L’ ACQUA E SAPONE E’ LA PRIMA FINALISTA PER LO SCUDETTO. BATTUTO IL REAL RIETI

La squadra di Tino Perez passa 4-1 al PalaMalfatti in gara-2 delle semifinali scudetto. Sarà quindi l’ Acqua&Sapone Unigross la prima finalista in attesa del derby veneto tra Luparense e Came Dosson. Gli abruzzesi sbloccano subito l’incontro, con una punizione di Edgar Bertoni. Il Rieti è fermato da Mammarella che devia in angolo una  conclusione da fuori di Sergio Romano. Poi sale in cattedra Joaozinho. Murilo in ripartenza colpisce un palo e dopo è Bocao con un morbido tocco sotto su Leandro Garcia Pereira in uscita a trovare la rete. Bellarte fa salire Leandro Garcia Pereira a metà campo, giocando 5 vs 4, ma l’Acqua e Sapone attuano una grande fase difensiva e un Mammarella para tutto fa terminare il primo tempo senza altri brividi. Nella ripresa stesso copione. Arriva la rete del 3-0 per gli abruzzesi con Jonas. Il Rieti non molla e continua a giocare. Caetano trova la rete del 3-1 , con il portiere ancora sopra la metà campo Bellarte tenta di riaprire la gara ma Mammarella è fenomenale e  svetta un’altra occasione del Real Rieti  con PaulinhoBellarte prova  anche con Paulinho e Schininà portiere di movimento, ma a 1’41” dalla fine Gabriel Lima realizza il 4-1 finale.L’Acqua&Sapone è  in finale scudetto.

REAL RIETI-ACQUA&SAPONE UNIGROSS 1-4 (0-2 p.t.)
REAL RIETI: Garcia Pereira, Paulinho, Joaozinho, Caetano, Rafinha, Esposito, Corsini, Schininà, Betao, Romano, Nicolodi, Lupinella. All. Bellarte

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Lima, Murilo, De Oliveira, Bertoni, Bordignon, Calderolli, Lukaian, Bocao, Coco, Jonas, Casassa. All. Perez

MARCATORI: 2’37” p.t. Bertoni (A), 8’45” Bocao (A), 2’15” s.t. Jonas (A), 3’57” Caetano (R), 18’19” Lima (A)

AMMONITI: De Oliveira (A), Joaozinho (R), Caetano (R)

SERIE A – PLAY OFF RIMONTA ACQUA E SAPONE, LA SQUADRA DI PEREZ E’ IN SEMIFINALE

L’Acqua&Sapone  sotto 3-0 al PalaFiera riesce a rimontare gli avversari del Pesaro grazie alla mossa di  Tino Perez che mette Coco portiere di movimento.

Partita tirata e piena di insidie da una parte e dall’altra, ma l’equilibrio si spezza dopo 8’ sul diagonale non irresistibile di Revert Cortes da sinistra, Mammarella, complice una deviazione, non riesce a trattenerla prima che entri in porta.Il Pesaro trova il raddoppio con un tiro improvviso di Stringari dopo 14’. Miraglia si salva due volte su De Oliveira e Murilo. Nel secondo tempo prodezza di Marcelinho dopo 3’: missile all’incrocio e tris dei pesaresi. Poi la carta giocata da Mr.Perez fa la differenza. Prima Lukaian apre le marcature abruzzesi, poi De Oliveira accorcia le distanze, infine la rete di Jonas che vale una rimonta completata.Semifinale con il Rieti di Bellarte.

ITALSERVICE PESARO-ACQUA&SAPONE UNIGROSS 3-3 (2-0 p.t.)
ITALSERVICE PESARO: Micoli, Cesaroni, Tonidandel, Stringari, Fortini, Tres, Francini, Curri, Revert, Marcelinho, Miraglia, Guennounna. All. Ramiro

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Lima, Bertoni, Murilo, De Olivera, Quilez, Bordignon, Lukaian, Bocao, Coco Wellington, Jonas, Casassa. All. Tino Perez

MARCATORI: 8’20” p.t. Revert (P), 13’31” Stringari (P), 3’55” s.t. Marcelinho (P), 6’14” Lukaian (A), 8′ De Oliveira (A), 15’01” Jonas (P)

L’ITALIA C’E’, NELLA PRIMA DELLE DUE AMICHEVOLI BATTUTA LA POLONIA 7 -0 A GENZANO

L’Italia c’è…… nella prima delle due  amichevoli in vista dell’Europeo, alPalaCesaroni di Genzano di Roma, gli Azzurri travolgono 7-0 la Polonia – che come la nazionale guidata da Roberto Menichelli parteciperà a Slovenia 2018.  Trascinati da almeno mille spettatori i ragazzi del Ct Roberto Menichelli partono con il seguente  quintetto: Mammarella tra i pali, poi Honorio, De Luca, Fusari e Murilo. L’Italia ha il pallino del gioco in mano e la Polonia prova a sorprendere gli Azzurri con la tattica del portiere di movimento. Sul finire del primo tempo, dopo una traversa colpita da Zastawnik, si scatena Calderolli e arriva il doppio vantaggio: il giocatore dell’Acqua&Sapone raccoglie due assist di De Oliveira e batte Kaluza, che fino a quel momento era stato impeccabile.

Nella ripresa il Ct cambia il portiere, con Miarelli che prende il posto di Mammarella. A metà tempo gli ospiti si caricano di falli, De Oliveira si fa parare un tiro libero, ma l’Italia è viva e trova ancora la via del gol. Stavolta è Lima a siglare il 3-0 sul terzo assist di De Oliveira, poi Baron – grazie al rimpallo su un tiro – fa 4-0 con la complicità di Zastawnik (che infila il pallone nella propria porta). Il pokerissimo lo realizza ancora Lima, che punisce il portiere dalla distanza, poi arriva il sigillo di Castagna. Il definitivo 7-0 finale arriva dal dischetto del tiro libero, con Merlim che batte il portiere avversario e fa impazzire di gioia tutto il PalaCesaroni.

Giovedì 25 il gruppo si sposta a Novigrad, con ultimo test il giorno successivo contro la Francia. Il 27 partenza per Lubiana, che precederà di 24 ore la consegna della lista ufficiale con i quattordici dell’Europeo. Il 1 febbraio l’esordio all’Arena Stozice contro la Serbia: l’avventura Euro 2018 sta entrando nel vivo…

ITALIA-POLONIA 7-0 (2-0 p.t.)
ITALIA: Mammarella, Honorio, De Luca, Fusari, Murilo,
 Ercolessi, Lima, De Oliveira, Merim, Fortini, Castagna, Baron, Calderolli, Miarelli. All. Menichelli
POLONIA: Kaluza, Zastawnik, Lutecki, Mikolajewicz, Poplawski, Kubik, Dewucki, Cyman, Gladczak, Mizgajski, Solecki, Kriezel, Wojciechowski, Widuch. All. Korczynski
MARCATORI: 17’03” p.t. Calderolli, 19’10” Calderolli, 12’06” s.t. Lima, 12’20” aut. Zastawnik, 14’50” Lima, 17’11” Castagna, 18’56” t.l. Merlim
AMMONITI: Mizgajski (P)
ESPULSO: al 10’38” s.t. Kubik (P) per proteste

Nazionale italiana di Futsal Stasera prima delle due amichevoli che precedono il Campionato Europeo di Futsal ITALIA – POLONIA

La Nazionale italiana di Futsal in raduno a Nemi (RM) in vista della fase finale del Campionato Europeo di Futsal in programma dal 30 gennaio al 10 febbraio a Lubiana (Slovenia), affronterà stasera al ‘PalaCesaroni’ di Genzano,  alle ore 19.00  in amichevole la Polonia, una delle altre 11 finaliste dell’Europeo al pari della Francia, avversaria dell’Italia nella seconda amichevole in programma venerdì 26 gennaio (ore 18) a Novigrad, in Croazia.

Domenica 28 gennaio Menichelli ufficializzerà la lista dei 14 convocati per l’Europeo, che vedrà gli Azzurri, inseriti nel Gruppo A, esordire giovedì 1° febbraio (ore 20.45) con la Serbia per poi vedersela sabato 3 febbraio (ore 20.45) con i padroni di casa della Slovenia. Si giocherà alla ‘Stozice Arena’ di Lubiana, l’impianto che ospiterà le 20 gare dell’Europeo che saranno trasmesse in esclusiva su Fox Sports (canale 204 di Sky).

Le prime due classificate dei quattro gironi si affronteranno poi nelle sfide ad eliminazione diretta dai quarti di finale alla finale, con gli Azzurri che sognano di conquistare il loro terzo successo continentale dopo i trionfi del 2003 a Caserta e del 2014 in Belgio.

Sempre presente nelle dieci edizioni dell’Europeo sin qui disputate, la Nazionale italiana ha collezionato anche un secondo posto (2007) e tre terzi posti (1999, 2005 e 2012) ed è la seconda nazionale europea più titolata dopo la Spagna, che ha alzato il trofeo in sette occasioni ed è campione in carica in virtù del successo con la Russia nella finalissima del febbraio 2016 a Belgrado.

 

I CONVOCATI

Portieri: Michele Miarelli (Luparense), Francesco Molitierno (Kaos Reggio Emilia), Stefano Mammarella (Acqua&Sapone)
Giocatori di movimento: Nicolò Baron (Feldi Eboli), Humberto Honorio (Luparense), Massimo De Luca (Napoli), Cristiano Fusari (Kaos Reggio Emilia), Mauro Castagna (IC Futsal), Giacomo Azzoni (Venezia Mestre), Marco Ercolessi (Pescara), Sergio Romano (Real Rieti), Paolo Cesaroni (Pesarofano), Giuliano Fortini (Pesarofano), Fabricio Calderolli (Acqua&Sapone), Julio De Oliveira (Acqua&Sapone), Gabriel Lima (Acqua&Sapone), Juliao Murilo Ferreira (Acqua&Sapone), Alex Merlim Da Silva (Sporting Lisbona).

LO STAFF

Capo delegazione: Andrea Montemurro; Tecnico: Roberto Menichelli; Assistente tecnico: Carmine Tarantino; Segretario: Fabrizio Del Principe; Preparatore atletico: Valerio Viero; Preparatore dei portieri: Mauro Ceteroni; Video analista: Davide Marfella; Medici: Nicola Pucci e Andrea Gattelli; Fisioterapisti: Francesco Marcellino, Vittorio Lo Senno, Diego Falanga.

UEFA FUTSAL EURO 2018

Gruppo A: Slovenia, Serbia, ITALIA
Gruppo B: Russia, Kazakistan, Polonia
Gruppo C: Portogallo, Ucraina, Romania
Gruppo D: Spagna, Azerbaigian, Francia

*si qualificano ai quarti di finale le prime due classificate di ciascun gruppo

IL CALENDARIO DEGLI AZZURRI

1° febbraio: ITALIA-Serbia (ore 20.45)
3 febbraio: ITALIA-Slovenia (ore 20.45)
5/6 febbraio: quarti di finale
8 febbraio: semifinali
10 febbraio: finali

SERIE A : LA FINALE SARA’ PESCARA – LUPARENSE. OTTAVA FINALE SCUDETTO PER BERTONI

E’ stata la finale di Coppa Italia e sarà anche la finale scudetto. Pescara e Luparense la spuntano in gara-3, aggiudicandosi il diritto di accedere all’ultimo atto della stagione di SerieA. Il Pescara ha vinto il match contro la Lollo Caffè Napoli, battendo 5-2 e raggiungendo la sua seconda finale scudetto in tre anni. La Luparense, ancora priva di Bertoni (per lui sarà l’ottava finale scudetto di fila ), invece, ha pareggiato ai tempi supplementari contro l’Acqua&Sapone. Il 5-5 premia la squadra di Marin, che va in finale per il miglior piazzamento in regular season. Pescara e Luparense accedono direttamente alla prossima edizione della Uefa Futsal Cup.

Il Napoli inizia con il portiere di movimento e la squadra di Cipolla passa in vantaggio con il sinistro di De Bail, liberato alla conclusione da una super finta di Fornari. Il Pescara non molla e il Napoli esaurisce il bonus falli: a pochi minuti dalla fine del primo tempo è Borruto a raddrizzare il match, sfruttando una respinta difettosa di Garcia Pereira su un tiro-cross di Rosa. Poco dopo Morgado sfiora il sorpasso, colpendo una clamorosa traversa. Il primo tempo finisce 1-1, ma Borruto morde ancora in apertura di ripresa, firmando il 2-1 su assist di Rosa. Cipolla inserisce il portiere di movimento, ma incassa il 3-1 di Duarte, che segna dalla sua porta. La Lollo Caffè molla e Fornari viene espulso per un fallo su Borruto. Poco dopo Morgado firma il 4-1, mettendo il mattone definitivo sulla finale. De Bail colpisce il palo, ma è il preludio al gol del 5-1, firmato ancora da Duarte. Inutile il gol del 2-5 di Andrè Ferreira.

PESCARA-LOLLO CAFFE’ NAPOLI 5-2 (1-1 p.t.)
PESCARA
: Capuozzo, Leggiero, Caputo, Rosa, Morgado, Ghiotti, Tenderini, Duarte, Cuzzolino, Azzoni, Borruto, Pietrangelo. All. Colini

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Andrè, De Bail, Pedotti, Fornari, Davì, Avolio, Botta, Milucci, De Luca, Manfroi, Pasculli, Garcia Pereira. All. Cipolla

MARCATORI: 8’08” p.t. De Bail (N), 17’19” Borruto (P), 00’58” s.t. Borruto (P), 4’55” Duarte (P), 7’13” Morgado (P), 14’50” Duarte (P), 16’14” André (P)

AMMONITI: De Bail (N), Borruto (P)

ESPULSI: al 6’35” s.t. Fornari (N) per comportamento non regolamentare

L’Acqua&Sapone è molto aggressiva all’inizio del match e esaurisce immediatamente il bonus falli. Ramon centra il palo, ma Taborda gira in porta con un super sinistro, per l’1-0 della Luparense. Ricci corre subito ai ripari e inserisce Jonas come portiere di movimento. La mossa è azzeccata (anche se non è un atteggiamento costante). Murilo strappa la sfera a Ramon e mette in porta per l’1-1. I veneti prendono in mano il gioco, ma Casassa para tutto. A 44’’ dal termine del primo tempo ci pensa Foglia, che piazza un diagonale mancino alle spalle del portiere. Poco dopo Lukaian sbaglia da pochi passi e la prima frazione finisce così. All’inizio della ripresa è altissima la pressione abruzzese. Ci provano Lukaian e Lima, ma Miarelli risponde. Dall’altra parte ci provano Taborda e Coco (in campo aperto), ma non trovano la porta. Taborda rischia di far esplodere il PalaLupi e va vicino al gol dopo un tiro dalla sua area. Ma il meglio deve ancora venire: a 17’’ dalla fine Tobe mette nella sua porta un tiro-cross di Jonas. Si va ai supplementari, dove De Oliveira porta subito in vantaggio l’A&S. Mancuso si mette la casacca del portiere di movimento e fa 3-3. De Oliveira viene espulso per somma di ammonizioni, Ramon sciupa un tiro libero. Succede qualsiasi cosa, con la Luparense che non sfrutta la superiorità numerica, ma punge con Mancuso e Taborda. Sul 5-3 la finale sembra scritta, ma Lima segna una doppietta in pochi secondi, ammutolendo il PalaLupi. La Luparense resiste in ogni modo possibile e raggiunge il traguardo.

LUPARENSE-ACQUA&SAPONE UNIGROSS 5-5 d.t.s. (3-3 p.t.s., 2-2 al 40′, 2-1 p.t.)
LUPARENSE
: Miarelli, Tobe, Taborda, Honorio, Mancuso, Khouc, Moufaddal, Lara, Ramon, Foglia, Coco, Morassi. All. Marin

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Casassa, Murilo, Jonas, Lima, De Oliveira, Zanella, Lukaian, Ruiz, Bordignon, Romano, Rocha, Mammarella. All. Ricci

MARCATORI: 8’18” p.t. Taborda (L), 13’10” Murilo (A), 19’16” Foglia (L), 19’43” s.t. aut. Tobe (L), 2’38” p.t.s. De Oliveira (A), 3’05” e 2’10” s.t.s. Mancuso (L), 3’11” Taborda (L), 3’27” Lima (A)

AMMONITI: De Oliveira (A), Jonas (A), Ramon (L), Lima (A), Mancuso (L), Lukaian (A), Taborda (L)

NOTE: al 4’02” p.t.s. Ramon (L) calcia un tiro libero sul palo

ESPULSI: al 3’45” p.t.s. De Oliveira (A) per somma di ammonizioni

 


FINALE (1-7-9-ev.14-ev. 16 giugno, gara-1, gara-4 e gara-5 in casa della meglio piazzata)

gara-1 PESCARA-LUPARENSE, giovedì 1 giugno, ore 20.30 (diretta Fox Sports)

gara-2 LUPARENSE-PESCARA, mercoledì 7 giugno, ore 20.30 (diretta Fox Sports)

gara-3 LUPARENSE-PESCARA, venerdì 9 giugno, ore 20.30 (diretta Fox Sports)

ev. gara-4 PESCARA-LUPARENSE, mercoledì 14 giugno, ore 20.30 (diretta Fox Sports)

ev. gara-5 PESCARA-LUPARENSE, venerdì 16 giugno, ore 20.30 (diretta Fox Sports)

SPETTACOLO PLAY OFF: ai quarti solo la LUPARENSE, le altre tutte a gara3

Emozioni a non finire nelle gare di ritorno dei Play off.

Tre gare su quattro dei quarti di finale del campionato di Serie A di calcio a 5 andranno allo spareggio che si giocherà sabato sera.

Su tutte brilla la stella di Piero Basile e la sua Axed Group Latina che al Pala Rigopiano di Pescara batte gli uomini di Colini.

I nerazzurri battono 2-1 i vincitori della regular season, grazie a una splendida prestazione.

Una vittoria che alla vigilia sembrava impossibile e invece i pontini hanno realizzato con pieno merito.

Partita noiosa nel primo tempo data anche dal fatto che il Latina gioca dal primo minuto con il portiere di movimento. Nella ripresa il gioco è più vivace e la gara viene sbloccata da Battistoni, ma dopo un minuto il Pescara trova il pareggio con Morgado. Il giocatore pescarese è croce e delizia della serata perché poco dopo si fa espellere cambiando le sorti del match.

A circa due minuti dal termine infatti il Latina trova il goal del vantaggio su autogoal di Salas che porta la serie a gara 3

Finisce in parità la gara fra Lollo Caffè Napoli e Ma Group Imola.

Partita bellissima e piena di emozioni con il Napoli avanti di due goal nei primi otto minuti di gara con le reti di Crema, De Luca. L’ Imola riesce ad accorciare le distanze con Jelavic, ma la squadra di Cipolla si riporta sul doppio vantaggio con la rete di Fornari che chiude il primo tempo sul 3-1.

Nella ripresa è ancora Fornari ad andare in goal portando i partenopei in vantaggio addirittura di tre goal.

Quando la gara sembrava archiviata gli uomini di Vanni Pedrini invece compievano l’impresa rimontando e passando in vantaggio con le reti di Revert Cortes, Napoletano, Jelavic e Castagna.

Ad un minuto dal termine e a salvare la Lollo Caffè Napoli ci pensa il solito Crema che bissa il  pareggio dell’andata e porta la serie a gara 3.

Vince l’Acqua&Sapone Unigross che batte 2-0 la Cioli Cogianco e porta anche qui la sfida alla gara decisiva. I goal sono stati realizzati da Lima e Jonas nel primo tempo

L’ultima gara invece decreta il passaggio del turno della Luparense che batte il Kaos per 6-4 rischiando un po dopo aver concluso il primo tempo sul 4-1 con reti di Mancuso, Bertoni e Honorio e l’autogoal di Titon alle quali ha risposto solo la rete di Saad. Nella ripresa invece il kaos impensieriva a più riprese la Luparense ma la doppietta di Mancuso (tre reti totali nel match) fermavano le velleità della squadra di Andrejic che era andata a segno con la doppietta di Fernandao e la rete di Ercolessi.

 

Questi i tabellini dei match:

LUPARENSE-KAOS FUTSAL 6-4 (3-1 p.t.)

LUPARENSE: Morassi, Taborda, Honorio, Bertoni, Mancuso, Kovacevic, Tobe, Lara, Coco, Brandi, Khouc, Miarelli. All. Marin

KAOS FUTSAL: Putano, Saad, Tuli, Ercolessi, Fernandao, Nora, Schininà, Titon, Salas, Di Guida, Peric, Timm. All. Andrejic

MARCATORI: 2’14’’ p.t. Mancuso (L), 2’55’’ Saad (K), 13’18’’ Bertoni (L), 18’55’’ aut. Titon (K), 0’57’’ s.t. Honorio (L), 2’28’’ Ercolessi (K), 13’05’’ Fernandao (K), 15’29’’ Mancuso (L), 17’47’’ Fernandao (K), 19’51’’ Mancuso (L)

 

PESCARA-AXED GROUP LATINA 1-2 (0-0 p.t.)

PESCARA: Capuozzo, Salas, Morgado, Rosa, Duarte, Leggiero, Tenderini, Cuzzolino, Azzoni, Borruto, Chimanguinho, Pietrangelo. All. Colini

AXED GROUP LATINA: Chinchio, Corso, Battistoni, Avellino, Maina, Simeone, Di Rita, Pica Pau, Terenzi, Amoedo, Landucci. All. Basile

MARCATORI: 5’21’’ s.t. Battistoni (L), 6’07’’ Morgado (P), 18’16’’ aut. Salas (P)

AMMONITI: Morgado (P)

 

ACQUA&SAPONE UNIGROSS-CIOLI COGIANCO 2-0 (2-0 p.t.)

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Ruiz, Lima, De Oliveira, Jonas, Bordignon, Romano, Rocchigiani, Murilo, Zanella, Lukaian, Casassa. All. Ricci

CIOLI COGIANCO: Molitierno, Fusari, Mazoni, Paulinho, Fits, Ippoliti, Vinicius, Brizzi, Vizonan, Raubo, Pol Pacheco, Basile. All. Juanlu

MARCATORI: 3’04’’ p.t. Lima (A), 13’10’’ rig. Jonas (A)

 

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-MA GROUP IMOLA 5-5 (3-1 p.t.)

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Garcia Pereira, Bocao, De Luca, Manfroi, Fornari, Botta, Milucci, De Bail, Andrè, Crema, Molaro, Pasculli. All. Cipolla

MA GROUP IMOLA: Juninho, Jelavic, Revert Cortes, Marcio Borges, Castagna, Matteuzzi, Fabinho, Napoletano, Trerè, Tedesco. All. Pedrini

MARCATORI: 4’04’’ p.t. Crema (N), 8’54’’ De Luca (N), 11’20’’ Jelavic (I), 13’43’’ Fornari (N), 2’39’’ s.t. Fornari (N), 4’33’’ Revert Cortes (I), 6’20’’ Napoletano (I), 16’20’’ Jelavic (I), 18’23’’ Castagna (I), 18’48’’ Crema (N)

WINTER CUP: STASERA FINALE ABRUZZESE, RICCI SFIDA COLINI. LUPARENSE E NAPOLI CEDONO IN SEMIFINALE

Va all’ACQUA&SAPONE la prima semifinale di Winter Cup. Al Palacercola, la squadra di Antonio Ricci conferma lo straordinario momento di forma e raggiunge la Finale con una grande  vittoria sulla Luparense: nella prima partita trasmessa dalle telecamere di Fox Sports, gli abruzzesi vincono con un perentorio 6-1 e volano in finale. Doppiette per Murilo e De Oliveira, a segno anche Lukaian e Jonas per gli abruzzesi. Di Foglia su tiro libero il goal della bandiera di una Luparense giù di tono.

Il PESCARA di Colini risponde presente ai pronostici e approda in finale. In una finale tutta Abruzzese alle 18.30 (diretta Fox Sports, canale 204 di Sky). Bella partita molto equilibrata, nella quale Fornari aveva ristabilito la parità dopo che su punizione di Duarte e  rigore di Cuzzolino la squadra pescarese aveva trovato il doppio vantaggio. In apertura di ripresa dopo il gol di Borruto, il Napoli subisce anche  l’infortunio di Crema e l’espulsione di Manfroi. Finisce 4-3 per gli abruzzesi, che nel derby si giocheranno la Winter Cup, dopo aver già vinto la Supercoppa a novembre.

 

ACQUA&SAPONE UNIGROSS-LUPARENSE 6-1 (1-0 p.t.)
ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Casassa, Lima, De Oliveira, Bordignon, Jonas, Romano, Rocchigiani, Murilo, Lukaian, Ruiz, Canabarro, Mammarella. All. Ricci

LUPARENSE: Miarelli, Honorio, Brandi, Taborda, Bertoni, Tobe, Duric, Lara, Foglia, Khouc, Coco, Morassi. All. Marin

MARCATORI: 16’24” p.t. Murilo (A); 00’41” s.t. Lukaian (A), 4’06” De Oliveira (A), 6’51” Jonas (A), 14’01” De Oliveira (A), 16’50” t.l. Foglia (L), 17’38” Murilo (A)

AMMONITI: De Oliveira (A), Bertoni (L), Lara (L), Tobe (L), Casassa (A)

ESPULSI: al 6’27” s.t. Bertoni (L) per somma di ammonizioni

 

PESCARA-LOLLO CAFFE’ NAPOLI 4-3 (2-2 p.t.)
PESCARA: Capuozzo, Duarte, Canal, Rosa, Cuzzolino, Pulvirenti, Leggiero, Ghiotti, Borruto, Chimanguinho, Azzoni, Pietrangelo. All. Colini

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Garcia Pereira, Manfroi, Bocao, André, Crema, Davì, Botta, Milucci, De Luca, Fornari, Molaro, Pasculli. All. Cipolla

MARCATORI: 3’21” p.t. Duarte (P), 9’22” Cuzzolino (P) su rig., 14’15” e 18’57” t.l. Fornari (N), 1’42” s.t. Borruto (P), 13’49” Chimanguinho (P), 17’26” André (N)

AMMONITI: Borruto (P), Bocao (N), Manfroi (N), Fornari (N), Duarte (N), Rosa (P)

ESPULSI: al 12’34” del s.t. Manfroi (N) per somma di ammonizioni

ANCORA ITALIA A VILLORBA – MURILO MATCH WINNER. ERCOLESSI RECORD MAN. APPUNTAMENTO AD APRILE PER EURO 2018

A Villorba, la Nazionale italiana  trova il secondo successo consecutivo  contro la  Serbia. Murilo è il match winner, con un gol nei minuti finali per  il 4-3 finale.Finisce così la serie di amichevoli della Nazionale, che tornerà in campo ad aprile, nel Main Round di qualificazione a Euro 2018, dove affronterà Bielorussia, Olanda e Georgia.

 

Menichelli tiene a riposo Molitierno. Gioca Chinchio. L Italia sblocca la gara con De Oliveira , con un ottimo inserimento su palla inattiva. Manoel Crema raddoppia . La Serbia non molla e segna il primo gol delle due partite con Kocic, che batte Chinchio dopo un ottimo assolo. L’Italia  trova subito il  3-1, con Lima che mette il pollice in bocca per salutare la nascita della sua secondogenita. L’arbitro concede un rigore per un fallo di Murilo in area. Trasforma Kocic. Arriva prima del suono della sirena anche il 3-3, segnato da Stojkovic sugli sviluppi di una palla inattiva. Nella ripresa l’Italia comincia ad attaccare fortemente  la  difesa serba. Nel giro di pochi secondi, prendono il palo Mentasti e Crema, mentre la Serbia fatica a uscire dal guscio. Ci provano tutti: da Manfroi a Lima, passando per Murilo. Nei minuti finali  l’Italia passa in vantaggio. Il rasoterra mancino di Murilo spiazza Momcilovic e fa esplodere il PalaTeatro di Villorba.

Ultima nota di merito per Marco Ercolessi  che è arrivato a 113 presenze con la Nazionale azzurra e ha agganciato il record assoluto di Grana.

 

ITALIA-SERBIA 4-3 
ITALIA: Chinchio, Mentasti, Lima, Crema, De Oliveira, Ercolessi, Boaventura, Castagna, Cesaroni, Fortini, Manfroi, Merlim, Murilo, Micoli. Ct. Menichelli

SERBIA: Momčilović, Perić, Kocić, Simić, Rajcević, Ramić, Rakić, Milosavać, Matijević, Stanković, Tomić, Lazarević, Filipović, Stojković. Ct. Ivancić

MARCATORI: 2’05” p.t. De Oliveira (I), 12’21” Crema (I), 12’31” Kocić (S), 14’10” Lima (I), 15’15” rig. Kocić (S), 19’32” Stojković (S), 17’16” s.t. Murilo (I)

 

AD ARZIGNANO E UNA BELLITALIA – 3 a 0 alla CROAZIA. Oggi si replica a Villorba

Le due sconfitte in trasferta  contro la Croazia hanno suscitato un po di delusione ma anche una reazione di orgoglio  sul campo, battendo 3-0 la Serbia di fronte agli oltre 1000 spettatori del PalaTezze di Arzignano. Accade  tutto nel primo tempo,  doppietta di De Oliveira e il gran goal dalla distanza di Merlim. Nella ripresa  il forcing finale serbo con il portiere di movimento rimane sterile. Oggi si replica al PalaTeatro di Villorba (ore 19.30, sempre diretta streaming). In campo inizia bene la Serbia, pericolosa con Kocić e Perić. Il vantaggio italiano  arriva al 6′ su rimessa laterale battuta da Bordignon, che libera De Oliveira tutto solo in area davanti al portiere, pallonetto e 1-0. Il raddoppio nasce da Lima che  taglia tutto il campo con un passaggio per Boaventura, che approfitta dell’uscita del portiere croato , lo supera e serve una palla al bacio a De Oliveira, che appoggia facilmente in rete per  la doppietta personale. Il 3-0 lo realizza Merlim che con un destro fulmineo che manda i suoi al riposo sul triplo vantaggio. Nella ripresa  l Italia  si fa vedere dalle parti Croate  con un calcio di punizione che porta al tiro Manfroi. Poco più tardi ci prova Castagna . Il risultato non si sblocca e a 3′ dalla fine la Serbia inserisce Kocić portiere di movimento. Ma l attacco croato è sterile.

 

ITALIA-SERBIA 3-0 
ITALIA: Molitierno, Ercolessi, Lima, Boaventura, Castagna, Bordignon, De Oliveira, Fusari, Manfroi, Merlim, Murilo, Schininà, Terenzi, Chinchio. Ct. Menichelli

SERBIA: Momčilović, Perić, Kocić, Simić, Rajcević, Ramić, Rakić, Milosavać, Matijević, Stanković, Tomić, Lazarević, Filipović, Stojković. Ct. Ivancić

MARCATORI: 5’30” p.t. De Oliveira, 9’56” De Oliveira, 15’07” Merlim