Intervista a Mr.FEDERICO MARIOTTI dell’ ETA BETA: “Siano chiari a tutti i nostri obiettivi e lavoreremo duro per raggiungerli”

Sarà un sabato speciale per Federico Mariotti, allenatore alla guida dell’ETA BETA FANO che giocherà in casa contro la VIS GUBBIO.

Per lui eugubino di nascita, un’emozione particolare giocare contro la squadra della sua città, in una gara che sarà importantissima, vista la classifica, per le sorti della sua squadra.

Vincendo infatti , supererebbe in classifica proprio gli avversari della VIS GUBBIO.

Buongiorno Mister Mariotti….alla vigilia della gara contro il Gubbio, a cui sappiamo lei è molto legato, in quali condizioni fisiche e psicologiche si presenta la sua squadra?

MARIOTTI: “Gubbio e’ la mia città ma io alleno a Fano da due anni e la mia mente e le mie motivazioni sono orientate per la società per cui lavoro e non potrebbe essere diversamente. Mentalmente la squadra sta acquisendo consapevolezza dei propri pregi ma anche dei propri difetti ed è importante per un giocatore sapere bene fin dove può spingersi, nel bene e nel male. Fisicamente non stiamo male anche se dobbiamo recuperare un giocatore che in settimana ha dimostrato di avere un piccolo problema fisico.”

Si aspettava un inizio di stagione con queste difficoltà?

MARIOTTI: “La stampa scrive ma io alleno e conoscendo ormai molto bene questa categoria e questo girone sapevo che noi avremmo dovuto lottare in ogni gara con un unico obiettivo che deve essere ben chiaro a tutti: questa squadra deve salvarsi e potrebbe farlo anche all’ ultimo secondo dell’ultima giornata della stagione. Quanto fatto lo scorso anno e’ al di sopra di ogni aspettativa e rispetto allo scorso anno abbiamo perso ben quattro giocatori: Capotosti, Carpinelli, Pazzaglia e Peverini. Siamo insieme ad un altro paio di squadre le uniche con giocatori a km 0, abbiamo ampi margini di miglioramento ma serve tempo e non guardare in faccia la realtà secondo me è molto poco serio. Quindi, che si racconti la verità.”

Lo scontro con il Gubbio di Bertelli può essere un occasione per recuperare il terreno perso?

MARIOTTI: “Sarà una partita durissima, loro hanno un giocatore che secondo me è tra i migliori della categoria, Wagner, e Cresto possono fare la differenza. Noi non guardiamo a lungo termine ma il nostro orizzonte non può andare oltre l’allenamento in cui migliorare o la partita successiva in cui mettere in pratica quanto fatto in allenamento. Non possiamo guardare lontano altrimenti saremmo solo presuntuosi. Dobbiamo lavorare e in ogni gara daremo il massimo cercando di mettere in difficoltà chiunque. Non possiamo permetterci di pensare agli altri.”

Le va di darci un giudizio sul suo collega Bertelli e quali sono le cose di cui la sua squadra deve maggiormente preoccuparsi degli avversari eugubini?

MARIOTTI:  “Abbiamo una visione del calcio a 5 molto diversa ma non mi sono mai permesso di giudicare un collega. Le situazioni, gli spogliatoi, le società vanno vissute in prima persona, mai giudicare da fuori, troppo facile. Gli avversari? Gia’ detto di Wagner e Cresto, Beltrami ha presenze nella massima serie, Martella ha potenzialità per diventare un grande giocatore. Casoli lo conosco benissimo e mi spiace che Pierotti non sarà della gara perché è un ragazzo che stimo molto e a cui faccio un in bocca al lupo. Hanno giovani interessanti, una grande fisicità e, secondo me, hanno un roster interessante per lottare contro chiunque e fare un campionato di un certo spessore. Ma domani si parte da zero a zero e speriamo di metterli in difficoltà.”

RAPPRESENTATIVA GIOVANISSIMI – MR.MARIOTTI CONVOCA 17 RAGAZZI IN VISTA DEL TDR

Rappresentativa Regionale Giovanissimi Calcio a 5

Il Comitato Regionale Umbria, su indicazione del Tecnico preposto, Sig. Federico MARIOTTI, convoca per il domenica 25 marzo 2018, alle ore 10:30 puntuali, presso il Palazzetto di Magione, Via della Libertà, per disputare una seduta di allenamento, i sotto elencati calciatori:

A.S.D. ATLETICO GUBBIO: Angeloni Thomas, D’Angelo Riccardo, Frondizi Federico, Radicchi Francesco.

A.S.D. B E A SPORT CALCIO A 5: Corso Niko, Unger Alves Gabriel.

POL.D CITTA DI NORCIA: Benedetti Emiliano, Bianchetti Tommaso, Isljami Merdian, Seferi Besart.

A.S.D. FOLIGNO CALCIO A 5 Francesconi Lorenzo.

A.S.D. FONTANELLEBRANCA: Bozzalla Michele, Ceccarini Lorenzo, Ciammarughi Matteo

U.S. GIOVE A.S.D. Paoluzzi Andrea.

A.S.D. ORVIETO F.C. Cesaretti Jan Paolo, Pettinelli Jacopo.

Gli interessati dovranno presentarsi con la massima puntualità e muniti di una COPIA DEL CERTIFICATO MEDICO DI IDONEITA’. Si precisa che in mancanza del certificato medico il calciatore interessato non potrà effettuare l’allenamento o l’eventuale gara amichevole.

Dirigente: Sig. MONTICELLI Giovanni

Selezionatore: Sig. MARIOTTI Federico Medico

Dott. MARCACCIOLI Mario

Collaboratore tecnico: Sig. MOSCA Andrea

Preparatore portieri: Sig. CARINI Giulio

RAPPRESENTATIVA GIOVANISSIMI – MR.MARIOTTI convoca 15 ragazzi per Domenica a Torgiano

Convocazione Rappresentativa Regionale Giovanissimi

Calcio a Cinque Il Comitato Regionale Umbria, su indicazione del Tecnico preposto – Sig. Federico MARIOTTI – convoca per il domenica 25 febbraio 2018, alle ore 09:30 puntuali, presso il Palazzetto dello Sport, Via Perugia, di Torgiano, per disputare una seduta di allenamento, i sotto elencati calciatori:

A.S.D. ATLETICO GUBBIO: Angeloni Thomas, D’Angelo Riccardo, Frondizi Federico, Radicchi Francesco.

A.S.D. B E A SPORT CALCIO A 5: Unger Alves Gabriel.

POL.D. CIRCOLO LAVORATORI TERNI: Cardaci Riccardo.

POL.D CITTA’ DI NORCIA: Benedetti Emiliano, Bianchetti Tommaso, Isljami Merdian, Seferi Besart.

A.S.D. FONTANELLEBRANCA: Bozzalla Michele, Ceccarini Lorenzo, Ciammarughi Matteo, Lazzoni Giacomo.

U.S. GIOVE A.S.D.: Paoluzzi Andrea.

Gli interessati dovranno presentarsi con la massima puntualità e muniti di una COPIA DEL CERTIFICATO MEDICO DI IDONEITA’. Si precisa che in mancanza del certificato medico il calciatore interessato non potrà effettuare l’allenamento o l’eventuale gara amichevole.

Dirigente: Sig. Monticelli Giovanni

Selezionatore: Sig. Mariotti Federico

Medico: Dott. Mariotti Filippo

Collaboratore tecnico: Sig. Mosca Andrea

Preparatore portieri: Sig. Salvucci Stefano

Il regolamento della F.I.G.C. (art. 76 comma 2 delle N.O.I.F.) dispone che i calciatori sono obbligati a rispondere alla presente convocazione. La mancata partecipazione, per eventuali gravi motivi, dovrà essere ASSOLUTAMENTE COMUNICATA ENTRO E NON OLTRE LE ORE 19:00 di Venerdì 23 FEBBRAIO 2018 e motivata al numero di cellulare 392/7859598 documentandola successivamente anche a mezzo fax al n. 075/5836034. Pag. 2777 / C.U. 117-BIS RISULTATI Referti non pervenuti

CONTINUA IL SOGNO PLAY OFF PER L’ETA BETA DI MARIOTTI

ETA BETA – FORLI’ 6-0 (4-0)

Eta Beta: Carpinelli-Bacciaglia-Bei-Capotosti-Ettaj-Lourencete-Molini-Palazzi-Pazzaglia-Peverini (C)-Pietrelli-Severini. All.MARIOTTI

Forli’:Casagrande T.-Simoncelli-Ravaioli-Bonetti-Pozzovivo-Mozzoni-Cangini (C)-Casagrande B.-Sula-Gardelli

Reti:

1° Bei 1-0; 09° Pietrelli 2-0; 13° Capotosti 3-0; 14° Lourencete 4-0;//p.t. 4° Lourencete 5-0; 15° Molini 6-0.

L’Eta Beta ritorna alla vittoria dopo la sosta della scorsa settimana e batte con un netto 6 a 0 il malcapitato Forlì, in una partita che non è mai stata in equilibrio e il risultato finale testimonia il netto divario tra le due squadre.

Dopo neanche un minuto di gioco, uno schema su punizione libera Bei che con un preciso tiro porta avanti i suoi mentre il Forlì impiega qualche minuto per rendersi pericoloso, ma prima il tiro di Bonetti dopo un’azione personale, viene deviato in corner da Carpinelli e poi la conclusione di Cangini in contropiede finisce alta. A circa metà del primo tempo Bei serve Pietrelli in piena area per il raddoppio fanese, con i locali che continuano a spingere con Lourencete e ancora con Pietrelli ma Casagrande non si lascia sorprendere e devia in corner. La rete per L’Eta Beta non tarda ad arrivare grazie al preciso rasoterra di Capotosti dal limite dell’area su assit di Lourencete su punizione, con lo stesso giocatore brasiliano che nell’azione dopo segna il 4 a 0 con un bellissimo pallonetto da fuori area con il portiere lontano dai pali vista la precedente uscita di pugno.

Anche la ripresa è appannaggio dei granata e al 4° Lourencete sfonda sulla sinistra e con un preciso tiro porta il parziale sul 5 a 0; il Forlì abbozza una timida reazione ma Carpinelli si fa trovare pronto deviando un tiro destinato alll’incrocio di Pozzovivo, servito da corner; è solo un “fuoco di paglia” perchè i locali si ripropongono ancora dalle parti della porta romagnola con due belle triangolazioni tra Pietrelli e Peverini ma l’esito non è quello sperato mentre la partita si conclude nel migliore dei modi con la prima rete in serie B del giovane under 19 Molini Francesco, classe 2000, una delle giovani promesse che la società spera continui in questo modo il suo percorso di grande crescita.

Continua il sogno play off per la squadra di Mister Mariotti che si porta al quarto posto solitario e si prepara ad un mese di fuoco visto che l’Eta Beta dovrà affrontare le prossime tre gare con la pausa del 10 marzo in mezzo, in trasferta, partite decisive per avere un’idea precisa sul piazzamento finale.

Dal sito Etabeta c5

L’ETABETA DI MARIOTTI CORRE VERSO I PLAY OFF

ETA BETA – TORRESAVIO 7-5 (3-2)

Eta Beta: 

Carpinelli-Bacciaglia-Bei-Bruni (C)-Capotosti-Ettaj-Lourencete-Molini-Pazzaglia-Peverini-Pietrelli-Severini

Torresavio:

Cassano-Arcangioloni-Sintuzzi (C)-Salles-Pulini-Liistro-Pasolini-Bonandi-Cesetti-Simone-Bianco-Asensio

Reti:

2° Ettaj 1-0; 4° Ettaj 2-0; 17° Asensio 2-1; 19° Pazzaglia 3-1; 20° Asensio 3-2//p.t. 4° Bei 4-2; 9° Lourencete 5-2; 12° Cesetti 5-3; 16° Lourencete 6-3; 17° Pasolini 6-4; 18° Salles 6-5; 19° Lourencete 7-5.

L’Eta Beta di Mr. MARIOTTI, dopo la sconfitta di sabato scorso, rialza subito la testa e vince un importante scontro diretto in ottica play off battendo un mai domo Torresavio Cesena, staccando proprio i romagnoli in classifica e piazzandosi al quarto posto solitario in classifica.

La partita si apre con una doppia conclusione di Asensio, la prima su punizione, che Carpinelli salva, ma nell’arco di due minuti i granata vanno sul 2 a 0 grazie alla doppietta di Ettaj che nel primo gol sfrutta al meglio una perfetta triangolazione tra Bei e Pazzaglia siglando la rete sul secondo palo in scivolata e nel secondo gol coglie nel migliore dei modi un indecisione della difesa del Torresavio e senza pensarci due volte fulmina Cassano con un perfetto rasoterra a fil di palo. I romagnoli si ripropongono dalle parti di Carpinelli al 9° ma Bonandi, servito da fallo laterale sfiora il palo mentre sul versante opposto Bei, servito direttamente dal proprio portiere alza clamorosamente il tiro solo davanti a Cassano; i granata fanno la partita e al 14° Pazzaglia libera astutamente Pietrelli in contropiede ma Cassano si oppone di nuovo mentre un minuto dopo Ettaj con un bellissimo pallonetto dal limite area sfiora il palo. A circa tre minuti dalla fine Mister Placuzzi tenta la tattica del portiere di movimento che produce immediatamente i suoi frutti con la rete di Asensio che sigla sul secondo palo mentre nei due minuti finali prima Pazzaglia salta il suo diretto avversario e, a porta sguarnita, porta i suoi sul 3 a 1 poi ancora Asensio si libera bene e con una “sassata” sotto l’incrocio fissa il parziale del primo tempo sul 3 a 2 in favore dei fanesi.

La ripresa è ancora più scoppiettante del primo tempo con l’Eta Beta che si riporta di nuovo sul più due grazie alla rete di Bei che trafigge, con un gran tiro sotto l’incrocio, Cassano dopo essere stato servito su punizione da Lourencete; la replica del Torresavio è immediata ma è il palo al 4° a mantenere invariato il parziale con gli ospiti che ritentano la tattica del quinto di movimento che produce però, al contrario del primo tempo, effetti negativi in quanto Lourencete dalla propria area trova lo spiraglio giusto e con un preciso tiro porta il risultato sul 5 a 2. La gara diventa nervosa, anche a causa delle continue provocazioni ospiti e al 12° Cesetti sigla la terza rete per i suoi riaprendo di fatto la partita mentre al 16° Ettaj, dopo una splendida azione, serve Lourencete che, con un facile “tap in”, porta la partita sul risultato di 6 a 3. Nel frattempo i granata raggiungono il bonus dei sei falli e Pasolini dal dischetto porta le reti dei romagnoli a quattro, reti che un minuto dopo diventano cinque grazie alla rete del brasiliano Salles che a meno di due minuti dalla fine riaccende la speranza di pareggiare della Torresavio ma che Lourencete, un minuto dopo, spegne definitamente con la rete del 7 a 5, portandosi il pallone a casa grazie alla tripletta segnata.

Ancora una volta grandissima prestazione di tutto il collettivo e posizione play off consolidata in vista delle prossime impegnative partite che vedranno i granata impegnati per ben cinque volte su sette fuori casa ma con la consapevolezza che, con questo spirito, niente è impossibile. Per la società Eta Beta è stato un week end, calcisticamente parlando, perfetto in quanto oltre alla vittoria della prima squadra ci sono state le vittorie dell’under 19, degli allievi e delle ragazze per un poker vincente mai successo prima in questo campionato.

Intervista a Mr.Mariotti: ” Fin qua molto contenti…coi Buldog sarà difficilissima. La conferma al Cru per lavorare sul futuro”

Stagione positiva fin qua per Mister Federico Mariotti, allenatore dell’Etabeta Fano in serie B. Una posizione di classifica che permette di sperare nei play off.  La sua  prima stagione fuori dalla sua regione,  che però difenderà nei panni di Selezionatore della rappresentativa regionale Umbria categoria giovanissimi dove già l’anno scorso ha centrato traguardi importanti. Lo abbiamo contattato per fargli qualche domanda sulla doppia sfida che lo aspetta da qua a fine stagione

Buongiorno Mister Mariotti….partiamo dalla stagione più che positiva che sta facendo il suo Etabeta.  Facendo un bilancio di metà stagione si aspettava ad inizio anno di poter lottare per le prime posizioni?
Mr. MARIOTTI: “Ad inizio stagione ogni società ed ogni squadra si mettono davanti degli obiettivi ma in realtà il mio input e’ quello di dare il massimo in ogni allenamento per mettere in difficoltà qualsiasi avversario si incontri nel week end successivo. Si deve lavorare duramente, si deve crescere e si deve migliorare, alla fine è il campo che scopre le reali potenzialità delle squadre e, ad oggi, noi siamo molto contenti di quello che vediamo guardando la classifica.”

Se non sbagliamo questa è la sua prima esperienza fuori dalla sua regione…..ha trovato difficoltà particolari in un ambiente nuovo?
Mr.MARIOTTI: “Esattamente così, sono alla prima esperienza fuori regione. Era un mio cruccio quello di andare in un ambiente nuovo dove sei “solo un allenatore” e devi un po’ ripartire da zero. Devi conquistarti la fiducia di tutti, della società, dei giocatori e dell’ambiente e farlo in una regione che ha ottima tradizione nel futsal non è cosa da poco. In una città come Fano ci sono due squadre in serie B e una in C1, più di quanto tutta l’Umbria messa insieme ha da proporre nei campionati nazionali (una sola squadra, la Gadtch di Perugia); questo la dice lunga di quanta esperienza possano avere e di quanta concorrenza si possa trovare. Comunque nessuna difficoltà, società semplice, seria, appassionata e sempre presente, caratteristiche con le quali mi trovo molto bene.”

Dopo la vittoria nel derby sabato si va a giocare in trasferta con i Buldog imbattuti in casa…..come sta la squadra fisicamente e cosa servirà per tornare a casa con un risultato utile?
Mr.MARIOTTI: “Sabato ci aspetta una partita durissima, credo che la Buldog, insieme al Coba’, abbia il miglior roster a disposizione del nostro girone ma se in questo momento al primo posto si trova la Tenax, significa che non sempre ciò che si pensa sulla carta diventi realtà. Una squadra e’ come una torta, e’ composta di tante fette che sono rappresentate dalla qualità tecnico-tattica, dall’agonismo, dalla condizione atletica, dal cuore, dall’intelligenza, dall’attenzione nei particolari etc..loro sono fortissimi in ogni settore ma noi daremo, come sempre, cercheremo di mettere in campo sempre il nostro 100% e alla fine se dimostreranno di essere più bravi gli faremo i complimenti…certo, avrei voluto giocarmela senza i quattro squalificati…”

Come sa stiamo cercando di dare visibilità al futsal nella regione Umbria perché crediamo sia un territorio che può ancora crescere e pian piano lo sta facendo…..come vede lei il movimento nella sua regione?
Mr.MARIOTTI: “C’è moltissimo da lavorare, c’è da strutturare le fondamenta e c’è da creare una buona e solida base per poi alzare la piramide verso l’alto. I campionati giovanili stanno crescendo e questo è il primo passo. Bisogna aumentare il numero delle prime squadre per poi pensare alla qualità in primis togliendo l’obbligo di far giocare un Under 21 nel quintetto che abbassa notevolmente il livello e la competitività. Non si deve guardare a cosa non si è fatto prima e non si deve pensare a chi sta peggio di noi, ci si deve “rimboccare le maniche” e prendere spunto dalle regioni che sono all’avanguardia nella gestione di questa disciplina.”

Lo scorso anno, impegnato col Cru nel torneo delle regioni cat. giovanissimi ha fatto benissimo…..quest’anno ha riaccettato la sfida e giocherete in casa il torneo…..quali sono gli obiettivi e come sta organizzando a livello tattico e tecnico il lavoro di questi stage?
Mr.MARIOTTI: “Non ci si può porre obiettivi quando si parla di giovanili e soprattutto di torneo delle regioni. Nessuno conosce quasi nulla degli altri quindi l’unica arma che hai è quella di lavorare al meglio sulla tua squadra cercando di farla crescere il più possibile. Non mi piace per nulla la formula che ci vede giocare solo dai quarti di finale, essendoci il disparo si potevano fare gironi da quattro e da tre permettendo a quelli da quattro di avere due qualificate e a quelli da tre una sola qualificata ma facendoci giocare. A questa età credo che il piacere principale sia quello di giocare e non di dove arrivare. Al massimo, arrivando in finale potremmo giocare tre partite che sono le stesse che avremmo giocato in un girone di qualificazione, questo per dire che io avrei preferito partire dall’inizio e non vedermi catapultato in un quarto di finale senza aver giocato mai. Pazienza, il regolamento è questo, lavoreremo per migliorarci e lavoreremo con moltissimi sottoquota perché l’obiettivo è sempre lo stesso, lavorare per il futuro e non scegliere per lo sviluppo fisico o per la data di nascita.”

C’è già un gruppo di ragazzi sulla quale sta lavorando o sta ancora visionando diversi giocatori?
Mr.MARIOTTI: “Con lo staff abbiamo già un’idea ma non possiamo lavorare sempre sugli stessi; diciamo che abbiamo uno zoccolo duro di 8-9 ragazzi composto per metà da sottoquota, mentre gli altri 5-6 posti li occupiamo di volta in volta con ragazzi interessanti e meritevoli che dovranno dare il massimo per dimostrarsi all’altezza di una competizione in cui si va a rappresentare la propria regione.”

Torniamo all’Etabeta…….un gruppo che sta facendo molto bene…..c’è un giocatore che la sta sorprendendo positivamente più del previsto e ci sono giovani interessanti che possono essere importanti per il futuro di questa squadra?
Mr.MARIOTTI: “Ognuno sta facendo la sua parte ma due persone mi sento di doverle menzionare. La prima e’ il capitano della squadra Alessio Bruni che nonostante trovi poco spazio è tutto ciò che un capitano deve essere: serio, rispettosissimo dei ruoli, si impegna in ogni allenamento come fosse una partita e non ha mai sbagliato una frase davanti ai propri compagni dimostrando cosa voglia dire far parte di un gruppo: esemplare. La seconda persona è il nostro “gladiatore”, Simone Capotosti. A 43 anni viene ad allenarsi facendo oltre due ore di macchina e dopo aver lavorato la mattina in acciaieria come se dovesse dimostrare ogni giorno il suo valore: corre, lotta, si impegna e con il suo esempio non permette a nessuno di non farlo. Ha grande qualità e quando deciderà di smettere sarà una grandissima perdita per il movimento futsal perché di gente così fa bene a tutto e tutti. Gli altri sono esemplari ed hanno una grande opportunità; crescere guardando ciò che fanno loro. E per ora lo stanno facendo. Quindi i complimenti sono rivolti a tutti ringraziandoli dell’impegno messo in campo e del rispetto dimostrato fuori. In fondo si fa bene grazie a loro mentre noi dello staff tecnico (ringrazio il collaboratore Aiudi e il preparatore dei portieri Della Martera) contribuiamo solo in parte dando nozioni che loro recepiscono mettendoci a disposizione fiducia e disponibilità.
Per quando riguarda i giovani l’Eta Beta ha ampliato il suo settore giovanile in maniera importante grazie al lavoro della società e dei tecnici Palazzi e Iacucci che sono anche miei giocatori. A livello numerico i gruppi sono ampi, a livello qualitativo ci sono elementi validi e chi li allena ha passione e competenze quindi la società sta crescendo nella giusta direzione.
Vi ringrazio per l’intervista e per il servizio fatto dando visibilità alla nostra disciplina.”

Di seguito la Convocazione Rappresentativa Regionale Giovanissimi C5 per Venerdì 19 Gennaio 2018 presso il Palazzetto Dello Sport, Via Perugia – Torgiano

A.S.D. ATLETICO GUBBIO: Angeloni Thomas, Frondizi Federico, Radicchi Francesco

A.S.D. B E A SPORT CALCIO A 5: Corso Nico, Dutu Dennis, Unger Alves Gabriel

POL.D CITTA DI NORCIA: Benedetti Emiliano, Isljami Merdian, Seferi Besart

A.S.D. FONTANELLEBRANCA: Bozzalla Michele, Ceccarini Lorenzo, Lazzoni Giacomo,

U.S. GIOVE A.S.D. Paoluzzi Andrea

A.S.D. ORVIETO F.C. Cesaretti Jan Paolo, Pettinelli Jacopo

Selezionatore: Sig. Mariotti Federico

L’Eta Beta di Mr.MARIOTTI da play off grazie al successo interno contro l’Alma Juventus Fano

ETA BETA – ALMA JUVENTUS FANO 5 – 2 

 

Eta Beta: Carpinelli-Bacciaglia-Bei-Capotosti-Ettaj-Iacucci-Lourencete-Molini-Pazzaglia-Peverini(C)-Pietrelli-Severini ALL. Mariotti 

Alma Juventus: Mazzanti-Di Quirico-Abbruciati-Pieri-Pierangeli-Copparoni-Patrignani-Giuliani-Pantoli-Pieri-Cazzola-Rondina(C) ALL. Mascarucci

Reti: 1° Bei 1-0; 6° Giuliani 1-1; //p.t. 12° Pierangeli 1-2; 16° Bei 2-2; 17° Pazzaglia 3-2; 18° Ettaj 4-2; 19° Ettaj 5-2.   

L’Eta Beta vince la stracittadina contro l’Alma Juventus e ricomincia nel migliore dei modi il girone di ritorno, anche se la partita è stata aperta fino a pochi minuti dalla conclusione della partita e il risultato finale di 5 a 2 è maturato nella parte finale della gara.

Come nella gara d’andata, alla prima azione l’Eta Beta si porta in vantaggio grazie a Bei, che riceve palla sulla sinistra e con un preciso rasoterra nell’angolino non lascia scampo a Mazzanti; l’Alma reagisce subito con le conclusioni di Giuliani, fuori di poco e di Pieri, deviato da Carpinelli che però nulla può al 6°, quando ancora Giuliani pareggia ribattendo una sua prima conclusione ancora salvata dal numero uno granata. La squadra di Mister Mariotti si rende di nuovo pericolosa sul taglio di Bei ma Mazzanti devia in corner mentre lo stesso numero sette granata, servito da calcio d’angolo, centra un clamoroso palo e Mazzanti compie un “miracolo” sulla successiva ribattuta di Ettaj; la gara è piacevole e le due squadre giocano con ritmo ed intensità anche se nella parte centrale del primo tempo azioni da gol vere e proprie non se ne vedono con gli ultimi sussulti prima del riposo che sono di marca ospite, con Pieri che arriva in ritardo sul bellissimo assist di Giuliani e con la traversa scheggiata, al 17°, ancora dallo scatenato numero undici degli “all blacks”.

La ripresa è molto più vivace del primo tempo e si apre con il tiro da fuori di Capotosti, pareggiato, come pericolosità, da quello di Pieri ma i due portieri salvano e il parziale rimane invariato; a questo punto comincia una leggera supremazia dell’Eta Beta che si fa preferire rispetto ai “cugini” e si rende pericolosa con Ettaj che trova Mazzanti pronto alla deviazione, con Pazzaglia che esalta di nuovo i riflessi dell’estremo difensore ospite e con le conclusioni nell’arco di due minuti di Bei che però non producono nessuna rete. Al 10° Capotosti riprova il tiro da fuori con la palla che si stampa sulla traversa e, come spesso accade, nel momento migliore dei granata un micidiale contropiede di Giuliani libera Pierangeli che solo davanti al portiere porta avanti i suoi; al 15° secondo giallo per Giuliani che viene espulso e dopo un paio di tentativi di Pazzaglia ed Ettaj, al terzo tentativo arriva la rete del pari ad opera ancora dello scatenato Bei. A questo punto l’inerzia della gara cambia a favore dei granata che, caricati dal pari ed abili a sfruttare le ripartenze, trovano il vantaggio con Pazzaglia che scarta un avversario e beffa Mazzanti con preciso tiro e nei minuti susseguenti arrotondano ancora il risultato con la doppietta di Ettaj; ad un minuto dalla fine, Mister Mascarucci tenta la carta del quinto di movimento ma il tiro di Rondina viene deviato da Carpinelli che si rifugia in corner, azione che di fatto chiude le ostilità tra le due squadre.

Risultato forse fin troppo severo per l’Alma Juventus anche se, come in altre occasioni, la voglia di vincere e la coesione del gruppo fanno la differenza e le partite durano venti minuti effettivi e quindi ogni momento è buono per fare gol, anche fosse l’ultimo secondo; con questa vittoria la squadra del Presidente Serafini si porta al quarto posto in classifica, in piena zona play off, ma il campionato è ancora lungo e, dopo la sosta, la squadra dovrà dimostrare il suo valore in casa della Buldog Lucrezia che la precede al secondo posto a meno tre dai fanesi.

dal sito etabetac5.it

Classifica

Squadra Pt G V Pa Pe Gf Gs Diff
Tenax Castelfidardo Tenax Castelfidardo 29 11 9 2 0 54 29 25
Buldog Lucrezia Buldog Lucrezia 22 11 7 1 3 48 31 17
Futsal Cobà Futsal Cobà 20 11 5 5 1 47 29 18
Torresavio Cesena Torresavio Cesena 19 11 6 1 4 50 43 7
Eta Beta Eta Beta 19 11 5 4 2 28 21 7
Faventia Faventia 18 11 6 0 5 44 50 -6
Cus Ancona Cus Ancona 16 10 5 1 4 38 23 15
Alma Juventus Fano Alma Juventus Fano 10 11 3 1 7 35 43 -8
Corinaldo Corinaldo 8 11 2 2 7 34 58 -24
Gadtch Gadtch 7 11 2 1 8 33 51 -18
AT.ED.2 Forlì AT.ED.2 Forlì 3 11 1 0 10 16 49 -33

 

ALLENATORE DI CALCIO A CINQUE DI PRIMO LIVELLO: UFFICIALIZZATI I NUOVI ABILITATI

 

Sono stati ufficializzati dal Settore Tecnico della Figc i nuovi ‘Allenatori di calcio a cinque di primo livello’ che si sono abilitati dopo aver frequentato il corso e superato gli esami finali.
Le lezioni erano state tenute lo scorso luglio nelle aule del Centro Tecnico Federale di Coverciano; docente di spicco del corso è stato Roberto Menichelli, Commissario Tecnico delle Nazionali maschile e femminile.
Con questa qualifica – che rappresenta il massimo livello di formazione per tecnici del futsal riconosciuto dalla Figc –  i nuovi ‘Allenatori di calcio a cinque di primo livello’ potranno guidare qualsiasi formazione, giovanile o prima squadra, e maschile o femminile.
Di seguito, l’elenco di tutti i nuovi abilitati. Tra di loro, da segnalare le prove finali fatte registrare da Stefania Caimmi, Federico Mariotti e Andrea Rubei.
Simone Banchini, Giuseppe Benevento, Stefania Caimmi, Rino Capalbo, Giovanni Carboni, Massimiliano Catania, Antonio Centofante, Tommaso Chiappini, Domenico Collu, Leonardo Ferrazzano, Sebastiano Giannandrea, Alfredo Macellari, Federico Mariotti, Angelo Mastrocesare, Michele Pennacchioni, Fabrizio Reali, Diego Rognini, Andrea Rotondo, Andrea Rubei, Paolo Antonio Santagati, Fabio Santarcangelo e Fabio Uccheddu.

TDR – GIOVANISSIMI: primo posto per l’UMBRIA di MARIOTTI

La rappresentativa allenata da mister FEDERICO MARIOTTI è riuscita con pieno merito a superare il girone piazzandosi al primo posto.

Aiutati dai goal di Halimy, Salvatori e Tresoldi,  i ragazzi umbri hanno chiuso il girone a 7 punti a pari merito con il Molise ma si sono qualificati come primi grazie alla differenza reti in loro favore.

Decisiva l’ultima gara vinta contro la compagine toscana per 8-3

Questa la classifica finale del girone:

Pos. Squadre Punti Giocate Vittorie Sconfitte Pareggi RF RS
1
Giov C5 Umbria

Giov C5 Umbria

7 3 2 0 1 15 9
2
Giov C5 Molise

Giov C5 Molise

7 3 2 0 1 10 6
3
Giov C5 Marche

Giov C5 Marche

3 3 1 2 0 6 7
4
Giov C5 Toscana

Giov C5 Toscana

0 3 0 3 0 6 15

 

 

FEDERICO MARIOTTI: intervista tra campionato e Torneo delle regioni

Federico Mariotti (clicca sul nome per vedere la sua scheda) professionista eccezionale e allenatore di spicco del panorama umbro e non.

Ha trascinato il suo Futsal Todi ad un passo dai play off di serie B, dimostrando di esser uno dei migliori allenatori emergenti.

Da qui a breve sarà impegnato anche al Torneo delle Regioni in qualità di selezionatore della Rappresentativa regionale umbra categoria Giovanissimi.

Abbiamo avuto il piacere di conoscere il suo parere su varie tematiche in questa breve intervista.

 

Buongiorno Mister

 

Il suo Todi ha disputato una brillante stagione in serie B, arrivando ad un passo dai play off

  • E’ soddisfatto della squadra e del suo campionato?

“Personalmente sono molto soddisfatto della classifica finale che ci ha visti occupare la quinta posizione in un girone davvero forte e sono orgoglioso di quanto i miei ragazzi abbiano saputo fare. È normale che si può fare sempre meglio o qualcosa in più ma garantisco che questa squadra ha cercato di impegnarsi sempre al massimo mettendo in campo tutto ciò che aveva.”

 

  • Quali sono stati gli aspetti più positivi di questa stagione?

“Gli aspetti positivi della stagione sono stati principalmente due: non essere mai stati invischiati in posizioni di classifica pericolose raggiungendo l’obiettivo con grande anticipo e la crescita di alcuni giocatori giovani abbinati all’elevato rendimento degli anziani. Questa è una grande soddisfazione personale quando ti senti dire che ogni giocatore pensa di aver reso al meglio e di aver avuto una crescita costante.”

 

  • Analizzando un po’ di dati possiamo dire che forse la poca capacità realizzativa è stato l’unico neo di questa stagione?

“È vero, siamo una delle squadre che ha segnato meno gol ma siamo anche una delle squadre con la miglior difesa (la terza). Considerando che si deve sfruttare al massimo le proprie caratteristiche penso che noi abbiamo fatto il nostro dovere lavorando per ottimizzare ciò che ci apparteneva e non avendo la presunzione di credersi forti in quelli che sono delle lacune. Credo che un giocatore sia forte quando conosce bene i propri pregi e i propri difetti e così una squadra. Quindi analizzerei la grande capacità difensiva e il fatto di non essere dipendenti da un giocatore.”

 

  • Parlando di futuro, Federico Mariotti il prossimo anno siederà nuovamente sulla panchina del Futsal Todi?

“Abbiamo appena finito la stagione e penso sia giusto prendersi qualche giorno per rilassarci senza pensare al prossimo anno..avremo tempo di parlarne dopo aver fatto le giuste valutazioni sulla stagione appena conclusa.”

 

La sua professionalità è dimostrata anche dal fatto che è stato confermato da comitato regionale umbro come selezionatore della rappresentativa giovanissimi che parteciperà al Torneo delle regioni in Puglia.

  • Una bella soddisfazione per lei?

“Sono alla seconda stagione sulla panchina dei giovanissimi, un’esperienza completamente diversa rispetto a una prima squadra ma altrettanto gratificante. Allenare i giovani significa per me fare un percorso di crescita soprattutto individuale mentre con i grandi non si può non parlare di collettivo. E se il comitato ritiene che la mia esperienza possa essere utile per i ragazzi e per il movimento non potrei mai dire di no..disponibilità totale al comitato e alle società che lavorano con i giovani con orientamento al futuro e non al presente.”

  • Com’è lo stato del movimento giovanile del futsal in Umbria?

“In Umbria il movimento futsal sta sviluppando in una direzione diversa da quella classica; infatti non ci sono solo settori giovanili di società di calcio a 5 ma siamo una delle poche regioni a farlo con molte scuole calcio che vedono nel futsal disciplina propedeutica al calcio. Sviluppo interessante e particolare purché venga fatto con preparazione da parte degli istruttori.”

  • Partecipate alla manifestazione con quale obiettivo?

“Obiettivo per il torneo delle regioni? Continuare a crescere sapendo che siamo indietro ma stiamo provando a chiudere il gap”

Nel raggruppamento siete stati inseriti con Marche, Molise e Toscana.

  • Quante possibilità ci sono di passare il turno?

“Obiettivo per il torneo delle regioni? Continuare a crescere sapendo che siamo indietro ma stiamo provando a chiudere il gap”

 

  • Futsalplayers ha organizzato un clinic il 28 Maggio ad Orvieto e ci piacerebbe molto avere l’onore che partecipasse uno dei migliori mister del panorama Umbro?

“Se ci sarà la possibilità parteciperò sicuramente al clinic; ritengo tali giornate costruttive per la crescita di qualsiasi tecnico purché ci sia confronto e spirito critico. E complimenti per il servizio che date al nostro movimento.”