, perdendo poi ai rigori. Nella seconda gara Caiazzi e compagni hanno battuto per 2 – 0 il Vallerano con doppietta di Roberto Filipponi. Due test importanti per verificare le condizioni fisiche, le risposte tecniche alle richieste del tecnico e per assaporare i primi duelli di una C1 a cui manca veramente poco per iniziare.

Proprio oggi il Comitato Regionale diramerà il calendario e la società giallonera sarà vigile nello studiare il percorso che i propri ragazzi dovranno fare per centrare gli obiettivi dichiarati.

Al di la dei risultati ottenuti nelle amichevoli, la squadra affidata alle sapienti mani del preparatore Dario Pisani sta rispondendo bene sotto ogni punto di vista. Nelle parole di uno dei protagonisti di sabato al Palacesaroni, Roberto Filipponi, le impressioni del memorial e del momento degli Hornets.

FILIPPONI: “Intanto mi preme dire che al di la della fede calcistica personalmente è stato un onore poter partecipare al memorial Sandri. Una manifestazione importante, organizzata benissima. Importante per non dimenticare quello che è successo a questo ragazzo. Per quanto concerne il discorso campo. Usciamo soddisfatti perchè delle 4 squadre della C1 sotto il punto di vista del gioco e delle dinamiche tattiche siamo la squadra che ha fatto vedere le migliori cose. Quello che non mi ha soddisfatto è stata la parte dei ritmi di gioco dove secondo me siamo stati molto lenti. Su questo miglioreremo sicuramente visto che nelle tre settimane di lavoro abbiamo lavorato molto fisicamente e questo si è sentito sulle gambe. Tutto normale visto che il programma del Prof. Dario Pisani è fatto per farci trovare pronti al via del campionato, nella migliore condizione fisica all’inizio del campionato. Per il campionato dobbiamo ancora lavorare molto, la strada è sicuramente quella giusta. Il mister si fa seguire, sia dal punto di vista delle cose che dice, sa come farsi seguire…..e la squadra crede in lui, sia nelle cose che dice che nella persona stessa. Sono certo che ci sarà si da combattere e lavorare ma ci sarà anche da divertirci. “

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *