CALCETTO INSIEME LUCCA – DOPO IL TRIONFO LE PAROLE DI CAPITAN DEL CARLO E IL VETERANO SABA FASOLINO

Tognocchi li allenati, spronati, cresciuti, stimolati e guidati alla vittoria. Loro sono stati un gruppo fantastico che porta Lucca in C1. Ragazzi straordinari che hanno saputo mettere l’obiettivo di squadra davanti a quello singolo. Si sono stretti e hanno superato giornata dopo giornata tutte le difficoltà che si incontrano in una stagione. Diventando un gruppo dedito al lavoro del Mister.

Abbiamo raccolto a freddo le versioni di due ragazzi del gruppo, il Capitano FEDERICO DEL CARLO E SABATINO FASOLINO

A loro abbiamo posto qualche domanda.

 

Buongiorno, Felici x questa promozione??  Che gara è stata la finale contro l’Arpi Nova?

DEL CARLO: ” Ancora non ci credo, un emozione cosi non l’avevo mai provata in tutta la mia vita, è stata una gara pazzesca, giocata a viso aperto come piace a noi senza paura, in primis una cornice di pubblico spettacolare con almeno 200 persone al seguito con striscioni tamburi e cori, credimi è stata una grande gioia ripagarli con questa vittoria, una gara che l’abbiamo giocata alla pari, fino alla morte, sul finale eravamo sotto di un gol ma noi ci abbiamo creduto e a un secondo dalla fine dei tempi regolamentari è arrivata la zampata che ci ha portato hai supplementari dove l’emozione non è mancata! Alla fine ha vinto la nostra voglia di coronare un campionato pazzesco e ancora non co crediamo! Onore agli avversari che si sono battuti benissimo e spero di rincontrarli presto.”

FASOLINO: ” Ciao buongiorno a te. Avevo già vissuto con questa squadra, una promozione dalla serie d alla serie c2 3 anni fa ma quest’anno è stata più emozionante perché siamo arrivati nella massima serie regionale, e per me, essendo l’ unico superstite(giocatore)da quando è partito il progetto sei anni fa del calcetto insieme è un emozione unica. La partita è stata una vera e propria finale, giocata a viso aperto senza paure. Avevamo perso 2 volte nella regular season e avevamo perso la semifinale di coppa toscana contro di loro ma questo non ci ha intimorito. Il momento più bello della finale è stato trovare il gol del pareggio all’ultimo secondo del tempo di recupero che ci ha portato ai supplementari. Li ho capito che avremmo portato a casa la storica promozione.”

Quali sono stati secondo voi  i fattori determinanti per raggiungere questo obiettivo?

DEL CARLO: ” I fattori determinanti sono stati un gruppo meraviglioso di 16 ragazzi umili con tanta voglia di imparare che nemmeno si conoscevano ma hanno creato un forte legame io stesso mi sentivo onorato di essere il capitano di un gruppo di gladiatori cosi, sempre presenti ad ogni allenamento, ogni volta che c’erano dei cambiamenti mettevano sempre prima la passione per questo sport invece che delle proprio vite private e solo questo fa capire quanti sacrifici abbiamo fatto tutti nel suo piccolo per riuscire in un impresa cosi!”

FASOLINO: ” Il fattore determinante è stato il gruppo. A pensare che a inizio anno il nostro obiettivo era raggiungere una salvezza tranquilla.ma il gruppo è stato l elemento chiave di questa promozione. Durante l anno agli allenamenti eravamo sempre tutti era come stare in una seconda famiglia…e un altro elemento chiave è stato avere al seguito un pubblico numeroso pronto sempre ad incitarci e  partita dopo partita le persone che c seguivano aumentavano sempre di più a  pensare che alla finale avevamo circa 100 persone ad incitarci. Abbiamo scritto una pagina importante per il futsal lucchese”

Possiamo dire che le capacità di gestione del gruppo e di alcune situazioni di gioco da parte del mister sono state fondamentali?

DEL CARLO: ” Al mister(guai se mi sente, sai non vuole che lo chiamano mister ahah) gli do tanti meriti quanto hai giocatori, è stato bravo a sceglierci uno ad uno secondo un profilo che in gruppo potesse funzionare, ha saputo quando inserire nuovi elementi nella rosa quando eravamo corti che si sono rivelati determinanti, ha saputo interpretare quasi ogni momento della gara, ma soprattutto la cosa che ha saputo far meglio è stato trasmetterci il suo pensiero, la sua sete di grinta e cattiveria agonistica che ci ha portato fino a qua.”

FASOLINO: ” Si diciamo che il mister ha messo una gran  parte del suo repertorio.ma la maggior parte del merito va a noi giocatori d’esperienza che hanno trasmesso ai nuovi innesti che si avvicinavano al futsal al primo anno la voglia di vincere e di lottare su ogni pallone e di dare il massimo già dall’allenamento del martedì.”

Vi piacerebbe fare parte anche il prossimo anno di questo progetto e calarti nella massima categoria regionale?

DEL CARLO: “Adesso pensiamo ai festeggiamenti a breve ci sarà un incontro con la società per intavolare la prossima stagione, di certo siamo tutti euforici all’idea che una società nata 5 anni fa nel suo piccolo in cosi poco tempo si trova a poter affrontare il futsal toscano di elité e non vediamo l’ora di affrontare nuove sfide come ho già detto con un gruppo cosi è impossibile non essere felici, pensa ci dispiace interrompere gli allenamenti perché allenarsi con questi ragazzi è un piacere. “

FASOLINO: “Faccio parte del progetto calcetto insieme da quando è nato, quindi mi piacerebbe tantissimo partecipare al campionato di serie C1 con i colori rossoneri che me li sento legati addosso. Ho avuto un contatto con una neopromossa in c2,che mi ha cercato proprio la scorsa settimana, ma prima vorrei fare una chiacchierata con il direttore generale(marco Banducci)per capire quale progetto si prospetta per il prossimo anno e capire cosa cambierà la prossima stagione. Se il gruppo rimarrà lo stesso mi piacerebbe continuare con loro. Con l’allenatore se rimarrà anche per il prossimo anno mi piacerebbe avere un confronto a giorni, il quale ho avuto qualche screzio nel finale di stagione per qualche sua scelta non condivisa. Ma come si dice lui è l allenatore ed io il giocatore. “

C’è stato un compagno di squadra che vi ha particolarmente sorpreso positivamente nella stagione appena conclusa?

DEL CARLO: ” Non esiste, da capitano della squadra non vedo un giocatore sopra gli altri tutti a loro modo hanno fatto qualcosa di straordinario che ci farà portare il ricordo di questa stagione per tutta la vita”

FASOLINO: “Siamo stati tutti fantastici, ma un plauso particolare va al nostro portiere Simone dal Poggetto, che nella finale ci ha salvato la partita con tre interventi fantastici. Secondo me è il portiere più forte di categoria è una categoria come la C1 secondo me gli è un pò stretta. Potrebbe giocare tranquillamente titolare in una squadra di A2. “

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *