SPORTING HORNETS – Mr.ALESSIO MEDICI è carico per il debutto e sprona i suoi : “Soddisfatto fin qua, ma possiamo e dobbiamo dare ancora di più. Sabato vedrete una squadra lottare su ogni pallone”

Poco più di 48 ore dividono la squadra dal suo primo storico giorno in serie B. L’Hornets ospiterà lo United Pomezia e Mister Medici carica i suoi ragazzi in vista di una gara difficile sia dal punto di vista tecnico che emotivo. Dopo quasi 2 mesi di lavoro i ragazzi hanno gran voglia di esprimersi sul campo e far valere il lavoro fin qua svolto. Soddisfatto si, ma sicuro che si possa dare ancora di più, ecco le parole di mister Alessio Medici…..

Buongiorno Mister, vigilia della prima gara ufficiale della stagione. La squadra ha lavorato per un mese e mezzo circa svolgendo delle amichevoli positivo dal punto di vista dei risultati con squadre di categoria anche superiori alla vostra….Come ha risposto la squadra alle sue richieste tecnico tattiche e Se é soddisfatto del lavoro svolto fin qua dai suoi ragazzi?

MR.MEDICI: “Innanzitutto sono molto soddisfatto di come hanno risposto alle mie richieste,a partire dal fatto che siamo stati la prima squadra ad iniziare la preparazione. Per quanto riguarda i risultati delle amichevoli sopratutto con squadre di categorie superiori,sono felice per le risposte date sul campo,senza stare troppo a guardare i risultati,perché le amichevoli sono pur sempre amichevoli e quindi va benissimo vincere ma lasciano il tempo che trovano. Quindi molto soddisfatto ma so che possiamo fare molto di più siamo ancora all’inizio.”

Dal punto di vista psicologico e dal punto di vista fisico come arriva la sua squadra a questo primo appuntamento?

MR.MEDICI: “Sotto il punto di vista psicologico è un bel punto interrogativo,siamo alla ripresa di una gara ufficiale dopo 8 mesi e quindi c’è tantissima voglia di riprende ma sarà una bella incognita,ma non nascondo che i ragazzi sono carichi per tutto il precampionato che ha lasciato di sicuro buone sensazioni. A livello fisico io non mi accontento mai, la squadra sta bene e la vedo molto pimpante ma come al solito io sono sicuro che possiamo ancora migliorare.”

La società ha fatto diversi sacrifici per arrivare a consegnarle una squadra competitiva….ad oggi dove può arrivare questa squadra?

MR.MEDICI: “La società ha fatto un ottimo lavoro nell’allestimento della squadra, mi ha accontentato su tutto, difficilmente avremmo potuto fare di più, sono molto felice per la rosa che ho a disposizione.nDove possiamo arrivare? non mi pongo obiettivi, ma allo stesso tempo non mi pongo limiti, io alle mie squadre chiedo solo di seguirmi, e di fidarsi di me al 100 %, perché io farò altrettanto,e allora ci possiamo togliere soddisfazioni.”

Quali sono le caratteristiche umane e tecniche che ha cercato di trasmettere in questa prima parte di stagione…che tipo di squadra dobbiamo aspettarci da sabato?

MR.MEDICI: “Le mie squadre devono avere una propria identità, corsa, fisicità, carattere e devono essere sempre bene organizzate, devono saper essere volubili e non dare punti di riferimento agli avversari, io dico sempre una cosa,quando gli addetti ai lavori, e i semplici appassionati di questo sport,riconoscono le mie squadre anche se non sono seduto in panchina, allora vuol dire che ho fatto un buon lavoro. Sabato vi posso assicurare che troverete una squadra pronta a lottare su ogni pallone.”

Conosce un Po le avversarie del girone dove siete stati inseriti…quali sono secondo te le avversarie che partono per fare un campionato di vertice e quali le possibili sorprese?

MR.MEDICI: “Girone molto difficile credo che le più accreditate siano Eur Massimo su tutte, poi nella stessa griglia di partenza ci metterei Fortitudo Pomezia, Velletri ,Cioli e History 3Z. Le possibili sorprese possono essere Real Fabrica e le sarde che non conosciamo benissimo….Ma un occhio va sempre puntato sul Colleferro che ha in panchina uno degli allenatori più preparati ed esperti del campionato. Insomma ci sarà da divertirci le avversarie sono tutte toste. Auguro un buon campionato a tutte.”

SPORTING HORNETS – Parla il D.G.Marco Chilelli “Contenti delle prime risposte da parte dei ragazzi. Dobbiamo pensare solo a lavorare sul campo…il primo obiettivo sarà mantenere la categoria”

Ormai quasi giunti alla fine della terza settimana di lavoro, in casa Hornets a parlare è il D.G. Marco Chilelli che dopo aver lavorato tutta l’estate per consegnare una rosa competitiva ci parla del primo approccio del gruppo col campo. La squadra di Mister Medici continua a mettere benzina nel motore in attesa dei calendari e nello scorso fine settimana si è fatta valere nella prima amichevole al Palagems contro la Lazio, squadra di A2, meritando di uscire anche vittoriosa dal test match contro i biancocelesti di Mr.Bagalà.

Buongiorno Direttore….partiti ormai da tre settimane come stanno rispondendo i ragazzi alle prime direttive di Mr.Alessio Medici?

CHILELLI: “Scambiando qualche parere e confrontandomi con Mr.Medici siamo contenti di come i ragazzi si sono presentati, a conferma che hanno risposto presente al lavoro che gli avevamo richiesto di fare quest’estate prima dell’inizio della preparazione. Anche i ragazzi under aggregati al gruppo stanno rispondendo molto bene. Si sta formando un buon gruppo e la giusta alchimia tra i vecchi e i nuovi giocatori.”

Un estate molto calda per lei dal punti di vista del lavoro. Con la società avete allestito una squadra per competere nel campionato nazionale di B……

CHILELLI: “Il Mister ci aveva consegnato una lista di giocatori che riteneva utili per rinforzare la rosa e possiamo dire che per il 90% siamo riusciti ad accontentarlo. La società ha fatto molto durante questi mesi passati per allestire un gruppo che si possa far valere in questo primo anno di nazionale. Siamo soddisfatti e sicuri che questo gruppo di giocatori possa dare il giusto contributo alla causa”

In attesa del calendario che idea si è fatto del girone in cui siete stati inseriti e se alla luce di questo la società si è già prefissata degli obiettivi da centrare?

CHILELLI: “Alcune squadre del girone le conosco meno di altre come ad esempio la neopromossa abruzzese. Noi però abbiamo deciso di costruire una squadra giovane ma anche pronta a mantenere questa categoria che è sicuramente il nostro primo obiettivo. Per fare questo dobbiamo lavorare tanto e guardare a casa nostra….poi mano mano che arriveranno i risultati durante la stagione potremo valutare di andare a cercare altri obiettivi e a toglierci delle belle soddisfazioni come sono certo che faremo. Alla fine del campionato tireremo le somme.”

Doverosa finestra sul settore giovanile………hanno iniziato a lavorare anche la squadra under 17 di Mr.Vona che parteciperà per la prima volta al campionato elitè e l’under 19 di Mr.Barile che avrà il difficile compito di farsi valere nel campionato nazionale. Grande soddisfazione da parte della società per la risposta positiva per quanto riguarda la presenza di bambini al primo open day della stagione per la creazione della nuova scuola calcio a 5 dei gialloneri. L’evento si ripeterà mercoledi 16 sempre nel polo del centro sportivo Villa De Sanctis.

B DAY SPORTING HORNETS- Inizia oggi l’avventura nazionale della società del Presidente Fabrizio De Santis

Il sogno Nazionale è diventato realtà nelle ultime settimane. Lo Sporting Hornets parteciperà al prossimo campionato di Serie B di calcio a 5. Dopo l’ok della Co.Vi.So.D la società del Presidente Fabrizio De Santis ha aspettato l’uscita dei Gironi. Inserita nel Girone E prettamente pieno di laziali, 10 su 13 con l’inserimento di due squadre Sarde, Mediterranea e Jasnagora e un abruzzese, la neopromossa Antonio Padovani di Popoli. Derby romani con History Roma 3Z e la neopromossa Eur Massimo. Le altre squadre dell’interland regionale saranno la Cioli Ariccia, Forte Colleferro, Real Ciampino, Real Fabrica, Velletri e le due squadre di Pomezia, United e Fortitudo.

Per affrontare per la prima volta il campionato di B la società giallonera si è mossa molto bene sul mercato. Intanto ha affidato la panchina ad Alessio Medici reduce da un importante esperienza in A con la Cibertel Aniene. In entrata, grazie anche alle capacità del D.S.Marco Chilelli si è fatto più del possibile portando tra le fila delle api Federico Armellini dall’Italpol, Mirko Medici dall’Aniene, Enzo De Vincenzo dal Palombara, Pezzin reduce nella scorsa stagione anche da una chiamata in Nazionale, Ramazio dallo Juvenia e Santangelo dalla Virtus Fenice. Tutti giocatori pronti ad alzare l’asticella qualitativa di una rosa già composta da altri ragazzi interessanti, giovani e tutti italiani. Infatti la società ha avuto la forza di riscattare Lorenzo Troiano e Emanuele Stoccada dopo i prestiti della scorsa stagione e di tenere il portierone Apollonio affiancato dalla grande esperienza di Tripelli e da Grottesi, affidati al preparatore Verginelli. La società è riuscita a confermare Roberto Filipponi, Lorenzo di Gregorio, Jacopo Ottaviani nonostante le tante richieste di mercato. A questi nomi verranno affiancati nel raduno che partirà oggi i più giovani Pochesci, Serratore e Medici Christian che avranno il doppio compito di crescere coi grandi e trascinare la 19 nazionale.

Infatti è sul settore giovanile che la società sta investendo molto in termini di tempo e qualità. Per il primo anno si affronterà il campionato under 19 nazionale. La squadra è stata affidata a Mr.Gianluca Barile che si avvarrà dell’aiuto di Alessandro Maciocca, che sarà anche il vice Medici in prima squadra. L’obiettivo è quello di far crescere i giovani gialloneri e accostarli alla prima squadra. La società parteciperà anche al campionato under 17 dove già lo scorso anno si è fatto bene e confermando alla guida del gruppo Mr.Luigi Vona. Novità anche quella dei più piccoli, infatti verrà avviata una scuola calcio al Circolo Villa De Santis, in via dei Gordiani dove già sono stati atti degli stage che verranno ripetuti nel mese di settembre. Piccole api crescono…….

Nei scorsi giorni sono state presentate le 4 nuove maglie da gioco, quella casalinga, quella per le trasferte, la terza che richiama la maglia storica e quella per la coppa Italia. E’ proprio per la maglia che da oggi, tornando ai grandi, si riprende a lavorare. Oggi è il giorno in cui si parte, il giorno in cui le parole lasciano spazio ai fatti e la società che tanto ha fatto quest’estate si affida al lavoro dello Staff Tecnico guidato da Mister Alessio Medici. In attesa dei calendari e della partenza ufficiale prevista per il 17 ottobre il regolamento parla di 5 posti per i play off oltre la promozione diretta per la prima in classifica e due retrocessioni dirette con tre posti per i play out da scongiurare e al momento l’obiettivo sembra quello di evitare play out e fare un campionato tranquillo e soddisfacente.

3….2….1….Start….si parte!!!!

SPORTING HORNETS: Intervista al gioiello STOCCADA: “giocheremo ogni singola partita come se fosse una finale”

Uno dei gioielli della campagna acquista del presidente De Santis, Emanuele Stoccada si è dimostrato da subito una delle armi vincente della squadra.

Lo abbiamo intervistato e ci ha raccontato il momento che vive la sua squadra, in netta ascesa nel massimo campionato regionale.

Buongiorno Emanuele,

Questa striscia di risultati positivi pensi che abbia definitivamente archiviato le difficoltà iniziale e pensi che la squadra possa nelle prossime giornate risalire la classifica ?

“Sicuramente queste vittorie hanno tirato su il morale a tutta la squadra. Hanno fatto sì che ogni giocatore potesse esprimere al meglio le proprie qualità. Abbiamo cambiato mentalità. E’ vero che l’inizio non è stato positivo ma l’importante era ritirarsi su e questo lo abbiamo fatto. Ovviamente non ci accontentiamo di queste 4 vittorie consecutive, vogliamo dare il massimo in ogni partita e lasciare tutte le nostre forze sul sul campo. Alla fine si tireranno le somme”

Come state lavorando in vista della prossima gara di campionato e su cosa pensi dovete far forza per ottenere una vittoria che sarebbe importantissima in termini di classifica

“Sabato sarà una partita dura contro una squadra forte. In settimana l’abbiamo preparata nei minimi dettagli e daremo il massimo. Vogliamo ovviamente dare continuità alle prestazioni precedenti. Sarebbe molto importante.”

Come valuti personalmente la tua stagione fin qui. Ti ritieni soddisfatto o pensi di dover dare di più da qui fino alla pausa natalizia?

“Personalmente si può sempre migliorare. Io sono un ragazzo molto autocritico e nonostante capisco che sto facendo delle buona prestazioni penso sempre che comunque poteri fare qualcosa in più per la squadra. E’ una questione di mentalità che mi porta ad apprendere il più possibile e a crescere. Mi ritengo anche molto umile perché tendo sempre a seguire i consigli dei compagni e del mister.

Dopo aver toccato il fondo come squadra non si poteva far altro che risalire e giocheremo ogni singola partita come se fosse una finale.”

HORNETS – Il preparatore dei portieri VERGINELLI con fierezza: “Con il lavoro e il tempo risaliremo da una classifica attualmente non veritiera “

La vittoria di sabato contro la Roma Futsal e la buona prestazione in Coppa nella trasferta di andata a Valmontone contro il Palestrina, permettono alla squadra di Carello di mettersi alle spalle un brutto periodo di risultati negativi e guardare con fiducia già a Sabato quando la squadra affronterà l’Albano. I gialloneri cercano continuità tra le mura amiche cercando di sfruttare la possibilità di scavalcare i castellani. Ne abbiamo parlato col Preparatore dei Portieri Fabio Verginelli.

Buongiorno Fabio…per te la prima stagione allo Sporting Hornets. Arrivi da esperienze importanti…qual’è stato l’approccio con la società e come ti trovi a distanza di due mesi dall’inizio del tuo lavoro qua?

VERGINELLI: “Per quanto mi riguarda sono bastati tre minuti nel primo incontro col Presidente per capire che eravamo fatti l’uno per l’altro. Stessa visione di come si affronta una stagione. E’ una persona molto ambiziosa come lo sono io d’altronde. Ho trovato uno staff di grande professionalità….persone competenti che mi hanno messo subito a mio agio..come spero di aver fatto con loro. Lavoriamo tutti verso la stessa direzione, coordinati nel giusto modo e tutti rispettosi del proprio ruolo. Speriamo anche di essere efficaci ma credo che quando si lavora bene è solo una questione di tempo e i risultati arrivano”

Alleni tre portieri di valore, in poche hanno una rosa di portieri di questo livello…..Tripelli, Caiazzi e Piermarini….esperienza, qualità e grandi margini di crescita…puoi darci il tuo parere su loro?

VERGINELLI: “Il gruppo di portieri che mi è stato messo ha disposizione dal punto di vista delle caratteristiche è molto completo, abbiamo Alessandro Piermarini che è un ragazzo giovane molto promettente che ha delle esperienze in società importanti come under, sto cercando in questo momento di indirizzarlo verso la strada giusta soprattutto dal punto di vista mentale…per fargli capire che aver approcciato categorie più alte non significa essere portieri pronti e finiti. Il portiere è un ruolo difficile che si acquisisce nel tempo, ne so qualcosa a spese mie che da giovane ho fatto categorie importanti commettendo qualche errore di gioventù e cerco di tramandargli questa mia esperienza “negativa”. Ivano Caiazzi è un portiere al punto massimo della crescita, per l’età che ha. Ragazzo molto forte, con grande disponibilità a lavorare. Tripelli lo conosciamo tutti per la sua grande esperienza ma dire solo questo di lui sarebbe riduttivo. Se devo trovare un aggettivo per lui dico “esempio”….non solo per i ragazzi ma anche per noi che lavoriamo con lui.”

La squadra sembrerebbe aver superato il momento difficile grazie alla vittoria con la Roma Futsal e una buona prestazione a Valmontone. Credi che la squadra possa risalire in classifica e non vivere questa stagione con la necessità di dover lottare per la salvezza?

VERGINELLI: “Quando si forma un gruppo nuovo che per lo più arriva da due tronconi principali non è mai facile da far coesistere subito. La squadra è molto giovane con quattro senior. Ragazzi che vengono da modi di giocare diversi e da questo punto di vista il mister sta facendo un grandissimo lavoro. I risultati non ci stanno dando il merito giusto. E’ mancata un pizzico di fortuna, ma non è poi questo che ti porta i risultati. Bisogna metterci voglia, preparazione, concentrazione e i ragazzi ce la stanno mettendo tutta e col tempo arriveranno anche i risultati ne sono sicuro. Stanno acquisendo fiducia e anche col Palestrina lo abbiamo dimostrato nel finale di gara abbiamo messo sotto gli avversari recuperando il Gap e lasciando aperta la possibilità di qualificarci. Un mese fa sul tre a uno avremmo “sbragato”, l’altro giorno no!! Poi dobbiamo guardare partita per partita….non si fanno programmi, intanto dobbiamo levarci da la sotto e poi vedremo col tempo.”

Credi che la politica della società di avere un roster molto giovane sia una scelta giusta e che possa ripagare col tempo?

VERGINELLI: “Per tre quarti la squadra è formata da under che hanno tanta voglia di fare ma anche un pizzico giusto di presunzione, ma sta a loro capire che la presunzione non è un viatico buono per arrivare in alto. Il consiglio è di lavorare, lavorare e lavorare affidandosi a chi li guida, allo staff molto competente. Abbiamo dei senior che possono aiutarci alla grande a tirarci fuori dai problemi di questo inizio stagione. Hanno la giusta esperienza e la giusta forza e capacità per risalire questa classifica che a parer mia non rispecchia la verità in termini di qualità.”

HORNETS – Stasera gara di Coppa col Torrino Village. OTTAVIANI: “Tanta voglia di giocare per cancellare l’amarezza di sabato. Abbiamo giocato alla pari coi più forti”

L’occasione di dimenticare l’amaro che ha lasciato in bocca l’ultima gara di campionato. Una sconfitta di misura contro una delle squadre migliori del girone, lo United Pomezia. Una gara ben giocata dal gruppo di Carello che forse può anche recriminare qualche scelta arbitrale. Ma la testa è subito concentrata al Torrino Village che stasera alle 20.00 arriva al Circolo Sportivo Acquedotto per la gara di andata di Coppa Italia, a cui la società giallonera tiene molto. Nelle parole di Jacopo Ottaviani la grande voglia di ricatto della squadra capitanata da Galante.

Buongiorno Jacopo…la squadra viene dalla sconfitta contro lo United Pomezia…..nonostante la sconfitta la squadra ha giocato una buonissima gara…come hai visto la tua squadra sabato?

OTTAVIANI: “La gara di sabato è stata una buona gara, una prestazione di carattere tra una squadra giovane come la nostra e una delle favorite tra le più forti del girone, abbiamo giocato alla pari per tutta la gara…..rimane il rammarico di aver perso. Dispiace perché abbiamo fatto una buonissima prestazione contro probabilmente i migliori del campionato. Dobbiamo però guardare positivo perché sono certo che continuando con queste prestazioni arriveranno anche le vittorie.”

Arriva subito la possibilità di riscattarsi con la gara di Coppa contro un ottimo Torrino Village che in campionato ha raccolto 7 punti su 9….cosa dovrà mettere in più sul campo la tua squadra per uscire con una vittoria?

OTTAVIANI: “Nessuna partita è facile…..abbiamo tanto entusiasmo e voglia di giocare e rigiocare dopo pochi giorni ci fa bene. Loro sono un’ottima squadra…noi cercheremo di esprimere i nostri concetti di gioco coscienti di essere una squadra forte che può giocarsela con tutti.Poi parlerà il campo.”

Infine se questo inizio di stagione dove comunque state facendo bene rispetta le tue aspettative?

OTTAVIANI: “Non posso che essere contento per il momento, sia un bellissimo gruppo e giochiamo bene e alla pari di tutti….non possiamo che migliorare col tempo!”

SPORTING HORNETS – PATRONE: “Con il Real Ciampino una reazione da grande squadra….non abbiamo obiettivi ma lotteremo per vincerle tutte!!”

Una vittoria di carattere quella ottenuta dallo Sporting Hornets nella prima giornata contro il Real Ciampino. La gara casalinga ha portato tre punti anche grande ad una grande reazione della squadra di Carello che si trovava sotto di due reti. Una buonissima prestazione che conferma le qualità del gruppo giallonero. A parlare della gara è Giovanni Patrone, ex Savio autore di una delle 5 reti che portano le firme anche di Filipponi, doppietta per lui, Farina e Soldano.

Buongiorno Giovanni….arriva al debutto una vittoria importante della tua squadra…che gara è stata?

PATRONE: “La gara con il Real Ciampino è stata una gara strana…..siamo entrati in campo con tanta voglia di fare e tanta consapevolezza. Magari l’inesperienza del gruppo ci ha portato ha un black out temporaneo che ha portato il doppio vantaggio degli avversari, un calo di concentrazione a cui però è scaturita una grande reazione, abbassando la testa abbiamo continuato a giocare e abbiamo poi portato il finale del primo tempo sul 3 – 2 per loro. Nella ripresa abbiamo dominato e ci siamo presi quello che poi abbiamo meritato finendo la gara sopra di uno. Sono molto contento per la prestazione e per la reazione.”

La conferma che la squadra può ambire a posizioni di classifica importanti…..quali sono le tue aspettative?

PATRONE: “Non mi piace parlare di obiettivi, io credo che abbiamo una squadra che tutti i sabati può scendere in campo per conquistare i tre punti e dobbiamo vedere gara dopo gara quello che riusciremo a fare. Ovviamente puntiamo al massimo ma non ho aspettative….siamo una squadra da non sottovalutare con grandi qualità e con un gruppo molto unito pronto a far valere le proprie forze fino all’ultima gara di campionato.”

Come ti trovi in questo gruppo e quale sono le tue impressioni su Mister Carello

PATRONE: “Personalmente ho saltato la prima settimana di preparazione per motivi di lavoro ma quando ho iniziato ho trovato già un gruppo vero…..molto unito nonostante fosse composto da due ex gruppi…quello ex Savio e quello ex Lazio. Abbiamo lavorato molto bene e abbiamo acquisito l’identità che voleva mister Carello. Io mi trovo molto bene con lui. Vuole che giochiamo e creiamo tante occasioni e questo mi piace.”

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DELLA GARA

La squadra giallonera sabato sarà di scena a Fondi contro il Città di Fondi di Lauretti che sabato è uscito a testa alta in quel di Cisterna seppur sconfitto dalla candidata numero uno alla vittoria finale con il risultato di 6 -4 per il Cisterna.

HORNETS – Pronti al debutto con le parole del Pres. De Santis: “La nostra politica ci ripagherà……piena fiducia in Mr.Carello.”

Parte domani la nuova C1 Laziale. Alle 17 al Circolo L’Acquedotto i gialloneri dello Sporting Hornets debuttano tra le mura amiche contro il Real Ciampino. Si mettono da parte quindi tutte le chiacchiere che l’estate propone e si da voce al campo. L’unico a non mentire mai. Il Presidente dello Sporting FABRIZIO DE SANTIS è carico e non vede l’ora di iniziare sottolineando l’estrema fiducia nei propri ragazzi e nella guida tecnica. Ecco la sua intervista alla vigilia dello start.

Buongiorno Presidente…..è finito il tempo delle tante voci che si fanno in questo periodo…favorite non favorite. Inizia a parlare il campo. Come ci arriva la squadra a questo primo appuntamento ufficiale dal punto di vista emotivo, fisico e tecnico?

PRES. DE SANTIS: “Buongiorno, la squadra arriva abbastanza tranquilla alla prima gara. Siamo una squadra giovane che deve crescere tanto sotto tutti i punti di vista. Fisicamente, grazie al lavoro di mister Pisani, i ragazzi sono a buon punto, 27 allenamenti e 4 amichevoli per arrivare ad un buon 60/70% della forma fisica. Sotto l’aspetto tecnico Mr.Carello sta lavorando senza sosta per far arrivare tutti sullo stesso livello. La mentalità dei ragazzi è quella giusta e sono tutti vogliosi di fare bene.”

La società anche grazie a te è cresciuta tantissimo negli ultimi mesi. Circondato da uno staff societario di primo livello vi apprestate a vivere una stagione importante. Credi che il vostro lavoro possa permettere di pensare che nel futuro di questa società ci siano le porte del nazionale?

PRES. DE SANTIS: “Piano piano, per il nazionale c’è tutto il tempo… poi ovvio se dovesse arrivare me lo prendo, ma ci sono altre squadre che hanno fatto spese “folli” per la categoria che le portano ad essere tra le favorite del campionato. Il nostro progetto prevede una crescita graduale ma costante, senza strafare. Stiamo attuando una politica stranamente “rivoluzionaria” per i tempi, quella di avere solo giocatori Romani formati qui a Roma. Vogliamo diventare in futuro un vanto per la nostra città in questo sport e magari fare anche da apripista , incoraggiando chi la pensa come noi.”

Arriva la prima di campionato, in virtù anche degli impegni amichevoli svolti dalla squadra quali sono le cose che più ti fanno ben sperare e invece quelle che ancora ti possono preoccupare?

PRES. DE SANTIS: “Le amichevoli sono amichevoli, bisogna sempre prenderle con le molle altrimenti rischi di alzare o abbassare L’asticella senza alcun motivo realmente valido.”

La squadra si identificava nel leader che era dentro e fuori dal campo Daniele Battistacci. Adesso che la rosa è modificata per l’80% vedi già nel gruppo un giocatore che possa trascinare la squadra in campo ma anche all’esterno?

PRES. DE SANTIS: “Battistacci era un fratello maggiore per i ragazzi, essendo una famiglia a noi la parola leader non piace. Loro sono tutti fratelli e in famiglia “scazzi” e abbracci sono agli ordini del giorno, l’importante è che il capo famiglia ( la società ) aiuti tutti a remare dalla stessa parte, altrimenti non si va da nessuna parte. Da noi ci si vuole tutti bene quindi ora saranno i più esperti a prendere l’eredità lasciata da Daniele, senza tralasciare chi come Andrea Farina ad oggi risulta il giocatore da più anni in giallonero, e Di Gregorio, Caiazzi e Mottes autentici collanti con tutti i nuovi arrivati.”

Domani Mr. Carello potrà contare su tutti gli effettivi escluse squalifiche o ci sono assenze che potrebbero influire?

PRES. DE SANTIS: “Nessuna defezione, La rosa è lunga e i 12 saranno i più in forma. Mi fido del mio mister, come nessun presidente mai si è fidato del suo allenatore.”

HORNETS VITTORIA IN RIMONTA E LA RINCORSA CONTINUA!!!!! MR.CARELLO: ” in campo compattezza, coesione e spirito di squadra”

Vietato guardare la classifica……per il momento. In casa Hornets però la vittoria di sabato è fondamentale, per aver fermato una delle concorrenti, per la battuta d’arresto abbastanza prevedibile dell’Albano con la Nordovest, per aver agganciato l’Aranova fermata a Valmontone e prossima avversaria e soprattutto per il modo in cui è arrivata la vittoria con il Real Ciampino. Una gara giocata come sempre dai ragazzi di Carello e Luciani con intensità e creando una mole di occasioni importanti non sfruttate al meglio o che si infrangono sui pali. Una rimonta voluta e cercata in ogni passaggio, in ogni azione dai ragazzi dello Sporting. A pochi minuti dalla fine Pandolfo e compagni si trovavano sotto di due reti, che avrebbero segato le gambe ad ogni squadra e smorzato gli entusiasmi. Ma a questi ragazzi no, il cuore oltre l’ostacolo…la voglia e la determinazione di ottenere un risultato giusto ed ecco che parte la rimonta. Ripari accorcia e mette sotto pressione l’avversario…..poi Pandolfo pareggia  e infine Frangipane regala una vittoria al cardiopalmo. Festa Finale e la rincorsa continua……

 

Guarda gli Highlights della gara CLICCANDO QUI

Ecco le parole di Mr.Carello nel post gara

 

Buongiorno Mister Carello una vittoria importante per la classifica e per il morale soprattutto per il modo in cui é arrivata?

MR.CARELLO: ” Vittoria fondamentale per la classifica, per il morale e per quel senso di giustizia che il campo spesso ci ha negato. Ci siamo trovati troppe volte a dover commentare ed analizzare delle sconfitte in partite anche dominate. Sabato forse siamo stati meno brillanti del solito (pur costruendo tante occasioni e colpendo ben 5 legni). Il Ciampino nel secondo tempo ha arretrato tanto il suo baricentro difendendo a oltranza ed a 7 minuti dalla fine avevamo due gol di svantaggio. A differenza di altre partite questa volta c’è stata quella scintilla che ci ha consentito di ribaltare il risultato in 3 minuti con le reti di ripari (che sabato è stato un vero trascinatore ed aveva preso già 3 pali), pandolfo e frangipane. Negli ultimi minuti abbiamo difeso bene con ordine il loro portiere di movimento.
……”

Quali sono stati i fattori determinanti che hanno reso possibile questa vittoria secondo voi?

MR.CARELLO: “I ragazzi ci credono sempre perché lo vedono sul campo che il nostro duro lavoro poi il sabato gli consente di giocarsela con tutti. Abbiamo messo in campo quella compattezza coesione e spirito di squadra che ci stanno consentendo di far fronte alla continua emergenza ed ai risultati negativi. Rispetto alla rosa di settembre abbiamo 10 giocatori in meno! Ad esempio sabato in porta abbiamo schierato il preparatore dei portieri Alessandro Paolini. Non giocava una gara ufficiale da quasi un anno ed è risultato determinante con la sua personalità e le sue parate….logicamente per restare in linea con la stagione in un contrasto ha riportato la frattura di un dito della mano. “

Sabato partita difficile con l’Aranova….state recuperando tutti gli effettivi o mancherà ancora qualcuno all’appello?

MR.CARELLO: “purtroppo recuperi due giocatori e ne perdi altri due…ma siamo stati in grado di far fronte alla continua emergenza anche schierando in campo il preparatore dei portieri appunto o me stesso quindi ormai ci siamo abituati. Anzi questi ragazzi hanno dimostrato di riuscire a reagire ad ogni colpo incassato.
Sabato partita decisiva come tutte quelle che mancano sino a fine stagione, siamo concentrati e vogliosi di riprenderci i punti lasciati immeritatamente sul campo. “

HORNETS – Mr.Fabio Luciani carica i gialloneri:” Le difficoltà hanno contribuito ad unire un gruppo vero capace di rialzarsi e reagire sempre e lo faremo fino alla fine “

I punti persi con Albano e Nordovest non distolgono dalla mente di Mr.Luciani l’obiettivo, la meta da raggiungere e non mettono in discussione quali sono i passi per arrivarci. Lo Sporting Hornets deve guardare gara dopo gara senza controllare troppo i numeri della classifica…..passo dopo passo, gara dopo gara le api giallonere daranno il tutto per tutto per salvarsi. A partire dalla prossima gara contro il Real Ciampino, dove la squadra non vuole e non può permettersi un altro stop.

 

 

Buongiorno Mr. LUCIANI.… Momento cruciale della stagione con la gara in casa contro il real Ciampino sabato….. Vietato sbagliare???

Mr. LUCIANI:“Si è il momento topico della stagione Rimangono 9 partite determinanti in cui abbiamo la necessità di raccogliere punti vitali per accedere ai play out e li’giocarci le nostre chances importanti per rimanere nella categoria.”

La vittoria col Cccp aveva ridato un po’ di entusiasmo al gruppo… La sconfitta di Albano e quella di ieri un po’ più prevedibile con la Nordovest hanno riabbassato gli animi o la squadra secondo lei rimane convinta nel centrare l’obiettivo?

Mr. LUCIANI:“Dopo la sosta c’è stato il miniciclo di 4 partite iniziato con la capolista Savio e il campo ha detto in maniera inequivocabile che la squadra non solo a livello caratteriale corre e lotta fino alla sirena ma continua a fornire prestazioni di spessore a livello collettivo producendo gioco di ottima qualità che porta a creare una quantità industriale di occasioni da gol.L’aspetto invece sul quale non riusciamo a fare il salto di qualità nonostante ci dedichiamo tanto lavoro è quello tecnico/tattico individuale nelle fasi di possesso e non e questo è il limite più grande che ha condizionato i nostri risultati da inizio stagione.”

Al di là del risultato come giudica la prestazione dei vostri ragazzi contro la più quotata Nordovest?

Mr. LUCIANI:“Contro l’Albano abbiamo dominato la gara in lungo e in largo ma se poi concretizzi solo 4 delle 40 occasioni costruite è giusto che perdi.Con la nordovest il rammarico è che nel momento cruciale di una gara che si giocava sul filo dell’equilibrio sia di gioco che di risultato siamo ingenuamente rimasti in inferiorità numerica prendendo gol con l’uomo in meno e rinunciando di lì in avanti ad un giocatore importante e diventando ancora più corti nelle rotazioni”

Al di la di assenze e infortuni, che è stata la causa più determinante del vostro cammino, come si presenta la squadra psicologicamente  allo scontro con il Real Ciampino?

Mr. LUCIANI:“Sono 30 anni che sono in questo sport e una stagione così maledetta non mi era mai capitata ma il lato positivo è che queste difficoltà hanno contribuito a temprarci ad unirci e a cementare un gruppo che oggi è un gruppo vero capace di rialzarsi e reagire dopo ogni caduta e questa sarà la nostra arma in più per lottare e crederci fino alla fine, a partire da sabato contro una squadra difficile come il Real Ciampino di Scaccia .”