L’HORNETS vince in rimonta a Cagliari e si regala un Natale da CAPOLISTA. Il T.M. Bonanni: “Vittoria che ci rende più forti caratterialmente….siamo primi ma dobbiamo giocare senza la pressione della classifica”

MEDITERRANEA CAGLIARI: Ferraro, Tronci, Casu, Sanna, Pireddu, Aramu, Arrais, Rufine, Rafinha, Fois, Lai, Fringau. Mr. Rufine

SPORTING HORNETS: Apollonio, Troiano, Pochesci, Filipponi, Ottaviani, Di Gregorio, Stoccada, De Vincenzo, Ramazio, Armellini. Mr. Medici

Marcatori: 2 Fois, Arrais, Rafinha(MED) / 2 De Vincenzo, Armellini, Filipponi, Ramazio

Trasferta vincente per i gialloneri di Alessio Medici che dimostrano di saper soffrire e superano il Mediterranea dopo essersi trovati sotto per 3 – 1.

Tutto poteva far pensare ad una gara agevole per i romani contro il fanalino di coda del girone E di serie B. E nei primi minuti i gialloneri provano a dettare legge cercando subito la via del goal. Ma i cagliaritani sono ben disposti in campo e con una pressione alta provano a dar fastidio agli ospiti. La rete del vantaggio dell’Hornets arriva da un ottimo assist di Troiano che imbecca Filipponi pronto a realizzare. La squadra di casa si ricarica e trascinati da Rafinha e Rufine cercano di rientrare in partita visto anche l’importanza di conquistare punti per centrare la salvezza. Prima del pareggio è ancora Filipponi a tu per tu col portiere ad avere la palla per il doppio vantaggio ma la sciupa. Su una ripartenza ben lavorata arriva il pareggio di Fois. Sull’ 1-1 gli ospiti hanno da recriminare sulle scelte arbitrali che negano un doppio giallo e annullano un gol regolare a favore dell’Hornets. Da quel momento i gialloneri non riescono più ad organizzarsi e si innervosiscono. Deve pensarci Apollonio a rimediare con due interventi decisivi. Il primo tempo finisce con un paio di occasioni dalla distanza di Stoccada sempre neutralizzato dal portiere Ferraro. La ripresa inizia con i cagliaritani pronti a giocarsi il tutto per tutto per provare a vincere e ne approfittano di qualche errore di troppo dei gialloneri, privi del Capitano Mirko Medici rimasto a Roma per un infortunio. Su un capovolgimento di fronte Casu imbecca Fois che trova il vantaggio superando Apollonio. Sale in cattedra il portiere Ferraro che con diversi interventi nega la rete del pareggio prima a Filipponi poi a Ramazio e De Vincenzo. La svolta sta nel doppio giallo a Di Gregorio punito troppo severamente dall’arbitro che costringe i gialloneri a giocare in inferiorità numerica. Mediterranea che sfrutta bene questa possibilità e trova la rete del 3-1 con Arrais. I romani sembrano in difficoltà per qualche minuto e fanno fatica a ritrovare il filo del gioco. Mr.Medici, che segue la squadra dalla tribuna per squalifica, decide di inserire il portiere di movimento. La squadra ha già dimostrato durante la stagione di saper sfruttare questa opportunità. L’Hornets inizia a costruire occasioni su occasioni ma De Vincenzo, Ramazio e Armellini sono costretti ad impattare su un super Ferraro. Non mollano i gialloneri che trovano con Ramazio la rete del 3-2 a otto minuti dal termine. I padroni di casa iniziano a soffrire troppo la superiorità dei gialloneri. E’ il solito Armellini, capocannoniere giallonero, a sfruttare un errore difensivo dei rossoblu e trovare il 3-3. Da quel momento c’è solo una squadra in campo, lo Sporting Hornets. I ragazzi sono ormai convinti di poter vincere la gara e si insiste con il portiere di movimento. Sale in cattedra Enzo De Vincenzo, prima trasforma il calcio di rigore pesantissimo che porta in vantaggio i gialloneri. Poi poco dopo trova la rete del 5-3 che sembra definitivamente mettere fine alla gara, la Mediterranea trova il 5- 4 a poco più di un minuto dalla fine ma i gialloneri ben organizzati non soffrono più e con una grande rimonta e portano a casa tre punti fondamentali che legati agli altri risultati della giornata regalano la momentanea vetta della classifica alla formazione di Medici.

Nelle parole del Team Manager Alessio Bonanni le sensazioni del dopo gara

“E’ stata una partita difficile, forse più del previsto, ma la squadra ha dimostrato di poter superare anche situazioni difficili, questo non può che rafforzarci soprattutto in una settimana complicata come quella che abbiamo vissuto. Eravamo privi anche del nostro Capitano e non è mai facile affrontare avversari che devono necessariamente fare punti. Usciamo più forti dal punto di vista caratteriale. La società è contenta e al di la della posizione di classifica festeggeremo un buon natale, augurandoci che la situazione possa migliorare per tutti. Ai ragazzi posso solo consigliare di sfruttare il fatto che la società non ha l’obbligo di dover vincere il campionato e in tal senso personalmente credo che ci siano almeno un paio di squadre più pronte ma proprio per questo possiamo scendere ogni sabato in campo senza alcuna pressione e fare il nostro gioco provando a fare nostre le partite. Personalmente mi rende felice il fatto di essere ancora imbattuti dopo otto gare giocate. Alla fine tireremo le somme. Il gruppo squadra è trascinata da un leader come Mister Medici, e fa bene a lavorare per volerle vincere tutte.”

LO SPORTING HORNETS C’E’ – Fortemente voluta la vittoria da Mister Medici che gioca spesso la carta del portiere di movimento. IL JOLLY TROIANO: “Ci siamo sbloccati, volevamo tanto riscattarci, sono felice per l’assist”

SP. HORNETS – VELLETRI C5 4 – 2

SPORTING HORNETS: Apollonio, Troiano, Filipponi, Pezzin, Medici M., De Vincenzo, Armellini, Pochesci, Ottaviani, Serratore, Medici C., Santangelo. ALL. Medici A.

VELLETRI C5: Donazzolo, Acchioni, Mattozzi, Proja, Leoni, Cedroni, Cascapera, Kaci, Bongianni, Maggiore, Montagna Maicol., Montagna Manolo

Marcatori: Pezzin, Filipponi, Armellini, De Vincenzo (SPORTING HORNETS) Montagna Maicol, Proja (VELLETRI C5)

Le diverse assenze, alla quale si va ad aggiungere all’ultimo minuto quella di Di Gregorio che si infortuna durante il riscaldamento, mettono alle strette Mister Medici che non può avvalersi di troppe scelte. I pochissimi cambi a disposizione costringono il Mister a dover gettare nella mischia anche Mirko Medici che sta finendo la fase di recupero dopo un brutto infortunio avuto durante la preparazione. Gli Hornets provano a far prevalere il proprio gioco fin dalle prime battute ma la squadra rischia di ricadere nell’errore della prima gara casalinga e farsi vincere dalla troppa voglia di fare e dalla tensione nervosa. Dall’altro canto i velletrani comandati in campo dall’ottimo Montagna attendono ordinati gli avversari poco più su del tiro libero rischiando forse troppo poco. Il primo tempo scorre con qualche occasione poco sfruttata dei padroni di casa che solo dopo essersi trovati sotto hanno una reazione positiva e il funambolo Pezzin trova la rete del pari. Medici prova a giocare per diversi minuti col portiere di movimento senza però trovare la via dl goal.

Nella ripresa la trama è la stessa ma i ragazzi di casa sembrano meno contratti e impongono una supremazia territoriale costringendo gli avversari a chiudersi. Tarda però la via del goal dopo aver sprecato due occasioni importanti con Filipponi e Medici e gli ospiti proprio mentre la squadra di casa cerca il goal col portiere di movimento trovano il vantaggio. La squadra di casa non si abbatte e continua a giocare cercando la rete e accrescendo il proprio gioco spingendo sull’acceleratore. Soprattutto insistendo con il 5 uomo di movimento, Troiano, che crea diverse palle pericolose non sempre sfruttate al meglio. Arriva il pareggio che taglia definitivamente le gambe ad un Velletri ormai stanco e messo alle corde. Negli ultimi minuti infatti gli ospiti devono arrendersi ai padroni di casa che non sono sazi del pareggio agguantato con Filipponi e incoraggiati moralmente da Medici insistono col portiere di movimento e trovano la rete del vantaggio con Armellini servito da De Vincenzo.

Nell’ultimo giro di orologio arriva anche la rete del 4 – 2 con De Vincenzo furbo a rubare un pallone a pochi passi dalla porta. Assolutamente da evidenziare una parata prodigiosa di Apollonio sul risultato di 2 – 2 che avrebbe messo psicologicamente in grande difficoltà i gialloneri che invece ottengono la prima vittoria in B e dimostrano col pareggio di inizio stagione di poter fare un campionato importante.

A fine gara le parole di uno tra i migliori in campo LORENZO TROIANO “Ad inizio gara eravamo contratti e lenti nel far girar palla…pian piano abbiamo trovato fiducia in noi stessi e ci siamo sbloccati. Avevamo tanta voglia di riscattarci perché sappiamo quanto valiamo. Dobbiamo ancora lavorare tanto e giocare sulle nostre caratteristiche senza adeguarci all’avversario. Sono soddisfatto della mia prestazione, non ho mai timore di essere buttato dentro dal mister e mi faccio trovare pronto quando mi chiama in causa. Sono felice di aver fatto fare goal e di essere stato utile per la vittoria. Ma mi importa di più della prestazione della squadra che della mia. Personalmente devo continuare a lavorare acquisendo dai grandi esperienza e continuità”

SPORTING HORNETS – ANDREA RIDENTI suona la carica per la trasferta di Colleferro: “Sempre in campo per i tre punti”

Il pari al debutto contro lo United Pomezia lascia un po l’amaro in bocca ai ragazzi dello Sporting Hornets. Forse l’emotività e la lunga attesa hanno giocato un brutto scherzo ale api giallonere di Mister Medici che non vogliono perdere la seconda occasione domani a Colleferro di centrare la prima vittoria in B. Attraverso le parole di uno dei protagonisti gialloneri Andrea Ridenti analizziamo la vigilia di Colleferro – Hornets.

Buongiorno Andrea, sei stato tra i migliori sabato nel pareggio interno che ha segnato il debutto nel campionato nazionale per gli Hornets……come giudichi questo punto…un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?

RIDENTI: “Sono molto contento che mi abbiate giudicato come uno dei migliori sabato, anche se posso dare tantissimo di più. Per quanto riguarda il risultato si poteva fare meglio perché stavamo in casa e volevamo e dovevamo vincerla l’abbiamo un po sentita emotivamente e devo fare i complimenti anche alla squadra avversaria .. era la prima partita ci può stare ma noi  siamo già concentrati per sabato.”

Che gara vi aspetta a Colleferro contro la Forte?

RIDENTI: “A Colleferro sarà una gara difficile anche perché loro vengono da un buon 2-2 con la Cioli ma noi siamo l’Hornets e scendiamo in campo ogni sabato per portare a casa i tre punti.”

Sei arrivato a pochi giorni dall’inizio di questo campionato. Com’è il primo approccio che hai avuto con Mister e squadra?

RIDENTI: “Per quanto riguarda mister Medici mi sta dando massima disponibilità e sta credendo molto in me cosa che mi carica e mi fa stare bene. Sto capendo il suo gioco e spero di portare sul campo in pieno quello che richiede. I compagni ormai anche se sto da soli 10 giorni con loro lì reputo come dei miei fratelli e mi stanno aiutando anche loro ad inserirmi. Siamo una famiglia e andiamo dritti verso un solo obiettivo.”

SPORTING HORNETS – Mr.ALESSIO MEDICI è carico per il debutto e sprona i suoi : “Soddisfatto fin qua, ma possiamo e dobbiamo dare ancora di più. Sabato vedrete una squadra lottare su ogni pallone”

Poco più di 48 ore dividono la squadra dal suo primo storico giorno in serie B. L’Hornets ospiterà lo United Pomezia e Mister Medici carica i suoi ragazzi in vista di una gara difficile sia dal punto di vista tecnico che emotivo. Dopo quasi 2 mesi di lavoro i ragazzi hanno gran voglia di esprimersi sul campo e far valere il lavoro fin qua svolto. Soddisfatto si, ma sicuro che si possa dare ancora di più, ecco le parole di mister Alessio Medici…..

Buongiorno Mister, vigilia della prima gara ufficiale della stagione. La squadra ha lavorato per un mese e mezzo circa svolgendo delle amichevoli positivo dal punto di vista dei risultati con squadre di categoria anche superiori alla vostra….Come ha risposto la squadra alle sue richieste tecnico tattiche e Se é soddisfatto del lavoro svolto fin qua dai suoi ragazzi?

MR.MEDICI: “Innanzitutto sono molto soddisfatto di come hanno risposto alle mie richieste,a partire dal fatto che siamo stati la prima squadra ad iniziare la preparazione. Per quanto riguarda i risultati delle amichevoli sopratutto con squadre di categorie superiori,sono felice per le risposte date sul campo,senza stare troppo a guardare i risultati,perché le amichevoli sono pur sempre amichevoli e quindi va benissimo vincere ma lasciano il tempo che trovano. Quindi molto soddisfatto ma so che possiamo fare molto di più siamo ancora all’inizio.”

Dal punto di vista psicologico e dal punto di vista fisico come arriva la sua squadra a questo primo appuntamento?

MR.MEDICI: “Sotto il punto di vista psicologico è un bel punto interrogativo,siamo alla ripresa di una gara ufficiale dopo 8 mesi e quindi c’è tantissima voglia di riprende ma sarà una bella incognita,ma non nascondo che i ragazzi sono carichi per tutto il precampionato che ha lasciato di sicuro buone sensazioni. A livello fisico io non mi accontento mai, la squadra sta bene e la vedo molto pimpante ma come al solito io sono sicuro che possiamo ancora migliorare.”

La società ha fatto diversi sacrifici per arrivare a consegnarle una squadra competitiva….ad oggi dove può arrivare questa squadra?

MR.MEDICI: “La società ha fatto un ottimo lavoro nell’allestimento della squadra, mi ha accontentato su tutto, difficilmente avremmo potuto fare di più, sono molto felice per la rosa che ho a disposizione.nDove possiamo arrivare? non mi pongo obiettivi, ma allo stesso tempo non mi pongo limiti, io alle mie squadre chiedo solo di seguirmi, e di fidarsi di me al 100 %, perché io farò altrettanto,e allora ci possiamo togliere soddisfazioni.”

Quali sono le caratteristiche umane e tecniche che ha cercato di trasmettere in questa prima parte di stagione…che tipo di squadra dobbiamo aspettarci da sabato?

MR.MEDICI: “Le mie squadre devono avere una propria identità, corsa, fisicità, carattere e devono essere sempre bene organizzate, devono saper essere volubili e non dare punti di riferimento agli avversari, io dico sempre una cosa,quando gli addetti ai lavori, e i semplici appassionati di questo sport,riconoscono le mie squadre anche se non sono seduto in panchina, allora vuol dire che ho fatto un buon lavoro. Sabato vi posso assicurare che troverete una squadra pronta a lottare su ogni pallone.”

Conosce un Po le avversarie del girone dove siete stati inseriti…quali sono secondo te le avversarie che partono per fare un campionato di vertice e quali le possibili sorprese?

MR.MEDICI: “Girone molto difficile credo che le più accreditate siano Eur Massimo su tutte, poi nella stessa griglia di partenza ci metterei Fortitudo Pomezia, Velletri ,Cioli e History 3Z. Le possibili sorprese possono essere Real Fabrica e le sarde che non conosciamo benissimo….Ma un occhio va sempre puntato sul Colleferro che ha in panchina uno degli allenatori più preparati ed esperti del campionato. Insomma ci sarà da divertirci le avversarie sono tutte toste. Auguro un buon campionato a tutte.”

SPORTING HORNETS – Parla il D.G.Marco Chilelli “Contenti delle prime risposte da parte dei ragazzi. Dobbiamo pensare solo a lavorare sul campo…il primo obiettivo sarà mantenere la categoria”

Ormai quasi giunti alla fine della terza settimana di lavoro, in casa Hornets a parlare è il D.G. Marco Chilelli che dopo aver lavorato tutta l’estate per consegnare una rosa competitiva ci parla del primo approccio del gruppo col campo. La squadra di Mister Medici continua a mettere benzina nel motore in attesa dei calendari e nello scorso fine settimana si è fatta valere nella prima amichevole al Palagems contro la Lazio, squadra di A2, meritando di uscire anche vittoriosa dal test match contro i biancocelesti di Mr.Bagalà.

Buongiorno Direttore….partiti ormai da tre settimane come stanno rispondendo i ragazzi alle prime direttive di Mr.Alessio Medici?

CHILELLI: “Scambiando qualche parere e confrontandomi con Mr.Medici siamo contenti di come i ragazzi si sono presentati, a conferma che hanno risposto presente al lavoro che gli avevamo richiesto di fare quest’estate prima dell’inizio della preparazione. Anche i ragazzi under aggregati al gruppo stanno rispondendo molto bene. Si sta formando un buon gruppo e la giusta alchimia tra i vecchi e i nuovi giocatori.”

Un estate molto calda per lei dal punti di vista del lavoro. Con la società avete allestito una squadra per competere nel campionato nazionale di B……

CHILELLI: “Il Mister ci aveva consegnato una lista di giocatori che riteneva utili per rinforzare la rosa e possiamo dire che per il 90% siamo riusciti ad accontentarlo. La società ha fatto molto durante questi mesi passati per allestire un gruppo che si possa far valere in questo primo anno di nazionale. Siamo soddisfatti e sicuri che questo gruppo di giocatori possa dare il giusto contributo alla causa”

In attesa del calendario che idea si è fatto del girone in cui siete stati inseriti e se alla luce di questo la società si è già prefissata degli obiettivi da centrare?

CHILELLI: “Alcune squadre del girone le conosco meno di altre come ad esempio la neopromossa abruzzese. Noi però abbiamo deciso di costruire una squadra giovane ma anche pronta a mantenere questa categoria che è sicuramente il nostro primo obiettivo. Per fare questo dobbiamo lavorare tanto e guardare a casa nostra….poi mano mano che arriveranno i risultati durante la stagione potremo valutare di andare a cercare altri obiettivi e a toglierci delle belle soddisfazioni come sono certo che faremo. Alla fine del campionato tireremo le somme.”

Doverosa finestra sul settore giovanile………hanno iniziato a lavorare anche la squadra under 17 di Mr.Vona che parteciperà per la prima volta al campionato elitè e l’under 19 di Mr.Barile che avrà il difficile compito di farsi valere nel campionato nazionale. Grande soddisfazione da parte della società per la risposta positiva per quanto riguarda la presenza di bambini al primo open day della stagione per la creazione della nuova scuola calcio a 5 dei gialloneri. L’evento si ripeterà mercoledi 16 sempre nel polo del centro sportivo Villa De Sanctis.

B DAY SPORTING HORNETS- Inizia oggi l’avventura nazionale della società del Presidente Fabrizio De Santis

Il sogno Nazionale è diventato realtà nelle ultime settimane. Lo Sporting Hornets parteciperà al prossimo campionato di Serie B di calcio a 5. Dopo l’ok della Co.Vi.So.D la società del Presidente Fabrizio De Santis ha aspettato l’uscita dei Gironi. Inserita nel Girone E prettamente pieno di laziali, 10 su 13 con l’inserimento di due squadre Sarde, Mediterranea e Jasnagora e un abruzzese, la neopromossa Antonio Padovani di Popoli. Derby romani con History Roma 3Z e la neopromossa Eur Massimo. Le altre squadre dell’interland regionale saranno la Cioli Ariccia, Forte Colleferro, Real Ciampino, Real Fabrica, Velletri e le due squadre di Pomezia, United e Fortitudo.

Per affrontare per la prima volta il campionato di B la società giallonera si è mossa molto bene sul mercato. Intanto ha affidato la panchina ad Alessio Medici reduce da un importante esperienza in A con la Cibertel Aniene. In entrata, grazie anche alle capacità del D.S.Marco Chilelli si è fatto più del possibile portando tra le fila delle api Federico Armellini dall’Italpol, Mirko Medici dall’Aniene, Enzo De Vincenzo dal Palombara, Pezzin reduce nella scorsa stagione anche da una chiamata in Nazionale, Ramazio dallo Juvenia e Santangelo dalla Virtus Fenice. Tutti giocatori pronti ad alzare l’asticella qualitativa di una rosa già composta da altri ragazzi interessanti, giovani e tutti italiani. Infatti la società ha avuto la forza di riscattare Lorenzo Troiano e Emanuele Stoccada dopo i prestiti della scorsa stagione e di tenere il portierone Apollonio affiancato dalla grande esperienza di Tripelli e da Grottesi, affidati al preparatore Verginelli. La società è riuscita a confermare Roberto Filipponi, Lorenzo di Gregorio, Jacopo Ottaviani nonostante le tante richieste di mercato. A questi nomi verranno affiancati nel raduno che partirà oggi i più giovani Pochesci, Serratore e Medici Christian che avranno il doppio compito di crescere coi grandi e trascinare la 19 nazionale.

Infatti è sul settore giovanile che la società sta investendo molto in termini di tempo e qualità. Per il primo anno si affronterà il campionato under 19 nazionale. La squadra è stata affidata a Mr.Gianluca Barile che si avvarrà dell’aiuto di Alessandro Maciocca, che sarà anche il vice Medici in prima squadra. L’obiettivo è quello di far crescere i giovani gialloneri e accostarli alla prima squadra. La società parteciperà anche al campionato under 17 dove già lo scorso anno si è fatto bene e confermando alla guida del gruppo Mr.Luigi Vona. Novità anche quella dei più piccoli, infatti verrà avviata una scuola calcio al Circolo Villa De Santis, in via dei Gordiani dove già sono stati atti degli stage che verranno ripetuti nel mese di settembre. Piccole api crescono…….

Nei scorsi giorni sono state presentate le 4 nuove maglie da gioco, quella casalinga, quella per le trasferte, la terza che richiama la maglia storica e quella per la coppa Italia. E’ proprio per la maglia che da oggi, tornando ai grandi, si riprende a lavorare. Oggi è il giorno in cui si parte, il giorno in cui le parole lasciano spazio ai fatti e la società che tanto ha fatto quest’estate si affida al lavoro dello Staff Tecnico guidato da Mister Alessio Medici. In attesa dei calendari e della partenza ufficiale prevista per il 17 ottobre il regolamento parla di 5 posti per i play off oltre la promozione diretta per la prima in classifica e due retrocessioni dirette con tre posti per i play out da scongiurare e al momento l’obiettivo sembra quello di evitare play out e fare un campionato tranquillo e soddisfacente.

3….2….1….Start….si parte!!!!

SPORTING HORNETS: Intervista al gioiello STOCCADA: “giocheremo ogni singola partita come se fosse una finale”

Uno dei gioielli della campagna acquista del presidente De Santis, Emanuele Stoccada si è dimostrato da subito una delle armi vincente della squadra.

Lo abbiamo intervistato e ci ha raccontato il momento che vive la sua squadra, in netta ascesa nel massimo campionato regionale.

Buongiorno Emanuele,

Questa striscia di risultati positivi pensi che abbia definitivamente archiviato le difficoltà iniziale e pensi che la squadra possa nelle prossime giornate risalire la classifica ?

“Sicuramente queste vittorie hanno tirato su il morale a tutta la squadra. Hanno fatto sì che ogni giocatore potesse esprimere al meglio le proprie qualità. Abbiamo cambiato mentalità. E’ vero che l’inizio non è stato positivo ma l’importante era ritirarsi su e questo lo abbiamo fatto. Ovviamente non ci accontentiamo di queste 4 vittorie consecutive, vogliamo dare il massimo in ogni partita e lasciare tutte le nostre forze sul sul campo. Alla fine si tireranno le somme”

Come state lavorando in vista della prossima gara di campionato e su cosa pensi dovete far forza per ottenere una vittoria che sarebbe importantissima in termini di classifica

“Sabato sarà una partita dura contro una squadra forte. In settimana l’abbiamo preparata nei minimi dettagli e daremo il massimo. Vogliamo ovviamente dare continuità alle prestazioni precedenti. Sarebbe molto importante.”

Come valuti personalmente la tua stagione fin qui. Ti ritieni soddisfatto o pensi di dover dare di più da qui fino alla pausa natalizia?

“Personalmente si può sempre migliorare. Io sono un ragazzo molto autocritico e nonostante capisco che sto facendo delle buona prestazioni penso sempre che comunque poteri fare qualcosa in più per la squadra. E’ una questione di mentalità che mi porta ad apprendere il più possibile e a crescere. Mi ritengo anche molto umile perché tendo sempre a seguire i consigli dei compagni e del mister.

Dopo aver toccato il fondo come squadra non si poteva far altro che risalire e giocheremo ogni singola partita come se fosse una finale.”

HORNETS – Il preparatore dei portieri VERGINELLI con fierezza: “Con il lavoro e il tempo risaliremo da una classifica attualmente non veritiera “

La vittoria di sabato contro la Roma Futsal e la buona prestazione in Coppa nella trasferta di andata a Valmontone contro il Palestrina, permettono alla squadra di Carello di mettersi alle spalle un brutto periodo di risultati negativi e guardare con fiducia già a Sabato quando la squadra affronterà l’Albano. I gialloneri cercano continuità tra le mura amiche cercando di sfruttare la possibilità di scavalcare i castellani. Ne abbiamo parlato col Preparatore dei Portieri Fabio Verginelli.

Buongiorno Fabio…per te la prima stagione allo Sporting Hornets. Arrivi da esperienze importanti…qual’è stato l’approccio con la società e come ti trovi a distanza di due mesi dall’inizio del tuo lavoro qua?

VERGINELLI: “Per quanto mi riguarda sono bastati tre minuti nel primo incontro col Presidente per capire che eravamo fatti l’uno per l’altro. Stessa visione di come si affronta una stagione. E’ una persona molto ambiziosa come lo sono io d’altronde. Ho trovato uno staff di grande professionalità….persone competenti che mi hanno messo subito a mio agio..come spero di aver fatto con loro. Lavoriamo tutti verso la stessa direzione, coordinati nel giusto modo e tutti rispettosi del proprio ruolo. Speriamo anche di essere efficaci ma credo che quando si lavora bene è solo una questione di tempo e i risultati arrivano”

Alleni tre portieri di valore, in poche hanno una rosa di portieri di questo livello…..Tripelli, Caiazzi e Piermarini….esperienza, qualità e grandi margini di crescita…puoi darci il tuo parere su loro?

VERGINELLI: “Il gruppo di portieri che mi è stato messo ha disposizione dal punto di vista delle caratteristiche è molto completo, abbiamo Alessandro Piermarini che è un ragazzo giovane molto promettente che ha delle esperienze in società importanti come under, sto cercando in questo momento di indirizzarlo verso la strada giusta soprattutto dal punto di vista mentale…per fargli capire che aver approcciato categorie più alte non significa essere portieri pronti e finiti. Il portiere è un ruolo difficile che si acquisisce nel tempo, ne so qualcosa a spese mie che da giovane ho fatto categorie importanti commettendo qualche errore di gioventù e cerco di tramandargli questa mia esperienza “negativa”. Ivano Caiazzi è un portiere al punto massimo della crescita, per l’età che ha. Ragazzo molto forte, con grande disponibilità a lavorare. Tripelli lo conosciamo tutti per la sua grande esperienza ma dire solo questo di lui sarebbe riduttivo. Se devo trovare un aggettivo per lui dico “esempio”….non solo per i ragazzi ma anche per noi che lavoriamo con lui.”

La squadra sembrerebbe aver superato il momento difficile grazie alla vittoria con la Roma Futsal e una buona prestazione a Valmontone. Credi che la squadra possa risalire in classifica e non vivere questa stagione con la necessità di dover lottare per la salvezza?

VERGINELLI: “Quando si forma un gruppo nuovo che per lo più arriva da due tronconi principali non è mai facile da far coesistere subito. La squadra è molto giovane con quattro senior. Ragazzi che vengono da modi di giocare diversi e da questo punto di vista il mister sta facendo un grandissimo lavoro. I risultati non ci stanno dando il merito giusto. E’ mancata un pizzico di fortuna, ma non è poi questo che ti porta i risultati. Bisogna metterci voglia, preparazione, concentrazione e i ragazzi ce la stanno mettendo tutta e col tempo arriveranno anche i risultati ne sono sicuro. Stanno acquisendo fiducia e anche col Palestrina lo abbiamo dimostrato nel finale di gara abbiamo messo sotto gli avversari recuperando il Gap e lasciando aperta la possibilità di qualificarci. Un mese fa sul tre a uno avremmo “sbragato”, l’altro giorno no!! Poi dobbiamo guardare partita per partita….non si fanno programmi, intanto dobbiamo levarci da la sotto e poi vedremo col tempo.”

Credi che la politica della società di avere un roster molto giovane sia una scelta giusta e che possa ripagare col tempo?

VERGINELLI: “Per tre quarti la squadra è formata da under che hanno tanta voglia di fare ma anche un pizzico giusto di presunzione, ma sta a loro capire che la presunzione non è un viatico buono per arrivare in alto. Il consiglio è di lavorare, lavorare e lavorare affidandosi a chi li guida, allo staff molto competente. Abbiamo dei senior che possono aiutarci alla grande a tirarci fuori dai problemi di questo inizio stagione. Hanno la giusta esperienza e la giusta forza e capacità per risalire questa classifica che a parer mia non rispecchia la verità in termini di qualità.”

HORNETS – Stasera gara di Coppa col Torrino Village. OTTAVIANI: “Tanta voglia di giocare per cancellare l’amarezza di sabato. Abbiamo giocato alla pari coi più forti”

L’occasione di dimenticare l’amaro che ha lasciato in bocca l’ultima gara di campionato. Una sconfitta di misura contro una delle squadre migliori del girone, lo United Pomezia. Una gara ben giocata dal gruppo di Carello che forse può anche recriminare qualche scelta arbitrale. Ma la testa è subito concentrata al Torrino Village che stasera alle 20.00 arriva al Circolo Sportivo Acquedotto per la gara di andata di Coppa Italia, a cui la società giallonera tiene molto. Nelle parole di Jacopo Ottaviani la grande voglia di ricatto della squadra capitanata da Galante.

Buongiorno Jacopo…la squadra viene dalla sconfitta contro lo United Pomezia…..nonostante la sconfitta la squadra ha giocato una buonissima gara…come hai visto la tua squadra sabato?

OTTAVIANI: “La gara di sabato è stata una buona gara, una prestazione di carattere tra una squadra giovane come la nostra e una delle favorite tra le più forti del girone, abbiamo giocato alla pari per tutta la gara…..rimane il rammarico di aver perso. Dispiace perché abbiamo fatto una buonissima prestazione contro probabilmente i migliori del campionato. Dobbiamo però guardare positivo perché sono certo che continuando con queste prestazioni arriveranno anche le vittorie.”

Arriva subito la possibilità di riscattarsi con la gara di Coppa contro un ottimo Torrino Village che in campionato ha raccolto 7 punti su 9….cosa dovrà mettere in più sul campo la tua squadra per uscire con una vittoria?

OTTAVIANI: “Nessuna partita è facile…..abbiamo tanto entusiasmo e voglia di giocare e rigiocare dopo pochi giorni ci fa bene. Loro sono un’ottima squadra…noi cercheremo di esprimere i nostri concetti di gioco coscienti di essere una squadra forte che può giocarsela con tutti.Poi parlerà il campo.”

Infine se questo inizio di stagione dove comunque state facendo bene rispetta le tue aspettative?

OTTAVIANI: “Non posso che essere contento per il momento, sia un bellissimo gruppo e giochiamo bene e alla pari di tutti….non possiamo che migliorare col tempo!”

SPORTING HORNETS – PATRONE: “Con il Real Ciampino una reazione da grande squadra….non abbiamo obiettivi ma lotteremo per vincerle tutte!!”

Una vittoria di carattere quella ottenuta dallo Sporting Hornets nella prima giornata contro il Real Ciampino. La gara casalinga ha portato tre punti anche grande ad una grande reazione della squadra di Carello che si trovava sotto di due reti. Una buonissima prestazione che conferma le qualità del gruppo giallonero. A parlare della gara è Giovanni Patrone, ex Savio autore di una delle 5 reti che portano le firme anche di Filipponi, doppietta per lui, Farina e Soldano.

Buongiorno Giovanni….arriva al debutto una vittoria importante della tua squadra…che gara è stata?

PATRONE: “La gara con il Real Ciampino è stata una gara strana…..siamo entrati in campo con tanta voglia di fare e tanta consapevolezza. Magari l’inesperienza del gruppo ci ha portato ha un black out temporaneo che ha portato il doppio vantaggio degli avversari, un calo di concentrazione a cui però è scaturita una grande reazione, abbassando la testa abbiamo continuato a giocare e abbiamo poi portato il finale del primo tempo sul 3 – 2 per loro. Nella ripresa abbiamo dominato e ci siamo presi quello che poi abbiamo meritato finendo la gara sopra di uno. Sono molto contento per la prestazione e per la reazione.”

La conferma che la squadra può ambire a posizioni di classifica importanti…..quali sono le tue aspettative?

PATRONE: “Non mi piace parlare di obiettivi, io credo che abbiamo una squadra che tutti i sabati può scendere in campo per conquistare i tre punti e dobbiamo vedere gara dopo gara quello che riusciremo a fare. Ovviamente puntiamo al massimo ma non ho aspettative….siamo una squadra da non sottovalutare con grandi qualità e con un gruppo molto unito pronto a far valere le proprie forze fino all’ultima gara di campionato.”

Come ti trovi in questo gruppo e quale sono le tue impressioni su Mister Carello

PATRONE: “Personalmente ho saltato la prima settimana di preparazione per motivi di lavoro ma quando ho iniziato ho trovato già un gruppo vero…..molto unito nonostante fosse composto da due ex gruppi…quello ex Savio e quello ex Lazio. Abbiamo lavorato molto bene e abbiamo acquisito l’identità che voleva mister Carello. Io mi trovo molto bene con lui. Vuole che giochiamo e creiamo tante occasioni e questo mi piace.”

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DELLA GARA

La squadra giallonera sabato sarà di scena a Fondi contro il Città di Fondi di Lauretti che sabato è uscito a testa alta in quel di Cisterna seppur sconfitto dalla candidata numero uno alla vittoria finale con il risultato di 6 -4 per il Cisterna.