SERIE A2 – Girone B, il programma , il punto e la voce di due protagonisti che si incontrano: i direttori sportivi SERRATORE E PERRINI

Parte sabato la serie A2, la più avvincente degli ultimi anni. Ricca di società che hanno allestito grandi squadre. Tutte pronte per fare molto bene. Ecco il programma del Girone B

 

CATANIA – BARLETTA

CATANZARO – SAMMICHELE

FUTSAL BISCEGLIE – AVIS BORUSSIA POLICORO

BLOCK STERM CISTERNINO – FELDI EBOLI

REAL DEM – AUGUSTA

EDIL LEGNO MATERA – NOICATTARO

SALINIS – META

 

Due le gare più avvincenti di questa giornata, incroci tra squadre che saranno sicuramente protagoniste. La prima è lo scontro tra Real Dem e Augusta, la squadra siciliana di Mister Rinaldi incontra subito la squadra di Montesilvano piena di Campioni. La seconda gara è tra il Cisternino di Parrilla e il Feldi Eboli di Oranges, due allenatori che vogliono fare una stagione da protagonisti. Molto interessante la gara tra Salinis e Meta. La squadra di Lodispoto dovrà vedersela contro i siciliani ben preparati da Mister Salvo Samperi. Il Noicattaro sarà ospite a Matera dove Ferrara ha sostituito il dimissionario  Capurso . Cataldo Guarino e il suo Sammichele ndranno a Catanzaro per dimostrare il loro valore. Ultima gara quella tra Catania e Barletta. Tutte da scoprire queste due squadre ma la squadra Etnea potrebbe essere una sorpresa del girone.

 

Abbiamo ascoltato  alla vigilia del primo turno, i protagonisti dello scontro tra BLOCK STERM CISTERNINO  E POLISPORTIVA FELDI EBOLI  chiedendo loro le impressioni della squadra durante questo mese pre-campionato e le sensazioni sulla gara di sabato.

MARCELLO SERRATORE (Direttore Tecnico Polisportiva Feldi Eboli ): ” Sabato ci accingiamo all’esordio in A2, un campionato cosi avvincente non si vedeva da anni. Abbiamo subito la  trasferta contro il Cisternino, squadra che ha fatto molto bene l’anno scorso. Ha cambiato alcune cose e anche l’allenatore. Abbiamo lavorato bene e fatto amichevoli importanti in vista di questa gara e ogni amichevole era uno step superiore fino ad arrivare a quella di domenica scorsa, che è stata anche un occasione per presentare la squadra alla città, alle istituzioni, ai sponsor e ai tifosi fatta contro il Pescara calcio a 5 di Fulvio Colini. La squadra si è allenata bene in questo mese e come succede sempre ci sono stati purtroppo degli infortuni, come quello del portiere Gilli che in uno scontro ha rotto l’arcata sopracciliare e ha dovuto mettere 9 punti ma che ora sta recuperando e contiamo di averlo per sabato e poi gli ultimi due infortuni settimana scorsa di Bebetinho e Nunzio Frosolone che però dovrebbero rientrare anche se non sono al 100%. Infine in questi giorni una forte forma influenzale si è aggiunto Attilio Arillo. Sono cose che capitano e possono accadere a chiunque. Non vogliamo mettere le mani avanti ma sono fattori importanti che incidono poi sulla gara, diciamo che potevamo stare meglio. Sarà emozionante, bello e sarà un motivo di vanto per Eboli che non ha mai avuto una squadra cosi importante che la rappresentasse in questo sport. Ci teniamo a ben figurare e le aspettative saranno di fare bene in un campionato cosi difficile e dobbiamo radicarci in questa categoria quindi mantenere la categoria e capire poi dove migliorare e cambiare per crescere tutti. Faccio un in bocca al lupo e auguro un buon campionato a tutti.”

DANIELE PERRINI (Direttore Sportivo Cisternino): “I ragazzi e lo staff hanno lavorato tanto per arrivare al meglio, ci sono grossi sacrifici alle spalle e credo che tutti abbiano la voglia di dare il meglio di se. Sono moderatamente ottimista, anche se il sorteggio ci ha messo di fronte ad un’ottima squadra. Più che preparare questa partita il mister ha lavorato per dare un’identità alla squadra, che non dev’essere snaturata a seconda della avversario che ci troviamo d’avanti. Ci arriviamo con un’assenza importante e con qualche giocatore non al meglio. Ma gli alibi non servono a niente. Mi aspetto una buona cornice di pubblico che ci sostenga a prescindere dal risultato.
Come obiettivo stagionale sarebbe già ottimo bissare i risultati dello scorso anno, siamo una squadra molto giovane, tra le più giovani del girone. Il sogno sarebbe centrare la final eight, ma ci sono almeno 7/8 squadre che possono fare molto bene. Quindi non perdiamo d’occhio l’obiettivo primario che è la permanenza nella categoria.
Tutto quello che verrà in più sarà ben accetto. Per quanto riguarda sabato, gli avversari sono un’ottima compagine, con un duo (Oranges-Serratore) da serie A. Se in una società giovane e seria ci metti due pedine così, la costruzione di una rosa ultra competitiva ne è la più logica conseguenza. Da Gilli a Borsato, passando per Arillo & co, parliamo di eccellenze per la categoria che in pochi si possono permettere.”

 

perrini_cisternino_0_66146-300x208                   download

 

SERIE A2 – Girone A, il programma , il punto e la voce dei protagonisti STEFANI E CHECA

Parte sabato la serie A2, la più avvincente degli ultimi anni. Ricca di società che hanno allestito grandi squadre. Tutte pronte per fare molto bene. Ecco il programma del Girone A

BUBI MERANO – AOSTA

CROCCHIAS CAGLIARI – REAL ARZIGNANO

CASTELLO – F.LLI BARI REGGIO EMILIA

CIAMPINO ANNI NUOVI – CAPITOLINA MARCONI

MILANO – PESAROFANO

OLIMPUS – B&A ORTE

PRATO – ATLANTE GROSSETO

 

Si parte subito con gare molto avvincenti. La prima di tutte sarà quella tra Milano e PesaroFano, due delle squadre candidate alla vittoria. Il Milano potrà subito dimostrare il suo valore rispondendo alla corazzata di Cafu. I derby Laziali invece ci diranno di che pasta è fatta l‘Orte di Arnaudi che affronterà la squadra di Ranieri al PalaOlgiata. Trasferta insidiosa in quel di Ciampino per la squadra di Beccaccioli, giovane e con molta voglia di dimostrare. Altro derby quello toscano, la squadra di Grosseto allenata da Chiappini farà visita al Prato di David Madrid. Difficile trasferta anche per l’Arzignano di Stefani che andrà in terra sarda a confrontarsi con il Cagliari, ma mister Cocco è intenzionato a far capire che nelle proprie mura la squadra sarda potrà essere una grande protagonista. Il Bubi Merano in casa potrà dimostrare di competere con le grandi se riuscirà a battere un Aosta un po indebolita dal mercato. Ultima gara il derby emiliano tra Castello e F.lli Bari dove vediamo favorita la squadra di Checa , che trascinata da Dudu Costa potra essere la vera sorpresa della stagione

 

Abbiamo ascoltato  alla vigilia del primo turno, alcuni protagonisti del girone chiedendo loro le impressioni della squadra durante questo mese pre-campionato e le sensazioni sulla gara di sabato.

NUNZIO CHECA (All. F.lli Bari Reggio Emilia): “Abbiamo lavorato bene durante questo mese, i ragazzi si sono impegnati molto. visto che la squadra è composta da molti giocatori che l’anno scorso hanno fatto la B, ho voluto lavorare molto su quella che è l’applicazione e l’attenzione, visto che il campionato di A2 sarà molto diverso in questo senso e sull’intensità di gioco. Per quanto riguarda la partita di sabato sarà una gara complicata. Sia perchè è un derby sia perchè comunque è un debutto. Affronteremo questo debutto fuori casa e le insidie sono tante ma la stiamo preparando bene e siamo fiduciosi e con tanta voglia di fare bene. Il Castello è una squadra che mi piace e costruita bene. Con un Roster che può mettere in difficoltà chiunque. Conosco bene il loro allenatore e lui conosce bene me. Spero che la gara sia bella e che la gente che venga si possa divertire.”

CRISTIAN STEFANI (All. Arzignano ): “La squadra allestita dalla società ha ujna rosa ampia, equilibrata fra giocatori di buoni valori tecnici, tattici e di prestanza fisica. La preparazione è andata molto bene fino ad una settimana fa con molto lavoro e risultati soddisfacenti nelle amichevoli. Purtroppo ad oggi contiamo 4 giocatori con leggeri infortuni muscolari. comunque andremo a Caglairi molto competitivi e determinati. Del Cagliari sappiamo che gioca in un campo non di grandi dimensioni e che si affidano molto alla qualita di Serginho e alle giocate su palle inattive e che hanno duie ottimi portieri. Dovremmo adattarci velocemente al terreno di gioco e affrontare la trasferta con òla giusta mentalità. Andare a Cagliari è sempre complicato, c’è da affrontare un viaggio fuori dalla norma e un avversario sempre agguerrito ma noi saremo pronti”

checa nunzio2           stefani 2

PUGLIA C1 – FOOTBALL FIVE LOCOROTONDO, vittoria e testa della classifica x il team di Basile

Vittoria in casa alla terza giornata di campionato per il FOOTBALL FIVE LOCOROTONDO che batte 4-3 il FUTSAL DONIA a cui non basta la doppietta di Natalino e la rete di Ortuso. Le reti per la squadra di VITO BASILE sono state segnate da Lacatena, La Carbonara,Solidoro, e Martellotta.

Di seguito le parole riprese dal sito della società

Per cinque minuti di follia, il Locorotondo ha rischiato di perdere i tre punti, in una partita in cui era stato bravo, prima a sbloccare il risultato, poi a creare un margine importante di vantaggio che sembrava amministrare bene, fino a metà della ripresa. Poi la squadra di Basile ha smesso di giocare ed il Futsal Donia che ha avuto il merito di crederci, ha approfittato per ritornare in partita. Nel finale le due squadre hanno sfiorato occasioni importanti, l’una per segnare il quinto gol, l’altra per raggiungere la parità. I due quintetti iniziali: Gelsomino, Lisi, Di Giuseppe, Solidoro e Pelentir per il Locorotondo, Fiotta, Mangano, Lupoli, Gianluca Accarrino e Ortuso per il Donia. In apertura Solidoro colpisce la traversa (3’), Gelsomino smanaccia un pericoloso pallonetto (4’). Cresce il Football Five che trova un altro palo con Martellotta che calcia al volo (14’). Al 16’ Lacatena sblocca il risultato, salta anche Fiotta e deposita in rete. Gli ospiti provano a reagire, ma Accarino Gianluca calcia alto (19’). La carbonara con una conclusione precisa trova il raddoppio (28’). Si va al riposo sul 2-0 per il Locorotondo. Nella ripresa al 7’ Solidoro firma il tris della propria squadra ed all’11’ Martellotta con un diagonale preciso, segna il suo quarto gol in campionato ed è anche il quarto gol del Locorotondo nella partita. Gli ospiti giocano la carta del portiere in movimento, per un paio di minuti non succede nulla, poi il Locorotondo smette di giocare, quasi si assenta dal match. Il Donia segna tre reti in quattro minuti, al 14’ Natalino che si ripete un minuto dopo e al 17’ con Ortuso si porta sul 3-4. Il Locorotondo prova a reagire, ma la conclusione di Lisi deviata da Fiotta impatta contro la traversa (23’). Al 26’ sul diagonale di Pelentir, Lisi arriva con un attimo di ritardo. Al 30’ Ortuso colpisce il palo in acrobazia. Al 32’ azione emblematica, gli ospiti giocano sempre con il portiere di movimento, ma Martellotta ruba palla, riparte ma con la porta vuota perde l’attimo giusto e sulla ripartenza Ortuso spreca una ottima occasione.

Ecco i dodici di Mr. BASILE:

1. PALMISANO GIOVANNI
3. LACARBONARA GIANVITO
4. LISI DANIELE
5. MARTELLOTTA FRANCESCO
6. PALMISANO DONATO
7. PELENTIR GILMAR “CAO”
8. SOLIDORO MARCO
9. DIGIUSEPPE FRANCESCO
12. NEGLIA GIUSEPPE
13. ALBANESE MARCO
14. LACATENA CLAUDIO
15. GELSOMINO MICHELE

 

 

Ufficio Stampa Football Five Locorotondo

UMBRIA – Coppa di C2, eliminato lo Spello ma Mr. Ercolanoni ha fiducia nel gruppo in ottica campionato

Si chiude il primo turno di Coppa Umbria di C2 e purtoppo va registrata l’eliminazione dello Spello Calcetto che nonostante un’ ottima gara di ritorno deve arrendersi al Bastia soprattutto per il pesante risultato dell’andata
ANDATA – Troppo pesante il passivo dell’andata. A Bastia sabato scorso lo Spello aveva perso 9-4,un riisultato molto severo rispetto sia ai valori espressi in campo che all’andamento della gara che è stata per larga parte equilibrata. Il Bastia  ha preso il largo solo  nel finale dove sono stati  pagati dei cali di tensione che non dovrebbero  esistere in un campo piccolo come quello.  
 RITORNO –  Una sconfitta meno pesante che lascia anche ben sperare. Lo Spello perde 3-4, ma dopo aver  forzato tanto per cercare di recuperare un risultato già purtroppo  compromesso all’andata.  La squadra di Ercolanoni stava  vincendo e controllando. Con ogni probabilità se in palio ci fossero stati i tre punti la partita sarebbe stata vinta senza grossi problemi. Rimane l’ amaro in bocca perché possiamo dire che nel complesso il turno è stato deciso dal secondo tempo della gara di andata nel quale un calo di tensione è costato quei 2/3 gol di troppo, in un campo di dimensioni molto piccole. Durante la gara di ritorno il pallino del gioco è sempre stato in mano della squadra di casa  e mister Ercolanoni  la pensa cosi: 
Devo dire che la squadra sta migliorando esponenzialmente dal punto di vista della gestione del possesso e della intensità difensiva. Da sabato inizia il campionato ma noi ancora dobbiamo pensare solamente a lavorare forte e a crescere come gruppo. A fine dicembre alzeremo gli occhi sulla classifica e vedremo se sarà possibile porre un obiettivo che ad oggi, rimane solo quello della crescita di un gruppo nuovo, giovane e composto anche da molti nuovi di questo sport. Ripeto… i ragazzi stanno lavorando bene e con grande abnegazione quindi io sono molto felice e tranquillo. La società è super presente ed ha allestito un gruppo valido di uomini in gamba prima di tutto umanamente. Durante la settimana abbiamo provato molto il portiere di movimento come situazione e mi sono sentito di provarlo per larga parte del secondo tempo anche se stavamo vincendo di un gol. I ragazzi sono stati bravi ma forse un po’ poco coraggiosi nel cercare di forzare quel tanto che serve in questa situazione. Ma dobbiamo lavorarci ancora molto”
Insomma possiamo dire un eliminazione che porta rammarico ma allo stesso tempo consegna al Mister, alla squadra e alla società quelle sensazioni che ispirano fiducia in tutto l’ ambiente a poter fare un’ ottima stagione.