LA LETTERA DI BONANNI ALESSIO CHE ANNUNCIA CHE A FINE ANNO LASCERÀ LA VIRTUS ANIENE 3Z: Saluti, ringraziamenti e l’ultimo sogno dello Scudetto Allievi.

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Alessio Bonanni che annuncia il suo addio al termine della stagione:

 

“E’ diversi mesi che penso e ripenso a questo momento, in cui ufficializzo che a fine stagione concluderò il rapporto di collaborazione con la Virtus Aniene 3Z 1983. Non ho mai trovato le parole giuste e so che non ci riuscirò neanche adesso. Complice quell’emozione che inevitabilmente prende quando si sta per lasciare la propria casa.

Non lascio solo un incarico in una delle società migliori d’Italia, ma sono consapevole che lo sto facendo definitivamente, e  in cuor mio lo spero perché vorrebbe dire che le cose andranno bene anche senza di me. E sono certo che sarà cosi.

Lascio dicevo, quello che per me da 25 anni a questa parte è il centro del mio universo. Un posto in cui, cosi mi ha detto una volta chi ne sa più di tutti, ci sono da prima che nascesse. Si, perché ora che ci penso, c’ero da prima che arrivasse il “calcetto”.

Nella mia piccola, umile carriera da giocatore, allenatore e dirigente ho fatto diverse esperienze anche molto lontane, fuori Roma, ma tutto poi riconduceva INEVITABILMENTE al 3Z.

Faccio questo passo senza ripensamenti, conscio che questo sia il momento giusto. Certo che la società esistente, per cui in gran parte mi sento di aver contribuito a finché nascesse, è una società forte e sana che potrà col tempo, come già sta facendo, offrire grandi opportunità per i ragazzi che ho visto crescere e per quelli che verranno.

Ho maturato nei mesi questa decisione, in primis perché ritenevo giusto dedicare più tempo alla mia famiglia, ai miei figli. E sportivamente parlando credo sia arrivato il momento di potermi confrontare in altre realtà e portare la mia esperienza. Infatti se inizialmente pensavo di fermarmi ho capito nelle ultime settimane di non riuscire ancora a stare lontano dal calcio a 5, e le proposte di collaborazione di questi ultimi mesi mi gratificano del lavoro che ho sempre cercato di portare avanti, con passione, dedizione e anche professionalità. E a nessuno, sottolineo nessuno, soprattutto ai tanti che ne sanno meno, permetto di mettere in discussione il mio operato.

Avrei voluto aspettare l’epilogo di questa stagione per comunicare la mia scelta, ma sarebbe apparso troppo legata ai risultati sportivi di questa stagione. Proprio perché ho sempre perseguito un tipo di risultato un pò diverso credo che il momento sia perfetto. Spero che arrivi lo scudetto allievi che inseguiamo, e meritiamo, da anni. Comunque vada in mezzo a queste persone ho già vinto il mio scudetto.

Il lavoro che ogni giorno, ogni ora,  ho svolto curando nei dettagli ogni rapporto tra la mia società e le altre società, tra i mister dell’agonistica, tra giocatori e mister, tra società e allenatori, tra allenatori, società e genitori mi rende fiero del mio percorso, che qualsiasi strada prenderà da domani avrà sempre un contorno gialloblu. Scusandomi di aver prolungato un pò le cose, ci tengo a ringraziare la presidenza e la dirigenza per la fiducia che mi ha dato ad inizio stagione. Ringrazio i mister, da Baldelli a tutti quelli del settore giovanile con cui ho collaborato e che molto mi hanno dato, sia dal lato umano che tecnico. Ringrazio come non ho mai fatto tutti i giocatori di tutte le categorie che mi hanno permesso negli anni di alzare diversi trofei e molte più soddisfazioni. Ringrazio tutti quei genitori che anche per un solo istante mi hanno consegnato la crescita sportiva (per cui anche umana) dei loro figli che ho visto e trattato sempre come se fossero miei.

Un grazie speciale a “papà” Luciano che in questi anni mi ha permesso di vivere questo sogno. Ho avuto la fortuna di incontrare delle vere amicizie che sono certo che non cesseranno di esistere.

Grazie ancora a tutti.

E SEMPRE FORZA 3Z.”

ITALIA UNDER 19 – Oggi e domani il TORNEO DELLE NAZIONI per la selezione di Tarantino.

La selezione di Mister Tarantino affronterà oggi l’Iran alle ore 18.00 a Manzano. Nell’altra semifinale s’incontreranno a Palmanova, alle ore 17.00 la Slovenia e la Francia. Domani le finali per il 1° e 2° posto e per il 3° e 4°  a Grado.

Programma

QUALIFICAZIONI

FASE FINALE

Finale 3° – 4°

Finale 1° – 2°

REDA KAYBAT, “IL CUSTODE” DELLA PORTA: ” Il calcio a 5 la scelta giusta, il Kaos di Checa può arrivare lontano”

Reda Kaybat,portiere della Juniores del Kaos Reggio Emilia, con presenze anche in Under 19 di Mr. Nunzio Checa che si sta giocando lo Scudetto. Il giovane e promettente portiere nel proprio campionato juniores regionale è stato un grande protagonista e ha contributo molto al titolo regionale. Ha subito 14 gol in 26 partite ufficiali. Di origini marocchine è anche in odore di  chiamata da parte della Nazionale del Marocco. Arriva dal calcio a 11 ed è il primo anno che gioca a Futsal ed è seguito da Roggero Marco, dell’Agenzia RMSA. Portiere, anno 2000 con  doppio passaporto marocchino/italiano.

Gli abbiamo rivolto qualche domanda

Felice della scelta del calcio a 5?

REDA KAYBAT: “Felicissimo della scelta di giocare a  calcio a 5, mi trovo bene sia con il mister dei 2000 che con il mister Checa…. sono cresciuto moltissimo.”

Soddisfatto della propria stagione?

REDA KAYBAT: “Sono soddisfatto della stagione ma voglio molto di più, è il mio carattere. Ogni allenamento lo affronto con serietà . I compagni più esperti mi aiutano molto a partire dalla prima squadra fino all’under 19.”

Dove può arrivare il Kaos di Checa?

REDA KAYBAT: “Credo che questo kaos possa arrivare molto lontano. Il mister Checa è molto preparato e ci da indicazioni molto utili. Se affrontiamo ogni partita come ci chiede il mister penso che non ce ne sia per nessuno”

Intervista al Leader del SAVIO GIUSEPPE GALANTE:”Un gruppo straordinario con un mister fortissimo. Abbiamo strameritato la B.”

Tra i giocatori indiscutibilmente più forti della C1, Giuseppe Galante, è stato uno dei leader del gruppo del Savio. Chiamato in estate da Mr.Alessio Medici a prendere la squadra in mano per provare a trascinarla più in alto possibile, non ha certamente sorpreso quelli che lo conoscevano  e insieme a Daniele Didonè e Sergio Medici e gli altri ragazzi della società di via delle Nespole ha fatto una stagione straordinaria, che ha permesso al Savio di arrivare in serie B, dopo i play off. Lo abbiamo intervistato.

 

Buongiorno a Giuseppe Galante…..che finale è stata contro una grande squadra come il Pomezia. Come l’avete interpretata e se avete meritato voi l’accesso alla B nazionale?

GALANTE:“E’ stata una partita bellissima, perchè abbiamo incontrato una squadra fortissima, con tutti  giocatori di livello e non mi stupisce che nel proprio girone abbiamo chiuso con un solo punto dietro all’Italpol. Questo da ancora più valore al nostro risultato. Nei 40′ credo che abbiamo meritato noi, loro sono comunque una squadra fortissima”

Era un obiettivo ad inizio stagione oppure quando durante la stagione avete capito che avreste potuto farcela?

GALANTE:“L’obiettivo era migliorare la prestazione dello scorso anno ma fin dal primo allenamento, quando abbiamo avuto di fronte Mr.Alessio Medici, abbiamo capito che se avremmo seguito le sue indicazioni potevamo fare tantissimo. Ci siamo guardati in faccia e abbiamo realizzato che avevamo un grande gruppo e un allenatore che ci avrebbe potuto portare lontano e cosi è stato. I ragazzi sono stati tutti straordinari e non ce ne è stato uno che non si sia meritato questo grande traguardo.”

Era difficile psicologicamente riprendersi dalla sconfitta in casa con lo Juvenia invece avete fatto due grandi prestazioni segno di una squadra forte…..quale secondo te sono stati i fattori determinanti per questa stagione vincente?

GALANTE:“La partita con la Juvenia, diciamo che per me non è del tutto cancellata. Abbiamo fatto i primi 14 minuti da grandissima squadra meritando il vantaggio. Loro hanno vinto e certamente gli va dato onore. Però è una partita che senza qualche decisione arbitrale non avremmo mai perso. Mi è rimasto un po di amaro in bocca per quello che è successo con me. Perchè non credo di aver meritato l’espulsione. A differenza della gara col Pomezia dove abbiamo incontrato due arbitri con la quale era possibile avere un dialogo, che credo sia alla base di tutto. Nonostante questo credo che la sconfitta con lo Juvenia ci abbia dato ancora più consapevolezza della nostra forza e la certezza che nei play off ce l’avremmo potuta fare.E cosi è stato con Cisterna e Pomezia.”

A chi dedichi questa vittoria e sei pronto a tornare nel nazionale come tanti anni fa?

GALANTE:“La dedico alla mia famiglia prima di tutto, a chi sopporta le mie arrabbiature, i miei dolori. Sicuramente la dedico a chi ha creduto a me. A chi non mi ha dato per finito e mi ha dato la possibilità di dimostrarlo, a chi mi ha detto “prendi questa squadra e aiutala a fare un ottimo campionato”, io sono fiero e orgoglioso di questi miei compagni, che sono tutti ottimi ragazzi e grandi giocatori. Alla società, a Didonè e a chi ci ha creduto in questa squadra dal primo giorno.”

Cosa serve a questa squadra per essere competitiva anche in B?

GALANTE:“Per essere competitivi in B, bisognerà ripartire dalla conferma dell’allenatore che secondo me ha grande merito di questa promozione, ha grandissime doti, ha già esperienza di un campionato nazionale. La conferma dell’intero gruppo e l’inserimento di un paio di innesti giovani che abbiano un esperienza già bel nazionale. Per quanto mi riguarda, io spero di farcela ad affrontare un campionato nazionale e presto parlerò con la società.”

Baldelli e Di Stefano punti fermi: “Grazie alla società per la fiducia”

 

Squadra che vince non si cambia e in casa Virtus Aniene 3Z il discorso, naturalmente, vale anche per la panchina. La società gialloblù è quindi lieta di annunciare che mister Manuel Baldelli e il suo vice Daniele Di Stefano guideranno il team del Palatolive anche in serie A2. Per Baldelli, giunto in corsa durante la stagione in serie C2, sarà quindi la quarta stazione, terza dall’inizio, alla guida dei gialloblù.

Baldelli Già la scorsa estate la società virtussina aveva parlato di una stretta di mano “biennale” con mister Baldelli, ma ora la conferma è ufficiale per un tecnico vincente e sicuramente sull’agenda di molte società importanti: “Eravamo già in parola con il presidente ed il dg e sono molto felice di poter rimanere qui per un’altra stagione. Ringrazio la società per avermi dato ancora una volta fiducia”. Per Baldelli quella prossima sarà la prima esperienza in A2 da allenatore: “Sono tranquillo, perché penso che ogni allenatore deve aggiornarsi e migliorarsi e deve essere pronto per lavorare in tutte le categorie”.

Di Stefano Soddisfatto dell’accordo anche Daniele Di Stefano, vice allenatore e preparatore dei portieri gialloblù: “Il lavoro paga sempre. Sono contentissimo di continuare questa avventura. Ringrazio la società per avermi rinnovato la fiducia e per dimostrare di credere ancora in me ed un grazie va anche a Manuel per avermi voluto al suo fianco due anni fa. Quando ho scelto di sedermi in panchina, in molti mi avevano detto che avrei rimpianto questa decisione, invece è stata una scelta davvero felice”.

 

Ufficio Stampa Virtus Aniene 3Z 1983

COPPA DIVISIONE FINAL FOUR: I campioni d’Italia contro il Maritime, per i padroni di casa il pericolo Italservice

Sorteggiato l’ultimo atto della Coppa Divisione che si terrà al PalaBigi di Reggio Emilia il 28 e 29 aprile.

I campioni d’Italia della Luparense se la vedranno contro il temibile Maritime, unica formazione di A2.

Nell’altra semifinale i padroni di casa del Kaos guidati da Juanlu affronteranno l’Italservice Pesaro di mister Pedrini

La finale, calcio d’inizio alle 20.30, sarà trasmessa in diretta su SportItalia Tv

Qui di seguito gli orari delle due semifinali:

LUPARENSE-MARITIME AUGUSTA Ore 16

ITALSERVICE PESARO-KAOS REGGIO EMILIA Ore 18.30

TDR 2018 – Al via oggi con 70 squadre.

L’Umbria ha dato il benvenuto al Torneo delle Regioni dedicato al calcio a 5. Prima che siano i protagonisti a parlare sul campo, la storica manifestazione giovanile della Lega Nazionale Dilettanti si è aperta ufficialmente questo pomeriggio a Perugia con la tradizionale parata delle delegazioni regionali che hanno sfilato da Corso Vannucci fino a Piazza IV Novembre. A guidarle gli sbandieratori di Gubbio insieme ai figuranti del Corteo Storico di Perugia 1416 e della Quintana di Foligno.

A dare il saluto ai partecipanti il Presidente LND Cosimo Sibilia: “E’ emozionante vedere ragazzi e ragazze provenienti da ogni parte d’Italia riempire con i propri colori il centro storico della città. Il Torneo delle Regioni è l’espressione più autentica dell’essenza della Lega Nazionale Dilettanti, sono certo che tutti i partecipanti conserveranno un bel ricordo di questa esperienza. Infine un ringraziamento al Comitato umbro e al suo presidente Luigi Repace per l’impeccabile lavoro organizzativo, sarà una grande festa di sport”.

“L’Umbria è pronta a mostrare cosa è capace di fare – gli fa eco il Presidente del CR Umbria Luigi Repace – Siamo orgogliosi di aver avuto la possibilità di riportare qui una manifestazione che mancava da tanto tempo, ringrazio per questo il presidente Sibilia ed il Consiglio Direttivo della LND. Sarà una settimana bellissima per far divertire i ragazzi e per mostrare loro le bellezze della nostra Regione. Il calcio, infatti, è soprattutto aggregazione e condivisione”.

Presenti all’evento cittadino anche il vicepresidente e assessore della Regione Umbria Fabio Paparelli, il Vice Sindaco di Perugia Urbano Barelli e il Presidente CONI Umbria Domenico Ignozza. Per la LND il Segretario Generale Massimo Ciaccolini, il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Felicio De Luca e il Vice Presidente Vicario della Divisione Calcio a Cinque Andrea Farabini.

20180421 tdr2

Oggi scenderanno in campo le 70 rappresentative delle 18 regioni e dei Comitati Autonomi di Trento e Bolzano partecipanti alla storica manifestazione giovanile della Lega Nazionale Dilettanti, che avrà il suo epilogo sabato prossimo in occasione delle finali.
Per il terzo anno consecutivo saranno presenti le quattro categorie Juniores, Allievi, Giovanissimi e Femminile per un totale di 840 tra calciatrici e calciatori dai 14 ai 26 anni.  14 i comuni coinvoltidal Comitato organizzatore: Assisi, Cannara, Castel Giorgio, Corciano, Foligno, Gualdo Tadino, Gubbio, Magione, Massa Martana, Nocera Umbra, Orvieto, Perugia, Spello e Terni. 130 le gare in programma nei 14 palazzetti.
La fase di qualificazione continuerà anche domani 23 fino a martedì 24 con 34 partite al giorno. Mercoledì giornata di riposo con una visita ad Assisi per tutte le rappresentative. Si riprenderà a giocare giovedì 26 con i Quarti, poi semifinali venerdì 27 e finali sabato 28 aprile a Foligno.

 

ORVIETO FC – L’ orgoglio di BELLAGAMBA nella delegazione biancorossa

ORVIETO – E’ tutto pronto per il via al  Torneo delle Regioni di calcio a 5, che questa volta, si terrà in Umbria, con diverse partite che si giocheranno anche al PalaPapini di Orvieto, campo di gioco dell’Orvieto Fc. Proprio l’Orvieto Fc, anche quest’anno, ha prestato diversa linfa vitale alle quattro rappresentative regionali di futsal…

“Siamo molto orgogliosi di questo – commenta il vice presidente dell’Orvieto Fc Maurizio Bellagambadare ogni anno un buon numero di ragazzi e ragazze alle Rappresentative è sicuramente motivo di vanto da parte nostra”.

Una bella delegazione, che però non si ferma ai soli giocatori…

Siamo felici, che anche parte dei nostri allenatori prenderà parte a questo torneo, come Egisto Seghetta che per il secondo anno consecutivo si siederà, nel ruolo di allenatore in seconda, accanto a mister Stefano Massini con la squadra Juniores, con loro, nelle vesti di preparatore atletico ci sarà anche Fabio Coppola. Ma non solo, con la squadra degli Allievi allenata da mister Fabio Sensi, ci sarà Stefano Cupello, che gli darà una mano come suo secondo”.

Ma non ci si ferma al lato tecnico…

Assolutamente, la novità è che il nostro capitano della squadra di futsal femminile, Alice Cochi, vestirà i panni della fisioterapista delle Rappresentative, in fondo è il suo mestiere, e in questa occasione unirà le sue due grandi passioni”.

Si parte domenica alle 12.00, con gli Allievi…

“Proprio così, e voglio fare un grandissimo in bocca al lupo a tutte le Rappresentative, affinché possano tenere alto il vessillo della nostra regione. Un in bocca al lupo, più particolareggiato, ovviamente, va ai nostri tesserati, affinché possano tenere alto sia il nome della città di Orvieto, sia quello della nostra Umbria”.

Tutti i convocati dell’Orvieto Fc

Juniores: Andrea Flamini, Alessio Tedeschini, Riccardo Bianco

Allievi: Jarder Pereira Rodriguez, Francesco Rossi

Giovanissimi: Jacopo Pettinelli

Femminile: Laura Palmese

Fisioterapista: Alice Cochi

Allenatore in seconda Juniores: Egisto Seghetta

Preparatore Atletico Juniores: Fabio Coppola

Allenatore in seconda Allievi: Stefano Cupello

Torneo delle Regioni 2018 in Umbria – Le parole nella vigilia del Responsabile del Calcio a 5 del Comitato Regionale Umbria SIMONE ORTENZI

A meno di 24 ore dall’apertura del Torneo delle Regioni di Calcio a 5 che si svolgerà in Umbria, abbiamo avuto il piacere e l’onore di poter intervistare il Responsabile del Calcio a 5 del Comitato Regionale Umbria SIMONE ORTENZI.

Buongiorno a Simone Ortenzi, responsabile del calcio a 5 del Comitato Regionale Umbria, regione in cui si svolgerà il Torneo delle Regioni per il calcio a 5. Alla presentazione ufficiale dell’11 Aprile a Perugia sono intervenuti tra i tanti anche Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti e Repace Presidente del Comitato Regionale Umbria…..quali sono le sinergie che vengono a costituirsi tra la Lnd e la vostra regione grazie a questo torneo e alla vostra organizzazione?

ORTENZI: “Il Torneo delle Regioni di calcio a 5 assegnato dalla LND all’Umbria dimostra la grande fiducia che il Presidente Sibilia riversa sul nostro territorio a dimostrazione anche del processo di crescita ed organizzativo che abbiamo messo in atto in questa disciplina sportiva.Mi preme ringraziare Giuseppe Palmerini che, come ha già sottolineato il Presidente Luigi Repace, nel suo pur breve mandato, ha avanzato la candidatura per l’assegnazione del torneo, lavorando a tal proposito con estrema qualità e professionalità.

Un altro passo importante per la crescita di questa disciplina in Umbria, regione che lei rappresenta per il calcio a 5  e che molto sta facendo in questo ultimo biennio. Un Torneo che mette in moto una mole di movimento che richiede la massima attenzione nei dettagli dell’organizzazione, in una regione come la vostra, che sta facendo molto per allinearsi alle regioni che hanno già un grande movimento di calcio a 5?

ORTENZI: “Si pensi che coinvolgerà circa mille atleti che difenderanno i colori di 70 squadre in rappresentanza di 18 che disputeranno le 130 gare del torneo in 14 palazzetti ubicati nelle varie zone della regione e al di là del risultato agonistico, mi auspico che prevalgano i valori di lealtà sportiva, aggregazione e inclusione sociale.”

Un movimento che può rappresentare, in una regione come la vostra che sta puntando molto sulla crescita dei settori giovanili e sulle scuole calcio a 5, un ulteriore slancio verso il futuro e dare un ulteriore spinta agli addetti ai lavori, società e giocatori stessi a credere in questa disciplina?

ORTENZI“Rappresenta sicuramente un’opportunità per tutti noi, società sportive, atleti, Comitato,  affinché il livello qualitativo e non solo, sulle ali di questa manifestazione, possa elevarsi ulteriormente nella nostra regione.Il progetto che stiamo portando avanti nella nostra regione è basato sullo sviluppo del settore giovanile e sulla implementazione della funzionalità della disciplina sportiva del calcio a 5 e già abbiamo visto i primi risultati se si pensa che è stata attivata la categoria dei pulcini e che nelle altre categorie giovanili si sono registrati numeri in evidente crescita.”

Grazie a Simone Ortenzi, come sempre molto disponibile con noi, alla quale auguriamo una settimana ricca di soddisfazioni dopo un lavoro di preparazione ed organizzazione durata mesi. Con la speranza che al termine del Torneo possa tornare a parlare  con gratificazione e orgoglio con noi di questo grande evento.”

 

La Virtus Aniene 3Z riparte da Rafael Sanna

 

Rafael Sanna e la Virtus Aniene 3Z ancora insieme. Il bomber brasiliano e la società del presidente Vinci si stringono la mano e chiudono un accordo per altri due anni. Sanna è stato uno dei grandi protagonisti della cavalcata virtussina in questa stagione. Ha chiuso il campionato con 38 gol, vincendo con ampio margine il titolo di capocannoniere. Sua anche la rete che, a 18 secondi dalla sirena, ha piegato la Mirafin e regalato la promozione in A2 al team di Baldelli. La società prenestina, quindi, riparte dal pezzo pregiato del mercato per allestire una rosa competitiva anche nella prossima annata nel torneo cadetto.

Sanna “Sono contentissimo di rimanere qui – esordisce il pivot gialloblù – All’Aniene 3Z ho trovato gente seria, con grandi ambizioni. Era impossibile dire di no ad un progetto come questo. Il nostro obiettivo in A2 deve essere quello di fare una bella figura. Abbiamo una rosa già importante, ma sono sicuro che la dirigenza si muoverà ancora in estate per rinforzare il roster. Fare previsioni ora è impossibile, perché dipende dal campionato, ma sono certo che saremo comunque competitivi. A livello personale non mi pongo obiettivi. Fare gol fa sempre piacere, ma prima di tutto è importante raggiungere quelli di squadra”.

Mestichella E’ stata una trattativa velocissima quella che ha confermato la presenza di Sanna nella Virtus Aniene 3Z: “Siamo tutti felicissimi di avere ancora Rafa con noi – spiega il dg Andrea Mestichella – dopo questa splendida stagione. Sarà lui il nostro pivot per i prossimi due anni. Con questa conferma mandiamo un segnale importante sulla nostra volontà per il prossimo anno. Lavoreremo al massimo in estate per allestire una squadra competitiva e vivere la nostra prima stagione in Serie A2 nel migliore dei modi”.

 

Ufficio Stampa Virtus Aniene 3Z 1983