HORNETS – Pronti al debutto con le parole del Pres. De Santis: “La nostra politica ci ripagherà……piena fiducia in Mr.Carello.”

Parte domani la nuova C1 Laziale. Alle 17 al Circolo L’Acquedotto i gialloneri dello Sporting Hornets debuttano tra le mura amiche contro il Real Ciampino. Si mettono da parte quindi tutte le chiacchiere che l’estate propone e si da voce al campo. L’unico a non mentire mai. Il Presidente dello Sporting FABRIZIO DE SANTIS è carico e non vede l’ora di iniziare sottolineando l’estrema fiducia nei propri ragazzi e nella guida tecnica. Ecco la sua intervista alla vigilia dello start.

Buongiorno Presidente…..è finito il tempo delle tante voci che si fanno in questo periodo…favorite non favorite. Inizia a parlare il campo. Come ci arriva la squadra a questo primo appuntamento ufficiale dal punto di vista emotivo, fisico e tecnico?

PRES. DE SANTIS: “Buongiorno, la squadra arriva abbastanza tranquilla alla prima gara. Siamo una squadra giovane che deve crescere tanto sotto tutti i punti di vista. Fisicamente, grazie al lavoro di mister Pisani, i ragazzi sono a buon punto, 27 allenamenti e 4 amichevoli per arrivare ad un buon 60/70% della forma fisica. Sotto l’aspetto tecnico Mr.Carello sta lavorando senza sosta per far arrivare tutti sullo stesso livello. La mentalità dei ragazzi è quella giusta e sono tutti vogliosi di fare bene.”

La società anche grazie a te è cresciuta tantissimo negli ultimi mesi. Circondato da uno staff societario di primo livello vi apprestate a vivere una stagione importante. Credi che il vostro lavoro possa permettere di pensare che nel futuro di questa società ci siano le porte del nazionale?

PRES. DE SANTIS: “Piano piano, per il nazionale c’è tutto il tempo… poi ovvio se dovesse arrivare me lo prendo, ma ci sono altre squadre che hanno fatto spese “folli” per la categoria che le portano ad essere tra le favorite del campionato. Il nostro progetto prevede una crescita graduale ma costante, senza strafare. Stiamo attuando una politica stranamente “rivoluzionaria” per i tempi, quella di avere solo giocatori Romani formati qui a Roma. Vogliamo diventare in futuro un vanto per la nostra città in questo sport e magari fare anche da apripista , incoraggiando chi la pensa come noi.”

Arriva la prima di campionato, in virtù anche degli impegni amichevoli svolti dalla squadra quali sono le cose che più ti fanno ben sperare e invece quelle che ancora ti possono preoccupare?

PRES. DE SANTIS: “Le amichevoli sono amichevoli, bisogna sempre prenderle con le molle altrimenti rischi di alzare o abbassare L’asticella senza alcun motivo realmente valido.”

La squadra si identificava nel leader che era dentro e fuori dal campo Daniele Battistacci. Adesso che la rosa è modificata per l’80% vedi già nel gruppo un giocatore che possa trascinare la squadra in campo ma anche all’esterno?

PRES. DE SANTIS: “Battistacci era un fratello maggiore per i ragazzi, essendo una famiglia a noi la parola leader non piace. Loro sono tutti fratelli e in famiglia “scazzi” e abbracci sono agli ordini del giorno, l’importante è che il capo famiglia ( la società ) aiuti tutti a remare dalla stessa parte, altrimenti non si va da nessuna parte. Da noi ci si vuole tutti bene quindi ora saranno i più esperti a prendere l’eredità lasciata da Daniele, senza tralasciare chi come Andrea Farina ad oggi risulta il giocatore da più anni in giallonero, e Di Gregorio, Caiazzi e Mottes autentici collanti con tutti i nuovi arrivati.”

Domani Mr. Carello potrà contare su tutti gli effettivi escluse squalifiche o ci sono assenze che potrebbero influire?

PRES. DE SANTIS: “Nessuna defezione, La rosa è lunga e i 12 saranno i più in forma. Mi fido del mio mister, come nessun presidente mai si è fidato del suo allenatore.”

HORNETS VITTORIA IN RIMONTA E LA RINCORSA CONTINUA!!!!! MR.CARELLO: ” in campo compattezza, coesione e spirito di squadra”

Vietato guardare la classifica……per il momento. In casa Hornets però la vittoria di sabato è fondamentale, per aver fermato una delle concorrenti, per la battuta d’arresto abbastanza prevedibile dell’Albano con la Nordovest, per aver agganciato l’Aranova fermata a Valmontone e prossima avversaria e soprattutto per il modo in cui è arrivata la vittoria con il Real Ciampino. Una gara giocata come sempre dai ragazzi di Carello e Luciani con intensità e creando una mole di occasioni importanti non sfruttate al meglio o che si infrangono sui pali. Una rimonta voluta e cercata in ogni passaggio, in ogni azione dai ragazzi dello Sporting. A pochi minuti dalla fine Pandolfo e compagni si trovavano sotto di due reti, che avrebbero segato le gambe ad ogni squadra e smorzato gli entusiasmi. Ma a questi ragazzi no, il cuore oltre l’ostacolo…la voglia e la determinazione di ottenere un risultato giusto ed ecco che parte la rimonta. Ripari accorcia e mette sotto pressione l’avversario…..poi Pandolfo pareggia  e infine Frangipane regala una vittoria al cardiopalmo. Festa Finale e la rincorsa continua……

 

Guarda gli Highlights della gara CLICCANDO QUI

Ecco le parole di Mr.Carello nel post gara

 

Buongiorno Mister Carello una vittoria importante per la classifica e per il morale soprattutto per il modo in cui é arrivata?

MR.CARELLO: ” Vittoria fondamentale per la classifica, per il morale e per quel senso di giustizia che il campo spesso ci ha negato. Ci siamo trovati troppe volte a dover commentare ed analizzare delle sconfitte in partite anche dominate. Sabato forse siamo stati meno brillanti del solito (pur costruendo tante occasioni e colpendo ben 5 legni). Il Ciampino nel secondo tempo ha arretrato tanto il suo baricentro difendendo a oltranza ed a 7 minuti dalla fine avevamo due gol di svantaggio. A differenza di altre partite questa volta c’è stata quella scintilla che ci ha consentito di ribaltare il risultato in 3 minuti con le reti di ripari (che sabato è stato un vero trascinatore ed aveva preso già 3 pali), pandolfo e frangipane. Negli ultimi minuti abbiamo difeso bene con ordine il loro portiere di movimento.
……”

Quali sono stati i fattori determinanti che hanno reso possibile questa vittoria secondo voi?

MR.CARELLO: “I ragazzi ci credono sempre perché lo vedono sul campo che il nostro duro lavoro poi il sabato gli consente di giocarsela con tutti. Abbiamo messo in campo quella compattezza coesione e spirito di squadra che ci stanno consentendo di far fronte alla continua emergenza ed ai risultati negativi. Rispetto alla rosa di settembre abbiamo 10 giocatori in meno! Ad esempio sabato in porta abbiamo schierato il preparatore dei portieri Alessandro Paolini. Non giocava una gara ufficiale da quasi un anno ed è risultato determinante con la sua personalità e le sue parate….logicamente per restare in linea con la stagione in un contrasto ha riportato la frattura di un dito della mano. “

Sabato partita difficile con l’Aranova….state recuperando tutti gli effettivi o mancherà ancora qualcuno all’appello?

MR.CARELLO: “purtroppo recuperi due giocatori e ne perdi altri due…ma siamo stati in grado di far fronte alla continua emergenza anche schierando in campo il preparatore dei portieri appunto o me stesso quindi ormai ci siamo abituati. Anzi questi ragazzi hanno dimostrato di riuscire a reagire ad ogni colpo incassato.
Sabato partita decisiva come tutte quelle che mancano sino a fine stagione, siamo concentrati e vogliosi di riprenderci i punti lasciati immeritatamente sul campo. “

HORNETS – Mr.Fabio Luciani carica i gialloneri:” Le difficoltà hanno contribuito ad unire un gruppo vero capace di rialzarsi e reagire sempre e lo faremo fino alla fine “

I punti persi con Albano e Nordovest non distolgono dalla mente di Mr.Luciani l’obiettivo, la meta da raggiungere e non mettono in discussione quali sono i passi per arrivarci. Lo Sporting Hornets deve guardare gara dopo gara senza controllare troppo i numeri della classifica…..passo dopo passo, gara dopo gara le api giallonere daranno il tutto per tutto per salvarsi. A partire dalla prossima gara contro il Real Ciampino, dove la squadra non vuole e non può permettersi un altro stop.

 

 

Buongiorno Mr. LUCIANI.… Momento cruciale della stagione con la gara in casa contro il real Ciampino sabato….. Vietato sbagliare???

Mr. LUCIANI:“Si è il momento topico della stagione Rimangono 9 partite determinanti in cui abbiamo la necessità di raccogliere punti vitali per accedere ai play out e li’giocarci le nostre chances importanti per rimanere nella categoria.”

La vittoria col Cccp aveva ridato un po’ di entusiasmo al gruppo… La sconfitta di Albano e quella di ieri un po’ più prevedibile con la Nordovest hanno riabbassato gli animi o la squadra secondo lei rimane convinta nel centrare l’obiettivo?

Mr. LUCIANI:“Dopo la sosta c’è stato il miniciclo di 4 partite iniziato con la capolista Savio e il campo ha detto in maniera inequivocabile che la squadra non solo a livello caratteriale corre e lotta fino alla sirena ma continua a fornire prestazioni di spessore a livello collettivo producendo gioco di ottima qualità che porta a creare una quantità industriale di occasioni da gol.L’aspetto invece sul quale non riusciamo a fare il salto di qualità nonostante ci dedichiamo tanto lavoro è quello tecnico/tattico individuale nelle fasi di possesso e non e questo è il limite più grande che ha condizionato i nostri risultati da inizio stagione.”

Al di là del risultato come giudica la prestazione dei vostri ragazzi contro la più quotata Nordovest?

Mr. LUCIANI:“Contro l’Albano abbiamo dominato la gara in lungo e in largo ma se poi concretizzi solo 4 delle 40 occasioni costruite è giusto che perdi.Con la nordovest il rammarico è che nel momento cruciale di una gara che si giocava sul filo dell’equilibrio sia di gioco che di risultato siamo ingenuamente rimasti in inferiorità numerica prendendo gol con l’uomo in meno e rinunciando di lì in avanti ad un giocatore importante e diventando ancora più corti nelle rotazioni”

Al di la di assenze e infortuni, che è stata la causa più determinante del vostro cammino, come si presenta la squadra psicologicamente  allo scontro con il Real Ciampino?

Mr. LUCIANI:“Sono 30 anni che sono in questo sport e una stagione così maledetta non mi era mai capitata ma il lato positivo è che queste difficoltà hanno contribuito a temprarci ad unirci e a cementare un gruppo che oggi è un gruppo vero capace di rialzarsi e reagire dopo ogni caduta e questa sarà la nostra arma in più per lottare e crederci fino alla fine, a partire da sabato contro una squadra difficile come il Real Ciampino di Scaccia .”

GLI HORNETS A TESTA ALTA TRE PUNTI PER RILANCIARSI BATTUTO IL CCCP. LE PAROLE DI FRANGIPANE

SPORTING HORNETS – CCCP 5 – 1 

Sporting Hornets: Nesta, Luciani, Frangipane, Pandolfo, Battistacci, Castelli, Casagrande, Ripari, Facchini, Zonetti, Faratro, De Cesaris. ALL. Carello/Luciani

Marcatori: Frangipane 4, Pandolfo

Coesione e fiducia. Gli uomini del duo Carello Luciani si sono stretti in settimana sotto le parole rassicuranti della società e del D.S. De Santis e hanno messo in campo sabato tutto quello che è servito per superare la prima tappa di un giro lungo e difficile, dove ogni sbaglio potrebbe essere decisivo, ma dove ogni ferita verrà curata da un gruppo di uomini fantastici e di giocatori importanti che hanno capito che non meritano quel posto in classifica. A testa alta, con caparbietà e sicurezza lo Sporting ha battuto il Cccp. Indossando per la prima volta una nuova divisa voluta apposta per segnare un cammino arduo ma che alla fine dovrà essere ricordato. Una gara quella giocata dai gialloblu prendendo il dominio del gioco da subito. Spinti da un Frangipane in grande spolvero che regala alla fine un poker che regala una festa a fine gara. Un primo tempo terminato sul 3 – 0 con doppietta del numero 5 e la rete di Pandolfo. Nella ripresa il Cccp ha provato ad alzare la testa col goal del 3-1 che avrebbe potuto riportare il terrore negli occhi dei ragazzi di casa ma non è stato cosi. E da questi dettagli si capisce che l’impresa tanto spergiurata in settimana si può compiere. La squadra si è rimessa subito a giocare mettendo di nuovo alle corde gli avversari che alla fine si sono dovuti arrendere ad altre due reti del solito Frangipane. Che abbiamo ascoltato a fine gara.

FRANGIPANE: ” È stata una gara approcciata bene sia mentalmente che tatticamente, abbiamo messo la cattiveria e la voglia giusta fin dall’inizio poi la qualità in squadra non è mai mancata e siamo riusciti a portare a casa tre punti importantissimi. Sappiamo l’importanza che hanno le partite da ora in avanti, dobbiamo ridurre al minimo gli errori. Al gruppo non è mai mancato il supporto e l’appoggio di dirigenza e staff tecnico che hanno sempre dimostrato la loro professionalità e la loro fiducia nel gruppo. A loro dobbiamo molto e la promessa che gli abbiamo fatto è che daremo l’anima per raggiungere l’obiettivo prefissato. Dobbiamo dare continuità alle prestazioni, solo così i risultati arriveranno,da ora in poi sono tutte finali. Il gruppo arriva carico e voglioso di continuare a vincere.”

GUARDA IL VIDEO DELLA GARA

 

27268032_10215236478214781_362915298_o

HORNETS – Il fondo della classifica non scalfisce la fiducia nella salvezza. MARCO LUCIANI: “Gli Hornets SI SALVERANNO.Ci credo veramente tanto”

In questi giorni che sono seguiti alla sconfitta esterna contro il Savio, che ha affossato gli Hornets in fondo alla classifica in piena zona retrocessione, la società si è stretta insieme al gruppo di lavoro dando l’ennesima riprova di fiducia ai Mister Luciani e Carello e alla squadra. Parole come  “impresa” espresse dal Presidente  Gasponi, e dal Ds De Santis, presenti sulle tribune sabato, hanno rianimato i giocatori che stanno lavorando già per tentare  l’assalto alla salvezza cercando di non lasciare più punti per strada. Già nella prossima gara in casa contro il CCCP, un vero scontro diretto, i ragazzi dello Sporting Hornets  dovranno necessariamente vincere. Tra le cose che fanno credere a questa impresa il fatto che il gruppo stia ritrovando alcuni giocatori fermi da mesi e che possono dare qualcosa in più….come Marco Luciani, protagonista della scorsa stagione e per la prima volta in campo sabato scorso

A lui abbiamo rivolto qualche domanda post gara.

Buongiorno Marco….sconfitta indolore quella di sabato dove certo non si poteva pretendere di fare i punti contro i primi della classe?

LUCIANI:” Sabato al di là del risultato finale la prestazione è stata molta buona contro una compagine attrezzata per vincere il campionato siamo stati in partita fino a 10 minuti dalla fine.”

Invece la squadra sta ritrovando i pezzi, come te, e avendo la possibilità di riallenarsi bene e con continuità. Quanto è importante il gruppo in questi momenti di difficoltà?

LUCIANI:”La squadra quest’ ultime 2 settimane ha ritrovato una buona continuità negli allenamenti e si è già visto da sabato; personalmente sto ritrovando la condizione pian piano e darò tutto me stesso ogni sabato per raggiungere la salvezza.”

Credi nella possibilità di salvarti visto anche gli appelli importanti e la fiducia che traspare dalle voci della società?

LUCIANI:” Il gruppo in questo momento è compatto e ognuno di noi rema dalla stessa parte; sono certo che sabato si interromperà questa striscia di risultati negativi e si tornerà alla vittoria perché stiamo lavorando bene e perché lo meritiamo.Ovviamente massimo rispetto per i nostri avversari ma adesso vogliamo solo i 3 punti.”

Già da sabato bisognerà inevitabilmente prendere i tre punti…cosa servirà per vincere?

LUCIANI: “Servirà come al solito umiltà,cuore e concretezza sotto porta. Gli HORNETS si salveranno!!! IO CI CREDO VERAMENTE TANTO “

LO SPORTING HORNETS PRONTO AD UN GIRONE DI RITORNO DIVERSO. Le parole del nuovo acquisto CASAGRANDE: ” Un ottimo gruppo con qualità, non meritiamo questa classifica”

Serve un girone di ritorno diverso……questo lo sanno tutti in casa Hornets. La squadra vale una classifica diversa ma dovrà essere il campo ha certificarlo. Lo sa benissimo anche uno dei nuovi arrivati, Francesco Casagrande che vuole dare il suo contributo per la causa salvezza. Sabato un test difficile ma la squadra deve dimostrare di poter cambiare rotta. Ecco l’intervista fatta al nuovo giocatore dello Sporting Hornets Casagrande 

 

Buongiorno Francesco….quali sono i fattori che ti hanno aiutato a fare la scelta di accettare gli Hornets?

CASAGRANDE: ” Sicuramente il primo fattore è rappresentato dalla grande amicizia che ho con Gianluca Pandolfo uno dei miei migliori amici, ormai tra lavoro ed impegno pugilistico (sparring partner Orial Kolaj) avevo pensato di smettere,ma mi piacciono le sfide e so di poter dare una mano “

Sfida importante perché la squadra deve fare un girone di ritorno importante per raggiungere la salvezza?

CASAGRANDE: ” Si sarà dura ma guardando i giocatori, la società e i mister,  vi assicuro che è una squadra che non merita assolutamente questa posizione anzi!”

Come ti sembra il gruppo e lavorare con i mister Luciani e Carello?

CASAGRANDE: ” E’ un gruppo giovane dove c’è un po’ di inesperienza ma grande qualità vedi Pandolfo e Salvo Frangipane.
Per quanto riguarda i mister cercano di darci tranquillità e sono molto accorti per quanto riguarda svolgimento e preparazione di partite ed allenamenti.”

Sabato subito una sfida proibitiva….in casa del Savio primo in classifica. Cosa servirà per tornare a casa con un risultato utile?

CASAGRANDE: “Ho visto che la squadra è composta da gente come Didone, Medici, Galante,  ottimi giocatori ,contro cui anni fa ai tempi dell’ Olimpus disputammo belle battaglie. Al tempo riuscimmo a prevalere noi vincendo il campionato.
Sono contento di giocarci contro ,sono una gran bella squadra e sono primi,hanno una grande organizzazione di gioco e grande esperienza ma ripeto siano una squadra che non merita questa classifica e daremo il fritto sabato,  so che bisognerà prestare la massima attenzione

NIENTE DA FARE PER GLI HORNETS – IL PRIMO VALMONTONE DI DE BONIS E’ CORSARO A ROMA. FRANGIPANE SPRONA I COMPAGNI “Non dobbiamo mollare”

SPORTING HORNETS – TOP NETWORK VALMONTONE 3 – 5 

Sporting Hornets: De Cesaris, Nesta, Farina, Zonetti, Pandolfo, Vanni, Facchini, Signorelli, Ripari, Castelli, Frangipane.All. CARELLO/LUCIANI

Marcatori: 4 Sinibaldi 1 Stoccada, Castelli, Frangipane, Farina

Certamente un avversario ostico e che doveva dimostrare che il cambio in panchina portasse subito un vento di aria nuova. Cosi gli Hornets, ormai in costante piena situazione di emergenza, hanno dovuto arrendersi ai ragazzi di Valmontone trascinati dal capocannoniere del campionato Alessio Sinibaldi. In attesa che il mercato di riparazione riesca a rinvigorire la rosa a disposizione del duo Carello e Luciani.

Frangipane, uno dei leader della squadra giallonera interviene ai nostri microfoni: “Quella di sabato è stata l’ ennesima partita che ci ha visto uscire dal campo sconfitti immeritatamente visto la mole di occasioni create.. una gara in cui abbiamo espresso le nostre qualità che non sono di certo quelle rappresentate dalla classifica .. la nostra fin ad ora sembra una di quelle stagioni che non riesce a trovare una svolta decisiva in positivo anche a causa degli innumerevoli fatti negativi che ci hanno colpiti da quando abbiamo iniziato ad agosto ( infortuni e partenze ). Tutti nello spogliatoio sappiamo che servono poche parole e molti fatti se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo .. quindi più che riunirci a parlare stiamo intensificando ancora di più le sedute di allenamento consapevoli che c’è tanto da migliorare Ci aspettano due partite molto ostiche prima della sosta natalizia.. credo molto in questa squadra e siamo un gruppo che non molla ..manca un girone e quindi ci sono ancora tante partite per dare una svolta in positivo a questa stagione e ci stiamo impegnando tutti per uscire da queste sabbie mobili che ci stanno inghiottendo”

 

 

 

HORNETS – Tanta amarezza nel pari col FUTSAL ISOLA. Battistacci “Poco concreti sotto porta….paghiamo i tanti infortuni”

SPORTING HORNETS – FUTSAL ISOLA 2-2

Sporting Hornets: Nesta, De Cesaris, Farina, Zonetti, Facchini, Frangipane, Castelli, Mafrica, Pandolfo, Ripari, Battistacci, Signorelli. ALL. Carello/Luciani

Doveva essere il sabato giusto per ripartire per lo Sporting Hornets, che aveva in casa l’occasione buona di fare tre punti contro l’ultima in classifica la Futsal Isola. Invece i tre punti, che sarebbero stati come ossigeno, in un momento in cui Carello e Luciani fanno grande fatica a contare dodici ragazzi disponibili, non sono arrivati. Un solo punto che smuove pochissimouna classifica pesante che vede i gialloneri ormai coinvolti in piena zona play out. Dalla parte degli Hornets ci sono ancora due fattori….il tempo, visto che il campionato è ancora lungo e l’imminente fase di mercato dove la società si sta muovendo per arricchire il roster a disposizione della coppia di mister. Una Futsal Isola arrivata a Roma agguerrita per giocarsi le ultime possibilità a propria disposizione. Un Hornets che prima riesce ad agguantare il pari con Ripari nel primo tempo, dopo che su una ripartenza i ragazzi di Fiumicino avevano trovato il vantaggio. Poi nella ripresa non riesce a mantenere il vantaggio acquisito con la rete di Frangipane e subisce il pareggio su tiro libero che decreta il 2-2 finale.

L’analisi della gare e del momento nelle parole di Battistacci: ” La partita di sabato è stata giocata bene, il problema è che non siamo riusciti a concretizzare le occasioni create e alla fine loro hanno fatto solo le due occasioni che hanno realizzato. Tra l’altro su un tiro libero un po generoso e una ripartenza. Noi abbiamo tirato tanto in porta ma non siamo riusciti a trovare la via del goal. L’obiettivo della salvezza è un obiettivo raggiungibile…..paghiamo purtroppo la mole di infortuni che stanno falcidiando la rosa. Io stesso sabato sono uscito malconcio e forse ho uno stiramento…..siamo pochi e stiamo dando tutti tanto di conseguenza siamo spremuti. Abbiamo subito infortuni gravi come a Castroni e Vanni…..o scelte lavorative come per Luciani e Campanelli…assenze che stanno condizionando la stagione. Ho dovuto giocare con problemi fisici che hanno peggiorato la mia condizione e ho paura che dovrò aspettare anno nuovo per recuperare la mia condizione.”

HORNETS – Nelle parole di GASPONI la disfatta in Coppa contro l’ITALPOL

ITALPOL – SPORTING HORNETS 10 – 1 

SPORTING HORNETS:  Nesta, Rapanà A., Faratro, Zonetti, Oggiano, Pinna, Mazzapicchio, Rapana G., Barile, De Santis. 

Nella gara di ritorno di Coppa Lazio tra Italpol e Hornets, gli ospiti sono stati costretti dagli eventi a rinunciare a diversi big e a decidere di impiegare i ragazzi della 21. Troppi gli infortuni che ormai stanno condizionando il cammino dell’Hornets in questa stagione e la società ha fatto una scelta.

Nelle parole di Alberto Gasponi i motivi “Il motivo è uno e chiaro…purtroppo in questo momento in cui contiamo più infortunati che ragazzi disponibili siamo costretti a fare una scelta, a malincuore, quella di rinunciare adownloadlla coppa e decidere per il campionato nellla quale crediamo fortemente nella possibilità di fare bene. I pochi ragazzi a disposizione non possono giocare due gare impegnative come quella con l’Italpol e poi essere freschi e a disposizione per la gara di sabato che per noi inizia ad essere fondamentale. Abbiamo deciso di schierare cosi gli under, lo abbiamo fatto presente per essere ancora più corretti all’Italpol che ringraziamo per aver capito il momento. Ora speriamo di iniziare a recuperare qualche giocatore…..la gara con la Futsal Isola è un crocevia importante per noi. Non dobbiamo sbagliare ”

 

HORNETS – Sconfitta amara contro il Carbognano. Il D.S. De Santis: ” Pagate le fatiche di Coppa….da inizio anno danneggiati dagli arbitri. Il mio gruppo viene prima di tutto”

CARBOGNANO – SPORTING HORNETS 13 – 4

Sporting Hornets: Nesta, Facchini, Frangipane, Pandolfo, Castelli, Farina,Zonetti, Battistacci, Mafrica, De Cesaris. ALL. Luciani/Carello

Una trasferta difficile che gli Hornets sono costretti ad affrontare con l’infermeria piena. Out Vanni, Castroni, Signorelli, Luciani, Margaglio e Ripari. Non può e non deve essere una giustificazione. La causa è senza dubbio un approccio e un atteggiamento sbagliato dei ragazzi di Luciani e Carello. Primo tempo dove la squadra gialloneri proprio non riesce ad entrare in partita e i padroni di casa ne approfittano e si portano avanti  con 5 reti di vantaggio. Cerca di reagire la squadra romana ma la squadra di Cervigni trova anche la sesta e la settima rete che mette definitivamente ko i gialloneri. Prima del fischio del primo tempo arriva la rete romana grazie ad un autorete. Nella ripresa tentativo disperato di recuperare col portiere di movimento ma i casalinghi prendono il largo. Per gli Hornets inutili le reti sul 11-1 di Castelli, Facchini e Frangipane. Nel finale altre due reti del carbognano a chiudere il risultato sul 13-4.

Il D.S. Fabrizio De Santis, cerca di spronare i ragazzi a reagire a questo momento difficile. Sicuramente la peggior gara degli Hornets fin qui giocata.
Buongiorno D.S. De Santis…..momento difficile per la squadra che sabato sembra aver fatto un passo indietro anche dal punto di vista delle prestazioni….che gara è stata?

DE SANTIS: “Sabato abbiamo pagato la stanchezza della superba gara fatta contro Italpol, i tanti infortuni. Era ovvio che visto le nostre condizioni fisiche precarie dovute alle tante botte prese in questo scorcio di campionato prima o poi si sarebbero fatte sentire “

Come se ne esce da questo periodo di crisi di risultati?

DE SANTIS: ” Se ne esce con la costanza e con l’impegno che sia i giocatori che i mister ci stanno mettendo. Appena ne vinceremo una si apriranno nuovi orizzonti”

Al di la dei numeri…..secondo lei c’è qualcosa che sta incidendo negativamente sul gruppo?

DE SANTIS: “Sicuramente i non risultati, in tutte le partite mettiamo alle corde chiunque e come ci stiamo riuscendo arriva la botta dalla terna arbitrale. È un continuo, va dalla prima giornata con il “non controllo” di un tesserato irregolare fino alla partita di coppa dove viene data libera a loro invece che a noi. Ci mancano almeno 10 punti derivanti dalle pessime decisioni arbitrali “

Quali sono le soluzioni che state cercando all’interno della società anche in ottica mercato?

DE SANTIS: “Stiamo valutando in ottica di mercato, ma la priorità è di recuperare tutti gli infortunati che abbiamo. Il MIO gruppo viene prima di tutto “

Occasione Futsal Isola sabato….ma c’è da stare attenti…..come preparerete in settimana questa gara non solo tatticamente ma anche dal punto di vista emotivo?

DE SANTIS: ” Sabato sarà una finale di Champions. La prepareremo come abbiamo sempre preparato le altre ovvero con la massima attenzione a tutti i particolari. Poi è ovvio ogni partita a se ma stavolta sono sicuro che i miei ragazzi non faranno prigionieri.”