CAIAZZI SUL MERCATO: “Gli impegni mi allontanano dal TORRINO ma prima o poi tornerò”

E’ notizia di pochi giorni fa, IVANO CAIAZZI, uno dei migliori portieri del panorama regionale non farà parte del roster del Torrino nella prossima stagione.

Il portiere, classe 90, con un passato anche nel nazionale dove ha giocato con POLARIS e ALOHA, nelle ultime stagioni ha militato con ottimi risultati anche con ATLETICO NEW TEAM, SPORTING HORNETS, TORRINO.

Le parole di CAIAZZI sono proprio sull’addio alla storica società del TORRINO:

“ La mia parentesi al Torrino è stata breve, ma è stata veramente utile e costruttiva per me, ho conosciuto persone fantastiche come il presidente Cucunato, un allenatore super preparato e molto empatico con i suoi giocatori come mister Corsaletti e un gruppo di ragazzi umili e di buonissime prospettive.

Mi dispiace molto andar via nonostante fossi tra le riconferme del gruppo per la stagione 2020/2021 però quest’ anno ho necessità diverse, con impegni crescenti che non mi consentono di onorare un impegno gravoso come sarebbe stato al torrino quest’ anno;

Comunque magari il nostro è solo un arrivederci, ci siamo detti a vicenda con staff tecnico e alta dirigenza che prima o poi torneremo a lavorare insieme, proprio per il feeling che eravamo riusciti a costruire in pochissimo tempo.

Sono stato preso infortunato e sono stato rispettato e coccolato dal primo all’ ultimo giorno, tutti hanno rispettato parole date e accordi prestabiliti senza mai sgarrare di una virgola, è una società davvero seria, storica e posso definirmi molto felice di questa parentesi che ho appena concluso.”

Per IVANO CAIAZZI adesso si apriranno le porte del Futsal mercato, e sappiamo per certo che molte proposte sono già arrivate. Cosa ci puoi dire?

“Si in effetti è arrivata più di qualche proposta che sto valutando, sinceramente non ho ancora deciso nulla,  la mia esigenza primaria ad oggi è giocare per una società che non faccia più di due allenamenti a settimana, quindi ahimè credo che prenderò in considerazione anche l’idea di scendere di categoriai.

L’ importante per me sarà trovare un gruppo serio gestito da un allenatore preparato e con un preparatore dei portieri che possa aiutarmi a migliorare. Poi per tutto il resto si vedrà.”

GAP – Nuova casa, importanti conferme e prima entrata di mercato. Preso MATTIA LO GIUDICE: “Ripagherò il fatto che mi hanno tanto voluto!!!”

La stagione post covid per il Gap inizia tra novità e conferme. La società è intenzionata a confermare buona parte della rosa che tanto bene ha fatto nella scorsa particolare stagione. Ma non si è lavorato in questi mesi solo sull’aspetto prettamente tecnico. La società ha infatti cambiato il proprio campo di allenamento e di gioco. I rossi di Mister Pomposelli hanno scelto il Centro Sportivo Roma 3Z, campo storico di calcio a 5 che quindi ospiterà le gare casalinghe di quella che sarà la prossima stagione.

La società è poi intervenuta cercando di stringere per le prime importanti conferme. Dopo aver trattenuto Bomber Damiano Longo nei giorni scorsi sono stati ufficializzati i rinnovi anche di Diego e Simone Patriarca e poi di Mattia Cimei e Yassine Lensar. Importanti le conferme anche di Edoardo Bononi e Francesco Diana che difenderanno la porta del team di Mr.Alessandro Pomposelli. Punti fermi come sempre i fratelli Marco e Massimiliano Mariello.

Ma non solo conferme. Arriva infatti l’ufficialità della prima new entry. Arriva dall’Atletico 2000 Mattia Lo Giudice laterale veloce e dalle spiccate doti tecniche e un grande senso del goal. La società intende ringraziare Vincenzo Coccia e la società Atletico 2000 per la riuscita della trattativa. Di seguito le prime parole del nuovo acquisto Mattia Lo Giudice

“Ho scelto il Gap perché è stata la società che mi ha mostrato più interesse, più vogliosa di prendermi ed ho visto una ottima organizzazione societaria.
Non conosco tutta la squadra al completo, da quelle poche partite che ho giocato con loro mi sembrano un bel gruppo affiatato e penso che potremmo fare bene il prossimo anno.. spero di dare una mano alla squadra con le mie qualità e credo abbiamo buone chance di fare un buon campionato.
Mi hanno parlato molto bene di Mr.Pomposelli ma non lo conosco ne come persona ne come allenatore quindi sarà molto interessante approcciarmi con lui, scoprire il suo metodo di lavoro e mettermi in gioco. Volevo salutare società staff e giocatori che mi hanno accompagnato in questi 2 anni all’Atletico 2000.. persone fantastiche che hanno fatto si che si formasse un gran bel gruppo amici.. sarà interessante incontrarli affrontarli da avversari!”

Di Mariano e Sarrocchi ci parlano del Progetto Scuola Calcio CASAL TORRACCIA – OLIMPUS “Riferimento di quartiere…un unione adesso ci darà grandi soddisfazioni domani”

Appena svelata la nuova collaborazione tra due delle società più storiche del calcio a 5 romano, soprattutto in ambito di scuola calcio, siamo andati ad ascoltare i due artefici di questo progetto che vede Casal Torraccia e Olimpus unire le proprie forze nel quartiere Casal Monastero / Torraccia. Ecco gli interventi di Lino Di Mariano, mentore della società di Parco dei Pini e Gabriele Sarrocchi responsabile del Polo Olimpus nel quadrante est della città.

Buongiorno
Quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati da questa collaborazione?

DI MARIANO: “L’obiettivo principale è quello di continuare ad investire sul settore giovanile affiancandoci ad una realtà che negli ultimi anni ha lavorato bene sul territorio”

SARROCCHI: “L’obiettivo di questa collaborazione è di non far allontanare i ragazzi del quartiere dal quartiere. Dare a loro la possibilità di trovare qualitativamente parlando una realtà sul proprio territorio senza dover cercarla lontano e gravando sulle spese della famiglia. Vogliamo che questo progetto sportivo possa essere un punto di riferimento del quartiere.”

Ci puoi dettagliare questo progetto che va al di là del solo calcio a 5?

DI MARIANO: “Questo progetto è finalizzato a creare una scuola calcio a 360 gradi, non solo di calcio a 5 ma mirata ad affacciarci anche il calcio a 11 e il calcio a 8. Saranno poi i ragazzi con il loro percorso di crescita a scegliere la strada da seguire”

SARROCCHI: “I ragazzi avranno la possibilità nello stesso luogo di trovare il calcio a 5 e il calcio a 11, in base alle proprie volontà nel tempo le famiglie potranno far continuare un percorso di crescita sportiva al ragazzo nello stesso posto.”

Ci puoi svelare quali saranno le figure che avranno il compito di gestire sul campo questa collaborazione?

DI MARIANO: “La società Casal Torraccia nelle vesti di Leonardo Romagnoli (tecnico della prima squadra) e Simone Damiani (tecnico della scuola calcio e della prima squadra Femminile) andranno a collaborare con Gabriele Sarrocchi e Roberto Pellegrini che supporteranno il calcio a 5 e si occuperanno nello specifico del calcio a 11 e 8”

SARROCCHI: “Le figure che noi andremo a investire su questo progetto oltre al sottoscritto e a Roberto Pellegrini, saranno Massimiliano Giordano che allena con noi già dallo scorso anno con forti esperienze nel calcio a 11, come scuola calcio. Poi abbiamo Filippo Minati che è preparatore dei portieri più un paio di figure che stiamo definendo in questi giorni.”

Il settore giovanile rimane secondo te la forza principale di una società che vuole confermare quanto di buono fatto in questi anni?

DI MARIANO: “Il settore giovanile è vitale in assoluto per tutte le società. Diventa fondamentale per un quartiere, come Casal Monastero, dove noi ci affacciamo per dar spazio ai ragazzi e per creare un’ attività sportiva sana. L’unione nasce anche dall’esigenza di dare al quartiere un unico riferimento. Troppe società negli anni hanno pensato solo “ai grandi” , e purtroppo non hanno avuto un lungo futuro. Una Unione adesso ci darà grandi soddisfazioni domani”

SARROCCHI: “Credo fortemente nel settore giovanile come linfa, come motore a tutto quanto il resto. Se si riesce ad avere giocatori cresciuti in casa si evita di dover investire al di fuori e ti ritrovi giocatori cresciuti nel tuo vivaio e magari giocatori che giocano per il proprio quartiere e questo credo che aiuti a dare ancora di più.”

ALLEANZA TRA CASAL TORRACCIA e OLIMPUS….parte un nuovo progetto di settore giovanile e scuola calcio a 11

È ufficialmente nata da qualche giorno un’alleanza importante tra l’OLIMPUS e il CASAL TORRACCIA. Le due realtà cittadine lavoreranno in collaborazione creando una scuola calcio ed un settore giovanile ancor più numeroso ed organizzato,con un progetto volto anche al CALCIO A 11. Presto sveleremo nel dettaglio tutte le novità di questo nuovo progetto.

ALLEANZA TRA CASAL TORRACCIA e OLIMPUS….parte un nuovo progetto di settore giovanile e scuola calcio a 11

È ufficialmente nata da qualche giorno un’alleanza importante tra l’OLIMPUS e il CASAL TORRACCIA. Le due realtà cittadine lavoreranno in collaborazione creando una scuola calcio ed un settore giovanile ancor più numeroso ed organizzato,con un progetto volto anche al CALCIO A 11. Presto sveleremo nel dettaglio tutte le novità di questo nuovo progetto.

CARRE’ CHIUPPANO – LEO SENNA ANCORA IN BIANCOAZZURRO!

Il Carrè Chiuppano è lieto di comunicare che il giocatore Leonardo Mateus Thomazoni, conosciuto come Leo Senna, farà parte della Prima Squadra biancoazzurra anche nella stagione sportiva 2020/2021.

Classe 1991, Leo è nato a Capinzal (Brasile) e ricopre il ruolo di laterale offensivo. Prima di approdare in Italia, ha giocato per diversi anni nel Joacaba Futsal, compagine militante nella serie A carioca. Giunge invece a Carrè l’anno scorso dopo aver ben figurato nel Salinis, squadra del girone C di serie A2.

“Quando è uscito il comunicato ufficiale che eravamo saliti in serie A ero troppo felice perché, ad inizio stagione, il pensiero della società era prima di tutto la salvezza e pensavamo ad una partita alla volta, invece grazie al lavoro di tutti siamo arrivati lì, al primo posto – le prime parole di Leo dopo la conferma – Ringrazio innanzitutto  il Presidente Antonio e il DS Matteo che hanno fatto di tutto per la società, poi mister Ferraro, il vice Volpato, tutto lo staff: hanno sempre fatto tanto per la squadra.

Poi, come dice sempre il mister, ringrazio i protagonisti della squadra ovvero i giocatori: abbiamo fatto sacrifici nei momenti difficili, quelli affrontati nelle sconfitte o nei pareggi all’ultimo secondo, ed è in queste partite che si vede se una squadra è tosta o meno. Siamo una squadra composta da persone che sanno lavorare bene tra loro. Ringrazio anche i nostri tifosi che ci hanno sempre supportato in tutte le partite casalinghe”.

In merito alla sua permanenza in squadra per un altro anno, Leo dichiara:” Sono molto contento di rimanere. Prima di tornare in Brasile a causa dello stop del campionato, la mia volontà era già quella di rimanere l’anno prossimo anche perché, senza firmare niente, avevo dato la mia parola al DS Matteo, quindi sono molto contento. Mi aspetto che rimanga una buona parte del gruppo che ha fatto la promozione storica in serie A.  Sono soddisfatto per il lavoro di questa stagione e mi aspetto una stagione meravigliosa e storica per tutti noi. Vola Carrè Chiuppano!”.

Prolificità, professionalità, costanza: il Carrè Chiuppano si è assicurato un pezzo di valore nello scacchiere a disposizione di mister Ferraro.

Ben rimasto al CC Leo!

Ufficio Stampa ASD Carrè Chiuppano AV

MR.PAGNOTTINI RIPARTE DA RIVO – “Entusiasmo e voglia di riscattarmi….pronto a ripagare chi mi ha voluto fortemente”

Dopo la separazione con il Real Cannara in piena lotta play off Mr. Pagnottini ha scelto quale sarà la nuova avventura per la prossima stagione. Il Rivo c5 gli ha infatti affidato la guida tecnica della squadra nella prossima C2. La società di Rivotorto del presidente Turrioni e del vicepresidente Tabai ha puntato in grande scegliendo per la panchina uno degli allenatori più titolati della regione negli ultimi anni.

Abbiamo rivolto al mister qualche domanda….

Buongiorno Mister….quali sono state le motivazioni che l’hanno spinta a scegliere Rivo e di conseguenza ad accettare di ripartire dalla C2?

MR. PAGNOTTINI: “La scelta della società Rivo c5 è stata sicuramente una scelta fatta con il cuore, nei vari incontri ho conosciuto persone positive con una voglia di far bene che mi ha contagiato. So che scenderò di nuovo in C2 ma questo aspetto è passato per me in secondo piano visto la voglia e l’ insistenza positiva della società che non voleva un allenatore, ma voleva fortemente me.”

Al di la dell’aspetto umano sembra che sia stato coinvolto anche dall’aspetto tecnico e dal progetto sportivo di una società che negli ultimi anni ha sempre migliorato?

MR.PAGNOTTINI: “Nella riunione fatta la società mi ha presentato un bel progetto chiaro e preciso: loro vogliono partire in questa nuova stagione per fare bene, molto bene, senza giri di parole, gli obiettivi sono chiari ed io arrivo pieno di entusiasmo e voglia di riscatto personale e ci siamo scelti, nonostante altre chiamate tra cui 2 molto importanti per la mia crescita.”

Una volta trovato l’accordo quali sono adesso gli obiettivi tecnici per creare delle aspettative che siano al passo con i suoi obiettivi e quelli della società?

MR.PAGNOTTINI: “Ora in sintonia con la società stiamo lavorando già sulle riconferme della rosa e ci stiamo già muovendo sul mercato con alcuni nomi che ho portato sul tavolo e sui quali la società ha già dato l’ok.
Per quel che mi riguarda ho già impressi in mente i miei obiettivi personali che cercherò di raggiungere in tutti i modi oltre alla continua voglia di crescere.”

Sappiamo che nelle scorse settimane c’è stata qualche possibilità di vederla su una panchina di livello nazionale?

MR. PAGNOTTINI: “Riparto con grande entusiasmo ma non abbandonerò mai il mio sogno di  confrontarmi in un campionato Nazionale e chissà che non passi proprio per Rivo questa occasione…Ne approfitto per fare un saluto a tutti e ringraziare sempre voi di Futsalplayers che siete molto attenti al movimento umbro”