Mr. Giuseppe Alfarano sarà l’allenatore della Rappresentativa Calabria categoria Juniores. ” Un incarico prestigioso….l’obiettivo è essere protagonisti”

Ufficializzati tecnici che guideranno le Rappresentative Regionali Juniores, Allievi, Giovanissimi e Femminile di Calcio a 5 della Calabria,  in vista del Torneo delle Regioni 2018 che si svolgerà in Umbria dal 22 al 28 Aprile. La selezione Campione d’Italia in carica, parliamo della categoria Juniores, sarà guidata da Giuseppe Alfarano, tecnico di grande esperienza, al quale spetterà il duro compito di confermare l’ottimo risultato ottenuto da Mendicino a dal suo staff.

Il girone eliminatorio sarà composto da  Piemonte Valle d’Aosta, Trento e Basilicata.

Abbiamo intervistato Mister Alfarano dopo l’incarico ricevuto

 

Buongiorno Mister e complimenti per aver ricevuto l’incarico di allenatore della rappresentativa Juniores della Calabria…..vuole dirci che emozione le suscita questo ruolo e le ragioni del perché ha accettato questa proposta?

MR.ALFARANO: ” Buongiorno  e grazie,fa sempre piacere ricevere complimenti ….. 
Devo dire che è stato tutto inaspettato e proprio per questo ancora più affascinante . Ho accettato senza tentennamenti questo che per me è un prestigioso incarico e colgo l’occasione per ringraziare la federazione della fiducia riposta in me….”

La sua squadra giocherà col tricolore sul petto in virtù della splendida impresa fatta in puglia lo scorso anno dal suo predecessore Mr.Mendicino…..per lei è più un vanto o una responsabilità che la porta a dover provare a ripetere lo stesso risultato?

MR.ALFARANO: “Si la mia squadra giocherà con il tricolore sul petto grazie alla splendida performance tenuta da mister Mendicino ed i ragazzi lo scorso anno in Puglia . Sarà un onore un vanto ma di certo una grossa responsabilità . Si lavora sempre per ottenere il massimo , andremo di certo in Umbria consapevoli delle difficoltà che incontreremo , visto che gli avversari ci affronteranno  con maggiore piglio ed attenzione, ma  anche e sopratutto consapevoli della nostra forza .Proveremo a ripeterci …… “

Inizierà il suo lavoro con alcuni stage per osservare i ragazzi che poi ad aprile saranno convocati o ha già ben presente l ‘ossatura da portare in Umbria?

MR.ALFARANO: ” Saranno fatti degli stage con cadenza settimanale per poter osservare così più calcettisti possibile su tutto il territorio assieme naturalmente ai ragazzi campioni di Italia . Ho bisogno di conoscere tutti e meglio consapevole del fatto che un’ossatura importante già esiste.
Rientrano in categoria i ragazzi nati a partire dall’anno 1999 con due fuori quota classi 1997/98 …..”

Potrà ancora contare su i vari Frustace, De Cario, Monterosso che sono stati protagonisti nella passata edizione o no?

MR.ALFARANO: “Si tratta di tre elementi importantissimi ,Frustace Monterosso  e De Cario protagonisti assoluti lo scorso anno . Lavoreremo per portare in Umbria la selezione più forte e competitiva possibile. L’obiettivo ? Essere protagonisti “

Intervista a SIMONE ORTENZI, Responsabile Regionale per il Calcio a 5 in Umbria. “Il bilancio sul 2017 è senza dubbio molto positivo….ci aspetta un 2018 ricco di impegni per la crescita del Futsal in Umbria”

La crescita del Futsal in Umbria è un fatto che ormai noi di Futsalplayers abbiamo preso a cuore. E allora chi meglio del  Responsabile Regionale del calcio a 5 poteva darci delle risposte concrete su cosa sia stato fatto in questo anno solare che va a chiudersi per migliorare questa disciplina? Abbiamo intervistato Simone Ortenzi, che come sempre è stato disponibile ad ogni tipo di punto avessimo voluto toccare: maschile, femminile, giovanile, dai costi agli arbitraggi fino agli eventi che nel 2018….a partire dalle finali di Coppa…..ci vedranno e vedranno protagonista una regione che può dire ancora tanto e siamo certi che lo farà.

 

Buongiorno a Simone Ortenzi, Responsabile Regionale per il calcio a 5 che in questa stagione è al suo secondo anno di mandato.

Iniziamo a fare un piccolo bilancio ed ad analizzare alcune situazioni sulla quale il tuo lavoro si è concentrato in questo 2017 dove a numeri il movimento è senza dubbio cresciuto come abbiamo avuto modo di evidenziare in un’altra intervista di alcuni mesi fa. Entriamo un po’ più nello specifico e partiamo dai campionati regionali, dal rapporto tra Comitato e società e i costi per affrontare i vari campionati…

ORTENZI: “Buongiorno a tutti, ci tengo a sottolineare che siamo riusciti a contenere i costi di iscrizione evitando aumenti in tutte le categorie, con tassa forfettaria tra le più basse delle varie regioni e invariata da molti anni. La politica che sto attuando è  basata sul contatto continuativo con le società sportive dedito al massimo confronto nonchè alla risoluzione e al chiarimento immediato o in tempi celeri di tematiche relative ad aspetti regolamentari, di tesseramento e comunque a norme federali in genere; tale rapporto di disponibilità è stata molto apprezzato dalle società stesse anche perché sfocia sempre in qualcosa di fattivo ed utile se affrontato in modo costruttivo, come dimostrato dai dirigenti con i quali mi sono interfacciato in prima persona o tramite i miei collaboratori. Stiamo lavorando molto sulla programmazione di riunioni con le società che verranno organizzate nelle aree territoriali, in modo da ridurre al minimo gli spostamenti delle società sportive e rendere fattivo l’incontro dedito a questioni e tematiche che i dirigenti potranno sollevare, il tutto nell’ottica di una ottimizzazione e di un confronto di continua disponibilità del Comitato.”

Facciamo allora un consuntivo su quelle che sono due categorie nella quale hai creduto fortemente da subito e che ti stanno dando grande soddisfazione…il settore giovanile e il femminile.

ORTENZI: “Per quanto riguarda il primo, abbiamo voluto e creduto nell’instaurare un rapporto diretto con le società per far acquisire una maggiore sensibilizzazione allo sviluppo del settore giovanile, mediante incontri sia presso le società stesse che hanno manifestato tale interesse che presso gli uffici del Comitato. Abbiamo avuto contatti e colloqui con società di calcio per coinvolgerle sull’approccio al progetto “futsal in soccer” sensibilizzandole sulla propedeuticità e funzionalità del calcio a 5. In termini di numeri c’è stato un notevole incremento di società iscritte nelle categorie Giovanissimi, Allievi e Juniores, con diverse società di calcio che per la prima volta hanno ufficialmente preso parte ai campionati giovanili di calcio a 5. Abbiamo provveduto, scommettendo molto sull’avvio di 2 nuove categorie, considerate sino ad ora “proibitive” nel nostro territorio, quali Pulcini e Juniores femminile e avviato un discorso di collaborazione con il Comitato Marche per una congiunta divulgazione del giovanile femminile, mediante l’organizzazione di una finale interregionale di Coppa Juniores femminile tra le vincenti delle rispettive regioni. Per quanto riguarda il futsal in rosa c’è stato un notevole incremento di società iscritte nella categoria Femminile calcio a 5, con diverse società di calcio che per la prima volta hanno ufficialmente preso parte ai campionati giovanili di calcio a 5, nonché società provenienti da altri enti organizzativi.”

Parliamo adesso della crescita qualitativa di alcuni aspetti che sono tra i più rognosi dove però è bene ricordare che il vostro lavoro arriva fino ad un certo punto…come la classe arbitrale che anche in questa stagione ha creato qualche dissapore tra società…

ORTENZI: “Abbiamo organizzato una riunione ad inizio stagione tra società e settore arbitrale per discussione e confronto diretto sulle varie tematiche sia regolamentari che comportamentali. Sensibilizzando e suggerendo alle società, ogni qualvolta lo ritengano necessario, di contattarmi per gestire incontro con il responsabile addetto al settore arbitrale del CRU, il Presidente del CRA ed il designatore; occorre sottolineare che molte società hanno seguito tale indicazione ed il confronto è stato considerato fattivo dalle società stesse, ove peraltro sono stati approfonditi aspetti regolamentari con l’ausilio di video di gare specifiche o di stralci relativi alle regole del giuoco del calcio a 5. Occorre precisare che il movimento arbitrale regionale è in fase di sviluppo, con molti nuovi ragazzi che sono alle prime esperienze e su questo il Presidente del CRA Luca Fiorucci e tutto lo staff al seguito sta lavorando molto bene con raduni e stage al fine di far acquisire agli arbitri un livello qualitativo sempre più elevato. D’altro canto ricordo alle società che tutti noi dobbiamo contribuire alla crescita di questa disciplina e ribadisco, come sostenuto da sempre, che va assolutamente evitata la “teoria del sospetto”, che porta solamente ad una svalorizzazione di coloro che la alimentano. Ritengo che l’obbiettivo prioritario sia il conseguimento di un colloquio costante e periodico con i vertici arbitrali allo scopo di migliorare il rapporto tra tesserati ed arbitri, in particolar modo sotto l’aspetto comportamentale.”

Sempre qualitativamente parlando si era arrivati alla necessità di adeguarsi alle altre regioni nell’obbligo di avere allenatori abilitati, in questo senso come avete agito?

ORTENZI: “Anche qui siamo venuti incontro alla necessità di adeguarsi per far crescere il movimento e allo stesso tempo alle necessità delle società con l’introduzione dell’obbligo dell’allenatore abilitato per i massimi campionati regionali maschile e femminile, con deroga per società non idonee a far partecipare i propri tecnici al primo corso nella stagione 2017/2018. E’ necessario che gli allenatori siano preparati e che ce ne siano sempre di più pertanto abbiamo apprezzato come Comitato anche la vostra iniziativa del Clinic di Orvieto dove avete portato due allenatori di caratura nazionale a confrontarsi con i nostri allenatori regionali e approviamo il vostro intento di organizzare nel finale di stagione sempre qui in Umbria un altro Clinic addirittura con un allenatore di caratura internazionale”

Infine vediamo di capire in questo anno 2017 ricco di cambiamenti e innovazioni soprattutto per la Divisione Calcio a 5 con l’ascesa del nuovo presidente Andrea Montemurro che rapporti ci sono tra voi e la Divisone Nazionale?

ORTENZI: “In tal senso abbiamo instaurato un rapporto di grande fiducia e stima reciproca con i vertici della Divisione Calcio a 5, in particolare con il Presidente Montemurro, con il Vice Presidente Vicario Farabini (amico già da tempo…) e con il Consigliere Responsabile del Settore Giovanile Di Berardino, che ha portato sin dai primi mesi ad un confronto costante e continuativo ed all’attivazione di progetti relativi alla crescita del futsal regionale, specie allo sviluppo del settore giovanile. In accordo con la Divisione Calcio a 5 abbiamo aderito  al progetto “FUTSAL LAB” che darà la possibilità di aggiornare tecnici e dirigenti delle società umbre mediante stage periodici con gruppi di lavoro formati da docenti messi a disposizione gratuitamente dalla Divisione, con competenze che spazieranno dall’allenatore del settore giovanile a quello della prima squadra fino a comprendere corsi approfonditi per preparatori atletici e dei portieri, video analisti, psicologia dello sport e aggiornamento per dirigenti. E’ in programmazione un primo stage che si terrà a febbraio prossimo che riguarderà la formazione degli allenatori di prime squadre. Abbiamo aderito al progetto della Divisione relativo alla giornata del calcio a 5 italiano giovanile, il FUTSAL DAY, che vedrà in tutta Italia come protagonisti migliaia di bambini coordinati da tecnici qualificati che parteciperanno a gare ed attività ludico-didattiche e riprese TV di RAI GULP; a tal proposito devo ringraziare e fare un plauso alle società umbre che hanno aderito a tale evento che si svolgerà il prossimo 6 gennaio in concomitanza con le finali di Coppa C1 e C2 maschile e C femminile presso il Palasport di Magione.”

A proposito delle finali di Coppa che giornata sarà?

ORTENZI: “Sarà una manifestazione piacevole e sotto l’aspetto tecnico mi immagino gare interessanti ed equilibrate in quanto tutte le squadre che si contenderanno i titoli sono di ottimo livello. A partire dalla C2 alle 15.00 per poi proseguire col Femminile e con la C1 che chiuderà la serata. Intervallate da questi bambini che rappresentano un po’ tutti noi con la passione che investiamo per questo sport. Sarete presenti anche voi di Futsalplayers con interviste e riprese e di questo siamo molto soddisfatti a dimostrazione che siete parte integrante di questo sport nella nostra regione, che date visibilità ai nostri campionati regionali, alle società e ai protagonisti con numerose interviste.”

Chiudiamo col fiore all’occhiello di questa stagione, il Torneo delle Regioni in Umbria……

ORTENZI: “E’ una grande soddisfazione ma allo stesso tempo una grande responsabilità e un grande impegno che però ci inorgoglisce. La designazione della Lega a regione ospitante del TORNEO DELLE REGIONI 2018 è motivo di appagamento che ci rende orgogliosi della fiducia dimostrata dalla Lega stessa, ma altresì ci carica di responsabilità per l’immane lavoro da svolgere al fine di rendere ottimale l’organizzazione del più importante evento nazionale della LND relativo al settore giovanile di calcio a 5. Il TdR che si svolgerà dal 22 al 28 aprile 2018 rappresenterà una opportunità per tutti noi e per le società umbre sia per la valenza tecnico-agonistica, ma anche sotto l’aspetto sociale quale momento di aggregazione e scambio interculturale, considerando che sono previsti almeno 1.500 arrivi. Colgo l’occasione per sensibilizzare tutte le società umbre ad una collaborazione con il Comitato in vista di questo importante evento, che contribuirà sicuramente a migliorare il movimento regionale”.

IL ROTINO LIVORNO – CHIUSO IL 2017 COL PASSAGGIO IN COPPA, SI RIPARTE COL MASSA C5 IL 5 GENNAIO. Le impressioni di Mr.AGOSTI

Grande vittoria nel primo turno di Coppa di C2 per il Rotino Livorno di Mr.Francesco Agosti. Battuto il Futsal Torrita e archiviato il passaggio del turno
Rotino LIVORNO –  Futsal Torrita 7 – 0
Versilia – Virtus Poggibonsi                  2 – 0
Pontassieve – Massa ssa C5                   3 – 4
Trident Cascina  – Real Vinci                2 – 1
Signa  – Coiano                                        6 – 5
Midland – Futsal Empoli                       5 – 4 
Le Crete  – Montecatini                         4 – 7
ArpiNova – SanGimignano                  11 – 0

Prossimo turno per Il Rotino Livorno c5 in casa sul parquet del PalaBastia contro Massa C5. Abbiamo ascoltato Mr.Agosti 

 

La grande vittoria col Torrita ha reso consapevole la squadra che la vittoria della coppa è un traguardo raggiungibile?

AGOSTI: “Sicuramente una bella vittoria, ma non aver subito neanche una rete è il segnale più positivo, ovviamente giochiamo per cercare di arrivare fino in fondo alla manifestazione, siamo consapevoli di avere tutte le carte in regola per poter vincere la Coppa, ma sappiamo che già dai quarti l’ostacolo sarà molto più difficile, tutte le otto squadre rimaste hanno il potenziale per centrare il traguardo. Vincere e  passare il turno era anche importante perché sia la gara di coppa degli ottavi che quella dei quarti è un allenamento in più per arrivare pronti alla ripartenza del campionato.” 

Come arriva la squadra in termini fisici alla gara che dovrete affrontare?

AGOSTI: “Attualmente stiamo  abbastanza bene, pensavo peggio sinceramente ma il momento positivo ci dà una mano anche a livello mentale, abbiamo due settimane, con in programma sei allenamenti, per prepararci alla gara dei quarti di coppa, ma anche per arrivare al top alla prima giornata di ritorno di campionato; molto probabilmente faremo anche un amichevole, cercheremo di ricaricarci fortemente nel migliore dei modi per arrivare pronti alla gara di Coppa del 05 Gennaio contro il Massa C5, ottima formazione che già abbiamo affrontato in campionato ma che ha cambiato qualcosa nel calcio mercato.”

GAP – Gli allievi di Mr.Massimiliano Mariello chiudono l’anno in testa. Le parole dei fratelli Maculani e di Gregorio De Rosa.

La vittoria sul San Martino a San Leone per 9-6 permette agli allievi del Gap di chiudere l’anno in testa alla classifica. La nona vittoria in 10 gare per i rossi che stanno viaggiando a passo spietato in un girone difficile, rimanendo cosi imbattuti. Alla ripresa del campionato il Gap affronterà l’Olimpique Colli Albani poi lo scontro al vertice col Forte Colleferro prima di chiudere il girone di andata nel testa coda con l’FB5. La squadra, alla sua prima stagione nel campionato FIGC sta meravigliando e sorprendendo tutti, non però il proprio mister che lavora da anni con questo gruppo e conoscendolo bene era consapevole delle proprie capacità.

Abbiamo raccolto le impressioni dei fratelli Andrea e Filippo Maculani e di Gregorio De Rosa, giocatori della rosa del Gap.

Andrea Maculani: ” La forza della nostra squadra è l’amicizia che c’è tra tutti noi giocatori che spesso ci ritroviamo insieme anche fuori dal campo, abbiamo la fortuna di giocare in una società ben organizzata che si prende molto cura di noi ragazzi e con un Mister che dedica molto tempo alle tattiche di gioco che spesso risultano vincenti negli incontri”

Filippo Maculani: ” Nella nostra squadra c’è un forte legame tra tutti noi. Siamo un gruppo di quindici amici, in parte anche compagni di scuola che in campo dimostra l’importanza di essere uniti. Personalmente sono entrato in squadra lo scorso anno e mi sono subito trovato bene coi compagni e col Mister che dedica molto tempo agli aspetti atletici e tecnici.”

Gregorio De Rosa: “Il nostro punto di forza consiste fondamentalmente nel gruppo che si è creato, un gruppo di amici che giocano prima per divertirsi e poi per vincere. 
Alcuni di noi, tra cui il sottoscritto, giocano addirittura da 9 anni insieme e penso che ormai ci sia una certa intesaPer questa squadra ho giocato anche in porta quando è servito ma sacrificarsi per la squadra è un gesto che chiunque di noi avrebbe fatto al mio posto.
E in fondo non fa male vedere per una volta le cose da una prospettiva diversa, quella del portiere s intende. Sono contento dei 6 gol fatti da me nell’ultima gara  ma è stata fondamentale la carica che mi hanno dato il mister e i compagni.
Penso che con questo ritmo, se continuiamo ad allenarci con la costanza che abbiamo avuto in questa prima parte dell anno, possiamo fare grandi cose, ne sono convinto. Senza il mister non saremmo in cima alla classifica. Avendo giocato anche in serie A ci ha insegnato molto, sia sul piano tattico, sia su quello mentale, di come affrontare una partita con la giusta dose di cattiveria e di altrettanta sportività.”

Classifica
GAP 28
FORTE COLLEFERRO 25
NAZARETH 23
S.MARTINO A SAN LEONE 19
FOLGARELLA 2000 19
ALBANO 14
L’AIRONE 14
TEAM GARDEN 10
REAL CIAMPINO 9
OLIMPIQUE COLLI ALBANI 9
PIGNETO TEAM 7
SAN FRANCESCO 6
VIRTUS ROMANINA 2
FB5 TEAM ROMA 0

GAP – Il Presidente Gabriella Pomposelli tra prima squadra e allievi :” Ad Anagni una pessima pagina di sport….aggrediti e minacciati. Bilancio fin qui positivo. “

Ad una giornata dal giro di boa e con le feste di mezzo, che hanno visto la squadra festeggiare nel solito ritrovo, il Ristorante La Madia di Piazza Zama a Roma, è aria di piccoli bilanci. Brucia ancora il pareggio nella trasferta di Anagni nello scontro diretto contro il Città dei Papi. Una gara che in termini di gioco la squadra di Mr Sandro Pomposelli avrebbe meritato di vincere e guadagnare due punti che l’avrebbe portata fuori dalla zona play out. Gara che termina col risultato di 3 -3 con goal di Mariello Marco, Tinti e Longo. Ad un minuto dal termini i ragazzi romani erano in vantaggio per 3- 2 ma una scelta arbitrale inspiegabile compromette l’esito della gara. Su punizione di seconda a favore dei locali il portiere del Gap esce per ribattere e viene ammonito….non solo ma l’arbitro decide di sanzionare questo fatto come fallo cumulativo e concede il tiro libero che permette ai padroni di casa di pareggiare. A fine gara succede di tutto e mentre i rossi chiedono lumi al giudice di gara un giocatore dei locali  sputa agli ospiti e scoppia una rissa.

GAP: Cistaro, Mariello Massimiliano, Mariello Marco, Lensar, Buzzanca, Longo, De Cicco, Tinti, Caiazzi, Carrarini, De Carolis, Cimei, Tiberi. 

Abbiamo ascoltato nel post gara il Presidente del Gap GABRIELLA POMPOSELLI, per un bilancio stagionale e per capire meglio l’accaduto.

 

 

Partiamo dalla gara pareggiata sabato ad Anagni…..due punti persi soprattutto per il dominio sul campo…..poi l’aggressione a fine gara…. vuole darci il suo parere su l’accaduto visto che non è la prima volta che ne siete vittime?

Gabriella Pomposelli: “Per quanto riguarda la gara bisogna dire che è stata sostanzialmente una gara corretta, con delle decisioni arbitrali severe ma a mio avviso giuste. Con diverse ammonizioni ma che secondo me se sono servite a tenere a bada gli animi dei giocatori può andar bene anche cosi. Il risultato finale purtroppo è stato compromesso da una decisione sbagliata. Fino a quel momento la gara era stata corretta ma bisogna dire una cosa importante. Quando si fa parte di una società, e si hanno anche squadre di settore giovanile non bisogna mai perdere il vero senso dello sport anche se a tutti piace vincere. I grandi devono essere d’insegnamento per i piccoli e perciò un comportamento che non c’entra niente con lo sport mi lascia sempre molto perplessa. In campo ci può stare un fallo più duro, un fallo di troppo presi dalla foga agonistica. Ma un giocatore espulso che esce dal terreno di gioco e si mette dietro la panchina avversaria a non fare altro che insultare un nostro giocatore con atteggiamenti di violenza per tutto il resto della gara non posso accettarlo. A fine gara, il capitano avversario aspetta il nostro giocatore insultato per tutta la gara e gli sputa in faccia…..che è a mio avviso il gesto più deprimevole che possa esserci. Ovviamente scatta la reazione del mio giocatore che provocato per tutta la gara da insulti e altro si becca anche lo sputo in faccia non può fare altro che avere una reazione. Aveva tenuto la pazienza e la calma per tutta la gara. A quel punto il nostro giocatore è stato aggredito da tutti gli altri giocatori e non si riusciva neanche a vedere la sua maglia da quanti giocatori era sommerso…..poi è intervenuto il padre del nostro ragazzo, inevitabilmente, e anche grazie a qualche componente della squadra avversaria la rissa si è pacata. Abbiamo mantenuto la calma preoccupandoci solo dello stato di salute del nostro giocatore ma anche fuori siamo stati trattati malissimo….con minacce verbali e intimorendoci facendo capire che erano stati chiamati dei picchiatori per regolare questo nostro giocatore. Io ho salutato porgendo la mano e facendo gli auguri ma quest’uomo se ne è visto bene dal ricambiare e per lo più c’erano anche le docce fredde……cose mai viste e assurde, una brutta esperienza e una pessima pagina di sport. E’ veramente una cosa ingiustificata…che mi fa pensare a che crisi che c’è a livello giovanile….che tipo di cattiveria e di violenza riescono a tirare fuori e poi chiediamoci perchè si uccide fuori dalle discoteche, perchè aggrediscono in maniera gratuita. Lo sport è anche una finestra sulla vita che rispecchia la società. Noi cerchiamo di far valere i principi sportivi, del saper vivere, delle regole, dell’educazione e dopo ci troviamo a doverci difendere da queste situazioni.”

Nelle ultime settimane la squadra sta giocando bene e raccogliendo risultati importanti che hanno risollevato il morale della squadra……ci può dare un suo giudizio sulla stagione in corsoSi chiude un anno importante dove la società ha centrato due grandi obiettivi la promozione in C2 e poi con gli allievi la partecipazione al campionato Figc, dove tra l’altro i ragazzi stanno andando fortissimi…..vuole spendere due parole su questi due traguardi e sulla squadra allievi?

Gabriella Pomposelli: “La stagione e il risultato dello scorso anno sono il frutto del lavoro di un paio di stagioni precedenti. Siamo partiti da zero per quanto riguarda l’attività agonistica. Abbiamo esperienza di scuola calcio ma con i grandi siamo partiti dalla D con una piccola cosa, il primo anno non è andato benissimo ma è tutta esperienza…..la seconda è andata meglio poi lo scorso anno è stata una stagione bellissima vissuta a pieno dalla società, dai dirigenti dai giocatori…..quest’anno mi ritengo soddisfatta. Inizialmente la rosa era più lunga poi per questioni personali abbiamo avuto qualche perdita, in questo periodo ci siamo rinforzati con dei giocatori molto validi che si stanno inserendo bene e ripongo molte aspettative su di loro e su tutti gli altri giocatori come i giovani che sono cresciuti tanto da agosto ad oggi. Sono soddisfatta io come lo è il mister…..ci vuole tempo per amalgamarsi come gruppo, per capire come vuole giocare il mister e come gli ho detto durante la cena di natale in alcuni momenti è proprio un piacere vederli giocare. Per quanto riguarda gli allievi del Mister Massimiliano Mariello sono molto felice, per i risultati che stanno ottenendo, sono una bella squadra che stanno insieme da anni. Per il primo anno di Figc siamo contentissimi e i risultati vanno oltre ogni rosa aspettativa. Sono orgogliosa per l’impegno che ci mettono e il bilancio è senz’altro positivo, e mi congratulo con la C2 e con la squadra allievi . “

Infine se le va ci lasci un messaggio per il vostro dirigente Andrea Bisti che per motivi famigliari vi lascia?

Gabriella Pomposelli: ” Andrea è una persona squisita che ha collaborato dettato dalla passione e dall’amicizia e dalla stima reciproca che ci lega. Quella di andare a vivere fuori Roma è una sua scelta di vita, un passo importante per lui e la sua mancanza già la sentiamo. Sono contenta per lui, i ragazzi giovani devono incamminarsi verso il loro futuro, verso la loro vita sentimentale mettendola davanti a tutto. Lo salutiamo sapendo che fortunatamente lo rivedremo perché tornerà a Roma dalla sua famiglia. Rimaniamo in contatto e ci tornerà a trovare. Tutta la società ringrazia Andrea per la sua dedizione, per il tempo e la passione che ci ha messo e gli auguro tutto il bene possibile.”

 

Il Clt di Silvi rallenta la corsa della capolista Foligno. Rulli trascina i gialloblu in un pari importante

C.L.T. – Foligno 3-3 (0-0)

C.L.T.:Proietti, Polito, Marconi, Rulli, Persichetti, Caromani, Menichetti, Rossini, Viva, Testa, Martini, Mellini,  Timpano, Mustafa. All SILVI

FOLIGNO C5: Menichelli, Albani, Raspa, Proietti, Sorbelli, Giardini, Porti, Krasniqi, Crescimbeni, Carbonari. All.: Bevilacqua.

Match di cartello al Di Vittorio, la capolista scende a Terni per affrontare gli aziendali e fare bottino pieno, ma i ragazzi di Mister Silvi, reduci dall’ottimo successo sul campo del Gubbio Burano, non sono proprio dello stesso avviso. Partita con assenze importanti da ambo le parti, nel Foligno mancano Panetti e Desantis, nei gialloblù Capotosti, Viva, Menichetti, ed i giovani Mellini e Timpano. Primo tempo giocato alla pari a viso aperto, occasioni da una parte e dall’altra, con Sorbelli che con la sua mobilità ed imprevedibilità crea più di qualche apprensione alla difesa ternana. Nella ripresa, Albani, al ritorno tra i falchetti, trova la via del gol al secondo tentativo dopo la respinta di Mustafa, 1-0 Foligno. Sorbelli confeziona l’uno-due, stop spalle alla porta, finta di scarico, si gira ed insacca il 2-0 dal limite, basta lasciargli poco spazio che può essere letale. La partita sembrerebbe chiusa ed invece i ragazzi di mister Silvi, reagiscono alla grande trovando il gol che la riapre con bomber Testa, autore di una bellissima prova. Palla recuperata, ripartenza fulminea e gol del momentaneo 1-2. I ternani giocano alla pari con i primi della classe, per niente intimoriti dal blasone degli avversari, e solo un ottimo doppio intervento di Menichelli, il secondo con uno strepitoso colpo di reni, nega il pareggio ai padroni di casa; intervento che dopo qualche minuto costringerà l’estremo difensore folignate ad abbandonare il terreno di gioco. L’inerzia della partita è cambiata, Persichetti francobolla Sorbelli a tutto campo limitandone la pericolosità, i ragazzi di Bevilacqua sembrano un pò sulle gambe e per il pareggio è questione di tempo. L’esperto Rulli da li a poco, su una palla riconquistata da un caparbio Testa, la va ad insaccare sotto l’incrocio con una bordata mostruosa facendo esplodere il Di Vittorio. Il Foligno si ricorda di essere la prima della classe e tenta di reagire all’irriverenza gialloblù, la partita diventa spettacolare con i padroni di casa che la vogliono provare a vincere. Una punizione al quanto generosa concessa dal secondo arbitro, per il suo modo di arbitrare, infatti fino a quel momento aveva fischiato pochissimo, offre una ghiotta occasione agli ospiti di tornare in vantaggio e Giardini non se la lascia sfuggire riportando in vantaggio il Foligno. Silvi non ci pensa un attimo, portiere di movimento. Gli ospiti hanno l’occasione del colpo del k.o. ma la falliscono, ma oggi per Rulli è un giorno “speciale”, nel pre match aveva confidato di sentirsi particolarmente motivato e che avrebbe segnato, ma forse non sapeva che ne avrebbe fatti due, e si proprio così, Rulli gioca lotta su ogni pallone, e con tenacia e bravura va a battere per la seconda volta l’incolpevole Carbonari e facendo letteralmente esplodere i tifosi di casa. Mister Bevilacqua rimette tra i pali Menichelli anche se non al 100%, dopo poco tenta anche la carta del portiere di movimento. L’ultima occasione è sui piedi dei padroni di casa che dalla distanza a porta sguarnita falliscono il colpo della vittoria, ma forse è giusto così, triplice fischio e tutti a casa. Bellissima partita giocata fino alla fine da due squadre che hanno provato a vincerla fino alla fine, un ottimo spot per il futsal regionale. Da segnalare nelle fila del C.L.T. il debutto del giovanissimo Simone Pidia (2002) nella massima serie regionale.

UMBRIA C1 – Il Foligno impatta contro il Clt di Silvi. Vincono le Egubine. Pari Orte e tra Orvieto e Calvi. A Marchettini lo scontro salvezza contro il Cannara

17°Giornata

CALVI ACADEMYORVIETO FC4 – 4
CLTFOLIGNO CALCIOA A 53 – 3
CTS GRAFICAPONTE PATTOLI4 – 0
EDEN PARKGUBBIO BURANO 2 – 6
GRIFONI CITTA’ DI ORTE3 – 3
PONTE SAN LORENZOMASSA MARTANA7 – 6
REAL CANNARAMIRIANO C53 – 4
VIS GUBBIOMONTELEONE 7 – 0

Classifica

FOLIGNO47
VIS GUBBIO43
GUBBIO BURANO42
CITTA’ DI ORTE40
ORVIETO FC28
GRIFONI27
PONTE SAN LORENZO25
CTS25
PONTE PATTOLI21
CALVI ACADEMY20
MASSA MARTANA19
REAL CANNARA17
CLT 14
MIRIANO13
MONTELEONE9
EDEN PARK7

Rallenta il Foligno che impatta contro un grande Clt di Silvi che tenta la seconda impresa consecutiva dopo aver battuto il Gubbio Burano. Il team gialloblu è lanciato verso la salvezza che non è un traguardo impossibile. Ne approfittano le Egubine del ministop dei Falchi folignati. Stravince la Vis contro il Monteleone e il Burano di Fumanti supera l’Eden in trasferta. Pari nelle zone play off….l’Orvieto interrompe la scia di vittorie fermata da un grande Calvi Academy guidato da Abati che conferma la forza del proprio fortino casalingo. Pari anche tra Grifoni e Città di Orte, la squadra di Russo rischia di perdere terreno rispetto alle prime mentre il team di Picchietti reagisce dopo le due sconfitte con Foligno e Ponte Pattoli. Il Cts Grafica chiude in bellezza l’anno della promozione superando il Ponte Pattoli in uno scontro diretto che rimette in gioco il team di Bartocci. Si rifa sotto il Ponte San Lorenzo che batte il Massa Martana. Oltre al Clt che muove la classifica, nelle zone basse vince il Miriano di Marchettini che strappa tre punti importanti al Real Cannara di Munzi e lo supera trascinandolo nella zona play out.

Ci attendono 20 giorni di stop. Si riprenderà il 13 gennaio, nel mezzo il 6 a Magione si giocheranno le finali di Coppa. Oltre alla C2 e al Femminile, Città di Orte e Foligno si incontreranno per decidere la vincente della Coppa di C1 che andrà poi ad affrontare le vincenti delle altre regioni. Solo per info…..noi di FutsalPlayers saremo sul posto per seguire in diretta le gare e aggiornarvi in tempo reale e intervistare i protagonisti e anche gli addetti ai lavori che saranno presenti sugli spalti. Vi aspettiamo!!!!

IL GUBBIO BURANO BATTE L’EDEN PARK E CHIUDE L’ANNO ALLA GRANDE

Eden Park Horse Village- GubbioBurano 2-6

MARCATORI: 10’ Stagi, 28’ Stagi, 30’+3’ M. Babei (E), 33’ Stagi, 38’ Cesarini, 52’ Allegrucci, 56’ Cesarini, 59’ Nishimoto (E)

EDEN: Teodori, Miluzzi, Fratini, Fiorito, Dini, Tiberi, Babei D., Babei M., Babei D., Vergari, Nishimoto, Muccifora, Terzino, Havziji.

GUBBIOBURANO: Bei, Lauri, Gambini, Merangola, Rossi, Stagi, Cecchetti, Cesarini, Radicchi, Tomassini L., Tomassini R., Nicchi, Sborzacchi, Allegrucci. Allenatore: Fumanti.

ARBITRI: Bomboletti di Cittá di Castello e El Harf di Foligno.

Dopo l’inatteso e brusco stop di sabato scorso, in casa contro il Terni, il GubbioBurano si riscatta senza problemi espugnando con un netto 6 a 2 il campo dell’Eden Park Horse Village. Una gara vinta con merito dai ragazzi di mister Fumanti che, specialmente nella ripresa, hanno alzato il ritmo e non hanno lasciato scampo ai padroni di casa. Ottima la prestazione di Riccardo Stagi, migliore in campo e autore di una tripletta. Primo tempo equilibrato e ben giocato dalle due squadre. Al 10’ Stagi ruba palla e lascia partire una conclusione che si infila sotto l’incrocio dei pali. La gara è equilibrata con azioni da una parte e dall’altra. Al 25’ Radicchi si fa parare un tiro libero, ma al 28’ ancora Stagi con un tiro dalla distanza fa 2 a 0. Nel terzo minuto di recupero, i padroni di casa riaprono la gara con la rete di Marian Babei.
Nella ripresa, i ragazzi di Fumanti escono ancora piú aggressivi e nel giro di 5’ chiudono la pratica con lo scatenato Stagi e con Cesarini. Sul triplo vantaggio eugubino, i locali non riescono a reagire, anzi, subiscono altre due reti, grazie ai goal di Allegrucci e Cesarini. Solamente al 59’ l’Eden realizza il secondo goal con Nishimoto.

      Valentino Cesarini

 

Santonico lancia la sfida: Lositana scelta naturale, obiettivo playoff

 

L’arrivo di Adriano Santonico è stato certamente la ciliegina sulla torta del mercato della Lositana. L’ex capitano della Virtus Aniene ha infatti deciso di sposare il progetto orange: Una scelta naturale e facile – spiega Santonico – perché conoscono praticamente tutti: dalla società, allo staff tecnico fino ai giocatori con alcuni dei quali mi lega un rapporto di amicizia anche al di fuori del campo. Il gruppo ha buone potenzialità che, credo, si vedranno alla lunga.

Bracelli e futuro

Sabato il team orange tornerà in campo contro il Bracelli per cercare di riscattare il ko di Palombara e chiudere l’anno con una vittoria: Nell’ultima partita abbiamo perso in casa dei secondi in classifica, squadra con un’ottima rosa. La gara, però, ha anche evidenziato che stiamo lavorando bene e che siamo sulla buona strada. Dobbiamo continuare ad allenarci come abbiamo fatto in questa settimana, seguendo le indicazioni del mister. Il nostro obiettivo minimo, per quello che ho potuto vedere, devono essere i playoff. Domani la Lositana chiuderà l’anno allo G-Sport Village: Quella contro il Bracelli sulla carta sembra una sfida alla nostra portata, dobbiamo però dimostrarlo sul campo. Sarebbe bello chiudere il 2017 con i tre punti, per continuare a lavorare con uno spirito diverso e preparare al meglio l’ultima di andata e tutto il girone di ritorno.
Ufficio Stampa ASD Lositana
www.lositana.com

GADTCH 2000 parla il presidente Gaggia: “Testa alla Coppa perchè ci teniamo al passaggio del turno”

Manca una sola partita alla chiusura di un 2017 che sicuramente è stato davvero esaltante per la Gadtch Perugia 2000, che dopo aver dominato nel campionato regionale umbro di calcio a 5, ha conquistato la promozione nel campionato nazionale di serie B e che sabato si giocherà il passaggio di turno in Coppa Italia di serie B nel match in casa del Corinaldo alle 15.00…

“Sabato si è chiuso il girone di andata con il match contro il Futsal Cobà di Fermo – commenta il presidente Gabriele Gaggia – e ora ci apprestiamo a questo importante match di fine 2017 in casa del Corinaldo, con il quale ci giochiamo la possibilità di arrivare primi nel girone di Coppa e quindi di accedere al turno successivo”.

Questo dopo l’esordio vincente contro il Lucrezia di settembre nel primo turno…

“Esattamente, fu la prima gara della stagione, vincemmo al Pellini contro il Lucrezia, che ha poi battuto il Corinaldo nella seconda gara del triangolare, e ora, entrambe le squadre, ci giochiamo tutto in questa partita”.

Accedere alla fase successiva sarebbe un bel successo…

“A questa competizione la società tiene molto, così come ci tengono i ragazzi, perché è un’occasione importante e soprattutto sarebbe una bella soddisfazione proseguire il cammino in Coppa alla prima stagione di serie B. Inoltre chiudere con un risultato positivo sarebbe la giusta conclusione di questo 2017, che è iniziato proprio con la vittoria in Coppa Umbria il 6 gennaio, quindi sarebbe doppiamente bello”.

Poi ci sarà la sosta natalizia…

“Avremo 15 giorni di tempo per preparare al meglio l’avvio del girone di ritorno, che sarà il 6 gennaio al PalaPellini contro il Faventia, una partita che vogliamo arrivare ad affrontare nel migliore dei modi, ma intanto un passo per volta, prima sabato e poi penseremo al futuro. Intanto voglio augurare un Buon Natale a tutti coloro che ci seguono e a tutti gli amici del futsal”.