INTERVISTA A MISTER BEPPE CAMPANALE DEL BE BOARD RUVO

Abbiamo incontrato telefonicamente Mr. Beppe Campanale, giovane allenatore dell’Under 21 della Be Board Ruvo e allenatore in seconda di Mr.Tedone (con il quale ha passato 4 stagioni ricche di soddisfazioni). Stagione difficile terminata con la retrocessione. Ma Mr.Campanale va oltre i risultati e soprattutto con i ragazzi della 21 esprimendo sempre un bel gioco ha dimostrato di poter dare tanto a questo sport come da tradizione pugliese. In attesa di sapere quali progetti lo aspettano per il futuro, ci traccia un bilancio della stagione appena passata e il suo futsalpensiero.

Buongiorno a Beppe Campanale mister  in seconda del Be Board Ruvo. Stagione difficile per la squadra che è retrocessa. Cosa secondo lei non ha funzionato per permettere di arrivare alla salvezza?

BEPPE CAMPANALE: “Cosi come ogni successo passa dal lavoro di tutti i componenti di una società (allenatore, staff tecnico, giocatori, presidente, dirigenti, magazzinieri), anche gli insuccessi passano dalle medesime figure.
Non mi piace trincerarmi dietro alibi (infortuni, squalifiche, torti arbitrali), preferisco pensare ed agire su ciò che posso realmente controllare e migliorare.
Durante tutta la stagione mi son chiesto più volte su cosa dovessimo lavorare per risollevare le sorti della nostra squadra, ma ho dovuto faticare non poco per sradicare alcune convinzioni che purtroppo sono rimaste ancora legate ai pensieri di alcuni. Credo nel lavoro e nel sacrificio di ogni componente della società: affrontare un campionato nazionale non è mai semplice, soprattutto se si cerca di dar voce a giocatori del posto. Proprio per questo credo che le energie da mettere in gioco siano tante ma soprattutto condivise e quando si perdono di vista gli obiettivi comuni, proprio in quel momento viene meno tutto l’essere gruppo e squadra. Non colpevolizzo nessuno, sia ben chiaro, ma ritengo che ognuno debba farsi un attento esame di coscienza, a cominciare da noi dello staff tecnico che guidiamo la squadra, passando dai giocatori per arrivare alla dirigenza.”

Grazie a lei che allena l’Under 21, continua il progetto di crescita di ragazzi del territorio, al di la dei risultati prettamente sportivi….è un motivo di soddisfazione?

BEPPE CAMPANALE: “In tutta sincerità avevo cominciato questo campionato di Under21 con grandi speranze, forte anche dei traguardi raggiunti due anni fa. Purtroppo ho dovuto combattere con una situazione preesistente che poco aveva a che vedere col mondo del futsal. Quindi, confrontandomi con la società, abbiamo optato di puntare su di un progetto incentrato sulla crescita di alcuni ragazzi di grande prospettiva futura, abbandonando l’obiettivo legato ai risultati. Su tutti Biscogli che ha avuto la possibilità di scendere in campo durante la stagione di serie B totalizzando anche 3 reti (due con l’Isernia, una col il CMB) nonostante fosse al suo primo anno di calcio a 5; Prati, laterale duttile, il quale ha avuto una crescita esponenziale durante la stagione tanto da esordire anche lui a campionato in corso.
L’unico vero rimpianto restano i vari problemi fisici patiti, molti non legati direttamente alla disciplina del futsal. E questo non ci ha permesso di avere mai tutta la squadra al completo, ma nonostante ciò ci siamo districati al meglio tra le varie difficoltà.
Forse 6 punti per molti sembrano davvero pochi, ma sono davvero felice per il gioco espresso dai miei ragazzi e per la loro crescita in un disciplina non proprio semplice da “digerire” per chi proviene dal mondo del calcio a 11 (praticamente la quasi totalità della squadra). Restano gli apprezzamenti dei tanti addetti ai lavori, ma soprattutto la soddisfazione di aver portato diversi ragazzi nel giro della prima squadra.”

La sua carriera è legata a quella di mr.Tedone……sarete ancora al timone di questa squadra per provare a risalire nel nazionale o ci sono altri progetti??

BEPPE CAMPANALE: “Al momento mi godo questo periodo di pausa anche se in tutta sincerità il parquet mi manca già terribilmente. Resto legato alla disciplina continuando ad aggiornarmi quotidianamente. E’ davvero difficile staccare un cordone ombelicale alimentato da tanta passione e amore per questo sport.
Per quel che riguarda il futuro, non so cosa abbia intenzione di fare la Futsal Ruvo e Mr Tedone. A lui sicuramente vanno i miei più grandi ringraziamenti per questi 4 anni passati insieme (Virtus Rutigliano, San Rocco Ruvo, Futsal Canosa e Be Board Ruvo) e per aver creduto fortemente in me e nella mia grande passione, ma credo sia giunto il momento di prendere una strada tutta mia. Non so se sarà un addio o un arrivederci, ma voglio mettermi in gioco! Ho bisogno di nuovi stimoli, ho bisogno di conoscere nuovi ambienti, nuove realtà e perché no, mettermi alla prova anche in nuovi campionati. Sono un tipo molto ambizioso, non metto freni alla vita ed alla Provvidenza, quindi vedremo un po’ cosa questa ha in serbo per me.”

Senza grandi possibilità economiche si inizia a fare grande difficoltà a stare al passo di realtà importanti….quali sono le alternative che una società può avere in tal senso?

BEPPE CAMPANALE: “Io credo fortemente nei progetti a lungo termine. Penso siano passati del tutto gli anni in cui si avevano a disposizioni grandi disponibilità economiche da riversare sui roster e sugli staff. Ora bisogna puntare sui giovani, farli crescere, dargli il tempo anche di sbagliare, ma credere fortemente in loro. Non è semplice soprattutto date le mille distrazioni che hanno al giorno d’oggi, ma bisogna saperli affascinare facendoli sentire protagonisti.
Troppe società ed allenatori dichiarano d’essere per la linea verde, ma davvero pochi hanno il coraggio di scommettere sui giovani.
E’ pur vero, però, che per un processo del genere bisogna investire sugli allenatori, sia nelle squadre di categoria che nei settori giovanili. L’improvvisazione non porta mai da nessuna parte: bisogna formarsi ed informarsi in continuazione, non si è mai completi come allenatori.
Tutto questo, però, richiede del tempo, per questo io sono totalmente contrario alla politica dei ripescaggi: credo che ogni società debba partire dalla categoria più bassa della propria regione e magari giocarla con i giovani e puntare ad una crescita graduale tale da permettere le promozioni nelle categorie superiori. Il tutto e subito nello sport non funziona, a meno che non si abbiano grandissime disponibilità economiche, ma questa è un’altra storia.”

Questa è la terra di Mr.Bellarte che sta dimostrando a tutto il mondo del futsal che anche dalla provincia possono uscire allenatori preparati e la puglia è una grande scuola in questo. Eppure continuiamo ad importare oltre che giocatori, allenatori. Cosa pensa di questo?

BEPPE CAMPANALE: “Ricollegandomi alla domanda di poc’anzi, penso che i presidenti vogliano il “tutto e subito”, non hanno la pazienza di attendere la crescita della propria società e quindi ingaggiano allenatori stranieri sperando che questi possano portarli subito al successo. Ma come la storia spesso ci dimostra, anche quella recente, questa strategia, la gran parte delle volte, sfocia in insuccessi.
Io sono per la scuola italiana, ma meritocratica!
Ci sono tantissimi allenatori che allenano grazie agli sponsor e ciò, a lungo andare, produce un perdita di qualità tecnica.  Questo è sotto gli occhi di tutti ma molti non lo vogliono vedere.
E’ vero che, fortunatamente, la Puglia sforna bravi allenatori : Massimiliano, Basile, Capurso, agli amici Grassi, Castellana, Tedone, Guarino, Lupone, Lodispoto…e ne potrei elencare altri, poi ripenso alle squadre in serie A e mi rendo conto che non abbiamo squadre pugliesi. Il prossimo anno finalmente approderà il Cisternino (a cui vanno i miei complimenti per il percorso sportivo fatto in questi anni), ma anche questa ha avuto quest’anno un allenatore straniero. Quindi mi dico che qualcosa non va, forse lo straniero affascina di più, forse è marketing, perché se leggete i nomi da me citati poco fa non penso che nessuno sia in grado di portare quella squadra allo stesso punto. Ma è pur vero che con i se e con i ma non si fa la storia.”

Sappiamo che lei è impegnato anche in ambito politico e sociale sul suo territorio…..quali sono i suoi obiettivi nella vita e in quella sportiva

BEPPE CAMPANALE: “E’ una fase di rivoluzione, non posso negarlo!!! Ho da pochissimi giorni stretto una collaborazione con il campione Paraolimpico Luca Mazzone, di cui curerò l’immagine, e sono molto contento di questo perché avrò la possibilità di conoscere lo sport anche da un altro punto di vista, ma soprattutto sono felice di poter lavorare accanto ad un campione esemplare.  A livello professionale, lo sport è e sarà al centro della mia vita, magari non calpestando parquet o campi in erba ma muovendomi dietro le quinte, o meglio dietro le scrivanie… da qui a qualche mese ne saprete di più.
Per quel che riguarda il futuro prettamente sportivo, mi guardo attorno: come detto prima, mi piacerebbe cominciare una nuova avventura, anche da solo, continuando a misurarmi nel campionato di B o cambiando categoria. Nei dintorni esistono belle realtà ma non avrei timore ad affrontare anche un’esperienza fuori regione o addirittura oltre i confini nazionali, non mi pongo limiti. Sono molto ambizioso e dedito al lavoro sul campo, la passione per ciò che faccio poi completa il tutto.
Ringrazio Alessio  e tutta la redazione di FUTSALPLAYERS per avermi dato la possibilità di dire la mia sul futsal italiano, un movimento che sono certo continuerà a crescere poichè parliamo di una disciplina altamente spettacolare e divertente.”

SERIE B GIRONE F – CONTINUA IL VOLO DELL ISERNIA CHE RIMANE NEL MIRINO DEL GIOVINAZZO. CMB CREDE NEI PLAY OFF. IN ZONA RETROCESSIONE MANFREDONIA SUPER

Isernia e Giovinazzo fanno un campionato a se, entrambi continuano a vincere e salvo sorprese si deciderà tutto nello scontro diretto in programma l 11 Febbraio, dove l Isernia avrà in casa il match ball che fallì all andata perdendo proprio l unica gara fin qui persa. La squadra di Scarpitti  sbanca Chaminade. Mattatore del derby con una tripletta è Gigliofiorito. Il Giovinazzo in casa travolge il Be Board con il solito Cutrignelli autore di una doppietta. Bagarre per il terzo posto dove continua a crederci il CMB di Massafrà che vince contro l Olympique Ostuni di Mr.Castellana. Doppietta di Zancanaro, e reti singole di Alessio Trovato e Dile Gomes. La copertina di giornata è per Mister Miki Grassi. Vince uno scontro salvezza determinante, per punti e morale. Una doppietta di Fortuna, che salterà il prossimo scontro salvezza contro il Be Board, doppietta di Bruno e la singola di Puertas i marcatori. Al Mister vanno tutti i complimenti per l ottimo lavoro con  che sta svolgendo in condizioni di difficoltà e anche per i risultati importanti insieme a Mister Franco Palumbo con l Under 21 del portierone Tatulli.

 

Risultati 16° Giornata

Azzurri Conversano Atletico Cassano 3 – 3
Signor Prestito CMB Olympique Ostuni  4 – 1 
Apulia Food Canosa Futsal Barletta  6 – 1 
Chaminade Isernia  1 – 7
Giovinazzo Be Board Ruvo  9 – 2 
Futsal Capurso Shaolin Soccer  3 – 2
Manfredonia Cus Molise  5 – 1 

Classifica

Squadra Pt G
Isernia 42 15
Giovinazzo 39 15
Futsal Barletta 30 15
Atletico Cassano 27 15
Signor Prestito CMB 26 15
Apulia Food Canosa 20 15
Futsal Capurso 17 15
Olympique Ostuni 17 15
Azzurri Conversano 17 16
Manfredonia 15 15
Chaminade 15 15
Cus Molise 13 15
Be Board Ruvo 12 16
Shaolin Soccer 6 15

COPPA ITALIA Under 21 Nazionale , TUTTI I RISULTATI E LE QUALIFICATE

Con i risultati di ieri sera si completa il tabellone delle 16 squadre che continuano la corsa alla Coppa Italia Under 21. Passa il turno il Milano di Beppe Quarto che sotto di 3 reti tenta il recupero subendo anche un espulsione e con l’uomo in meno riesce nell’impresa di ribaltare il risultato. Vittoria sofferta e voluta quella del Olimpus che con Pizzoli L. e Luzi conquistano i 16°. Il Kaos favorita numero uno travolge il Castello con 20 reti. Facile il passaggio del turno per Pescara, Arzignano e Trento. Solo dopo i calci di rigore passa il PesaroFano, 3-3 fino ai supplementari. Stessa sorte per la Poggibonsese che nei 40′ recupera due reti al Prato e passa poi dal dischetto. La Mirafin di Fratini elimina Il Lido di Ostia grazie ad una doppietta di Alvarez e le reti di De Santis e Gobbi. Anche il Ferentino passa dopo i rigori contro un ottimo Casoria. Estedadishad e compagni battono la L84 e passano il turno. Nel derby piemontese il turno lo passa di misura l’Asti. Passano il turno le lombarde Real Cornaredo di Max Quatti e il Lecco di De Moraes. La Luparense supera il Vicenza e approda ai 16° grazie alla doppietta di Khalid, e le reti di Guedes, Assed, Cagnini. Passa anche la Fenice Veneziamestre con le reti di Zupperdoni e Caregnato. Il Cus Ancona batte il Corinaldo con Bianchi, Perucci e Baldascino dopo un primo tempo in parità. Vince anche il Real Dem. In Sardegna il Leonardo supera il Mediterranea con le reti di Orrù, Ferru ed un autogol. Eliminato il Pisa ai danni del Gisinti Pistoia e anche il Barletta deve cedere alla Salinis. Troppo forte l‘Orte di Di Vittorio per i pari età dell’Angelana, 4 reti di Santos, 2 di Di Schiena, Rossi Varela e Lanzotti. A Roma la Lazio di Reali deve arrendersi alla Cioli Cogianco di De Bella. Al vantaggio laziale di Spinola replicano Cioli, Pirrocco e Conti. Di Gregorio l’altro marcatore biancoceleste. Passa il turno il Cisternino che supera l’Olimpique Ostuni fuori casa. Futsal Bisceglie e Azzurri Conversano le altre pugliesi ad andare avanti. Vince e passa il turno il Lollo Caffe Napoli. Doppio Varriale, doppio Tiago, Molaro,Vicidomini e Orvieto superano i Sanniti. Supera il turno anche il Saviano che elimina il Feldi Eboli. Polisportiva Futura batte la Farmacia Centrale Paola di De Giovanni, nonostante la buona prova degli eliminati. Vince abbastanza facilmente il Melilli, mentre l’altra Siciliana a passare il turno è il Regalbuto di Paniccia che stravince a Cefalù.

 

TRENTO-BUBI ALPERIA MERANO 6-1

REAL ARZIGNANO-MITI VICINALIS 9-2

OLIMPIA REGIUM-MILANO 4-5

ACTIVE NETWORK-OLIMPUS ROMA 1-2

CASTELLO-KAOS 3-20

AREA L’AQUILA-PESCARA 1-10

ITALSERVICE PESAROFANO-IMOLESE 6-5 d.t.r.

TODIS LIDO DI OSTIA-MIRAFIN 3-4

FERENTINO-LPG FUTSAL CASORIA 8-6 d.t.r.

AOSTA-L84 5-3

MY CLASS CLD CARMAGNOLA-ASTI 1-2

CARDANO-REAL CORNAREDO 4-6

SAN BIAGIO MONZA-LECCO 2-5

LUPARENSE-VICENZA 5-3

CAME DOSSON-FENICE VENEZIAMESTRE 1-2

CUS ANCONA-CORINALDO 3-2

REAL DEM-PSG POTENZA PICENA 4-3

MEDITERRANEA-LEONARDO 2-3

GISINTI PISTOIA-CUS PISA 2-1

PRATO-POGGIBONSESE 3-5 d.t.r.

ANGELANA-B&A SPORT ORTE 1-12

LAZIO-CIOLI COGIANCO 2-3

SALINIS-FUTSAL BARLETTA 5-2

OLYMPIQUE OSTUNI-BLOCK STEM CISTERNINO 2-5

FUTSAL BISCEGLIE-BE BOARD RUVO 4-3

AZZURRI CONVERSANO-FUTSAL CAPURSO 4-3

STREGONI FIVE SOCCER-LOLLO CAFFÈ NAPOLI 3-7

CITTÀ CARNEVALE SAVIANO-FELDI EBOLI 6-2

AVIS BORUSSIA POLICORO-REAL TEAM MATERA

REAL CEFALÙ-LUBRISOL REGALBUTO 2-10

ASSOPORTO MELILLI-MAESTRELLI 10-5

POLISPORTIVA FUTURA-FARMACIA CENTRALE PAOLA 4-1

UNDER 21 NAZIONALE – BE BOARD RUVO – ESORDIO OK PER BEPPE CAMPANALE

 

Futsal Canosa – Be Board Ruvo 5-8

 

Esordisce con una vittoria  la Be Board Futsal Ruvo di Mr.Beppe Campanale,  che nella gara d’esordio del campionato U21 vince in casa  dell’Apulia Food Canosa. Gara mai in discussione e  ottima prestazione della squadra allenata da mister Campanale. I marcatori di giornata sono  Sette, autore di una quaterna,  Carrante con una tripletta e una  rete di  Carlo Biscogli. Dopo domani si cerca il bis  contro le Aquile Molfetta alle ore 11 in casa.

 

Risultati

Aquile Molfetta Cristian Barletta 7-4
Giovinazzo Manfredonia 5-3
Futsal Barletta Futsal Bisceglie 4-3
Apulia Food Canosa Be Board Ruvo 5-8
Salinis riposo

 

Prossimo Turno

Cristian Barletta Giovinazzo
Manfredonia Futsal Barletta
Futsal Bisceglie Salinis
Be Board Ruvo Aquile Molfetta
Apulia Food Canosa riposo