CASAL TORRACCIA – Le prime impressioni di Mr.Romagnoli: “La squadra sta rispondendo bene alle mie richieste. Sarà un campionato duro ed equilibrato e giocheremo per arrivare ai play off.”

A due settimane dall’inizio del campionato dove la squadra debutterà a Parco dei Pini contro il temibile Palestrina, l’allenatore degli Orange Leonardo Romagnoli ai nostri microfoni rilascia le prime impressioni stagionali.

Buongiorno Mister….quali sono le sue prime impressioni sulla squadra dall’inizio della preparazione, è soddisfatto del lavoro che i ragazzi stanno facendo e che risposte sta avendo dal gruppo?

MR.ROMAGNOLI: “Lunedi entreremo nella quarta settimana di lavoro…….i ragazzi stanno rispondendo bene a quello che ho chiesto loro sul campo. Sono soddisfatto del lavoro fatto fin qua. In questo fine settimana abbiamo fatto un triangolare con Casalbertone e Santa Gemma e dal punto di vista fisico abbiamo pagato il lavoro pesante fatto in settimana.”

La rosa ha avuto qualche ritocco in fase estiva…può dirci qualcosa sui nuovi arrivati?

MR.ROMAGNOLI: “Sono contento del lavoro fatto insieme alla società quest’estate per quanto riguarda la costruzione della squadra. Sono arrivati tre ragazzi del Carbognano, Nunzi, Galanti e Morandi, giocatori che seguo da qualche anno e sono contento che siano arrivati nel nostro gruppo. Poi abbiamo preso dall’Aniene in prestito Basilotta, portiere del 2002, Nuovo e Buccini. E infine Alessandro Cosentino dall’UniPomezia. Sono molto contento perchè abbiamo abbassato l’eta media e siamo cresciuti a livello fisico e questo è quello che mi premeva di più.”

Un idea sul Girone se la sarà fatta?

MR.ROMAGNOLI: “Dico che il Girone è molto competitivo….molto duro ed equilibrato con tante trasferte. Non credo che ci sia una squadra che prenderà il largo a discapito di altre….credo che fino alla fine sarà molto equilibrato”

Quali sono ad oggi gli obiettivi che lei si è posto e dove crede possa arrivare questa squadra?

MR.ROMAGNOLI: “Visto la rosa che è stata costruita l’obiettivo è quello di provare ad entrare nei play off e credo che la squadra farà di tutto per riuscirci”

GAP – Ecco il cammino della C1. Si parte con la difficile trasferta a Ferentino poi Albano in casa. In coppa l’avversario è il Poggio Fidoni

La festa dei calendari svolta in diretta streaming dagli uffici del Comitato Regionale Lazio ha svelato finalmente quale sarà il percorso del Gap al suo primo anno di C1. Girone ostico soprattutto per la valanga di trasferte visto che delle 14 squadre inserite nel girone A, quello a cui appartiene la squadra di Mr.Pomposelli, solo 3 sono le squadre romane. Gap, Casal Torraccia e Roma Futsal. Atletico Ciampino, Castel Fontana, Genzano, Albano quelle dei Castelli fino a raggiungere trasferte lunghe e difficili come Velletri, Paliano, Palestrina, Gavignano, Frosinone, Ferentino fino al litorale Pontino con il Città di Anzio Insomma per raggiungere la salvezza e mantenere la categoria sarà necessario strappare punti all’interno dei tanti palazzetti fuori dalla capitale. Sarà il Ferentino di Elio Manni la prima avversaria proprio in trasferta. Poi il debutto casalingo vedrà arrivare al 3z l’Albano di Mr.Sette. In Coppa altra trasferta, tra le più insidiose storicamente per questa categoria, quella a Poggio Fidoni del duo Mauro Mariantoni e Marco Biagini,  in un campo dalle misure molto piccole e sempre difficile per tutti da espugnare. Tra l’altro tra le serie candidate alla promozione visto il mercato coi botti fatto in estate con l’arrivo tra gli altri di Jeffe dalla serie A a Rieti. 


SPORTING HORNETS – Parla il D.G.Marco Chilelli “Contenti delle prime risposte da parte dei ragazzi. Dobbiamo pensare solo a lavorare sul campo…il primo obiettivo sarà mantenere la categoria”

Ormai quasi giunti alla fine della terza settimana di lavoro, in casa Hornets a parlare è il D.G. Marco Chilelli che dopo aver lavorato tutta l’estate per consegnare una rosa competitiva ci parla del primo approccio del gruppo col campo. La squadra di Mister Medici continua a mettere benzina nel motore in attesa dei calendari e nello scorso fine settimana si è fatta valere nella prima amichevole al Palagems contro la Lazio, squadra di A2, meritando di uscire anche vittoriosa dal test match contro i biancocelesti di Mr.Bagalà.

Buongiorno Direttore….partiti ormai da tre settimane come stanno rispondendo i ragazzi alle prime direttive di Mr.Alessio Medici?

CHILELLI: “Scambiando qualche parere e confrontandomi con Mr.Medici siamo contenti di come i ragazzi si sono presentati, a conferma che hanno risposto presente al lavoro che gli avevamo richiesto di fare quest’estate prima dell’inizio della preparazione. Anche i ragazzi under aggregati al gruppo stanno rispondendo molto bene. Si sta formando un buon gruppo e la giusta alchimia tra i vecchi e i nuovi giocatori.”

Un estate molto calda per lei dal punti di vista del lavoro. Con la società avete allestito una squadra per competere nel campionato nazionale di B……

CHILELLI: “Il Mister ci aveva consegnato una lista di giocatori che riteneva utili per rinforzare la rosa e possiamo dire che per il 90% siamo riusciti ad accontentarlo. La società ha fatto molto durante questi mesi passati per allestire un gruppo che si possa far valere in questo primo anno di nazionale. Siamo soddisfatti e sicuri che questo gruppo di giocatori possa dare il giusto contributo alla causa”

In attesa del calendario che idea si è fatto del girone in cui siete stati inseriti e se alla luce di questo la società si è già prefissata degli obiettivi da centrare?

CHILELLI: “Alcune squadre del girone le conosco meno di altre come ad esempio la neopromossa abruzzese. Noi però abbiamo deciso di costruire una squadra giovane ma anche pronta a mantenere questa categoria che è sicuramente il nostro primo obiettivo. Per fare questo dobbiamo lavorare tanto e guardare a casa nostra….poi mano mano che arriveranno i risultati durante la stagione potremo valutare di andare a cercare altri obiettivi e a toglierci delle belle soddisfazioni come sono certo che faremo. Alla fine del campionato tireremo le somme.”

Doverosa finestra sul settore giovanile………hanno iniziato a lavorare anche la squadra under 17 di Mr.Vona che parteciperà per la prima volta al campionato elitè e l’under 19 di Mr.Barile che avrà il difficile compito di farsi valere nel campionato nazionale. Grande soddisfazione da parte della società per la risposta positiva per quanto riguarda la presenza di bambini al primo open day della stagione per la creazione della nuova scuola calcio a 5 dei gialloneri. L’evento si ripeterà mercoledi 16 sempre nel polo del centro sportivo Villa De Sanctis.

GAP – Ora è ufficiale…..sarà C1 – CAPITAN LONGO:”Il gruppo farà la differenza…..siamo pronti per la C1″

Il Comunicato Ufficiale ha diramato le decisioni assunte dal Consiglio Direttivo del CRL confermando che nella prossima C1 ci sarà anche il GAP. Grande soddisfazione per la società che sul campo prima del Lockdown stava ampiamente meritando questa possibilità. Entusiasmo anche tra i ragazzi che da due settimane stanno lavorando sul campo guidati da Pomposelli. Nelle parole del Capitano, il Bomber Damiano Longo abbiamo raccolto il momento della squadra dei rossi.

Buongiorno Capitano…..come sta lavorando la squadra in queste prime sedute e quali sono le tue sensazioni su questo avvio di stagione?

“Siamo già nella seconda settimana di preparazione la squadra sta lavorando bene sia  fisicamente  che tatticamente il lavoro del mister e sempre preciso e attento sui particolari tattici, fra poco inizieremo con le amichevoli e vedremo il livello di questa squadra e dove possiamo arrivare.”

La società si è mossa bene sul mercato……quali sono le prime impressioni sui nuovi arrivati?

“Con i nuovi acquisti ci stiamo integrando bene, sono arrivati tanti giovani che mi hanno impressionato sulla loro voglia di lavorare e imparare dal mister ma soprattutto con gli innesti di Anzalone e Lo Giudice il livello della squadra si è alzato tantissimo.”

Ufficialmente il Gap è nella massima categoria Regionale per il primo anno. Come affronterete questo esame?

“Sappiamo benissimo l’importanza del gruppo in questa categoria la C1 e un campionato molto difficile e il gruppo unito ti fa lavorare molto più serenamente e soprattutto magari ti fa togliere anche qualche soddisfazione.”