L’HORNETS vince in rimonta a Cagliari e si regala un Natale da CAPOLISTA. Il T.M. Bonanni: “Vittoria che ci rende più forti caratterialmente….siamo primi ma dobbiamo giocare senza la pressione della classifica”

MEDITERRANEA CAGLIARI: Ferraro, Tronci, Casu, Sanna, Pireddu, Aramu, Arrais, Rufine, Rafinha, Fois, Lai, Fringau. Mr. Rufine

SPORTING HORNETS: Apollonio, Troiano, Pochesci, Filipponi, Ottaviani, Di Gregorio, Stoccada, De Vincenzo, Ramazio, Armellini. Mr. Medici

Marcatori: 2 Fois, Arrais, Rafinha(MED) / 2 De Vincenzo, Armellini, Filipponi, Ramazio

Trasferta vincente per i gialloneri di Alessio Medici che dimostrano di saper soffrire e superano il Mediterranea dopo essersi trovati sotto per 3 – 1.

Tutto poteva far pensare ad una gara agevole per i romani contro il fanalino di coda del girone E di serie B. E nei primi minuti i gialloneri provano a dettare legge cercando subito la via del goal. Ma i cagliaritani sono ben disposti in campo e con una pressione alta provano a dar fastidio agli ospiti. La rete del vantaggio dell’Hornets arriva da un ottimo assist di Troiano che imbecca Filipponi pronto a realizzare. La squadra di casa si ricarica e trascinati da Rafinha e Rufine cercano di rientrare in partita visto anche l’importanza di conquistare punti per centrare la salvezza. Prima del pareggio è ancora Filipponi a tu per tu col portiere ad avere la palla per il doppio vantaggio ma la sciupa. Su una ripartenza ben lavorata arriva il pareggio di Fois. Sull’ 1-1 gli ospiti hanno da recriminare sulle scelte arbitrali che negano un doppio giallo e annullano un gol regolare a favore dell’Hornets. Da quel momento i gialloneri non riescono più ad organizzarsi e si innervosiscono. Deve pensarci Apollonio a rimediare con due interventi decisivi. Il primo tempo finisce con un paio di occasioni dalla distanza di Stoccada sempre neutralizzato dal portiere Ferraro. La ripresa inizia con i cagliaritani pronti a giocarsi il tutto per tutto per provare a vincere e ne approfittano di qualche errore di troppo dei gialloneri, privi del Capitano Mirko Medici rimasto a Roma per un infortunio. Su un capovolgimento di fronte Casu imbecca Fois che trova il vantaggio superando Apollonio. Sale in cattedra il portiere Ferraro che con diversi interventi nega la rete del pareggio prima a Filipponi poi a Ramazio e De Vincenzo. La svolta sta nel doppio giallo a Di Gregorio punito troppo severamente dall’arbitro che costringe i gialloneri a giocare in inferiorità numerica. Mediterranea che sfrutta bene questa possibilità e trova la rete del 3-1 con Arrais. I romani sembrano in difficoltà per qualche minuto e fanno fatica a ritrovare il filo del gioco. Mr.Medici, che segue la squadra dalla tribuna per squalifica, decide di inserire il portiere di movimento. La squadra ha già dimostrato durante la stagione di saper sfruttare questa opportunità. L’Hornets inizia a costruire occasioni su occasioni ma De Vincenzo, Ramazio e Armellini sono costretti ad impattare su un super Ferraro. Non mollano i gialloneri che trovano con Ramazio la rete del 3-2 a otto minuti dal termine. I padroni di casa iniziano a soffrire troppo la superiorità dei gialloneri. E’ il solito Armellini, capocannoniere giallonero, a sfruttare un errore difensivo dei rossoblu e trovare il 3-3. Da quel momento c’è solo una squadra in campo, lo Sporting Hornets. I ragazzi sono ormai convinti di poter vincere la gara e si insiste con il portiere di movimento. Sale in cattedra Enzo De Vincenzo, prima trasforma il calcio di rigore pesantissimo che porta in vantaggio i gialloneri. Poi poco dopo trova la rete del 5-3 che sembra definitivamente mettere fine alla gara, la Mediterranea trova il 5- 4 a poco più di un minuto dalla fine ma i gialloneri ben organizzati non soffrono più e con una grande rimonta e portano a casa tre punti fondamentali che legati agli altri risultati della giornata regalano la momentanea vetta della classifica alla formazione di Medici.

Nelle parole del Team Manager Alessio Bonanni le sensazioni del dopo gara

“E’ stata una partita difficile, forse più del previsto, ma la squadra ha dimostrato di poter superare anche situazioni difficili, questo non può che rafforzarci soprattutto in una settimana complicata come quella che abbiamo vissuto. Eravamo privi anche del nostro Capitano e non è mai facile affrontare avversari che devono necessariamente fare punti. Usciamo più forti dal punto di vista caratteriale. La società è contenta e al di la della posizione di classifica festeggeremo un buon natale, augurandoci che la situazione possa migliorare per tutti. Ai ragazzi posso solo consigliare di sfruttare il fatto che la società non ha l’obbligo di dover vincere il campionato e in tal senso personalmente credo che ci siano almeno un paio di squadre più pronte ma proprio per questo possiamo scendere ogni sabato in campo senza alcuna pressione e fare il nostro gioco provando a fare nostre le partite. Personalmente mi rende felice il fatto di essere ancora imbattuti dopo otto gare giocate. Alla fine tireremo le somme. Il gruppo squadra è trascinata da un leader come Mister Medici, e fa bene a lavorare per volerle vincere tutte.”

Muro Apollonio e carattere da big…..L’Hornets torna coi 3 punti dalla Sardegna – Il portiere Giallonero: “Lavoro per essere sempre pronto….siamo un gruppo molto unito guidato da un grande Mister”

JASNAGORA – SPORTING HORNETS 2 – 3

JASNAGORA: Contini, Piaz, Spanu, Mulas, Soro, Ruggiu, Boi, Cogotti, Macciò, Saddi, Perra, Etzi. All. Mura Mario

SPORTING HORNETS: Apollonio, Troiano, Filipponi, Pezzin, Medici Mirko, Stoccada, De Vincenzo, Ramazio, Armellini, Pochesci, Ottaviani, Santangelo. All. Medici Alessio

MARCATORI: Pezzin, Medici, De Vincenzo (SP.HORNETS) Contini Rig. Ruggiu (JASNAGORA)

Lo Sporting Hornets esce vittorioso dal Palazzetto di Sestu dopo una prova di forza e di carattere che regala la seconda vittoria consecutiva agli uomini di Mister Medici. Gara spigolosa, fisica contro un avversario che fino alla fine cerca di rimanere in partita anche quando sullo 0 – 3 sembrava ormai domo. Primo tempo in cui la squadra romana cerca di imporre la propria manovra tentando sia con Pezzin prima che con De Vincenzo e Medici poi di trovare la via della rete ma il portiere sardo è protagonista di un paio di interventi decisivi. Dall’altra parte la squadra di Mura trova una difesa quasi sempre attenta che lascia poche possibilità ai padroni di casa che non riescono a sfruttare un paio di occasioni complice soprattutto il Maiuscolo Andrea Apollonio sempre attento a chiudere lo specchio della porta sia da vicino che in altrettante occasioni da lontano sui tiri di Ruggiu. Il portiere romano mette sicurezza a tutta la squadra che quando deve affrontare la fase difensiva sa di avere una vera arma in più. Nella ripresa arriva lo scatto mentale che tanto cerca Mister Medici. I gialloneri entrano più agguerriti e consapevoli dei propri mezzi a conseguenza di una manovra offensiva più fluida. Cosi nascono nel giro di otto minuti le reti di Pezzin prima e Mirko Medici poi. L’Uno a zero è una chiusura del talento romano sul secondo palo da un tiro diagonale forte di Stoccada che rientrava dalla squalifica. Il secondo goal firmato da Capitan Medici nasce da una palla rubata in pressione da Filipponi che serve il compagno a pochi metri dalla porta. La squadra avversaria si riorganizza cercando di reagire e nonostante qualche palla persa di troppo dalla squadra ospite impatta continuamente sul corpo di Apollonio che conferma la grande giornata personale positiva. Il merito degli uomini di Medici è quello di non ritirarsi ai dieci metri a difendere il doppio vantaggio ma la squadra continua a giocare e sugli sviluppi di un calcio d’angolo il tiro strozzato di Stoccada permette a De Vincenzo di trovare il tapin vincente per il 3 – 0 per i gialloneri. Quando mancano 5 minuti alla fine i sardi provano ad effettuare un forcing nella metà campo giallonera che manovra diligentemente in fase difensiva. Su un contropiede lo Jasnagora trova un calcio di rigore su un fallo commesso da Apollonio su un uno contro uno con l’attaccante rossoblu. Rigore realizzato che da coraggio ai padroni di casa che spingono sull’acceleratore nel finale trovando anche la seconda rete che illude una rimonta a cui invece non c’è più tempo. Gli uomini di Medici escono vittoriosi e capaci anche di soffrire negli ultimi minuti senza farsi prendere dalla paura di lasciarsi sfuggire dalle mani una vittoria assolutamente meritata.

Apollinio e Pezzin, tra i protagonisti della gara

Uno dei grandi protagonisti di questa vittoria giallonera, Andrea Apollonio, ha risposto alle nostre domande nel dopo gara….

Andrea buongiorno, cosa pensi abbia permesso alla squadra di tornare a Roma con una vittoria?

APOLLONIO: “La partita conto lo Jasnagora è stata molto ostica come ci aspettavamo. Loro sono una buonissima a squadra nonostante al momento abbiamo zero punti. noi da parte nostra abbiamo giocato la nostra partita, cercando di portare al meglio in campo ciò che il mister ha preparato in settimana. Siamo riusciti ad essere uniti per tutto il primo tempo e segnare all’inizio del secondo tempo. Sul 3-0 un rigore per loro ha riaperto la partita ma comunque siamo riusciti a difendere il vantaggio e portare a Roma i tre punti.”

Come già successo hai contribuito molto ad indirizzare il risultato a vostro favore…..cosa pensi della tua prestazione?

APOLLONIO: “Per quanto riguarda la mia prestazione come già detto qualche settimana fa io mi sento benissimo. con il preparatore dei portieri Fabio Verginelli stiamo lavorando al meglio, lavorando su ogni minimo dettaglio per farci trovare ogni sabato prontissimi e al momento il lavoro sta pagando sul campo.”

Visto questo avvio positivo e il grande equilibrio che c’è nel vostro girone dove pensi che possa arrivare questo Sporting Hornets?

APOLLONIO: “Al momento la classifica ci vede in alto ma noi non ci poniamo obiettivi giochiamo ogni sabato per vincere. A fine campionato vedremo dove saremo e tireremo le somme, ma per il momento l’unico nostro obiettivo e di continuare ad allenarci per migliore sempre di più.”

GAP – Massimiliano Mariello alza la voce: “Gravi danni economici e tecnici. Se dobbiamo stare fermi dovremmo farlo tutti. Non credo alla ripartenza prima di marzo”

Purtroppo il blocco dei campionati regionali è coinciso con il fatto che voi stavate appena iniziando….quale è il tuo pensiero sulla decisione di bloccare i campionati regionali e se credi giusta la differenza tra nazionale e regionale in questo senso?

MARIELLO: “Sono in totale disaccordo con lo stop ai campionati regionali. E’ vero che è una situazione difficilissima e noi ci siamo passati personalmente avendo casi covid che ci hanno costretto a stare fermi due gare. E’ difficile trovare la condizione giusta e noi infatti abbiamo giocato due gare ufficiali con a disposizione la metà della rosa. Ma in proporzione nel nazionale stanno più fermi, anche l’ultima giornata tra A, A2 e B sono state rinviate diverse gare e non è giusto che in questa situazione ci rimettiamo solo noi. Le iscrizioni le paghiamo tutti e già l’anno scorso abbiamo perso mezza stagione. Secondo il mio punto di vista dovrebbe essere o tutti o nessuno.”

Come pensi che il Comitato regionale Lazio si stia muovendo in tal senso….ad esempio in Abruzzo stanno rimodulando i campionati per farli ripartire da gennaio. Credi che negli uffici di via tiburtina stiano pensando ad eventuali soluzioni?

MARIELLO: “Per quanto mi riguarda credo che presto bloccheranno tutto…lasceranno solo la A e secondo me se ne riparlerà da marzo, perchè prima l’influenza del virus non permetterà altro. Si continuerà a navigare a vista, perchè è quello che stanno facendo già da marzo scorso. Quindi sarà necessario rimodulare i campionati. Giocando aprile maggio giugno o solo con un girone di andata con un largo play off e un largo play out. Il fatto che la 19 nazionale riparta a Gennaio mi fa credere che prima nn si riparta e purtroppo temo che i nostri campionati regionali siano finiti qui e che la D nn parta proprio più.”

Questo blocco forzato ha provocato ulteriori danni alle società dal punto di vista gestionale ed economico a società che avevano investito anche per adeguarsi ai protocolli e speso soldi per iscrizioni e quanto altro. Quale è il tuo punto di vista su questa faccenda. Diverse società stanno cercando di unirsi e proporre di avere rimborsi adeguati da parte della lnd e del crl?

MARIELLO: “A livello di costi per quanto ci riguarda c’è stato un netto calo dei bambini iscritti, per colpa anche dei media che hanno fatto passare un messaggio sbagliato. Poi l’obbligo degli allenamenti individuali senza partita allontana ancora di più il bambino dai campi. Abbiamo affrontato costi straordinari per stare in regola e poi non è servito a niente. Spero che il comitato si metta una mano sulla coscienza per i costi delle iscrizioni, perché io mi iscrivo a un determinato campionato per giocarlo. Se poi questo non avviene la cosa va assolutamente rivista. L’anno scorso hanno deciso di abbassare i costi dei cartellini di due euro….queste manovre sono al quanto ridicole e non vanno ad aiutare seriamente le società.”

Diamo in fine un’occhiata al campo con la speranza che a novembre si possa ripartire…..la squadra sta lavorando sul campo o avete preso la decisione di sospendere?

MARIELLO: “Col settore giovanile stiamo continuando a lavorare adeguatamente alle norme richieste….quindi allenamenti individuali. Con la prima squadra ci siamo presi un paio di settimane per capire e poi decidere la soluzione migliore. I ragazzi stanno svolgendo lavori individuali per conto loro e se la cosa si prolungherà faremo una scheda con una sorta di pre – preparazione in vista della ripresa. La cosa più grave a livello sportivo secondo me ricade su quei giovani, o under, che dall’anno scorso sono aggregati in prima squadra per dargli la possibilità di crescere gradualmente e che si vedono perdere due anni di lavoro nella loro fase di crescita più importante e si ritroveranno catapultati avanti senza aver fatto questo passaggio importante.”

LO SPORTING HORNETS C’E’ – Fortemente voluta la vittoria da Mister Medici che gioca spesso la carta del portiere di movimento. IL JOLLY TROIANO: “Ci siamo sbloccati, volevamo tanto riscattarci, sono felice per l’assist”

SP. HORNETS – VELLETRI C5 4 – 2

SPORTING HORNETS: Apollonio, Troiano, Filipponi, Pezzin, Medici M., De Vincenzo, Armellini, Pochesci, Ottaviani, Serratore, Medici C., Santangelo. ALL. Medici A.

VELLETRI C5: Donazzolo, Acchioni, Mattozzi, Proja, Leoni, Cedroni, Cascapera, Kaci, Bongianni, Maggiore, Montagna Maicol., Montagna Manolo

Marcatori: Pezzin, Filipponi, Armellini, De Vincenzo (SPORTING HORNETS) Montagna Maicol, Proja (VELLETRI C5)

Le diverse assenze, alla quale si va ad aggiungere all’ultimo minuto quella di Di Gregorio che si infortuna durante il riscaldamento, mettono alle strette Mister Medici che non può avvalersi di troppe scelte. I pochissimi cambi a disposizione costringono il Mister a dover gettare nella mischia anche Mirko Medici che sta finendo la fase di recupero dopo un brutto infortunio avuto durante la preparazione. Gli Hornets provano a far prevalere il proprio gioco fin dalle prime battute ma la squadra rischia di ricadere nell’errore della prima gara casalinga e farsi vincere dalla troppa voglia di fare e dalla tensione nervosa. Dall’altro canto i velletrani comandati in campo dall’ottimo Montagna attendono ordinati gli avversari poco più su del tiro libero rischiando forse troppo poco. Il primo tempo scorre con qualche occasione poco sfruttata dei padroni di casa che solo dopo essersi trovati sotto hanno una reazione positiva e il funambolo Pezzin trova la rete del pari. Medici prova a giocare per diversi minuti col portiere di movimento senza però trovare la via dl goal.

Nella ripresa la trama è la stessa ma i ragazzi di casa sembrano meno contratti e impongono una supremazia territoriale costringendo gli avversari a chiudersi. Tarda però la via del goal dopo aver sprecato due occasioni importanti con Filipponi e Medici e gli ospiti proprio mentre la squadra di casa cerca il goal col portiere di movimento trovano il vantaggio. La squadra di casa non si abbatte e continua a giocare cercando la rete e accrescendo il proprio gioco spingendo sull’acceleratore. Soprattutto insistendo con il 5 uomo di movimento, Troiano, che crea diverse palle pericolose non sempre sfruttate al meglio. Arriva il pareggio che taglia definitivamente le gambe ad un Velletri ormai stanco e messo alle corde. Negli ultimi minuti infatti gli ospiti devono arrendersi ai padroni di casa che non sono sazi del pareggio agguantato con Filipponi e incoraggiati moralmente da Medici insistono col portiere di movimento e trovano la rete del vantaggio con Armellini servito da De Vincenzo.

Nell’ultimo giro di orologio arriva anche la rete del 4 – 2 con De Vincenzo furbo a rubare un pallone a pochi passi dalla porta. Assolutamente da evidenziare una parata prodigiosa di Apollonio sul risultato di 2 – 2 che avrebbe messo psicologicamente in grande difficoltà i gialloneri che invece ottengono la prima vittoria in B e dimostrano col pareggio di inizio stagione di poter fare un campionato importante.

A fine gara le parole di uno tra i migliori in campo LORENZO TROIANO “Ad inizio gara eravamo contratti e lenti nel far girar palla…pian piano abbiamo trovato fiducia in noi stessi e ci siamo sbloccati. Avevamo tanta voglia di riscattarci perché sappiamo quanto valiamo. Dobbiamo ancora lavorare tanto e giocare sulle nostre caratteristiche senza adeguarci all’avversario. Sono soddisfatto della mia prestazione, non ho mai timore di essere buttato dentro dal mister e mi faccio trovare pronto quando mi chiama in causa. Sono felice di aver fatto fare goal e di essere stato utile per la vittoria. Ma mi importa di più della prestazione della squadra che della mia. Personalmente devo continuare a lavorare acquisendo dai grandi esperienza e continuità”

Vince e convince la Spes Poggio Fidoni nella terza giornata del campionato di C1. Mr.Biagini: “Stiamo iniziando a dare continuità al nostro gioco…complimenti ai miei ragazzi che non hanno mollato mai in un campo difficile”


I gialloverdi riescono a bissare il successo in coppa di mercoledì portando a casa tre punti sul Campo del CCCP. I ragazzi di Biagini, giocano un’ottima partita sia in fase difensiva che offensiva riuscendo ad imporsi con il risultato di 3-1,nonostante i vari giocatori acciaccati. Partita mai in discussione con gli ospiti che vanno 2-0 al riposo grazie ai gol di Chiavolini sugli sviluppi di un calcio d’angolo e Proni, che brucia il difensore del CCCP e realizza la prima rete in maglia Spes. Nella ripresa i padroni di casa accorciano le distanze prima del definitivo 3-1 dei Gialloverdi con Graziani che con un pallonetto, grazie alla palla disegnata da Chiavolini, beffa il portiere di casa.

Una vittoria importante contro una squadra ostica che veniva da una roboante vittoria in coppa di mercoledì.

Ecco le dichiarazioni del Mister Biagini: “Abbiamo disputato una buona partita, sia in fase difensiva che in fase offensiva nonostante ancora concretizziamo un decimo di quello che creiamo. Era importante portare a casa 3 punti e dare continuità alla vittoria di mercoledì in coppa con il Gap, Nonostante l’infortunio nel riscaldamento di Jeffe, che lo ha fermato, e l’affaticamento di Graziani che ha stretto i denti e con grande sacrificio è stato della gara. Piano piano ci stiamo amalgamando e stiamo iniziando a dare più continuità al nostro gioco. Faccio i complimenti ai miei ragazzi che stanno lavorando tantissimo e oggi non hanno mollato mai in un campo difficile. Complimenti a Diego Proni che alla sua seconda presenza nel calcio a 5 ha realizzato il suo primo goal. Un in bocca al Lupo al CCCP per il proseguo della stagione.”

C1 – Va al Casal Torraccia la vittoria – Convincente la prova per il team di Mr.Romagnoli che batte una Gap che al proprio debutto si presenta troppo rimaneggiata al Parco Dei Pini

CASAL TORRACCIA – GAP 6 – 3 ( 4- 1 pt)

CASAL TORRACCIA: Odoardi, Buccini, Capobianco, Nunzi, Morandi, Nuovo, Cosentino, Calzetta, Carmosino, De Persio, Berretta, Giannetti. All Romagnoli

GAP: Bononi, Federici, La Pera, Lensar, Lo Giudice, Longo, Mariello M., Patriarca D., Patriarca S., Diana,

MARCATORI: Carmosino 2, Morandi, Nuovo, Nunzi, Calzetta (Casal Torraccia) – Federici, Mariello M., Longo ( Gap)

Seconda vittoria consecutiva per il Casal Torraccia in campionato. Dopo i tre punti conquistati a Genzano la squadra di Mr.Romagnoli centra un’altra vittoria, stavolta in casa, contro il Gap di Mister Pomposelli. Gli ospiti si sono presentati al Parco dei Pini privi di quattro giocatori infortunati più un ragazzo che ha deciso di stare ai box per scelta propria causa coronavirus…..in più va aggiunta la lunga sosta forzata per un caso di covid e per questo la squadra ancora soffre il fatto di non essere in condizioni fisiche del tutto accettabili. In più la fatica della gara di Coppa in trasferta a Fidoni si è fatta sentire sulle gambe. Nulla però compromette di evidenziare la buonissima prestazione del Casal Torraccia che ha quasi sempre tenuto le redini del gioco nonostante gli avversari hanno provato ad inizio gara e soprattutto nella ripresa a mettere in difficoltà i locali. Qua va evidenziata la prova del portiere Odoardi che dall’alto della sua grande esperienza non solo non ha subito l’emozione del debutto in maglia arancio nera ma ha sempre comandato la squadra con grande autorità e nella ripresa ha evitato che diverse occasioni di Lo Giudice e Longo si potessero trasformare in rete. Da evidenziare anche le prove di Morandi che da ultimo ha arginato tutto quello che si potesse fermare e guidato la squadra come proprio un capitano sa fare. Per il Gap una nota di merito va senza dubbio a Capitan Marco Mariello alla quale Pomposelli non rinuncia praticamente mai per i quaranta minuti effettivi, minuti nella quale il ragazzo sbaglia davvero poco. Inevitabile non citare il fatto che gli ospiti faticano ancora a entrare nelle richieste del Mister che sembra chiedere alla squadra di difendere a zona, evidenziando che ancora qualche meccanismo non sia chiaro ma come si diceva all’inizio la squadra ha potuto lavorare pochissimo in questo mese di ottobre. Al contrario i ragazzi di Romagnoli sembrano avere chiare le direttive di gioco volute dal proprio mister e non faticano ad indirizzare il risultato a proprio favore. Soprattutto nel primo tempo si è evidenziata questa supremazia. La verve del sempre positivo Carmosino favorisce la squadra di casa che può avvalersi anche della buona prova di Marco Calzetta, autore anche di una rete, che sta finalmente ritrovando la condizione giusta dopo un anno quasi di stop. Gara molto fisica nella quale entrambi le squadre hanno speso tutto quello che potevano dare. Il Casal Torraccia adesso si può godere la buona posizione di classifica e lavorare alla trasferta di Frosinone, sempre che il nuovo DPCM che dovrebbe uscire a ore non fermi anche il massimo campionato regionale. Il Gap spera di avere dal canto suo la possibilità in settimana di recuperare qualche elemento e poter mettere benzina nelle gambe in vista del debutto casalingo contro l’ottimo Città di Anzio vittorioso anche ieri.

Cinque dei protagonisti della gara di ieri,da sinistra con il 17 rosso Francesco Federici poi Marco Mariello, al suo fianco Marco Calzetta, Alessandro Morandi e il portiere Alessandro Odoardi

FINALMENTE GAP – Tutto pronto per il debutto in C1 contro il Casal Torraccia SIMONE PATRIARCA: “Siamo un bel gruppo…faremo bene già da sabato a Parco dei Pini”

La stagione del Gap prende finalmente il via. La gara di Coppa giocata a Poggio Fidoni fa annusare finalmente aria di C1 ai rossi di Pomposelli che nella trasferta di mercoledì hanno rimediato una sconfitta con diverse letture. La squadra c’è e i 13 goal subiti possono ingannare quelli che vedono questo risultato come una debacle. Su un campo ormai noto a tutti come tra i più difficili dove giocare il Gap è stato in partita fino al 8 – 9 trascinato dal solito Longo con una cinquina personale. Poi la squadra di casa è salita in cattedra e qualche decisione dubbia ha definitivamente tagliato le gambe ai ragazzi di Pomposelli che tornavano a giocare una gara ufficiale dopo più di 8 mesi.

Simone Patriarca tra i protagonisti per il Gap lancia segnali positivi in vista del debutto in campionato contro il Casal Torraccia

Simone buongiorno, con quale spirito torna la squadra dalla trasferta di Coppa?

PATRIARCA: “Siamo soddisfatti della prestazione in Coppa, ma siamo amareggiati per il risultato. Abbiamo giocato su un campo difficile ma i valori espressi in campo ci permettono di pensare positivo in vista del ritorno…..quattro goal di scarto sono troppi perché analizzando la gara abbiamo tenuto noi il pallino del gioco per tre quarti di gara. Facciamo un gioco molto dispendioso e alla fine abbiamo pagato il fatto che non giocavamo da tanto tempo.”

Finalmente Campionato. Che squadra è questo Gap e cosa credi possa fare in questo primo anno di C1?


PATRIARCA: “Credo che la squadra sia molto competitiva…sia i ragazzi confermati che i neo arrivati sono tutti giocatori dai valori importanti. Lo stesso posso dire dei giovani. Siamo un bel gruppo che ha tanta voglia di fare bene e credo che riusciremo in questa cosa.”

Cosa servirà sabato contro il Casal Torraccia per portare i primi punti in classifica?

PATRIARCA: “Per quanto riguarda sabato giocheremo contro il Casal Torraccia in un campo, anche il loro, molto piccolo e difficile. Crediamo di andare e poter fare una buona prestazione. Siamo carichi e sono certo che abbiamo tutte le carte per fare bene già da questo sabato.”

SPORTING HORNETS – ANDREA RIDENTI suona la carica per la trasferta di Colleferro: “Sempre in campo per i tre punti”

Il pari al debutto contro lo United Pomezia lascia un po l’amaro in bocca ai ragazzi dello Sporting Hornets. Forse l’emotività e la lunga attesa hanno giocato un brutto scherzo ale api giallonere di Mister Medici che non vogliono perdere la seconda occasione domani a Colleferro di centrare la prima vittoria in B. Attraverso le parole di uno dei protagonisti gialloneri Andrea Ridenti analizziamo la vigilia di Colleferro – Hornets.

Buongiorno Andrea, sei stato tra i migliori sabato nel pareggio interno che ha segnato il debutto nel campionato nazionale per gli Hornets……come giudichi questo punto…un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?

RIDENTI: “Sono molto contento che mi abbiate giudicato come uno dei migliori sabato, anche se posso dare tantissimo di più. Per quanto riguarda il risultato si poteva fare meglio perché stavamo in casa e volevamo e dovevamo vincerla l’abbiamo un po sentita emotivamente e devo fare i complimenti anche alla squadra avversaria .. era la prima partita ci può stare ma noi  siamo già concentrati per sabato.”

Che gara vi aspetta a Colleferro contro la Forte?

RIDENTI: “A Colleferro sarà una gara difficile anche perché loro vengono da un buon 2-2 con la Cioli ma noi siamo l’Hornets e scendiamo in campo ogni sabato per portare a casa i tre punti.”

Sei arrivato a pochi giorni dall’inizio di questo campionato. Com’è il primo approccio che hai avuto con Mister e squadra?

RIDENTI: “Per quanto riguarda mister Medici mi sta dando massima disponibilità e sta credendo molto in me cosa che mi carica e mi fa stare bene. Sto capendo il suo gioco e spero di portare sul campo in pieno quello che richiede. I compagni ormai anche se sto da soli 10 giorni con loro lì reputo come dei miei fratelli e mi stanno aiutando anche loro ad inserirmi. Siamo una famiglia e andiamo dritti verso un solo obiettivo.”

CASAL TORRACCIA – Settimana piena….vittoria in campionato e sconfitta di misura in coppa. Arriva lo scontro col GAP – GIANLUCA BUONO: “CREDO MOLTO IN QUESTO GRUPPO”

Settimana super impegnativa per i ragazzi di Mr.Romagnoli. Sabato scorso infatti la squadra ha espugnato il Palacesaroni conquistando cosi la prima vittoria in campionato battendo il Genzano. Poi martedì sera nella cornice casalinga di Villa dei Pini si è presentata per la gara valevole per il primo turno di Coppa la fortissima squadra di Alessio Grassi, il Grande Impero con la stella Andrea Rubei su tutti. Una squadra costruita per arrivare a lottarsi campionato e coppa e che sta ancora lottando con diverse assenze nonostante i nomi altisonanti del calibro di Rubei, De Bella, De Pascasio, Fratini e altri.

Arriva la terza giornata e la possibilità di vincere in casa. Sarà ospite temibilissima squadra del Gap, che tornata ieri dalla sconfitta di Coppa a Poggio Fidoni è pronta a giocare la sua prima gara di campionato visto la doppia sosta forzata causa Covid – 19.

Abbiamo ascoltato ai nostri microfoni Gianluca Buono, spalla ormai da tanti anni insostituibile di Mister Romagnoli e preparatore dei portieri del Casal Torraccia

Buongiorno Gianluca, dopo tanto attendere è partita questa nuova stagione…..come giudichi queste prime battute per il Casal Torraccia?

BUONO: “Dei gravissimi infortuni e delle inaspettate defezione hanno creato non poco disagio sia nella prima giornata contro un ottimo Palestrina (giocata da noi con il 90% della formazione under 21, ) sia l’altra sera in coppa, una bellissima partita terminata con un solo gol di scarto, contro una formazione IL GRANDE IMPERO  con all’interno la storia del calcio a 5 , lasciando un piccolo spiraglio per il passaggio del turno.
Sabato contro il GAP mi aspetto una partita equilibrata, conoscendo le evidenti  capacità  di mister POMPOSELLI e delle sue squadre, confido comunque in una prova di carattere che  confermerebbe l’ottima prova fatta sabato scorso a Genzano. “

Dove credi che possa arrivare questa squadra e quali sono secondo te gli obiettivi che si devono percorrere?

BUONO: “Per questa stagione il  Casal Torraccia è stata costruito, grazie al presidente A. Iezzi, Lino Di Mariano e MR.Romagnoli  con attenzione, per avere il massimo equilibrio in tutti i reparti, rinforzando con mirati inserimenti il gruppo della precedente  stagione. Credo molto in questo gruppo che a volte  manca ancora di un pizzico d’esperienza che una formazione  giovane fatica a mettere in campo ma possiamo puntare sulla forza e la grinta che i giovani come  Carmosino ,Nuovo, Berretta e Buccini hanno nel DNA.”

Facciamo una panoramica sui portieri che lei allena?

BUONO: “Non amo parlare dei singoli….per quanto riguarda i portieri noi abbiamo 4 under e un senior.
Sono contentissimo che la società mi dia la possibilità di trasmettere le mia esperienza e passione a questi giovani portieri bravi e con  molti margini di miglioramento.
Al momento Igor Passera per noi è un punto di forza, ma per motivi personali  adesso ha deciso di fermarsi.”

SERIE C1 – Coppa Lazio Giocate ieri sera 7 gare – Larghe vittorie per LAURENTINO e CITTA’ DI ANZIO, CASAL TORRACCIA sconfitto di misura. REAL FIUMICINO corsaro nel derby tra aeroportuali Oggi finalmente parte l’avventura per GAP e FERENTINO rispettivamente a FIDONI e in casa col CCCP

Partita ufficialmente la corsa alla final four di Gennaio. Delle 13 gare in programma per il primo turno di andata già quattro sono rinviate a data da destinarsi per casi di Covid 19. Ieri sera si sono giocate 7 gare e stasera altre due che vedranno il debutto stagionale del Gap di Pomposelli e il Ferentino di Elio Manni, che avrebbero dovuto incontrarsi alla prima giornata e che affronteranno rispettivamente il Poggio Fidoni proprio nel palazzetto reatino e il CCCP nelle proprie mura.

Pari tra Genzano e il Valcanneto……la squadra di Cinelli riscatta la sconfitta di sabato con un pareggio contro i neroverdi di Farina che rimandano la possibilità del passaggio del turno nella gara di ritorno con le reti di Matteo Proietti e Mattia Bulgarini. Vittorie casalinghe e imponenti quelle del Laurentino di Mr.Di Rocco per 7 – 2 contro la Technology di Mr.Antici, a cui servono poco le reti di Manciocchi e Cioccari, e quella del Città di Anzio di Marco di Fazio che supera 9 – 4 i ragazzi di Roma Nord del Valentia mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno grazie al poker di reti di De Marco e alle reti singole di Razza, Cannatà, Gabriele, Silvestrini e un autogol degli uomini di Ronchi. Vittoria importantissima quella del Real Fiumicino per 4 – 0 contro l’Atletico Ciampino di Guiducci che perde la prima gara ufficiale dopo le due vittorie in campionato che la vedono al comando nel proprio girone.

Vittorie esterne per il Civitavecchia che supera il Club Roma Futsal di Remo Arnaudi e del Grande Impero di Alessio Grassi, corsaro a Villa dei Pini contro un buon Casal Torraccia che lascia in piedi l’ipotesi di andare avanti in questa competizione rimandando tutto al ritorno al ToLive contro una delle squadre favorite per questa competizione. I ragazzi di Romagnoli non hanno per niente sfigurato contro gente del calibro di Rubei, De Bella, Fratini tenendo vive le speranze con le reti di Morandi e Carmosino entrambi con una doppietta e con la rete di Nunzi.

COPPA LAZIO

1°TURNO ANDATA

ATLETICO CIAMPINOREAL FIUMICINO0 – 4
ALBANOARANOVARinviata
AMB FROSINONESANTA GEMMARinviata
CASAL TORRACCIAGRANDE IMPERO5 – 6
CLUB ROMA FUTSALCIVITAVECCHIA3 – 6
GENZANOVALCANNETO2 – 2
LAURENTINO FUTSAL ACADEMTTECHNOLOGY7 – 2
NUOVA PALIANOVIGOR PERCONTIRinviata
PALESTRINATORRINORinviata
SPES POGGIO FIDONIGAPOggi
REAL CASTEL FONTANALA PISANA4 – 3
CITTA DI ANZIOVALENTIA9 – 4
ACADEMY FERENTINOCCCPOggi
S.C.CORTINAGià qualificata al secondo turno