ORVIETO FC – La maschile nel fine settimana poi nelle feste 40 squadre in memoria di Quinto Polegri

ORVIETO – Sarà un fine settimana interessantissimo, per l’Orvieto Fc, che nonostante abbia ben tre delle prime squadre a riposo dai rispettivi campionati, e con il solo calcio a 5 maschile impegnato agonisticamente in serie C1, che venerdì sera scenderà in campo per la prima giornata del girone di ritorno al PalaPapini contro l’AssisiSubasio alle 21.30. A riposo dai campionati, ma non dal campo, infatti sabato e la domenica saranno comunque impegnativi per il nostro calcio a 11, in quanto la prima squadra maschile scenderà in campo al Luigi Muzzi nel “Memorial Zappitello” per il triangolare amichevole con Orvietana e Ciconia, mentre quella femminile affronterà, domenica pomeriggio all’Antistadio “Oscar Achilli” la Ternana Under 15, riposo assoluto, invece, per il futsal femminile concentrato sulla semifinale di Coppa Italia in programma per giovedì 27 a Terni. Ma non solo prime squadre, da venerdì 21 prenderà il via al PalaChecco di Lubriano il primo “Orvieto Winter Football – Memorial Quinto Polegri”, una manifestazione che coinvolge tutti i giovanissimi della società orvietana…
“E che vedrà impegnate più di quaranta squadre provenienti da Umbria, Lazio e Toscana – commenta il responsabile organizzativo del settore giovanile dell’Orvieto FC Gianfranco Cencioni – con la scesa in campo dei Pulcini 2008 e 2009, Primi calci 2010 e 2011 e Piccoli Amici 2012-2013, per cinque categorie di età che assegneranno altrettante coppe per il primo posto”.
Una prima edizione di un torneo che farà sicuramente divertire i partecipanti…
“Il nostro scopo è quello, è la prima edizione di un torneo invernale che organizza l’Orvieto Fc, e lo fa all’interno di un Palazzetto dove i ragazzi possono giocare senza le problematiche che induce l’inverno, e che sarà sicuramente più comodo sia per loro, sia per i genitori che verranno a tifare e a vedere le partite”.
Si inizia venerdì 21, e si termina domenica 6 gennaio…
“Giocheremo tutti i pomeriggi, eccezion fatta per il 24, 25, 31 e 1, spostando tutte le finali negli ultimi giorni, sabato 5 pomeriggio si affronteranno per il trofeo i Piccoli Amici 2012-2013, mentre in tutta la giornata di domenica 6, si giocheranno le rimanenti finali”.
Un torneo, che si prospetta un must, negli anni a venire, ma che vuole ricordare anche un grande personaggio sportivo di Orvieto, Quinto Polegri…
“Che dire, tutti ad Orvieto conoscevano Quinto, è stato un uomo dello sport locale a tutto tondo, dal tennis, al calcio a 5, passando ovviamente per il calcio, sia come giocatore sia come dirigente e allenatore. Lui è stato uno dei fondatori di questa nuova avventura chiamata Orvieto Fc, e la sua perdita lo scorso anno è stata un duro colpo per tutti noi, ora speriamo di ricordarlo nel migliore dei modi e attraverso il sorriso dei bambini partecipanti”.

GUBBIO BURANO – Gli eugubini girano la boa al terzo posto LORENZO CESARINI: “Rammarico per i tanti punti persi…..l’Assisi è squadra forte ma vogliamo la Coppa””

Nell’ultimo mese la squadra di Mr.Fumanti ha ripreso una marcia importante che gli ha prrmesso di scalare la classifica fino ad ottenere il terzo posto. Posizione con la quale conclude un girone d’andata con qualche rimpianto per i troppi punti persi, soprattutto fuori casa. Le prime due sembrano distanti ma l’obiettivo adesso del Gubbio Burano è sicuramente l’appuntamento del 6 gennaio, dove i rossoblu si contenderanno la Coppa contro l’Assisi. Di questo e altro abbiamo parlato con LORENZO CESARINI, giocatore e bomber del Gubbio Burano.

 

 

Nonostante una partenza un po’ altalenante il Gubbio Burano al giro di boa in terza posizione. Soddisfatto della prima parte di stagione o pensi si poteva fare meglio?

CESARINI: “Diciamo che si può fare sempre meglio e sicuramente qualche punto lo abbiamo lasciato per strada ma purtroppo dal punto di vista degli infortuni fin ora non siamo stati fortunatissimi però credo che la nostra classifica sia giusta e cercheremo di mantenere la zona play off fino in fondo”

Il 6 gennaio la finale di Coppa che sembrerebbe sia l’obiettivo su cui avete puntato molto o tutto….state già preparando la finale e quale è il tuo pensiero sull’Assisi?

CESARINI: “Dopo la finale sfiorata l’ anno scorso abbiamo cercato di fare un passo in più… Alla finale ci penseremo da gennaio… L’ assisi l’ abbiamo affrontata in campionato e abbiamo avuto qualche difficoltà ma cercheremo di dare il massimo perché sono una buonissima squadra messa bene in campo e con degli elementi molto validi tecnicamente”

Sabato arriva il Ponte San Lorenzo…. all’andata fu la prima delusione dell’anno…..cosa servirà per non ripetere l’esito dell’andata?

CESARINI: “Il San Lorenzo è una squadra che da sempre tutto perciò servirà grande sacrificio per cercare di chiudere al meglio il 2018 e affrantare il nuovo anno con il giusto entusiasmo”

 

Nazionale U19 Futsal La bella prova dell’Italia contro l’Ucraina non va oltre il pareggio

La bella prova degli Azzurrini nella prima amichevole giocata oggi a Brovary, cittadina nella regione di Kiev, contro i pari età dell’Ucraina non va oltre il pareggio (1-1) nonostante il buon gioco e un’occasione per la vittoria finita contro la traversa a fine partita. I ragazzi di Carmine Tarantino nel primo periodo di gioco si oppongono rispondendo colpo su colpo, andando vicino al vantaggio a 1’ dal riposo ma il palo, colpito sugli sviluppi di un calcio d’angolo, vanifica il tentativo di Christian Peroni.

Si va negli spogliatoi con un pareggio a reti bianche e nella ripresa la musica non cambia con il gioco che si fa duro, tanto che l’arbitro è costretto a tirare fuori il cartellino giallo per un fallo da dietro commesso ai danni di Kevin Rivella, a sua volta ammonito già nel primo tempo per lo stesso motivo.  l’Italia non smette di combattere ma al 7’ non riesce ad evitare il gol del vantaggio ucraino: un’azione confusa nell’area Azzurra, scaturita da un calcio d’angolo, mette Petro Seniuk nelle condizioni di azzeccare il tiro vincente. Gli Azzurrini reagiscono e dopo poco più di un minuto è sempre il legno a dire di no: accade all’ 8’55’’ quando Simone Achilli, con bella azione personale, parte da centrocampo ed entra nell’area avversaria ma il suo tiro si spegne sulla traversa. Un palo degli ucraini, un altro preso dall’Italia sono il prologo alla rete del pareggio italiano: a circa un minuto dalla fine Federico Palmegiani serve dalla linea laterale  Achilli che questa volta centra lo specchio della porta. E’ sfortunata l’Italia che sempre con il giocatore del Latina Palmegiani ha l’occasione per chiudere vittoriosamente il match a un minuto dalla conclusione, ma è sempre la traversa a dire di no.

Domani alle 18.30 italiane la seconda amichevole, ultima tappa di quest’anno per la Nazionale giovanile che il prossimo marzo in Croazia sarà impegnata nel main round della qualificazione agli europei di categoria.

 

https://www.figc.it

REAL CANNARA – Girone d’andata altamente positivo, DANILO GIORGETTI: “i play off sono alla nostra portata. La mia esperienza a servizio dei nostri portieri”

Per tutto il girone di andata è stata la terza forza del campionato e ha provato a dare fastidio alla coppia di testa prima di avere una  flessione in queste ultime quattro giornate giornate. Il Real Cannara di Pagnottini chiude il girone di andata al 4° posto in zona play off e comunque può ritenersi soddisfatta di questa prima parte di stagione. Sabato arriverò il forte Città di Orte e invertire la tendenza è la priorità della squadra che vuole continuare a camminare nelle alte quote di classifica.Ne abbiamo parlato con uno dei protagonisti della rosa di Pagnottini, Danilo Giorgetti, portiere e preparatore dei portieri della squadra del presidente Morici.

 

Buongiorno a Danilo Giorgetti del Real Cannara…. Un periodo poco fortunato chiude il girone di andata. Quale è il tuo bilancio in questa metà di stagione per la tua squadra?

GIORGETTI: “SI, è un periodo in cui alcune cose sembra non vadano per il verso giusto, non credo nella sfortuna o nella fortuna ma nelle cose fatte a modo giusto e sbagliato. Questo porta ad un risultato positivo o negativo alla fine della partita. Abbiamo concluso il girone di andata e vista la classifica posso dire di ritenermi soddisfatto di come la squadra stia andando, sopratutto alla luce della passata stagione. Certo è che essendo stati ad un punto dalla prima in classifica potevamo inanellare risultati più positivi per stare in scia della capolista…ma il campionato è lungo e riserva sempre sorprese a tutte le squadre.”

La squadra con la guida di Pagnottini ha fatto un grande girone di andata ed è in lotta per i play off….credi che questi siano alla portata della vostra rosa?

GIORGETTI: “I play off sono alla portata della squadra certamente, sia come posizione di classifica che come qualità della rosa. L’obiettivo è questo.”

Oltre ad essere un portiere a disposizione del Mister alleni anche gli altri estremi difensori della rosa. Partendo dal fatto che Menichelli è tra i portieri più bravi della categoria puoi darci un parere sui portieri che alleni e se l’ex Foligno è un punto di forza della squadra?

GIORGETTI: “Si, oltre che essere a disposizione del Mister, sono 4 anni che alleno anche i portieri del Cannara, oltre ad essere anche il preparatore per Perugia futsal femminile in serie A2. Diciamo che ho qualche anno di esperienza in questo duplice ruolo e ho avuto già il piacere di lavorare con Matteo e Giacomo, i miei attuali compagni di reparto. Ho due bravi portieri di categoria, come già hanno ampiamente dimostrato. Giacomo ha ancora l’età per acquisire tutta l’esperienza che gli serve per crescere al meglio mentre Matteo non ha nulla da dimostrare a nessuno, è già una garanzia tra i pali e fuori quando si diletta come portiere di movimento. Sotto l’aspetto del lavoro dimostrano sempre il massimo impegno e come compagni ci si diverte e ci si rispetta oramai da tempo. Con Matteo ho avuto modo di giocarci dai tempi dell’Angelana.”

Oltre alle capacità indiscusse di uno dei mister più bravi della C1 quali sono gli elementi della rosa che stanno particolarmente sorprendendo positivamente secondo te?

GIORGETTI: “Nella rosa abbiamo elementi di valore sia sotto l’aspetto dell’esperienza pluriennale di gioco che sotto l’aspetto tecnico.Posso citare Miche Bechetti come centrale che a me piace molto per come gioca, la grinta e anche i gol che riesce a fare. Abbiamo poi Filippo Mignini che si alterna tra il ruolo di Centrale e Laterale con qualche incursione in caso di necessità come Pivot…c’ho gia giocato e da sempre lo ritengo un giocatore di ottimo livello con ancora margini di miglioramento, una garanzia in qualsia ruolo lo metti. Anche Antonio Pignetti, pivot, ricopre un posto importante nella rosa, un Pivot di manovra, che sa tenere palla e far salire la squadra ma al tempo stesso davanti alla porta sa essere molto incisivo con gol di bella fattura.”

Sabato arriva a Cannara il Città di Orte che è l’unica squadra che sembrerebbe essere in grado di tenere il passo alla CTS. Servirebbe un cambio di rotta rispetto alle due ultime prestazioni per uscire dal campo coi punti. Cosa sarà determinante secondo te?

GIORGETTI: ” Finalmente ritroviamo l’Orte con cui abbiamo perso una partita che ancora ricordo bene, tra errori di squadra e arbitrali. Sono convinto che sia una buona squadra ma non superiore alla nostra….l’unica che ha dimostrato di essere veramente difficile da battere è il CTS. In questo sport contano molto gli episodi…da sempre…bisogna saperli creare e sfruttare a nostro favore. Sta li la ricetta giusta per competere e battere tutti, Orte compreso.”

CTS GRAFICA CAMPIONE D’INVERNO – Intervista al giocatore MARCO DINI: “cammino costruito partita dopo partita senza nessun tipo di pressione se non quella di provare a dare il massimo ogni gara”

La CTS GRAFICA si laurea campione d’inverno girando a 40 punti con tredici vittorie e un solo pareggio. Un’altra vittoria travolgente per la squadra di Mr.Carlo Bartocci che supera 12-3 il fanalino di coda Real Nocera. Tre punti che permettono di mantenere le distanze dall’inseguitrice Città di Orte che rimane a -6. Un duello che continuerà fino alla fine cosi come ne è sicuro Marco Dini, tra i protagonisti della squadra di Trestina. Lo abbiamo ascoltato ai nostri microfoni per fare un bilancio di metà stagione

 

Buongiorno a Marco Dini, giocatore della CTS……Campioni d’inverno con due giornate d’anticipo…si è chiuso ieri il girone d’andata dove la tua squadra ha volato mantenendo il primato dalla prima all’ultima gara…..quale è il segreto e la forza di questo gruppo e se ad inizio anno ti aspettavi una stagione così esaltante?

DINI: “Buongiorno. Il segreto credo che sia l’amicizia ed il rispetto reciproco che ci lega tra giocatori,staff tecnico e società.Poi sinceramente penso che nessuno si aspettasse un cammino così netto, è stato costruito partita dopo partita senza nessun tipo di pressione se non quella di provare a dare il massimo ogni gara.”

Ormai è una corsa a due….il Città di Orte intende non mollare…e aspetta un vostro passo falso. Credi che il vostro gruppo sia in grado di ripetere lo stesso percorso nel girone di ritorno?

DINI: “L’Orte siamo convinti che non cederà di un millimetro e lo sta dimostrando con i fatti. Sinceramente essere sicuri di ripetere il percorso fatto nel girone d’andata penso che sia un atteggiamento non rispettoso verso le altre squadre quindi onestamente dico che sarà difficile confermarsi, ci sono ottime squadre in questo campionato”

Personalmente hai raggiunto quota 14 reti….non considerando Alunni Santoni che ha una marcia devastante, quale è il tuo obiettivo personale? 

DINI: “Alunni Santoni è veramente devastante e per fortuna è in squadra con noi. Il mio obiettivo è continuare a migliorare, prima di tutto divertirsi e se possibile anche continuare a fare qualche gol.”

Sabato si riparte dalla trasferta di Miriano…in un campo difficile contro una squadra che anche ieri ha fatto un ottimo risultato. Quali potrebbero essere le insidie da superare?

DINI: “L’insidia principale si potrebbe pensare che sia il campo visto che giocano all’aperto ma se uno si mette a guardare tutti i loro risultati.Io penso che l’unica partita che hanno toppato sia stata la prima giornata contro di noi, per il resto ho visto tutti risultati combattuti senza considerare che sono imbattuti da sette partite. Il mercato ci ha regalato due ritorni importanti…Marco Pacchini dalla Virtus Tifernum e Riccardo Epatici dalla Vis Gubbio. Bentornati!!! E Mattia Angeletti dalla Gadtch a cui do il benvenuto”

Il 6 gennaio si giocherà la finale di Coppa Italia….voi avete salutato questa competizione molto presto. C’è un po’ di rammarico visto poi la qualità della vostra squadra?

DINI: “Un po’ di rammarico c’è, però c’è anche la consapevolezza che ci ha eliminato l’ha fatto meritatamente.Quindi il 6 gennaio sarà un’occasione per assistere ad una finale sicuramente avvincente.In bocca al lupo alle due squadre.”

BALDELLI GUIDA L’OTTOVOLANTE – IL REAL CIAMPINO CENTRA LA F4 DI C1 – STASERA LE ALTRE 3 GARE

Questa sera si giocheranno le  gare di ritorno dei quarti di Coppa di C1. Da questi match Carbognano-Pro Calcio, Hornets-Terracina e Albano-EcoCity Cisterna usciranno gli altri tre noi che si contenderanno la coppa nella final four. Dopo il 3-2 subito in trasferta dall’Aranova di Fasciano, squadra che sta facendo un grande cammino nel girone B, il Real Ciampino di Manuel Baldelli ribalta il risultato e sovverte ogni pronostico con una grande gara vincendo per 8 – 1. Tripletta di Covelluzzi, due reti a testa per Carlettino e Aletto e rete singola di Curcio. Gli aeroportuali sono i primi ad approdare in final four.

SERIE C1 – COPPA LAZIO
QUARTI DI FINALE – RITORNO

Real Ciampino-Aranova 8-1 (2-3)
Carbognano-Pro Calcio Italia  (3-2)
Sporting Hornets-Real Terracina  (0-6)
Albano-Cisterna FC (5-5)

Raggiante Mister Baldelli che ci lascia il suo commento a caldo nel post gara: “Sono contento per i ragazzi….abbiamo giocato un’ottima gara contro una squadra forte…senza mai calare d’intensità e senza mai abbassarsi troppo…difendendo forte come avevo chiesto ai miei ragazzi. Siamo stati bravi a creare e sfruttare le occasioni da goal. Abbiamo interpetrato bene la gara anche nel momento in cui loro hanno messo il portiere di movimento.E’ un risultato che può sembrare inaspettato ma io ciò creduto da sempre e i ragazzi sono stati bravi a seguirmi. Se la meritano questa soddisfazione e se la merita questa società, un traguardo di prestigio comunque vada a finire la manifestazione, è un risultato prestigioso su cui in pochi scommettevano. Abbiamo giocato tante partite ravvicinate in queste due settimane. La squadra sta giocando bene.”

ASKL – VITTORIA IMPORTANTE COL CORINALDO – VALENTE: “Contro il Corinaldo tre punti fondamentali…… Perugia un passaggio importante per l’intera stagione.”

Il Futsal Askl si aggiudica nel finale una vittoria importantissima per la salvezza. I bianconeri di Mr.Fusco sono premiati in una gara ricca di emozioni ed equilibrio che permette coi tre punti conquistati di staccare  il Corinaldo e il Perugia  ancora fermi a tre punti in classifica.

Il coraggio e la voglia di vincere della squadra di  Mister Fusco risulta determinante, infatti a  a poco dal termine la squadra tenta il tutto per tutto per vincere la partita giocando con  il quinto di movimento. Sestili Niccolò prima trova il jolly sotto l’incrocio dei pali per il 3-2. Subito dopo Traini blocca l’ultimo tentativo del Corinaldo e cerca la porta avversaria trovandola per il 4-2 finale proprio sul suono della sirena che sancisce la vittoria ascolana

Abbiamo intervistato il D.S. Alfredo Valente molto contento per questa vittoria molto importante che carica la squadra in vista di un vero primo test salvezza, quello di sabato prossimo contro la Gadtch.
Buongiorno al Ds Valente….la squadra sabato ha centrato la quarta vittoria stagionale…che gara è stata quella vinta col Corinaldo?
VALENTE: “Buongiorno a voi tutti,sabato è stata una gara molto difficile, basti pensare che ad 1′ dal termine si era sul 2 a 2. 
Per noi era fondamentale portare a casa i 3 punti e ci siamo riusciti anche se con molta fatica contro una signora squadra che secondo me non merita la posizione che attualmente occupa”Facciamo un bilancio di questa metà stagione. Quale voto darebbe alla squadra e se si è in linea con i programmi?

VALENTE: “Attualmente siamo in linea con l’ obbiettivo prefissato ad inizio stagione ma il Campionato è ancora molto lungo e li insidie sono dietro l’ angolo…
Il voto lo darò dopo la partita di sabato prossimo a Perugia”
Entrando nello specifico la squadra ha una buona vena realizzativa ma subisce troppe reti….in che modo state intervenendo per equilibrare questa situazione?
VALENTE: “Si vero, il mister lavora in settimana per limare determinati movimenti difensivi, e speriamo che nel minor tempo possibile si possa migliorare.”
Prossimo impegno prima delle feste la trasferta umbra contro il fanalino di coda GADTCH, un occasione per centrare una vittoria determinante per la salvezza…..come dovrà affrontare la gara la squadra?

VALENTE: “Perugia e’ un passaggio importante per il nostro campionato perché trovando i 3 punti il gap tra loro e noi salirebbe a ben 12 punti contrariamente ci si ritroverebbe molto più vicini a loro, quindi è importante l’ approccio mentale alla gara e su questo lavoreremo in settimana.”

Ci sono stati innesti in queste ultime giornate o avete voluto dare un segnale forte alla squadra confermando la fiducia a questo gruppo?

VALENTE: “Ci sono stati 2 ottimi innesti BALZAMO e RICCI ed una uscita pesante come quella di MINDOLI
ma la fiducia che avevamo in questo gruppo è intatta…. Abbiamo ringiovanito ancor di più la rosa e credo che come eta’ media siamo la più giovane del girone.
Consentitemi un ultima cosa, faccio i miei personalissimi in bocca al lupo al nostro pivot SIMONE FELICETTI
che dovrà stare fermo fino a fine stagione per un infortunio…..Lo aspettiamo per il prossimo anno…per noi è una perdita molto grave.”

DOOGLE C5: IL DERBY DI BUCCHIANICO VA AI LIONS

Il primo storico derby di Bucchianico in Serie C2 va ai Lions  che battono il Doogle 4-0 pur giocando una buona partita contro la capolista

È un punteggio oltremodo severo per la squadra di mister Zuccarini che esce con l’onore delle armi da una partita giocata a viso aperto e senza timori reverenziali nei confronti della capolista del Campionato. Il Doogle ha reso la vita difficile ai Lions sfiorando più volte il vantaggio ad inizio gara, andando poi sotto e combattendo comunque fino all’ultimo minuto.

Mister Zuccarini ha giocato la carta del portiere di movimento per buona parte della ripresa, ma purtroppo la mossa non ha sortito gli effetti sperati.

I Lions continuano dunque la loro cavalcata solitaria in testa alla classifica, il Doogle viene invece scavalcato dal Minerva vittorioso con il Florida.    

Il Doogle si schiera con il neo acquisto Merra fra i pali, Camillo D’Onofrio (capitano per l’occasione), Di Girolamo, Davide Buccione e Sigismondi.

I Lions rispondono con Ricci, Rutolo, De Sanctis, Morelli e Comignani.

La partita parte a ritmi alti con le due squadre decise a darsi battaglia e continui capovolgimenti di fronte sin dai primi minuti.

Al 1′ Lions insidiosi: taglio verso il centro di Rutolo, Davide Buccione salva quasi sulla linea prima che qualcuno possa intervenire sull’invitante pallone.

Il Doogle risponde al 2′ con un gran tiro di Camillo D’Onofrio sul quale si distende e devia miracolosamente Ricci, la palla torna prima a Davide Buccione poi allo stesso Camillo D’Onofrio che conclude alto.

Padroni di casa ancora in attacco con Di Girolamo la cui conclusione al 3′ finisce a lato.

Al 5′ sono i Lions a mettere paura a Merra con Di Lorenzo che manca il bersaglio di un soffio.

Al 7′ un errore difensivo del Doogle porta al vantaggio dei Lions: Rutolo prima impegna Merra, che riesce a deviare sulla sua prima conclusione, poi ribadisce in rete al secondo tentativo. Il Doogle reagisce e al 9′ Camillo D’Onofrio pesca Bevilacqua con un’illuminata apertura, ma Ricci risponde alla grande e sventa la conclusione di quest’ultimo.

Un minuto dopo sempre Bevilacqua recupera palla, scarica per Davide Buccione, ma ancora una volta Ricci si esalta e sventa la pericolosa occasione. All’11′ ci prova Camillo D’Onofrio (un vero guerriero in campo, risulterà il migliore dei suoi a fine gara), ma angola troppo la mira.

Al 13′ è bravo Merra ad opporsi sulla punizione di Di Lorenzo.

Al quarto d’ora altra grandissima opportunità per il Doogle di pareggiare: angolo di Sigismondi, Luciani solo a centro area non trova la porta tirando alto.

La partita è bella ed avvincente con continue ripartenze da una parte e dall’altra.

Al 21′ pregevole azione di Rutolo che si libera di un avversario con una finta, ma colpisce in pieno il palo più lontano.

Due minuti più tardi si gira bene Colalongo, Ricci para a terra.

Ad un minuto dal termine della prima frazione di gioco Morelli se ne va in velocità e solo un grande intervento di Merra impedisce ai Lions di raddoppiare.

Si va così al riposo con la squadra di mister Sirolli in vantaggio per 1-0.

La ripresa si apre con il Doogle che vuole fortemente cercare un pareggio che, per come è andato il primo tempo, sarebbe ampiamente meritato. Avvicendamento fra i pali nei Lions con Del Romano al posto di Ricci.

Camillo D’Onofrio recupera palla a centrocampo al 1′ e serve Bevilacqua, ma Del Romano riesce a sventare la pericolosa conclusione e lasciare imbattuta la sua porta.

Non è da meno però Merra che compie un interevento prodigioso poco dopo sulla botta di Morelli.

Al 3′ i Lions trovano il raddoppio con una grande azione in velocità di Rutolo che batte imparabilmente Merra firmando la doppietta personale.

Il Doogle è stordito e subisce anche la terza rete al 5′ da parte di Comignani bravo a freddare Merra in disperata uscita.

I padroni di casa provano a reagire e Di Girolamo regala un buon pallone a Bevilacqua, ma Del Romano appare veramente imbattibile.

Al 10′ Merra si salva sul gran tiro di Comignani, ma nulla può un minuto dopo quando lo stesso Comignani segna la quarta rete dei Lions e la sua doppietta.

A questo punto mister Zuccarini prova a giocarsi la carta del portiere di movimento che adotterà per quasi tutto il resto del match purtroppo senza i risultati sperati.

Al 20′ Luciani offre un pallone d’oro a Sigismondi che, solo a centro area, fallisce clamorosamente esaltando i riflessi di un super Del Romano.

Poco dopo è lo stesso Luciani a sfiorare il gol a due passi dalla porta.

Il Doogle vuole un gol e ci prova con tutte le forze. Al 21′ è Bevilacqua ad angolare troppo la mira. Un minuto dopo l’ex di turno De Sanctis si vede sbarrata la porta da uno strepitoso Merra.

Al 25′ Sigismondi serve Bevilacqua, ma Del Romano è di nuovo attento e blocca a terra.

Sempre Del Romano compie la parata forse più difficile della sua partita quando deve opporsi al tiro indirizzato sul palo lontano da Luciani al 26′.

Del Romano si supera su Camillo D’Onofrio un minuto dopo. È l’ultima azione degna di nota di un derby combattutissimo che vede la vittoria dei Lions.

Il Doogle ha forse commesso troppi errori sia in fase difensiva che in attacco e questo è costato la sconfitta al cospetto di un avversario cha ha invece saputo capitalizzare al meglio occasioni avute durante il match.

Il campionato ora si ferma per le festività natalizie: alla ripresa la squadra di mister Zuccarini se la dovrà vedere in trasferta con il Lokomotiv Tollo: una partita da non poter assolutamente sbagliare per cercare di risalire in classifica  e tirarsi così fuori dalla zona a rischio.

Queste le impressioni a fine gara di mister Gabriele Zuccarini:

 “Noi abbiamo creato tantissimo non concretizzando la gran mole di gioco prodotta, loro hanno approfittato dei nostri errori capitalizzando al meglio le occasioni avute.

Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene andando al riposo sotto di un gol arrivato a seguito di un nostro evidente errore difensivo. All’inizio del secondo c’è stato un blocco mentale che ci ha portato a commettere altri errori che hanno messo la partita in salita.

Con più di un quarto d’ora di portiere di movimento non abbiamo rischiato nulla e creato tanto, purtroppo c’è mancato il gol, in alcuni casi anche a porta sguarnita, in altri per miracolosi interventi del loro portiere. Da recriminare ci sono i gol non fatti e quelli subiti su nostri errori: questo è anche frutto dell’esperienza di alcuni loro elementi  che hanno giocato anche in categorie superiori e psicologicamente riescono a gestire meglio partite di questo genere.

Credo che questo derby non avrà contraccolpi: abbiamo giocato contro la capolista che veniva da una serie impressionante di vittorie consecutive, non ha più perso dalla seconda di campionato.

La nostra è stata un’ottima prova di coraggio e gioco. Ci sarà la pausa per le festività natalizie che ci servirà per ricaricarci ed amalgamare al meglio gli ultimi arrivi del mercato invernale”.

POKER CON ALLUNGO PER LA FUTSAL TERNANA

 

Con la vittoria di ieri sera ad Orte la ASD Futsal Ternana aumenta il suo vantaggio alla fine della penultima giornata di andata sull’Alfina Fabrizio Lupi che non è andata oltre il pari interno per 5-5 contro il Collepepe Pantalla.
La Futsal Ternana, invece, ha vinto, come detto, con il punteggio di 4-0 l’impegno in casa dell’Orte Futsal disputando una partita di livello sia per il gioco espresso che per l’attenzione espressa in fase difensiva. E pensare che le condizioni ambientali non erano delle migliori in quanto si è giocato all’aperto e su una superficie particolarmente scivolosa per la pioggia caduta nelle ore precedenti al match.
Il risultato, comunque, non è stato mai in discussione con il primo tempo che si è chiuso sul 3-0 con la doppietta di Introppico e la rete di Capotosti, mentre nella ripresa ha messo al sicuro il risultato Il tecnico Pellegrini.
Il quintetto di partenza era formato da Carpinelli, Capotosti, Costantini, Introppico, Picotti.
La soddisfazione è massima, ha affermato Pellegrini a fine partita, perché da Castelgiorgio è arrivata la notizia del pari dell’Alfina e perché i ragazzi hanno disputato una buona partita sia sul piano del ritmo che del gioco espresso. Insomma, è stata una bella prova di forza contro una buona squadra e sono contento anche per le prove di Tenca e Persichetti anche se mi dispiace che Manetti non sia potuto scendere in campo per le sue condizioni fisiche non ottimali. Ora qualche giorno di stop e poi di nuovo in campo per preparare al meglio la finalissima di Coppa Umbra del 6 gennaio”.
Nota di rilievo per Introppico che con i gol realizzati alla Futsal Orte si è portato a quota 24, seguito a 6 lunghezze di distacco da Chiucchiurlotto della Alfina Fabrizio Lupi.
Il campionato riprenderà il 18 gennaio 2019 e la ASD Futsal Ternana sarà impegnata in casa contro l’Eden Park Horse Village.

Empire, Roberto Festucci: “Giochiamo il derby al massimo”

I tecnico della squadra di calcio a 5 neroverde è carico in vista della sfida di stasera contro il Casalotti

 

Un match da non sbagliare quello di stasera. L’Empire è atteso dal derby contro il Verdeativa Casalotti, sfida che vale punti preziosi in chiave play off. La formazione neroverde di Roberto Festucci è reduce da quattro risultati utili consecutivi ed in due occasioni ha impattato contro la capolista Generazione Calcetto e l’Eur Torrino. L’occasione per ribadire il ruolo da protagonisti nel girone è quindi davvero ghiotta “Siamo in piena corsa per i play off – afferma il tecnico – ed è da sfide come queste che dobbiamo riuscire a trarre il massimo per non perdere il ritmo. Mi dispiace soltanto non poter schierare la miglior formazione possibile per via di tanti infortuni, e tutti nello stesso ruolo, ma non voglio avere alibi. Ho una squadra di grande qualità che può giocarsela con tutti ogni settimana. La sfida contro il Casalotti è davvero importante, perché dopo di loro non avremo più scontri diretti con le prime in classifica e dunque, con impegni alla nostra portata, potremmo cercare di allungare il passo da qui alla fine del girone di andata. Ovviamente ogni sfida va giocata sempre con il massimo impegno, contro tutti gli avversari, perché nessuno ti regala nulla. Spero che da questa sfida in poi riusciremo a colmare qualche lacuna difensiva. La nostra è una compagine con tanti elementi di ottima tecnica e quindi noi proviamo sempre a fare un gol in più dell’avversario, piuttosto che cercare di gestire il risultato e portare via qualche successo anche con uno scarto minimo. Dovremo essere bravi in questo se vogliamo continuare a lottare per un posto promozione. Il livello del girone è altamente competitivo e quindi credo che anche eventualmente conquistati i play off la squadra arriverà allenata al meglio per le sfide decisive. C’è ancora tanta strada da fare, questo è sicuro, ma siamo pronti a giocarcela a viso aperto con tutti”. Continua a leggere