GAP – SALVEZZA CENTRATA MA MARIELLO VUOLE DI PIU’ E PREPARA IL FUTURO: “Tra chi ha deluso ci sono anche io….ripartiremo con 7 conferme e i tre giovani in pianta stabile con noi!!!”

Trasferta gloriosa quella che il Gap ha vissuto in casa del Nazareth. Una vittoria che porta la matematica salvezza alla squadra allenata da Pomposelli. La società mantiene la categoria per il secondo anno consecutivo ed è già pronta a gettare le basi per una nuova stagione con l’augurio che non si ripetino le incidenze sfortunate che hanno accompagnato questa stagione ricca di infortuni e di ingiustizie arbitrali costellate da squalifiche al limite dell’assurdo. Massimiliano Mariello, mente e cuore del Gap è solo una delle diverse vittime di infortuni che hanno contribuito a rendere difficile il campionato. Orgoglioso dei compagni ma non di certo soddisfatto a pieno per una stagione che poteva regalare gioie diverse. Lo abbiamo intervistato

Buongiorno Massimiliano…..arrivata la salvezza con una giornata d’anticipo. Una soddisfazione importante in una stagione martoriata da squalifiche ingiuste e infortuni….soddisfatti??

MARIELLO: “Si, dopo una stagione partita con tutti altri propositi , arriva questa benedetta salvezza. Come al solito abbiamo avuto una marea di squalifiche e anche lunghe, purtroppo se un giocatore deve prendere una giornata, visto che gioca con la Gap ne prende 3, ma non dico questo perché sono mitomane, ma perché un arbitro ci ha confessato che tra loro si dicono che ogni volta che ci arbitrano devono avere la mano pesante. Infatti dopo averlo fatto presente alla federazione e a alcuni arbitri , le ultime 4-5 giornate ci sono stati mandati arbitri da fuori Roma, e non abbiamo più avuto un espulso( guarda caso). Poi abbiamo avuto molti infortuni, infatti a dicembre abbiamo avuto la pubalgia io e Pacilli. Ghirelli è stato fermo da novembre a febbraio per una strappo muscolare, Cimei tutto il girone di ritorno anche lui per uno strappo è sempre io con Lucatelli ci siamo fermati le ultime 3 per problemi al ginocchio, nel mio caso il crociato! Comunque soddisfatti è un parolone però va bene così.”

Tra le tante difficoltà necessariamente avete fatto fronte alle mancanze impiegando diversi giovani…. riconoscimento importante per una società che lavora molto coi giovani?

MARIELLO: “La nota più positiva di questa stagione sono proprio i nostri giovani della 19, ormai 3 sono in pianta stabile con noi. Ci hanno dato una grossa mano già da dicembre con gli allenamenti, fino ad arrivare ad ora che sono parte integrante della prima squadra. E per me che li ho visti crescere e allenati è una cosa che mi gratifica molto. ”

Dagli errori e dalla sfortuna a cui siete andati incontro in questa stagione si deve ripartire…quali sono i progetti, le novità ma soprattutto i punti fermi sulla quale ripartire?

MARIELLO: “Ci stiamo già muovendo per la nuova stagione, ma le riconferme sono fondamentali, ad oggi io, mio fratello, Pacilli, Patriarca, Longo, Felaco , Cimei e i 3 under saremo con la Gap il prossimo anno !”

Sbilanciamoci…..un paio di nomi della vostra rosa che hanno sorpreso positivamente e un paio che invece potevano dare di più??

MARIELLO: “Tra chi ha deluso mi ci metto io, perché non è stata la mia annata migliore, la ciliegina sulla torta è stata la rottura del crociato di 3 settimane fa… poi sicuramente anche Felaco è stato troppo altalenante, per colpa delle troppe assenze dovute al lavoro… Tra i positivi metto patriarca Lucatelli Longo “

GAP, Sconfitta alla prima contro l’Atletico 2000…un arbitraggio indegno decide le sorti della gara

Il Gap di Pomposelli perde i primi tre punti in palio della stagione. Ma il vero rammarico non è la sconfitta…..è il modo in cui una squadra deve arrendersi all’arroganza e la gestione malcapitata dell’arbitro di turno. Basti pensare che al triplice fischio i rossi di Mariello tra giocatori e dirigenti contano 4 rossi….! Allucinante quindi il resoconto dell’arbitro che indirizza il risultato tra due squadre che hanno dato tutto in campo con grande grinta, cuore, agonismo ma sempre nei limiti della correttezza, resa nervosa in qualche momento solo dalle decisioni discutibili dello stesso. A partire dai due gialli che costringono ad abbandonare il campo a Marco Mariello. Per poi passare al rosso diretto su Grillo in un normale contrasto di gioco o a quelli di Pacilli e il dirigente Pili che chiedevano solo spiegazioni all’arbitro.

A leggere il referto dell’arbitro, sembrerebbe ci sia stata una guerra….invece è stata una gara regolare, agonistica ma tra due squadre che hanno provato ad esprimere un po di calcio a 5 su di un campo pienamente allagato dove probabilmente non si doveva giocare.

Ad approfittarne per primi del campo allagato proprio il Gap che trova la rete con Lucarelli che infila la palla in porta dopo che la stessa viene frenata dall’acqua dopo una respinta del portiere Di Sabatino. Poi la reazione dell’Atletico di Mr.Coccia arriva con le reti su punizione di Merli e su un diagonale vincente di Mariotti che supera Ferrucci. La ripresa promette bene perchè il Gap cerca il pari fino al momento in cui, il migliore in campo per la squadra di Pomposelli, Marco Mariello viene allontanato per un fallo al quanto discutibile. La rete del definitivo 1 – 3 arriva da Anzalone dopo che la squadra del Gap causa le diverse sviste arbitrali perdeva un po la bussola.

A fine gara Massimiliano Mariello, responsabile del Gap minaccia di ritirare la squadra se l’andamento che già l’anno scorso aveva contribuito a perdere diverse gare dovesse ripetersi anche quest’anno.

Gioele Maceratesi, giocatore del Gap commenta cosi nel post-gara: “Trovare qualcosa di positivo in questa gara è difficile. Abbiamo giocato in un campo dove per via del tempo era impossibile giocare a calcio a 5. Siamo arrabbiati, delusi e vogliosi di riscattarci subito e questa è una cosa buona, perchè vuol dire che ci teniamo. E’ brutto percepire che verso di noi gli arbitri siano prevenuti. Qualche “chiacchiera da bar” di alcuni di loro infastidisce molto. Capisco che la maggior parte delle volte si da colpa agli arbitri, che sono umani e possono sbagliare alcune scelte, ma qui si tratta di atteggiamenti nei nostri confronti. Siamo un gruppo di bravi ragazzi. Continueremo a giocare a questo sport perchè lo amiamo e vogliamo che alcuni pregiudizi su di noi piano piano vengano a sparire dimostrando che questa è una società e una squadra di persone per bene. Sabato prossimo sarà dura le assenze peseranno ma ci proveremo con tutte le nostre forze. I cavalli si vedono all’arrivo.”

GAP – ATLETICO 2000 1-3

GAP: Ferrucci, Maceratesi,Mariello, De Carli, Felaco, Battistone, Longo, Ghirelli, Grillo, Cimei, Lucatelli, Pacilli ALL.Pomposelli

ATLETICO 2000: Di Sabatino, Scivoletto, Roca, Dragonetti, Lo Giudice, Mariotti, Anzalone, D’Ambra, Merli, Topazi, Perconti, Griguolo. ALL.Coccia

GAP È SALVEZZA – Intervista a MASSIMILIANO MARIELLO: “Salvezza più che meritata….nel ritorno gettate le basi per un futuro vincente”

Con una giornata di anticipo arriva la matematica salvezza per il Gap di Pomposelli, dopo uno strepitoso girone di ritorno fatto di grandi prestazioni e ottimi risultati. Una salvezza figlia della fiducia incondizionata che questo gruppo di giocatori ha avuto verso il proprio allenatore soprattutto ad inizio stagione quando i risultati venivano a mancare e sarebbe stato più facile abbandonare che continuare a lavorare sul campo. Massimiliano Mariello, l’anima di questa società ci racconta in questa intervista la salvezza del Gap.

Buongiorno Massimiliano….. salvezza raggiunta…..con una giornata d’anticipo. Sicuramente una salvezza meritata anche se arriva in un modo un po’ particolare. Vuoi dirci cosa è successo sabato?

MARIELLO: “Buongiorno, salvezza direi più che meritata, arrivata grazie a un regalo del real città dei Papi, che nn si è presentata. Facendosi così salvare a noi e retrocedendo automaticamente loro, non so il motivo, forse volevano farsi perdonare quello che è successo all’andata …”

Come primo anno che voto daresti alla squadra….che ha fatto una seconda parte di campionato molto importante?

MARIELLO: “Come primo anno darei 7, perché l’obiettivo prefissato è stato raggiunto, e perché tranne le prime partite di assestamento nn abbiamo demeritato con nessuno, ne in casa ne fuori !”

C’è rammarico per aver capito che si poteva fare di più…… sarà d’insegnamento per la prossima stagione… .quali sono gli obiettivi futuri del Gap?

MARIELLO: “Diciamo che se nel girone d’andata avessimo fatto gli stessi risultati del ritorno, ora magari potevamo essere già salvi da qualche partita , e magari giocare per qualcosa di importante, ma va benissimo così !”

Si lavorerà per crescere…..ci saranno novità in tal senso e il progetto continuerà con Pomposelli?

MARIELLO:“Per il prossimo anno speriamo di  confermare la maggior parte della rosa, e magari avere 2-3 buoni innesti così da poter puntare ai play off.Naturale che il progetto continuerà con Pomposelli, trovare un mister più preparato in c2 è difficile , molto difficile”

Parliamo dei tuoi allievi….perso lo scontro diretto la squadra come ha reagito?

MARIELLO: “La sconfitta contro la Folgarella è figlia dell appagamento della mia squadra dopo la vittoria col nazareth , sommata a campi scuola vari. Durante tutta la settimana ci siamo allenati in 4/5 , abbiamo chiesto lo spostamento , non dato (ne all’andata ne al ritorno), e così sabato abbiamo fatto una partita vergognosa. Purtroppo c è stata da parte dei ragazzi la sensazione che il campionato fosse finito, io ho provato a far capire che non era così, ma quando non si scende in campo con la testa, meglio starsene a casa.”

Credete nella possibilità di recuperare la vetta o l’elite dovrà passare eventualmente dai play off?

MARIELLO: “Per la prima posizione è tutto nelle nostre mani, perché il nazareth fortunatamente ancora deve riposare( giocare contro sq. B del romanina). E quindi se noi le vinciamo tutte ce la potremmo fare. Spero che la sconfitta con la folgarella come quella All andata con il Colleferro, servirà a suonare la carica per il rush finale!
Sperando di avere tutti a disposizione….”

Al di là dell’esito finale puoi darci un giudizio sulla stagione?

MARIELLO: “per il voto aspetto il finale di stagione, a adesso ti posso solo dire che sarà sopra la sufficienza “

GAP – La squadra di Pomposelli blinda la C2, vittoria d’Elite per gli allievi

29745472_10215812616457877_412459208_n

Un fine settimana coi fiocchi in casa Gap. La marcia verso la salvezza sembra ormai arrivata quasi al termine. Serve ancora un piccolo sforzo nelle prossime ultime tre giornate ma le 8 vittorie 4 pareggi e solo 4 sconfitte raccolte da dicembre ad oggi permettono alle furie rosse di giocare gli ultimi 180 minuti con la consapevolezza di meritare la categoria. Vittoria larga e senza un fuoririga per la squadra di Pomposelli nella trasferta di Colleferro contro il fanalino di coda. Otto reti in cui trovano la propria firma Carrarini, il solito Longo con una doppietta, Massimiliano Mariello, Mirko Tiberi uomo gara con tre reti e soprattutto il giovanissimo debuttante (appena sedicenne ) Francesco Federici. A conferma di quanto la società Gap stia investendo sul proprio settore giovanile dove domenica è arrivata una grande soddisfazione. La squadra di Mr.Mariello infatti era impegnata nello scontro al vertice contro il Nazareth. I ragazzi del Gap hanno superato gli avversari col risultato di 10-6 e consolidano la prima posizione portandosi a +8 proprio dalla squadra di Mr.Cerquiglini (che deve comunque recuperare una gara)e a cui non sono bastati gli auguri nella vigilia di Mr.Eusebio Di Francesco. Per i giovani ragazzi della società di Mariello sei reti di Saba, due di Cosentino e due di Corona.

Abbiamo raccolto le dichiarazioni post gara delle due partite. Per la C2 ha parlato il portiere Giulio Ferrucci e  il giovane Francesco Federici del suo debutto con goal in C2.

FERRUCCI: ” E’ stata una gara giocata con la massima determinazione anche se essendo favoriti non abbiamo mai perso la concentrazione, per questo intendo dire che noi avevamo un obiettivo che era vincere a tutti i costi dando noi ritmo alla gara senza perdere mai di vista il nostro scopo, per cui l’obbiettivo è stato raggiunto e abbiamo dato una grande prova di gruppo e forza nonostante le numerose assenze, questa vittoria ci da sempre più forza per raggiungere la salvezza unendoci come squadra nel miglior modo possibile, credo in generale negli sport di squadra non sia mai merito del singolo o demerito è sempre il gruppo che merita quando lo dimostra e questa volta l’abbiamo meritato noi TUTTI non solo giocatori ma anche come società che ci supporta in ogni modo possibile partecipando con interesse e aiutandoci ad essere ogni allenamento di più insieme al mister persone migliori. In fine volevo fare i miei più sinceri complimenti al nostro FRANCESCO FEDERICI che ha contribuito alla nostra vittoria con un gran gol oltre al suo debutto strameritato nella nostra categoria.”

FEDERICI: “Questa vittoria è stata molto importante perché da un po di margine alla squadra sulla zona play out approfittando anche dello scontro tra Legio Sora c5 e Real legio Colleferro entrambe a ridosso della zona play out. Dedico il debutto e il gol al mister Mariello che mi ha dato fiducia facendomi convocare in c2. Quando ho realizzato il gol la prima sensazione è stata molta emozione ma anche molto stupore. Quella degli Allievi è stata una Grande gara,siamo entrati sin dal primo minuto concentrati e determinati su ogni contrasto, abbiamo preparato la partita tutta la settimana e abbiamo avuto grandi risultati. Questa vittoria ci da un piccolo margine sulla seconda, però dobbiamo continuare così per tutto il campionato”

Sulla vittoria dei giovani Allievi del Gap sul Nazareth ha parlato anche Capitan Jacopo Cosentino autore di una doppietta e una bellissima gara nonostante giocasse con un infortunio.

COSENTINO: ” E’stata una gara preparata nei minimi dettagli, conoscevamo gli avversari e sapevamo che anche loro ci studiavano da molto tempo. Il mister è riuscito a trovare le contromisure giuste per sorprenderli cambiando leggermente il nostro modo di attaccare. I meriti vanno sicuramente al mister ma anche noi abbiamo dimostrato una grande concentrazione e una buona lettura della partita poiché ci siamo fatti rimontare 3 gol in pochi minuti nel secondo tempo ma abbiamo trovato il modo di reagire anche sfruttando il fatto che giocavano con il portiere di movimento. Il dolore che ho incominciato a sentire il giorno prima della partita mi ha preoccupato molto anche perché questa era la partita che potrebbe valere il campionato, ma alla fine la mattina della partita mi sentivo meglio ed ero pronto a giocare. Sicuramente l’attaccamento alla maglia caratterizza tutti componenti della squadra, questo tipo di partite le giocheremmo anche con una gamba rotta..”

GAP – GLI ALLIEVI CONTINUANO A VINCERE E CONVINCERE. BATTUTO IL TEAM GARDEN 11-3

Un’altra vittoria importante, decisa, convincente per il Gap Allievi. Il gruppo di Mr.Massimiliano Mariello, che festeggia insieme al fratello Marco Mariello l’Abilitazione ad Allenatore di Calcio a 5 conseguita nel corso tenuto dall’allenatore della nazionale Italiana Menichelli, supera i pari età del Team Garden per 11-3. Le reti della squadra di Mariello sono state segnate da Saba che addirittura ne fa 6, Cosentino che firma la sua personale tripletta e una rete a testa per Maculani Filippo e Thau. La squadra si conferma in testa alla classifica mantenendo 2 punti di vantaggio sul Nazareth che vince lo scontro diretto contro il Forte Colleferro terzo in classifica.

Nel dopo gara abbiamo ascoltato Iacopo Cosentino: ” Nel complesso è stata una gara che abbiamo vinto in tranquillità, anche perché purtroppo gli avversari a causa di molte assenze hanno dovuto giocare con gli stessi 5 tutta la partita. Questo ci ha permesso di provare i nostri schemi non faticando troppo. Tuttavia anche a noi mancavano alcuni giocatori e uno si è sentito male durante la partita dunque molto spesso ognuno di noi si è adattato ad un ruolo diverso dal suo abituale.Il mister cura molto la fase difensiva ed è proprio il recuperare palla in difesa che ci permette di attaccare in contropiede e segnare molti gol. Quando invece tocca a noi tenere palla abbiamo un preciso schema che ormai facciamo da anni e che, dopo un primo periodo nel quale non lo abbiamo sfruttato al meglio, adesso sta portando i suoi frutti.”

GAP – Caiazzi sprona la squadra: “A Palestrina meritavamo di più, pagati cari gli errori.”

Il Gap torna da Palestrina con le mani vuote. Nonostante una buonissima prova dei ragazzi di Pomposelli il risultato va a favore degli arancioverdi che escono dal campo con la vittoria per 5-3. Non bastano ai rossi la doppietta di Longo e la rete di Carrarini. Per il Palestrina le reti della vittoria portano la firma di Sangiorgi, doppietta per lui, Cicerchia, Chiapparelli e Cilia, tutti frutti del settore giovanile del Palestrina guidato negli ultimi anni da Mr.Fatello. 

Bisogna ripartire. Questo l’unico pensiero del post gara che aleggia in via degli Angeli per il Gap. L’occasione sabato si chiama Legio Sora. Una squadra che all’andata aveva messo in difficoltà il Gap. I ciociari sono a più cinque dai Mariello Boys ma l’obiettivo dei rossi è quello di fare più punti possibili in questi 9 turni che mancano per centrare la salvezza evitando i play off. Il portiere Ivano Caiazzi suona la carica e sprona i compagni a ripartire subito dal prossimo incontro

Buongiorno Ivano….cosa è mancato sabato per ottenere un risultato positivo?

CAIAZZI: ” Sabato abbiamo fatto una buona partita,  abbiamo sofferto un po all’inizio gli spazi molto stretti, ma con il passare del tempo abbiamo per lunghi tratti comandato il gioco.Abbiamo pagato a caro prezzo 3-4 errori individuali, e l’inferiorità numerica nell’ultima parte di gara, anche la fortuna non è stata dalla nostra ogni errore ci è stato fatale. Siamo in crescita e siamo molto uniti tutti verso un unico obbiettivo.”

Gara importante sabato…. Una vittoria vi permetterà di avvicinarvi alla salvezza diretta…. Cosa servirà per ottenerla?

CAIAZZI:“Servirà sbagliare il meno possibile, mettersi al servizio del compagno e fare ciò che il mister in settimana cerca di farci metabolizzare.”

GAP – Damiano Longo dopo la vittoria col Colleferro: ” STIAMO DIVENTANDO UNA GRANDE SQUADRA”

La vittoria casalinga del Gap di Pomposelli sulla rivale diretta, il Legio Colleferro, avvicina la squadra di Mariello fuori dalla zona play out. Due sono i punti che al momento dividono la salvezza diretta dai ragazzi del Gap. In verità la matematica ad oggi vede salva la squadra che si trova comunque a più otto dalla penultima. Ma i ragazzi dopo la vittoria per 8 – 5  firmata da un Poker di Marco Mariello, la doppietta di Damiano Longo e le reti di Lesner e Tinti non vogliono fermarsi e guardare necessariamente alla salvezza. I sette risultati utili nelle ultime otto gare e con dieci giornate ancora a disposizione c’è la possibilità, visto la mole di prestazioni importanti, di continuare a scalare posizioni di classifica. Ne abbiamo parlato con Damiano Longo.

Buongiorno a Damiano Longo…. autore di una doppietta nella vittoria contro il Legio Colleferro vinta per 8-2. È stata una grande giornata per voi?

DAMIANO LONGO: “Si siamo entrati subito concentrati con l’obiettivo di portare i tre punti a casa, siamo riusciti a mettere subito sul binario giusto la partita e pi è stato tutto più facile “

La classifica adesso dice che siete a otto punti dai rivali diretti…. In questo momento sareste salvi…. A questo punto possiamo dire che evitare i playout é un obiettivo da dover centrare?

DAMIANO LONGO: “ Si è vero ma mancano ancora tantissime partite l’obiettivo si centra se continuiamo a lavorare come stiamo facendo e a dare il massimo senza mai avere cali di concentrazione sia in allenamento che in partita.

Cosa servirà a Palestrina per ottenere un altro risultato positivo?

DAMIANO LONGO: “A Palestrina sarà una vera e propria battaglia all’andata abbiamo buttato via tre punti visto il risultato maturato nel primo tempo, quella di sabato sarà tutt’altra partita,  loro cercano punti per i raggiungere i play off noi per continuare a fare punti per la matematica salvezza quindi sarà una bellissima partita.”

Quali sono i fattori che secondo te stanno determinando questo cammino importante che ha visto fare 7 risultati utili nelle ultime otto gare?

DAMIANO LONGO: “I sette risultati utili ottenuti non sono frutto di casualità ma al grande impegno che tutto il gruppo sta mettendo sul campo,  grazie al lavoro di mister POMPOSELLI stiamo diventando una grande squadra. “

 

di seguito due dei quattro  goal di Mariello Marco

https://www.facebook.com/marco.mariello.5/videos/10215401344009763/

https://www.facebook.com/marco.mariello.5/videos/10215401335569552/

VITTORIA GAP – La squadra di Pomposelli centra il 5° risultato utile consecutivo

Arriva il quinto risultato utile consecutivo per il Gap di Pomposelli. Un 6-0 che sottolinea un momento importante per la squadra di Mariello e compagni. Una vittoria prorompente, di forza, di carattere che lancia ad avversari ma anche agli stessi componenti del Gap un messaggio importante. La salvezza non è solo un sogno.

GAP – DEAF SPQR 6 – 0 

Gap: Cistaro, De Carolis, Carrarini, Mariello Massimiliano, Mariello Marco, Cimei, Felaco, Lensar, Longo, Tiberi, Alviti, Ferrucci. ALL.Pomposelli

Marcatori: 2 Mariello Marco, Mariello Massimiliano, Alviti, Lesnar, Longo

Abbiamo intervistato uno degli acquisti del mercato invernale della Gap autore anche di uno dei goal che ha permesso la vittoria, LESNAR YASSINE

Che gara è stata quella di sabato e quale è stata la chiave per portare a casa la vittoria?

LESNAR:” sapevamo che affrontavamo una squadra che ha solamente 2 punti e che cerca punti preziosi per la salvezza quindi non dovevamo mai abbassare la guardia e sicuramente è stata la concentrazione e il lavoro durante la settimana e soprattutto la voglia di vincere , tutti insieme,  un gruppo unito”

Come ti trovi in questo gruppo?

LESNAR:“mi trovo bene in questo gruppo di ragazzi già da subito mi hanno messo a mio agio è un gruppo fantastico “

Avete centrato il 5° risultato utile consecutivo…..la salvezza non è più un miraggio….ci credi?

LESNAR:“adesso incontriamo tutte squadre di prima classifica Velletri e il Genzano e sicuramente lavoreremo per dare il massimo e per cercare di guadagnare punti preziosi per la salvezza “

Sabato in casa con la seconda in classifica…il velletri…. scenderete in campo per ottenere una vittoria…..cosa servirà per ottenere un risultato utile?

LESNAR: “Dobbiamo recuperare qualche giocatore che ci darà una mano e lavorare bene fare ciò che ci chiede il mister e cercare di sbagliare poco , e sicuramente servirà determinazione e voglia “

GAP – Gli allievi di Mr.Massimiliano Mariello chiudono l’anno in testa. Le parole dei fratelli Maculani e di Gregorio De Rosa.

La vittoria sul San Martino a San Leone per 9-6 permette agli allievi del Gap di chiudere l’anno in testa alla classifica. La nona vittoria in 10 gare per i rossi che stanno viaggiando a passo spietato in un girone difficile, rimanendo cosi imbattuti. Alla ripresa del campionato il Gap affronterà l’Olimpique Colli Albani poi lo scontro al vertice col Forte Colleferro prima di chiudere il girone di andata nel testa coda con l’FB5. La squadra, alla sua prima stagione nel campionato FIGC sta meravigliando e sorprendendo tutti, non però il proprio mister che lavora da anni con questo gruppo e conoscendolo bene era consapevole delle proprie capacità.

Abbiamo raccolto le impressioni dei fratelli Andrea e Filippo Maculani e di Gregorio De Rosa, giocatori della rosa del Gap.

Andrea Maculani: ” La forza della nostra squadra è l’amicizia che c’è tra tutti noi giocatori che spesso ci ritroviamo insieme anche fuori dal campo, abbiamo la fortuna di giocare in una società ben organizzata che si prende molto cura di noi ragazzi e con un Mister che dedica molto tempo alle tattiche di gioco che spesso risultano vincenti negli incontri”

Filippo Maculani: ” Nella nostra squadra c’è un forte legame tra tutti noi. Siamo un gruppo di quindici amici, in parte anche compagni di scuola che in campo dimostra l’importanza di essere uniti. Personalmente sono entrato in squadra lo scorso anno e mi sono subito trovato bene coi compagni e col Mister che dedica molto tempo agli aspetti atletici e tecnici.”

Gregorio De Rosa: “Il nostro punto di forza consiste fondamentalmente nel gruppo che si è creato, un gruppo di amici che giocano prima per divertirsi e poi per vincere. 
Alcuni di noi, tra cui il sottoscritto, giocano addirittura da 9 anni insieme e penso che ormai ci sia una certa intesaPer questa squadra ho giocato anche in porta quando è servito ma sacrificarsi per la squadra è un gesto che chiunque di noi avrebbe fatto al mio posto.
E in fondo non fa male vedere per una volta le cose da una prospettiva diversa, quella del portiere s intende. Sono contento dei 6 gol fatti da me nell’ultima gara  ma è stata fondamentale la carica che mi hanno dato il mister e i compagni.
Penso che con questo ritmo, se continuiamo ad allenarci con la costanza che abbiamo avuto in questa prima parte dell anno, possiamo fare grandi cose, ne sono convinto. Senza il mister non saremmo in cima alla classifica. Avendo giocato anche in serie A ci ha insegnato molto, sia sul piano tattico, sia su quello mentale, di come affrontare una partita con la giusta dose di cattiveria e di altrettanta sportività.”

Classifica
GAP 28
FORTE COLLEFERRO 25
NAZARETH 23
S.MARTINO A SAN LEONE 19
FOLGARELLA 2000 19
ALBANO 14
L’AIRONE 14
TEAM GARDEN 10
REAL CIAMPINO 9
OLIMPIQUE COLLI ALBANI 9
PIGNETO TEAM 7
SAN FRANCESCO 6
VIRTUS ROMANINA 2
FB5 TEAM ROMA 0

GAP – Il Presidente Gabriella Pomposelli tra prima squadra e allievi :” Ad Anagni una pessima pagina di sport….aggrediti e minacciati. Bilancio fin qui positivo. “

Ad una giornata dal giro di boa e con le feste di mezzo, che hanno visto la squadra festeggiare nel solito ritrovo, il Ristorante La Madia di Piazza Zama a Roma, è aria di piccoli bilanci. Brucia ancora il pareggio nella trasferta di Anagni nello scontro diretto contro il Città dei Papi. Una gara che in termini di gioco la squadra di Mr Sandro Pomposelli avrebbe meritato di vincere e guadagnare due punti che l’avrebbe portata fuori dalla zona play out. Gara che termina col risultato di 3 -3 con goal di Mariello Marco, Tinti e Longo. Ad un minuto dal termini i ragazzi romani erano in vantaggio per 3- 2 ma una scelta arbitrale inspiegabile compromette l’esito della gara. Su punizione di seconda a favore dei locali il portiere del Gap esce per ribattere e viene ammonito….non solo ma l’arbitro decide di sanzionare questo fatto come fallo cumulativo e concede il tiro libero che permette ai padroni di casa di pareggiare. A fine gara succede di tutto e mentre i rossi chiedono lumi al giudice di gara un giocatore dei locali  sputa agli ospiti e scoppia una rissa.

GAP: Cistaro, Mariello Massimiliano, Mariello Marco, Lensar, Buzzanca, Longo, De Cicco, Tinti, Caiazzi, Carrarini, De Carolis, Cimei, Tiberi. 

Abbiamo ascoltato nel post gara il Presidente del Gap GABRIELLA POMPOSELLI, per un bilancio stagionale e per capire meglio l’accaduto.

 

 

Partiamo dalla gara pareggiata sabato ad Anagni…..due punti persi soprattutto per il dominio sul campo…..poi l’aggressione a fine gara…. vuole darci il suo parere su l’accaduto visto che non è la prima volta che ne siete vittime?

Gabriella Pomposelli: “Per quanto riguarda la gara bisogna dire che è stata sostanzialmente una gara corretta, con delle decisioni arbitrali severe ma a mio avviso giuste. Con diverse ammonizioni ma che secondo me se sono servite a tenere a bada gli animi dei giocatori può andar bene anche cosi. Il risultato finale purtroppo è stato compromesso da una decisione sbagliata. Fino a quel momento la gara era stata corretta ma bisogna dire una cosa importante. Quando si fa parte di una società, e si hanno anche squadre di settore giovanile non bisogna mai perdere il vero senso dello sport anche se a tutti piace vincere. I grandi devono essere d’insegnamento per i piccoli e perciò un comportamento che non c’entra niente con lo sport mi lascia sempre molto perplessa. In campo ci può stare un fallo più duro, un fallo di troppo presi dalla foga agonistica. Ma un giocatore espulso che esce dal terreno di gioco e si mette dietro la panchina avversaria a non fare altro che insultare un nostro giocatore con atteggiamenti di violenza per tutto il resto della gara non posso accettarlo. A fine gara, il capitano avversario aspetta il nostro giocatore insultato per tutta la gara e gli sputa in faccia…..che è a mio avviso il gesto più deprimevole che possa esserci. Ovviamente scatta la reazione del mio giocatore che provocato per tutta la gara da insulti e altro si becca anche lo sputo in faccia non può fare altro che avere una reazione. Aveva tenuto la pazienza e la calma per tutta la gara. A quel punto il nostro giocatore è stato aggredito da tutti gli altri giocatori e non si riusciva neanche a vedere la sua maglia da quanti giocatori era sommerso…..poi è intervenuto il padre del nostro ragazzo, inevitabilmente, e anche grazie a qualche componente della squadra avversaria la rissa si è pacata. Abbiamo mantenuto la calma preoccupandoci solo dello stato di salute del nostro giocatore ma anche fuori siamo stati trattati malissimo….con minacce verbali e intimorendoci facendo capire che erano stati chiamati dei picchiatori per regolare questo nostro giocatore. Io ho salutato porgendo la mano e facendo gli auguri ma quest’uomo se ne è visto bene dal ricambiare e per lo più c’erano anche le docce fredde……cose mai viste e assurde, una brutta esperienza e una pessima pagina di sport. E’ veramente una cosa ingiustificata…che mi fa pensare a che crisi che c’è a livello giovanile….che tipo di cattiveria e di violenza riescono a tirare fuori e poi chiediamoci perchè si uccide fuori dalle discoteche, perchè aggrediscono in maniera gratuita. Lo sport è anche una finestra sulla vita che rispecchia la società. Noi cerchiamo di far valere i principi sportivi, del saper vivere, delle regole, dell’educazione e dopo ci troviamo a doverci difendere da queste situazioni.”

Nelle ultime settimane la squadra sta giocando bene e raccogliendo risultati importanti che hanno risollevato il morale della squadra……ci può dare un suo giudizio sulla stagione in corsoSi chiude un anno importante dove la società ha centrato due grandi obiettivi la promozione in C2 e poi con gli allievi la partecipazione al campionato Figc, dove tra l’altro i ragazzi stanno andando fortissimi…..vuole spendere due parole su questi due traguardi e sulla squadra allievi?

Gabriella Pomposelli: “La stagione e il risultato dello scorso anno sono il frutto del lavoro di un paio di stagioni precedenti. Siamo partiti da zero per quanto riguarda l’attività agonistica. Abbiamo esperienza di scuola calcio ma con i grandi siamo partiti dalla D con una piccola cosa, il primo anno non è andato benissimo ma è tutta esperienza…..la seconda è andata meglio poi lo scorso anno è stata una stagione bellissima vissuta a pieno dalla società, dai dirigenti dai giocatori…..quest’anno mi ritengo soddisfatta. Inizialmente la rosa era più lunga poi per questioni personali abbiamo avuto qualche perdita, in questo periodo ci siamo rinforzati con dei giocatori molto validi che si stanno inserendo bene e ripongo molte aspettative su di loro e su tutti gli altri giocatori come i giovani che sono cresciuti tanto da agosto ad oggi. Sono soddisfatta io come lo è il mister…..ci vuole tempo per amalgamarsi come gruppo, per capire come vuole giocare il mister e come gli ho detto durante la cena di natale in alcuni momenti è proprio un piacere vederli giocare. Per quanto riguarda gli allievi del Mister Massimiliano Mariello sono molto felice, per i risultati che stanno ottenendo, sono una bella squadra che stanno insieme da anni. Per il primo anno di Figc siamo contentissimi e i risultati vanno oltre ogni rosa aspettativa. Sono orgogliosa per l’impegno che ci mettono e il bilancio è senz’altro positivo, e mi congratulo con la C2 e con la squadra allievi . “

Infine se le va ci lasci un messaggio per il vostro dirigente Andrea Bisti che per motivi famigliari vi lascia?

Gabriella Pomposelli: ” Andrea è una persona squisita che ha collaborato dettato dalla passione e dall’amicizia e dalla stima reciproca che ci lega. Quella di andare a vivere fuori Roma è una sua scelta di vita, un passo importante per lui e la sua mancanza già la sentiamo. Sono contenta per lui, i ragazzi giovani devono incamminarsi verso il loro futuro, verso la loro vita sentimentale mettendola davanti a tutto. Lo salutiamo sapendo che fortunatamente lo rivedremo perché tornerà a Roma dalla sua famiglia. Rimaniamo in contatto e ci tornerà a trovare. Tutta la società ringrazia Andrea per la sua dedizione, per il tempo e la passione che ci ha messo e gli auguro tutto il bene possibile.”